>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Iran, irruzione nell'ambasciata britannica
Stampa
  Text size
Rivolta in Iran contro l'ambasciata britannica a seguito delle sanzioni

Si alza la tensione in Iran. L'ambasciata britannica a Teheran è stata sotto assedio per ore. Studenti e milizie islamiche sono entrati, nel primo pomeriggio di martedì, nella sede diplomatica distruggendo l'edificio con sassi e molotov. L'intervento della polizia ha riportato la calma. Ma i manifestanti hanno provato più volte a entrare. Quindi le forze dell'ordine hanno usato gas lacrimogeni per cercare di disperdere la folla davanti ai cancelli dell'ambasciata. L'irruzione è avvenuta al termine di un sit-in di protesta davanti alla sede diplomatica britannica. Nel mirino le nuove sanzioni portate avanti da Gran Bretagna, Stati Uniti e Canada. L'attacco è stato trasmesso in diretta dalla televisione di Stato, che ha mostrato anche l'immagine di un giovane che stringe tra le mani i resti di un ritratto della regina Elisabetta II strappato dal muro. Dura la reazione del governo inglese. «È uno scandalo». Il ministro degli Esteri William Hague dice di aspettarsi che «anche altri Paesi impongano le sanzioni». E la Gran Bretagna «Prenderà seri provvedimenti». Londra ha avvisato tutti i concittadini in Iran di «non uscire di casa».

 Assalto all'ambasciata inglese a Teheran Assalto all'ambasciata inglese a Teheran Assalto all'ambasciata inglese a Teheran Assalto all'ambasciata inglese a Teheran Assalto all'ambasciata inglese a Teheran

LA MANIFESTAZIONE- «È un covo di spie», hanno detto i ragazzi davanti alla sede diplomatica. Le stesse parole usate nel 1979 quando un gruppo di studenti (tra questi anche l'attuale presidente Ahmandinejad) avevano occupato l'ambasciata americana prendendo in ostaggio 52 diplomatici per 444 giorni. E così centinaia di persone sono entrate nell'ambasciata. I giovani hanno saccheggiato gli uffici, gettando pile di fogli fuori dalle finestre, tra cui documenti riservati. Si sono scontrati con la polizia che è entrata nella sede diplomatica. Alcuni manifestanti sono rimasti feriti. Non è chiaro se l'ambasciatore fosse presente al momento dell'assalto.

GLI OSTAGGI- Alcuni diplomatici sono riusciti a scappare da un'uscita secondaria, mentre il compound veniva preso d'assalto. Ma sei dipendenti sono stati presi in ostaggio e liberati dalle forze dell'ordine dopo ore. Secondo l'Irna, invece, centinaia di persone hanno preso d'assalto anche la residenza dell'ambasciatore inglese a nord della capitale.

LA LEGGE- Il presidio è stato organizzato anche per esprimere sostegno al recente disegno di legge parlamentare che abbassa il livello dei rapporti tra il ministero degli Esteri iraniano e il Foreign Office britannico. In base al disegno di legge, i rapporti tra Teheran e Londra saranno ridotti al livello di incaricati d'affari e per questo l'ambasciatore britannico avrà due settimane di tempo per lasciare l'Iran.

LE REAZIONI- Il Ministro degli Esteri, Giulio Terzi condanna la vicenda. «È assolutamente intollerabile quanto sta accadendo al compound dell' Ambasciata britannica a Teheran». Ed esprime la massima solidarietà «al governo britannico». Posizione condivisa con il collega francese Alain Juppè. «La Francia ritiene che le autorità iraniane siano responsabili della sicurezza e dell'integrità di tutte le missioni diplomatiche a Teheran». Alle loro voci si aggiunge quella del ministero degli Esteri russo, esprimendo «il suo sostegno ai diplomatici britannici» e ha detto di «auspicare che le autorità iraniane adottino tutte le misure necessarie per ristabilire l'ordine senza indugi». Stessa linea per gli Stati Uniti e la Germania. Intanto Teheran si dice «rammaricata» per gli attacchi.

Redazione Online

Fonte > 
Corriere.it


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# AlexFocus012 2011-11-29 19:06
E' vero, "la violenza è l'argomento di chi non ha più argomenti" ma, d'altro canto, "chi semina vento, raccoglie tempesta"...
AlexFocus
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2011-11-30 19:23
Ma che maleducati questi studenti iraniani! Così rozzi! Che cattiva educazione!
Tali e quali i loro genitori che non avevano studiato ad Oxford o a Cambridge perchè impegnati a difendersi vittoriosamente , praticamente soli, contro tutto e tutti dal 1980 al 1988.
Forza antica e gloriosa Persia rompi le corna a chi ti attacca ingiustamente!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2011-11-30 19:37
I diplomatici esteri sono ospiti, e gli ospiti, per quanto portavoce ufficiali, non sono autorizzati a fare spionaggio, seminare contrasti o imporre condizioni schiaccianti con la prepotenza. Gli "ospiti" inglesi, con la sindrome di superiorità, stanno violando, da secoli, il buon galateo di rappresentanti di Stati esteri, e prima o poi il padrone di casa-Stato sovrano considera giusto, e lo è, allentare all'ospite dispotico qualche scappellotto rieducatore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-30 21:02
Solito spettaculino mediatico, che di tanto in tanto ci ammanniscono, secondo copione, ad uso telecamere... al fine di smuover le stagnanti paludose acque e far veder che, da quelle parti, qualcosa ancora succede... per non farsi del tutto dimenticare, insomma!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Grifo Scaligero 2011-12-01 18:06
http://www.youtube.com/watch?v=eNyrxtGM9lI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità