>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Recensioni

La strada maestra
Stampa
  Text size
“Il male dell’epoca moderna è una malattia dell’intelletto che si chiama agnosticismo” (S. Pio X), secondo il quale il trascendente può anche esistere, ma è assolutamente inconoscibile. Se vogliamo guarire da tale male dobbiamo ritornare al realismo aristotelico/tomistico della conoscenza.

L’intelletto umano è capace di conoscere la realtà. Questo è un dato di fatto che viene però negato dal relativismo filosofico/teologico (“Cogito, ergo sum”) secondo cui la realtà creata e Dio Creatore sono un semplice prodotto, un costrutto del pensiero umano. In questo soggettivismo vi è la negazione di ciò che è e della realtà stessa delle cose. Il Tomismo, al contrario, grazie al suo realismo della conoscenza (“conformità dell’intelletto alla realtà”), è diametralmente opposto al soggettivismo ed al kantismo modernista. Il Tomismo è pertanto la strada Maestra perenne per evadere dal convulso agitarsi del proprio io.

La filosofia realista dell’Aquinate eleva difatti il buon senso conoscitivo comune a tutti gli uomini capaci di intendere e volere, e lo trasforma in scienza filosofica, la quale si basa sulla convinzione che esiste una realtà oggettiva, indipendente dal nostro pensiero, che richiede all’uomo l’adeguamento del suo intelletto per poterla comprendere senza deformarla, poiché il postulato supremo della conoscenza della verità è adeguarsi all’essere, cioè il rispetto umile della verità oggettiva.

L’uomo, in definitiva, non deve formare, ma accettare la verità non essendone la fonte perché egli non è la fonte della realtà. E non è mai, l’uomo, la misura della realtà e della verità, ma è misurato sulla realtà e sulla verità. E si badi: il rispetto della verità non è compito dei deboli e dei vili, ma esige cuori forti e puri, coraggiosi (per rinunziare ai miraggi ed alle illusioni soggettive) e nobili (perché la vera nobiltà consiste nel lottare contro ciò che è basso ed attira al basso, e saper reprimere e vincere tutte le resistenze che dal basso salgono).

Perché dunque il nostro giudizio sia Vero, non basta che sia conforme alle esigenze della nostra vita, ma è necessario che la vita e le sue esigenze siano vere in relazione ad una regola superiore e al loro vero ultimo fine, cioè che siano conformi alla realtà e soprattutto alla Realtà suprema.

La possibilità di peccare contro questa legge esiste soltanto perché la conoscenza umana è imperfetta, ed in tal modo lascia posto, da una parte all’errore ed alla illusione, e dall’altra parte anche all’influsso soggettivo, che deriva dalla incomprensione, alterazione e svisamento della verità. All’errore si deve e si può ovviare mediante l’educazione e la determinazione intellettuale, perché la conoscenza del bene è prerequisita all’amore del bene (nihil volitum, nisi praecognitum).

Così, per capire bene la natura del Tomismo, che ci spiega la realtà così come essa è, che ci rende forti, equilibrati e sicuri di noi, è necessario conoscere con precisione il significato dei termini impiegati dall’Angelico. Quindi è indispensabile avere un buon Dizionario, semplice e chiaro, dei concetti filosofici riguardanti la filosofia tomistica per potere arrivare a conoscerla senza pericolo di equivocare.

Di qui l’idea e la nascita di questo Piccolo Dizionario Tomista, composto da una ottantina di voci magistralmente realizzate e sintetizzate da don Curzio Nitoglia, le quali aiuteranno il lettore a capire indiscutibilmente il significato dei concetti dogmatici principali e più importanti utilizzati dal Dottor Angelico, per potere arrivare a padroneggiarli con dimestichezza.

Questa strada Maestra ha la capacità di condurre l’uomo moderno ad evadere dal convulso agitarsi della propria sterile e instabile soggettività, e raggiungere così quel calmo raccoglimento, attraverso il quale solo si apre l’accesso ai recinti sacri della verità profonda.

Tutte le cose alte e sante difatti svelano il loro mistero soltanto al rispetto, e precisamente al rispetto calmo e vigile. Imitiamo in questo san Paolo, che a sua volta imitò perfettamente Cristo, poiché tutta la sua vita ricevette senso e contenuto dalla sua conversione, e la sua personalità ebbe così una concentrazione e coerenza quale la massa degli uomini, che vive nella dissipazione, non può raggiungere.

Ringrazio sempre i cari lettori per la generosità con la quale ci seguono, nella speranza che anche questo piccola opera possa incontrare il loro beneplacito.


Lorenzo de Vita



(Piccolo dizionario Tomista, 158 pp. formato piccolo)
 
9,50 euro
11,00 euro
(sconto speciale per i lettori EFFEDIEFFE fino al 22 maggio)

 

  EFFEDIEFFE.com  


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# cgdv 2018-05-13 22:57
Senz'altro uno scudo ulteriore contro le aberrazioni che ci propinano come "pensiero forte".
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# MZ 2018-05-14 17:48
Questo Editore, e questo Autore. Insieme. Che meraviglia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Centuri 2018-05-17 19:05
Condivido alla grande!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità