>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Guardate come le Regioni sprecano i nostri soldi
Stampa
  Text size
Corsi di formazione per «segretari di golf», o per imparare a fare il pane con meno sale, oppure per «tecniche di vocalità molecolare». È anche cosi che le regioni italiane hanno investito oltre 15 miliardi di euro, per metà provenienti da BruxeIIes. Sprecando fondi che invece avrebbero potuto essere utilizzati per combattere la disoccupazione.

C’è la Toscana che ha investito 13.760 euro di fondi pubblici in un «corso professionalizzante di caffetteria estrema». C’ è l’Emilia-Romagna che ha speso 39,5 milioni in corsi professionali di cure estetiche. C’è il Lazio, che ha impiegato 28 milioni per formare parrucchieri, acconciatori e hair stylist. La prossima volta che qualche politico locale si lamenta dei tagli ai trasferimenti alle amministrazioni locali, occorrerà ricordargli pure che l’Umbria, regione solitamente virtuosa, ha speso 104 mila euro in due corsi per «esperto nella gestione del cicloturismo», tenuti però da un ente convenzionato con l’Associazione italiana psicologi. O che la Valle d’Aosta ha destinato 4.457 euro a uno studio sul «bulbo olfattivo adulto dei roditori».

Sono solo alcuni degli esempi tra i migliaia di canali che gli enti locali si sono inventati per buttare via i soldi pubblici. Quelli del Fse, il Fondo sociale europeo che nei 7 anni tra 2007 e 2013 assegna loro la considerevole cifra di 15,32 miliardi di euro (metà di provenienza europea e metà nazionale) da usare principalmente per combattere la disoccupazione e l’esclusione sociale. In realtà, con quei soldi, le Regioni italiane hanno fatto e continuano a fare di tutto e di più. E, ciliegina sulla torta, non riescono neppure a spenderli interamente.

Nelle ultime settimane il tema ha guadagnato la ribalta del dibattito politico, con il ministro della Coesione territoriale Fabrizio Barca che ha pubblicato online tutti i capitoli di spesa sul sito www.opencoesione.it. Mentre Matteo Renzi, candidato alle primarie del Pd, ne ha fatto l’archetipo della lotta agli sprechi e, contemporaneamente, di come si potrebbero trovare facilmente altre risorse da investire nella crescita.

(continua)

Articolo completo > QUI


Home  >  Worldwide                                                                             Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# arduino 2012-11-22 17:16
Qualcuno mi sa dire che cosa sia la "caffetteria estrema"?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-24 01:28
Il caffè senza acqua?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2012-11-22 21:33
Gli sprechi ci sono e vanno colpiti ma c'è un gracchiare di cornacchie in coro imbeccate dalla solita manina anglosassone che gioca alla sfascio.
Interessante però la "caffetteria estrema"! Presumo consista nel rovesciare caffé bollente su ... Barca e Renzi che fuggiranno scottati strillando "crà! cra!" rivelandosi per quelle cornacchie che sono.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maxim 2012-11-24 09:14
E le provincie, i comuni?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pulcino 2012-11-27 19:36
servirebbe una legge sola :chi fa politica percepisca uno stipendio identico a quello di un operaio medio e la pensione pure !!! con almeno 30 anni di lavoro effettivo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-11-24 19:13
Tutto questo è cultura del lavoro.Lo dice anche la costituzione all'articolo primo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2012-11-24 19:17
Un mio amico ha dovuto fare un minicorso per imparare ad usare lo straccio per pulire per terra, altrimenti non lo prendevano all'ospedale...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità