>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Le imprese degli immigrati non sentono aria di crisi
Stampa
  Text size
Gli immigrati resistono meglio alla crisi: nei primi nove mesi del 2012 le imprese individuali con titolari provenienti dai Paesi extra europei sono aumentate di 13.000 unità, mentre le altre sono diminuite di 24.500 unità. È quanto emerge da uno studio della Confesercenti. 

In dieci anni, sottolinea l'associazione dei commercianti, il peso delle aziende con titolari stranieri sul totale delle imprese italiane è passato dal 2% a quasi il 9% e lo stock delle attività si è più che quintuplicato a dispetto di una contrazione tendenziale generale del 3%. Nel secondo trimestre 2012 le imprese individuali di immigrati erano circa 300 mila, 18 mila in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, con una variazione tendenziale del +6,6% e una crescita del peso sul totale delle imprese individuali di più di mezzo punto percentuale. Un incremento che porta le imprese gestite da stranieri a produrre circa il 5,7% della intera ricchezza del nostro paese.

Il 44% delle imprese individuali straniere, rileva ancora Confesercenti, svolge attività di commercio, un altro 26% è nel settore delle costruzioni e un 10% nella manifattura. L'80% delle ditte si concentra quindi in soli 3 comparti, dove anche la crescita malgrado la crisi è stata sostenuta: +7,3% per le imprese del commercio, +3% per le imprese edili e +3,6% per la manifattura. A livello locale, è Prato la città regina. Nella provincia toscana il 37% delle imprese individuali è straniero, seguono Milano (il 19%), Firenze (il 17%), Reggio Emilia e Trieste. Il 16% degli imprenditori stranieri si concentra infine a Roma e Milano.

Fonte >  Avvenire.it


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# VALFRED 2012-11-05 19:40
ma l'avete capito il motivo?

quando non c'è più il lavoro - e lavoro non c'è - l'UNICO modo per rinnovare il Permesso di Soggiorno è... aprire una Partita IVA!

elementare, Watson!

e invece i soloni sentenziano: le imprese degli extracom. resistono meglio!

sì, senza pagare IVA, INPS, INAIL, IRPEF, commercialista e altro, per resistere, un po' resistono...

che Italia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-11-05 22:10
"le imprese individuali con titolari provenienti dai Paesi extra europei sono aumentate di 13.000 unità, mentre le altre sono diminuite di 24.500"
E il giornalista non si chiede se tra le due cifre non ci sia una relazione di cusalità? Se cioè le aziende italiane non siano per caso fallite proprio perchè sono aumentate quelle che campano con salari da terzo mondo?
È la classica operazione mediatica di manipolazione dell'opinione pubblica. Deve passare la cittadinanza facile per tutti e l'abolizione dello ius sanguinis, inviso agli ebrei e ai buonisti beceri di casa nostra. Basta leggere le ultime dichiarazioni di Bersani. Stranamente, è scomparso il problema della disoccupazione giovanile e della crisi economica. La sinistra vede negli immigrati la loro clientela elettorale più fedele, perchè solo la sinistra garantisce l'apertura delle frontiere. Il futuro che ci attende lo si può vedere nelle banlieu francesi dove, di recente, una senatrice (socialista) ha proposto di inviare i militari per garantire l'ordine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-11-05 22:18
"le imprese individuali con titolari provenienti dai Paesi extra europei sono aumentate di 13.000 unità, mentre le altre sono diminuite di 24.500"
E il giornalista non si chiede se tra le due cifre non ci sia una relazione di cusalità? Se cioè le aziende italiane non siano per caso fallite proprio perchè sono aumentate quelle che campano con salari da terzo mondo?
È la classica operazione mediatica di manipolazione dell'opinione pubblica. Deve passare la cittadinanza facile per tutti e l'abolizione dello ius sanguinis, inviso agli ebrei e ai buonisti beceri di casa nostra. Basta leggere le ultime dichiarazioni di Bersani. Stranamente, è scomparso il problema della disoccupazione giovanile e della crisi economica. La sinistra vede negli immigrati la loro clientela elettorale più fedele, perchè solo la sinistra garantisce l'apertura delle frontiere. Il futuro che ci attende lo si può vedere nelle banlieu francesi dove, di recente, una senatrice (socialista) ha proposto di inviare i militari per garantire l'ordine
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# che vergogna_! 2012-11-06 00:55
Vediamo di sintetizzare ...
PULIZIA ETNICA DELLE MICRO IMPRESE STORICHE DEL NORD!?

oggi questi articoli di giornale non hanno più senso la "partita" (truccata) è persa!
a nostra insaputa siamo economicamente falliti e divenuti una colonia afro/franco/anglo/germanica
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ares 2012-11-06 23:43
Certo che aumentano...altrimenti come fa la 'ndrangheta a riciclare il denaro lavandolo in pulite impresine gestite da cinesi...la nuova manovalanza arruolata, come attestano anche diversi libri interviste...quindi di dominio comune.
Facile poi chiudere e riaprire impresette, influenzando quindi le statistiche che non considerano quanti passaggi di mano fanno e quante ne aprono e chiudono le stesse persone.
Interessante anche il giornale dove vengon pubblicate queste notizie..uno specchio dei tempi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Il trovatore. 2012-11-07 09:07
Magari aiuta anche il fatto che agli stranieri che aprono una attività commerciale in italia vengono concessi sgravi fiscali che non sono invece concessi agli italiani (almeno qui a padova è così, non so nel resto d'italia).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catone 2012-11-07 13:58
La verità è che ci stanno sostituendo. Stanno attuando l'estinzione pianificata degli europei e la loro sostituzione con gli scarti degli altri continenti.
Non ci vuole molto a capirlo...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# GEN44MARK 2012-11-09 20:39
Citazione Catone:
La verità è che ci stanno sostituendo. Stanno attuando l'estinzione pianificata degli europei e la loro sostituzione con gli scarti degli altri continenti.
Non ci vuole molto a capirlo...


...e c'è il classico,scolas tico,storico precedente...la tragicomica,pro gressiva decadenza dell'Impero Romano,inevitab ile,
con le bellicose popolazioni barbariche
che pian piano vi si infiltrarono,
gradualmente..."meticciandosi"...
con il preesistente elemento latino,
autoctono...fatal risultato finale...
qualche secolo dopo,tutti,come tu dici...
"sostituiti"!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonio_1234 2012-11-07 15:41
Sarà anche tutto vero quello che si dice nei commenti.
C'è da dire che nell'italia di oggi condurre un'attività imprenditoriale privata nel rispetto delle asfissianti regolamentazion i vigenti è un'impresa che ha dell'eroico...
Però nella città di roma (minuscolo voluto), dove ho la (s)fortuna di trovarmi ad abitare in questo periodo, ci sono interi "rami" del commercio al dettaglio che sono totale appannaggio di onesti faticatori stranieri: penso alle frutterie dei pakistani, alle pizzerie al taglio degli egiziani etc.
Ora la mia domanda è la seguente: siamo sicuri che anche in questi casi si tratta della "mafia" extracomunitari a che invade il mercato, oppure più semplicemente gli italiani trentenni coetanei miei e dei suddetti stranieri (peraltro quasi sempre con moglie a carico e prole numerosa, a differenza nostra) non hanno voglia (o non sono stati abituati) di stringere la cinghia per portare avanti (eroicamente, ripeto) un'attività?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Il trovatore. 2012-11-07 22:17
Uhmm... potrebbe essere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lif di euroholocaust 2012-11-08 00:26
Le frutterie dei pakistani che citi sono quelle con un terzo del locale coperto da scaffali di alcolici? Chiamale "frutterie" o "alimentari", se vuoi. In ogni caso, questa menata del sacrificio, associata a simili commerci, può benissimo venir evitata.

Lif di euro-holocaust
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2012-11-08 20:51
Ho potuto verificare - qui a Padova - certe sistemazioni di extracomunitari : in 8 (OTTO) di due diversi nuclei familiari in un solo miniappartament o di due stanze con angolo cottura. Una situazione di promiscuità inaccettabile per qualsiasi italiano. Se si vuole considerare questo uno "stringere la cinghia".... Ma è con questo - ed altri - sistemi che riesci a far quadrare i conti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giulio 2012-11-10 17:24
Ottima precisazione (come sempre) egregio Franco.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ex fruttaròlo 2012-11-15 01:20
>Sarà anche tutto vero quello che si dice nei commenti.
Lo è.
>C'è da dire che nell'italia di oggi condurre un'attività imprenditoriale privata nel rispetto delle asfissianti regolamentazion i vigenti è un'impresa che ha dell'eroico...
Esatto. Parola di ex "eroe", che ha dovuto mollare per la disperazione.
>Però nella città di roma (minuscolo voluto), dove ho la (s)fortuna di trovarmi ad abitare in questo periodo,
E perché non te ne torni a casétta tua, che sicuramente è un gran bel posto e si merita pure l'iniziale maiuscola?
>ci sono interi "rami" del commercio al dettaglio che sono totale appannaggio di onesti faticatori stranieri: penso alle frutterie dei pakistani, alle pizzerie al taglio degli egiziani etc.
Ecco, bravo. Pensa, pensa.
>Ora la mia domanda è la seguente: siamo sicuri che anche in questi casi si tratta della "mafia" extracomunitari a che invade il mercato,
Sì, siamo sicuri.
>oppure più semplicemente gli italiani trentenni coetanei miei e dei suddetti stranieri (peraltro quasi sempre con moglie a carico e prole numerosa, a differenza nostra) non hanno voglia (o non sono stati abituati) di stringere la cinghia per portare avanti (eroicamente, ripeto) un'attività?
"Fanno i mestieri che gli italiani non vogliono più fare"! Era semplice, come ho fatto a non arrivarci subito!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# GIORGIO SCOTTI 2012-11-08 03:48
OVVIO, NON PAGANO LE TASSE CHE DOBBIAMO PAGARE NOI...E SE LE COSE VANNO MALE SPARISCONO E CHI LI BECCA PIU'? MA NON SAREBBE ALLORA IL CASO CHE PURE CERTI GIORNALISTI SIANO SOSTITUITI DAGLI EXTRACOMUNITARI ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2012-11-08 20:44
La situazione "magica" è poi quella della "seconda possibilità" che l'extracomunitari o ha qualsiasi sia la sua attività qui da noi: "onesta" o criminale che sia. Basta che sia poi svelto a squagliarsela nel suo Paese natale ed ha il fondo schiena salvato. Apri un'attività, non paghi tasse nè INPS nè niente altro, e poi chiudi baracca e te ne ritorni in nord Africa o in Macedonia o in Mo ntenegro. E chi si è visto si è visto. Voglio proprio vedere Equitalia e i suoi mastini andarli a cercare per far loro scucire quanto dovuto. Faccio anche notare che con questo giochino si può riuscire a squagliarsela con cifre che se qui da noi sono di modesta importanza, da loro sono veri capitali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ares 2012-11-10 13:07
Spesso il loro "tirare la cinghia" non è niente altro che un fare gli schiavi per qualche periodo in attività e negozi che spesso sono in mano a criminali italiani per riciclaggio di denaro e sua "pulizia".
Dopo un certo periodo questi stranieri, racimolato un certo gruzzoletto, prendono e se ne tornano al loro paese dove, complice il cambio favorevole, vivono molto bene e addirittura avviano attività là.
Se tutto ve bene poi, percepiscono pure indennità o pensioncine italiane..ma stando là.
Ma al sistema Italia...cosa viene in tasca?
Null'altro che esportazione di capitali in modo velato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Dianabol71 2012-11-10 18:03
Si, al nord aprono aziende solo quelli dell'est, poi le chiudono dopo due anni senza lasciar traccia di scontrini e pagamenti di tasse. Per forza che offrono prezzi minori! Guardate le targhe dei loro veicoli (estere): pagano bolli e assicurazioni nel loro paesi; esportano soldi.., ma cosa ci vuole a capire che ci fregano alla grande?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# MS2550 2012-11-13 10:43
A Franco_PD: ...abitano un miniappartmento due nuclei familiari... poi succede come di fronte a casa mia che ad un certo momento, di domenica, giorno di inattività, si sono presi a coltellate e una moglie, con bimbo in braccio a sbraitare aiuto dalla terrazza!!
In effetti anche tra queste etnie, spacciate dalla nostra becera stampa servile come pacifiche, la convivenza non è sempre idilliaca (accoltellament i ed omicidi tra cingalesi, slavi, ecc).
Il numero di 13.000 mi sembra da correggere al rialzo contando anche le "associazioni a delinquere" dei popoli dell' est soprattutto!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità