>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Morto Corigliano. Con un'inserzione aveva promesso 50 nuove assunzioni
Stampa
  Text size
Non ha fatto in tempo a mantenere la sua promessa, Angelo Corigliano. Il 4 ottobre scorso aveva acquistato una pagina sul Corriere della Sera per annunciare l'assunzione di 50 giovani nella sua Itex Srl. I colloqui erano già partiti, venerdì le prime dieci assunzioni. Ma lunedì il male da cui si pensava guarito è riapparso per portarselo via. A darne notizia è stato il presidente della Regione, Roberto Formigoni, che su Twitter ha scritto: «Non dimenticheremo il suo coraggio».

LA STORIA - Corigliano, due figli ancora giovani, aveva cominciato con un piccolo ufficio di consulenza a San Donato. Era nato nel Sud d'Italia 61 anni fa. Oggi lascia un'azienda di consulenza e servizi con 500 collaboratori in tutto il mondo e un fatturato di oltre 10 milioni di euro. «Più di cinquanta posti di lavoro, in meno di un anno, uguale infinita soddisfazione», aveva scritto sul Corriere. «La crisi morde feroce - spiegava - per me per me ora tutto è cambiato». Era stata la malattia, un tumore, ad aprirgli lo sguardo sul mondo. Sembrava perfettamente guarito. Poi il precipitoso ricovero e la morte, inaspettata.

IL CENTRALINO DELL'ITEX - Al centralino dell'azienda risponde una voce affranta, eppure rigorosa nel rispetto del mandato ricevuto: nessun commento, neppure la conferma del decesso. A fornire qualche indicazione sul futuro della società pensa lo staff dell'imprenditore: «I piani del dottor Corigliano restano i piani dell'azienda - spiegano -. I suoi collaboratori porteranno avanti i progetti avviati, proprio come avrebbe fatto lui». A cominciare da quei 50 nuovi posti di lavoro annunciati con una pagina di giornale che oggi vale come un testamento affidato ai posteri.

Antonio Castaldo

Fonte >
  Corriere.it

Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# temponauta 2012-10-09 17:45
Vediamo un po'.
10.000.000 di fatturato diviso 500 collaboratori-dipendenti uguale 20.000 euro lordi all'anno di retribuzione, circa 1.200 euro netti a lavoratore.
In pratica il fatturato serve solo a pagare i dipendenti (il che è già fuori da ogni criterio contabile).
Se i dati sono reali,si tratta di un'azienda già fallita e l'assunzione di personale "caritatevolment e" messa in piedi, non avrebbe fatto altro che consegnare altri 50 cassaintegrati a carico dello Stato.
Basta con gli eroi di cartone del buonismo insignificante se non per fiction e altre bestialità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-10-10 12:54
Discorso valido, ma scusa, la bestialità è altra cosa...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità