>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-152

RSS 2.0
menu-1
Il ministro degli Esteri della Lettonia Edgars Rinkevics, 41 anni (Ansa)
Lettonia, il coming out del ministro nel Paese che non ama i gay
Stampa
  Text size
Considerando la quantità di stupende fanciulle che vi sono laggiù... è chiaramente una provocazione alla Russia

L'annuncio di Rinkevics a due mesi dall’inizio del Semestre lettone di presidenza Ue. Il Paese ex sovietico maglia nera per la mancanza di leggi a tutela delle persone Glbt


«Sono gay». Edgars Rinkevics, ministro degli Esteri lettone, ha affidato a un tweet il suo coming out. Un annuncio fatto «con orgoglio» in uno dei Paesi più omofobi d'Europa. «Un Paese deve garantire i diritti di tutte le coppie e io combatterò per questo», ha detto Rinkevics, 41 anni. «So che questo significherà una reazione isterica da parte di molti, ma #proudtobegay (orgoglioso di essere gay, ndr)». Dichiarazioni importanti visto che, il primo gennaio, Riga inizierà il suo semestre di presidenza Ue.

Omofobia nei Paesi dell'ex Urss

Ex Paese del blocco sovietico, uno degli ultimi insieme all’Italia che ancora non prevede una legge a tutela dei diritti delle coppie dello stesso sesso, la Lettonia -secondo l'Agenzia per i diritti fondamentali (Fra) - è maglia nera in Europa per la mancanza di leggi a tutela delle persone Glbt. Qui i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono proibiti per legge dal 2005 e i Gay pride sono sempre accompagnati da contestazioni e scontri violenti. Nel 2005, durante la prima manifestazione, chi sfilava venne colpito da gas lacrimogeni lanciati da attivisti di estrema destra. L’anno dopo fu anche peggio: alcune persone si riunirono in un chiesa di Riga per una messa a favore dei diritti omosessuali e all’uscita furono aggrediti da contestatori muniti di uova e sacchetti pieni di escrementi. Un odio contro i gay diffuso nell’ex Urss. Russia in primis. Dove, dopo il coming out dell'ad di Apple Tim Cook, la statua di un iPhone alta due metri è stata rimossa dal campus di un'università di San Pietroburgo perché violava la legge contro la propaganda gay in vigore nel Paese.

Verso l'Europride

Ma anche in questa parte d'Europa qualcosa sta iniziando a cambiare. Vale l'esempio della vicina Estonia che, pochi giorni fa, ha approvato una legge sulle unioni civili omosessuali. Non è un caso che il presidente estone, Toomas Hendrik Ilves, venerdì abbia trovato il tempo per elogiare il gesto di Rinkevics: «È un uomo coraggioso e un buon ministro degli Esteri», ha detto. Il prossimo giugno per le strade di Riga sfileranno le bandiere arcobaleno dell'Europride, la giornata internazionale dell'orgoglio omosessuale. La comunità Glbt lettone inizia a vedere sereno.

Fonte > 
Corriere.it

Home  >  Worldwide                                                            Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# AlexFocus012 2014-11-16 10:07
Abbiamo già visto che in tutto il mondo è in atto l'attacco all'ultimo rimasto dei pilastri del mondo tradizionale (Dio, Patria, Famiglia).
Infatti Bergoglio e prima di lui tutti i papi conciliari da Giovanni XXIII incluso, in poi, NON rappresentano più il katèkhon (ciò che ferma il male) quindi sono ridotti a funzionari dell'unica religione che sarà ammessa dal NWO;
i paesi cosiddetti "democratici" hanno perso quasi completamente la sovranità nazionale quindi sono ridotti a "società per azioni" i cui abitanti NON sono soci della nazione ma "assett" (cioè "beni" appartenenti alla società).
Rimaneva la famiglia "naturale" ma il Grande Fratello del Socing ha bisogno di snaturarla a forza: ho notizia che in Germania, dove vige un'ortodossia massonica ferrea (nelle cosiddette "istituzioni") i genitori di una famiglia di 6 figli siano stati arrestati perchè si sono rifiuati di far partcipare una figlia di soli 6 anni ai corsi di sessualità in cui insegnano a masturbarsi e che il loro sesso non è deciso fino alla maggiore età.
Una vera aberrazione criminale, antiscientifica , disgustosa e mortificante: nel caso avvenga anche qua in Italia (o, perlomento, al Sud) io proporrò la crazione di gruppi di "Angeli Duosiciliani" che pattuglino giorno e notte le strade per difendrci dai delinquenti, non importa se in borghese od in divisa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2014-11-19 10:56
Lo sviluppo di tale intento empio sarà peggiore della stessa fase di esordio, perché dalla fase più avanzata del corso esecrabile ricadranno le conseguenze ovviamente deleterie sulla discendenza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Articoli piu' letti del mese nella sezione Worldwide

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità