>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

«CL apre ai gay»? No, non è vero. Però, c’è andata molto vicino.
Stampa
  Text size
Caro direttore di Italia Oggi,

ti prego, non titolare questa lettera con «Cl apre ai gay» perché è esagerato. Però la notizia c’è e te la devo dire. Al Meeting c’è stato un incontro intitolato: «Il rovescio del diritto: i nuovi diritti». Cioè: al Meeting di Cl si interroga su «diritti», «nuovi diritti», «diritti socia­li» e (addirittura) «diritti civili». Mai successo. Ne hanno parlato Orlando Carter Snead del Center for Ethics and Culture dell’Università america­na di Notre Dame e Tomaso Emilio Epidendio, assistente di studio alla Corte Costituzionale. Il discorso è vo­lato alto, altissimo, ma la sostanza è che a Rimini è stata pronunciata una parola impronunciata: «Nuovi diritti». E, per di più, Epidendio se ne è uscito con questa frase: «Non dobbiamo im­bracciare l’arma dei divieti, ma biso­gna riportare il dibattito su ciò che la retorica dei diritti oscura: i costi, non solo ma anche quantitativi».

E poi quest’altra: «L’errore di noi cattolici è tradurre interamen­te la morale in diritto». Il messaggio è sottile, ma chiaro: i «diritti», anche quelli «civili» non sono il diavolo e se è vero che un politico cattolico non può non tradurre la sua morale in politica, è anche vero che non la può tradurre «interamente». Quindi i famosi «dirit­ti» non sono da rifiutare «interamente». Mi sembra chiaro, no? Tu mi chiederai: come è successo che il Meeting, dove di diritti non si è mai parlato, almeno in questo senso, abbia iniziato a discu­terne?

Francamente non lo so, però, ieri sono passato per caso di fianco al salo­ne dove vengono presentati i libri e ho sentito una voce dall’altoparlante che diceva che «il vero tradimento di Giuda non è stato quello di consegnare Gesù ai gendarmi...». Mi ha incuriosito e mi sono avvicinato. Era Andrea Simon- cini, docente di diritto Costituzionale a Firenze (lo stesso che ha moderato l’incontro sui diritti) che continuava a ripetere che «Giuda non ha tradito Gesù perché lo ha baciato». Ora: io capisco tutto, ma sostenere che Giuda non ha tradito Gesù è francamente troppo, anche per dei buonisti come i ciellini. Mi sono seduto e ho iniziato ad ascoltare perché volevo capire, come diceva Totò, «questo dove vuole andare a parare».

Simoncini ci ha girato un po’ in­torno e alla fine è arrivato al punto: «Il vero tradimento di Giuda è quello di non aver voluto credere ai suoi occhi, e cioè che Gesù faceva i miracoli. Quin­di il suo primo tradimento è verso la realtà, non verso Gesù». Cosa c’entra questo con i «nuovi diritti»? Secondo me c’entra, perché non si può negare che la realtà sia diversa da come anche i ciellini vorrebbero che fosse. Come noi tutti vorremmo che fosse. Se non si riconosce che la realtà è diversa, si tradisce. Se si vuole imporre ciò che si ha in testa a ciò che si ha di fronte agli occhi, allora si diventa violenti. E’, invece, ciò che si ha di fronte agli occhi, che si impone a ciò che hai nella testa sennò, oltre che traditore, sei pure un pirla.

Questo incontro sui diritti è la cosa più importante che è succes­sa ieri da queste parti. Certo, ci sono stati anche i politici, ma per fortuna nessuno di loro ha detto nulla che me­riti di essere raccontato. E speriamo continuino così.

Marco Cobianchi

Fonte >
  Italia Oggi

Home  >  Worldwide                                                            Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# AlexFocus012 2014-08-29 13:13
Mi sembra di vedere una eterogenesi come nel caso della frase: "A pensar mal si fa peccato, però a volte ci si azzecca" che, nell'immaginario "mediatico" qualche commentatore ha trasformato in "A pensar male NON si fa peccato e ci si azzecca quasi SEMPRE".
Questa di Giuda che NON ha tradito Gesù, per di più con l'aggravante dei TRENTA DENARI mi sembra veramente un capovolgimento massonico, satanico.
Mi aspetto che, se esiste ancora qualche teologo, qualche vescovo, mi basta pure un filosofo cristiano, faccia un vagito di protesta...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# arduino 2014-08-29 15:44
Altro incredibile capovolgimento:
«L’errore di noi cattolici è tradurre interamen­te la morale in diritto».
Nella neolingua, evidentemente, dovere dignifica diritto (e viceversa?).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nick 2014-08-29 19:17
La follia e la voglia di visibilità(altr o o alto scranno)ormai è palese!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giorgio 2014-08-31 11:08
Questa è l'epoca del sofisti, che con parole ammalianti e magniloquenti, sottilmente trasformano piano piano il male in qualcosa che ha gli stessi diritti del bene (poi, acquisito ciò, come sempre, tenteranno di rovesciare il bene in male, e chiamare bene il male).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zampano 2014-08-31 21:52
questo è uno dei motivi per cui da anni non seguo più un incontro del Meeting
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2014-09-02 08:44
Questo buffone sostiene che Giuda non ha creduto ai miracoli di Gesù.... ma su cosa poggia questa convinzione demenziale?

Ci ha creduto talmente tanto alla realtà
che ha voluto tradire Cristo per costringerlo a fare i miracoli che voleva lui altro che fandonie e nonostante l'incasso in denari di questo tradimento ha fatto una pessima fine...
se fossi in Simoncini ci rifletterei prima di sparare simili vaccate.

L'errore dei ciellini come Simoncini
è di pretendere che tra morale e diritto
vi sia possibile desistenza come tra dottrina e prassi e questo è assurdo, sempre che si voglia restare cattolici ovviamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Il Trovatore. 2014-09-02 11:56
Concordo pienamente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità