>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

2fd75fb0231534e41fd71fb89764b114-large.jpg
Raffreddamento globale
Stampa
  Text size

La Cina ha passato l’inverno più freddo del secolo.
Il Nord America ha visto il più spesso strato di neve degli ultimi cinquant’anni, con punte in Wisconsin mai registrate da quando si tiene conto del fenomeno.
Gelate record in Minnesota, freddo in Texas e Florida, come in Australia, Messico e Grecia. Baghdad ha visto cadere la prima neve della sua storia.
E adesso, la conferma viene dalle quattro più importanti centrali che, sul pianeta, controllano la temperatura: il clima si raffredda (1).

Il britannico Hadley Climate Research Unit, il GISS (Godard Institute for Space Studies) che appartiene alla NASA, lo UAH (University of Alabama Huntsville), il RSS (Remote Sensing System di Santa Mosa) hanno pubblicato i dati per gennaio 2008, e il responso convergente
di questi istituti è: nell’anno scorso, le temperature sono calate precipitosamente.
Secondo i loro dati, il raffreddamento prodottosi varia da 0,65 a 0.75 gradi centigradi.
In un solo anno, è il più rapido cambiamento di temperatura mai registrato, sia in su o in giù della colonnina di mercurio.
Qualcosa di inatteso e di inusuale.

Secondo alcuni ricercatori il fenomeno sembra collegato alla forte riduzione dell’attività solare, ritenuta un fattore più potente dei gas serra nei cambiamenti climatici (2).
Kenneth Tapping, che dirige la ricerche sul sole al National Research Council canadese, sostiene che la quiete anomala del Sole (la sparizione delle macchie solari) attualmente in corso avvenne anche 400 anni fa, e innescò quella che è ricordata come «la piccola glaciazione».
Allora in certi inverni ghiacciò la Senna, e i ghiacciai della Norvegia avanzarono di cento metri l’anno, distruggendo abitati e coltivazioni.

Lo storico Le Roy Ladurie ha appurato che in Linguadoca, «tra il 1495 e il 1555» fu «un solo grande inverno, del tutto simile a quello del 1506 dove ghiaccia tutto, il Rodano, gli olivi, il mare». Dal 1555 al 1563 «si susseguono cattivi raccolti, mentre l’epidemia del bestiame del 1562 impoverisce le campagne».
Un cronista parigino annotò nel 1562: «Il tempo è stato così brutto che la povera gente non ha potuto raccogliere i grani… non si sapeva se fosse inverno o estate se non dalla lunghezza delle giornate».
L’anno prima era gelato il lago di Costanza, vi si poteva pattinare.
Tra il 1570 e il 1575 il prezzo della segale quadruplica in Germania e in mezza Europa del nord.
Il Caspio si abbassa di livello.

Oleg Sorokhtin, membro dell'Accademia Russa di Scienze Naturali, prevede anch’egli un forte raffreddamento dovuto alla ridotta attività solare: il minimo dell’attività dovrebbe essere raggiunto nel 2040, e gli effetti climatici, freddo e gelo, durare fino al 2100 o anche oltre.
Altri scienziati ritengono che il fenomeno solare sia passeggero, e che presto ricomincerà
a prevalere il riscaldamento da gas serra.

C’è da sperare abbiano ragione gli ottimisti (o i pessimisti ecologici, che attribuiscono alle industrie umane i cambiamenti di clima): il freddo è più dannoso alla vita che il riscaldamento.
Gli esseri viventi, tra cui le specie vegetali e animali che servono da nutrimento all’uomo, prosperano meglio a temperature mediamente più calde di quelle attuali.
Il Medio Evo conobbe un «ottimo clima» (temperature uniformemente clementi) che coincise con un miglioramento della civiltà generale, aumento di disponibilità alimentare e perciò crescita demografica con conseguente nascita di nuove attività umane «agro-industriali»: in quell’epoca furono inventati e largamente applicati i mulini ad acqua, il basto per i buoi che consentì di affondare meglio gli aratri, il camino nelle case (sconosciuto ai romani, d esempio).

La seguente piccola glaciazione coincise con carestie e - nel Nord Europa - con l’ossessione per la stregoneria e i roghi di streghe; fenomeno che ha forse ha che vedere con il consumo di granaglie inferiori o vecchie, spesso contaminate da muffe e funghi allucinogeni, e l’uso alimentare di erbe selvatiche spesso tossiche: tipico il «pain de la disette» il pane da carestia in Francia, fatto con ghiande ed erbe triturate; tali erbe potevano essere solanacee, come la datura stramonium (3) che producono ebbrezza e allucinazioni.
La minore insolazione aumentò i casi di rachitismo e deformità.



1) Michael Asher, «Temperature monitors report wide scale global cooling», Daily Tech, 26 febbraio 2008.
2) Michael Asher, «Solar activity diminishes: researchers predict another Ice Age», Daily Tech, 9 febbraio 2008.
3) Lo stramonio (solanacea che nasce spontanea, preferibilmente su strame e feci, da cui il nome) fu la tipica «pianta delle streghe», spesso usata insieme a giusquiamo e belladonna, o a datura «tromba d’angelo», per i suoi effetti allucinogeni. Ma poteva essere anche ingerita casualmente da persone affamate, ridotte a nutrirsi di radici e vecce. I principi attivi di queste piante sono la scoopolamina, la iosciamina e l’atropina. L’ingestione di stramonio provoca distorsione delle capacità percettive e perdita del senso della realtà: l’intossicato può vedere persone che non sono presenti e parlare con loro. gli occhi diventano estremamente sensibili alla luce.
Possono esserci reazioni di panico, cecità temporanea e follia.

Home  >  Scienze                                                                                     Back to top


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# g 2008-02-28 10:29
monto subito le catene
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# marco 2008-02-28 10:35
Il fenomeno più pericoloso, io credo, non è tanto il più caldo o il più freddo, quanto il disordine delle stagioni che si è venuto a creare (che in qualche modo riflette il disordine umano). E la mancanza di precipitazioni. Quello sì che sarà un problema!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Aurelius 2008-02-28 11:26
Quando oramai il 90% dei corpi nuvolosi e' artificialmente creato dalle operazioni clandestine di dispersione aerosols chimici contenenti bario, alluminio, dibromuro di etilene, agenti biologici e nanochips, allora e' ben difficile sapere cosa sia fenomeno naturale e cosa manipolazione artificiale. Una cosa sola e' certa: la pratica ad oltranza della menzogna da parte delle oligarchie come metodo di governo delle masse. Occorre una Rivoluzione, che sia innanzitutto la imposizione della Verita' in terra. Occorre un culto spietato, inflessibile, inesorabile della verita'. Benvengano disastri naturali di ogni risma, a condizione che siano veri e naturali, e non creati artificialmente da tecnologie militari e dalla propaganda dei media. Cordiali saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-02-28 11:29
www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_febbraio _13/clima_inverno_r igido_7564bf76-da14-11dc- be67-0003ba99c667.shtml In questo articolo del corsera del 13 febbraio, già si parlava di questo \"strano\" fenomeno. Ma anche in questo sito col titolo di \"Contrordine scienziati\" dell'11.11.2007!!! Blondet come al solito, previene ed informa...ma è matto(ed antisemita!!dim enticavo...).Meglio le domeniche a piedi e le fabbriche chiuse:c'è il riscaldamento globale!!Conser vo le pellicce??
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Guido 2008-02-28 11:29
L'Effetto Serra NON ESISTE ed e' causato dall>SCIECHIMICHE< e dalle IRRADIAZZIONI ELETTROMAGNETIC HE fatte con le (false)antenne per il telefonini.Il Co2 NON ha NESSUN effetto sul CLIMA ,gli altri Gas 'Serra' dal 6 al 10%. Attraverso la Siccita' ARTIFICIALE ed i Disastri Ambientali (creati)e il FOLLE utilizzo di BIOCARBURANTI la SINARCHIA MONDIALE sta per far CROLLARE tutte le nostre FALSE Sicurezze,prima delle quali l'assoluta sicurezza alimentare in Occidente. L'attivita'Solare vera Causa( dei Cambiamenti Climatici ha avuto a Gennaio il suo MINIMO ed e' previsto il prossimo Picco nell'OTtobre 2011. Quindi la nostra UNICA strada e' quella di DENUNCIARE Pubblicamente il fenomeno delle SCIECHIMICHE ,FERMARE gli Aerei della Morte e SMASCHERARE l''EFFETTO SERRA'
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paolo 2008-02-28 11:31
Che dissonanza! Ovunque nel web leggo di \"aumento dell'attività solare\" e oggi trovo l'articolo suddetto che afferma l'esatto contrario, anche sul riscaldamento globale. Intanto è il secondo anno consecutivo che Europa Nordoccidentale e mediterraneo subiscono inverni con temperature insolitamente miti. Insomma, qual'è la verità?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-02-28 11:47
Penso, in tutta verità, Sig. Blondet che anche oggi, nonostante l'occidente sia dimentico delle sue passate carestie grazie all'odierna abbondanza di beni di prima necessità , le persone - se mai dovessero affrontare una glaciazione ed una relativa penuria di cibo - scadrebbero comunque nella superstizione e nell'irrazionalità. Quando l'uomo vede crollare i suoi punti fermi intrisi di materialismo e meccanicismo, rivolge - quasi di colpo - il suo sguardo verso dei fumosi mondi iperuranici, attendendo ansiosamente un segno o un'interpretazione simbolico-esoterica degli \"àuguri\" di turno. In ciò si manifesta il potere delle streghe,dei negromanti e degli indovini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rocco 2008-02-28 11:55
Non so bene quanto le scie chimiche e le manipolazioni atmosferiche possano influire sul clima. L'anno scorso sul Geophisycal research letters è uscito un articolo nel quale si evidenziava l'importanza della ciclicità degli indici climatici (in particolare dell'alternanza di El nino/La nina) sul clima globale (temp, precipit, etc.). Secondo questo studio nei prossimi decenni si assisterà ad un leggero raffreddamento globale. Seguito da un riscaldamento ovvio. Negli ultimi 20 anni siamo stati costantemente sotto l'effetto del nino (caldo), la temperatura globale è salita. Quest'anno l'indice è virato e si è fatto subito sentire. In Europa abbiamo avuto clima più mite, ma questo non va confuso con la temp. globale, dipende dalla circolazione delle masse d'aria, la posizione del anticiclone subtropicale, del siberiano, delle gocce fredde che si staccano dall'artico... L'effetto serra dovuto alla CO2 credo sia agli sgoccioli, nel senso che l'assorbimento della radiazione in uscita dalla Terra non è proporzionale alla quantità di CO2, ma diminuisce in maniera esponenziale all'aumento di tale gas, per via dello spettro di assorbimento che viene man mano completato. Per quanto riguarda l'attività solare anch'io in rete ho riscontrato un po' di caos, ognuno tira disperatamente l'acqua al suo mulino. I cicli solari più brevi durano 11 anni, credo che stiamo per entrare in un ciclo quieto, poi ci sono altre combinazioni delle configurazioni planetarie, un po' caotiche un po' cicliche a bassa frequenza. Le precipitazioni sono un problema per l'alta italia (nevose e acquose), ma anche questo è una questione di circolazione locale regionale, che certo a che fare con il globale, ma non so in che modo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Max 2008-02-28 12:07
Mi pare che tu non viva su un altro pianeta. Chiedere la distruzione del mondo e dell'umanità, per salvare l'uomo e il mondo, mi pare un tantino ideologico. In fondo in Unione Sovietica non si è fatto altrimenti. Per salvare l'uomo, o meglio per crearne la Gestalt dell'uomo nuovo, si sono ammazati un centinaio di persone.... Credo sia bene anche non esagerare troppo con le fantasie cospirazioniste . Sono un lettore infaticabile di certe teorie, ed a modo mio, nei limiti impostimi dalla natura, sono anche io un teorico di tal fatta. Ma ad un tempo non posso non riconoscere, nella natura delle cose umane, un certo determinismo naturale. Quel che accade nel mondo, non è solo opera razionale, è il più delle volte fatto naturale. Accade ciò nella società, accade ancor più nella natura. Provate invece ad immaginare un eterogenesi dei fini dell'effetto serra. In tempo di raffreddamento solare, l'aumento di emissione di CO2 nell'atmosfera salverà l'umanità. Questo sarebbe un segno della grazia nella storia. Ad essere così pessimisti, si rende solo onore a coloro ai quali, a torto o a ragione, si attribuiscono tutti i poteri del mondo. Con ciò non escludo l'opera di impulsi prometeici nell'uomo moderno, o post-moderno, così come non l'escludo nell'uomo tout-court, ma ammetto anche la presenza di contro forze in grado di confinarli entro limiti sopportabili. I nemici non sono troppi e noi non siamo soli.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mario 2008-02-28 12:23
Mi chiedo: le \"tasse ecologiche\" verranno rimborsate?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mimmo 2008-02-28 13:05
questo http://italia.pravda.ru/science/30-04-2007/5560-0 è quanto trovai tempo addietro, effettuando una ricerca sulle attività solari e gli effetti sulla terra. Con l'occasione, porgo complimenti vivissimi per il nuovo layut del sito, ed al suo stimatissimo Direttore Blondet che ritengo essere una delle rare voci libere, in una Nazione gestita da cavallette... onorevoli.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-02-28 13:07
dai, è in arrivo il kali yuga?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Tommaso 2008-02-28 14:06
Chi ha sentito dire della fortissima tempesta solare in arrivo per il 2011? Ci sono documenti e bollettini NASA a supporto. http://science.nasa.gov/headlines/y2006/10mar_stormwarning.htm Attualmente siamo in fase di \"solar minimum\" ma nel 2010-2011 potrebbero arrivare tempeste solari di potenza inaudita... che potrebbero mandare KO il sistema globale di telecomunicazio ni satellitari (che gioia...!).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stef 2008-02-28 14:14
Ogni giorno cè chi dice una cosa, ed il suo esatto contrario.. ma vogliamo svegliarci! Manipolazione, ecco la causa di tutto.. poi esistono gli effetti dei cambiamenti climatici.. quelli si ci sono.. ma molto più contenuti di quelli sbraitati a destra e sinistra.. io vivo in liguria, e sinceramente non noto eccessi particolari nel ciclo delle stagioni.. dietro il grano cè speculazione, dietro il clima cè speculazione, anch eperchè è strettamente legata al grano ed alle culture (Monsanto ).. ci manipolano... dalla mattina alla sera.. riscopriamo i nostri valori.. vedrete che è tutto tempo ben speso. Un saluto a tutti, ste
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Piotr 2008-02-28 14:14
Posso essere daccordo sul fatto che si vive meglio con temperature MITI piuttosto che con temperature estreme, ma per estreme, intendo anche le temperature follemente alte e prolungate che oramai, da alcune estati a questa parte (ed ultimamente anche in inverno), ci dobbiamo subire. No, il caldo estremo, fa male almeno come il freddo estremo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Xenia 2008-02-28 14:37
Mi trovo in disaccordo. I dati sono contrastanti e per adesso quelli che indicano il riscaldamento globale - sono in netta maggioranza. Comunque grazie per aver condiviso un opinione differente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Max 2008-02-28 15:06
Il Kali Yuga non è che arriva come il temporale.. e comunque, se vogliamo esprimerci in questi termini, il Kali Yuga è arrivato qualche migliaio di anni fa e se è già andato, ma pochi se ne sono già accorti. Il Kali Yuga è un eone cosmico, non si misura con la durata di una sola civiltà. Per quanto riguarda le apocalissi, per molti sempre imminenti, basta leggere, e neanche troppo approfonditamen te, la storia e la sua letteratura per accorgersi che il mondo aspetta la sua fine ogni giorno e che non finisce invece mai. Un buon cattolico dovrebbe in fondo sapere che il finalismo cristiano, sia esso teleologico o axiologico, non è storico né tantomeno fornisce la storia di senso, ma è solo la cifra simbolica della perfezione ultraterrena. Non predichiamo la santità della vita e poi assegniamo un'inesistente eidos alla storia; perché così usiamo gli stessi strumenti dell'anticristo e cadiamo nella medesima fallacia teorica. La storia non ha un senso e non può essere letta ed interpreta come un percorso necessario verso una fine determinata. La storia è secolo che invecchia ma che non va da nessuna parte. Se la storia ha un senso quello è dato Principio e dall' Al Di Là. Il mondo finisce? Le civiltà finiscono e di solito per suicidio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bubu 2008-02-28 15:09
Dopo la bomba atomica, le armi biologiche, il controllo mentale, la manipolazione genetica in campo militare (Dio solo sa cosa sono capaci di fare) che cosa potevano inventarsi ancora i \"potenti\" di questo mondo? Il controllo sul clima e più in generale dell'intero pianeta. Mai sentito parlare del progetto HAARP? Per esempio si studia il modo di scatenare, attraverso l'utilizzo di semplici antenne, il black-out elettrico generato da un'esplosione nucleare (significa che il mondo si spegne: non funziona più nemmeno l'orologio da polso a batteria), oppure come provocare terremoti, inondazioni, oppure \"semplicemente\" per riuscire a comunicare con i sottomarini senza essere intercettati, ecc. ecc. ecc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ivan 2008-02-28 15:23
Sarà stato freddo in Cina, ma qui da noi pare di essere in estate. Ormai sono diversi inverni che è quasi sparita la neve e piove poco. Questi sono fenomeni, probabilmente indotti. HAARP. Ne ha parlato anche il Generale Mini del controllo climatico per scopi militari.. E se lo dice lui, c'è da crederci...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sator 2008-02-28 15:31
Che sia il tempo di nutrire lo Spirito oltre alla mente ed allo stomaco? Che sia il tempo dello \"spazio del Cuore\"? sator
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# luca 2008-02-28 16:04
qui nel nord italia invece neve 00000000 .. s'è ne è di + sulla salerno reggio calabria x sciare ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ant 2008-02-28 16:27
sì però intanto oggi a roma ci sono 16,2 gradi, e siamo ancora a febbraio!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gianni 2008-02-28 17:46
Bah...purtroppo siamo in un clima di menzogne di ogni tipo. La maggior parte degli scenziati lavora per multinazionali che hanno tutto l'interesse a non far credere al mondo che i gas serra producono aumenti di temperatura. Illudendo la gente con falsi risultati scentifici, i politici non si sentiranno obbligati a fare leggi contro le aziende più inquinanti. La diminuizione della temperatura potrebbe (ma spero di no) essere dovuta ad un rallentamento della corrente del golfo, responsabile delle differenze di temperatura tra estate ed inverno (il film \"una scomoda verità\" di Al Gore spega il meccanismo). Questo articolo è simile a quello uscito sulle Scenze qualche mese fa', in cui il presunto ricercatore pubblicava una fantomatica dimostrazione in cui la corrente del golfo è respinsabile di soli 5 gradi medi di differenza tra estate ed inverno. Se fosse così, allora, l'utlima glaciazione da che cosa deriva? Ciao a tutti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-02-28 17:50
E chi sarebbe questo Michael Asher? Su Google scholar non risulta. La teoria poi e' tirata per i capelli, e se vogliamo davvero credergli a questo tizio ci vuole ben piu' che evidenza aneddotica, o financo meteorologica di quest'anno. Ah, a proposito. L'attivita' solare sara anche calata per questo pinco pallino, ma per quest' altro e' invece \"enormemente aumentata\" http://antoniolatrippa.blogspot.com/2008/01/aumento-dellattivit-solare-ed-effetto.html Pinco pallo VS pinco pallo. Chi vincera'? Troppo comodo tirare fuori il pinco pallo della universita' di ballolandia per dire qualcosa e farla passare come oro colato. Buffo, e' la tecnica che usavano i Testimoni di Geova, mi ricordo. Mi facevano leggere che il tal professore Truffenstain della universita' del Khissadoveland, affermava in un suo famoso studio che la terra aveva delle cateratte in orbita...quelle che si ruppero per fare il Diluvio! Fico! Facciamo i seri e mi tiri fuori almeno cinque lavori che parlano della stesa cosa di questo Michael Asher, ma badi bene, cinque ricercatori diversi, possibilmente non laureati alla universita' di Dreamland. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Stefano 2008-02-28 19:03
Sara' anche che attraversiamo un periodo di 'raffreddamento globale', ma l'herald tribune (www.iht.com/articles/ap/2008/02/27/america/NA-GEN-US-Global-Warming-Erosion.php) riporta che una cittadina dell'alaska ha fatto causa alle major petrolifere e ad alcune compagnie elettriche (presumibilment e quelle che usano carbone per generare energia elettrica) perche il mare ghiacciato che la proteggeva dalle tempeste a partire da ottobre, adesso rimane libero dai ghiacci fino a dicembre inoltrato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Yezidism 2008-02-28 23:23
Io preferivo il global worming, almeno risparmiavo sulla bolletta del riscaldamento, sul comprare abbigliamento pesante, insomma per me il global warming era una manna! ma adesso cambia tutto, se arriva la glaciazione gli italiani sono i primi a perire, con i costi del gas e con le antipatie che abbiamo verso la russia per aver riconosciuto il kosovo, se il prossimo presidente russo ci chiude il rubinetto di gazprom, l'italia rischia di gelare, o vi risulta che abbiamo il nucleare per sopravvivere?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pino 2008-02-29 03:03
Incredibile! Fabio de Fina ha pubblicato il post di Guido da Pisa. Ma come si fa? Dare spazio a idiozie simili? Ma non ti vergogni? Questa è contro-informazione dozzinale. Roba da dischi volanti! Blondet scrive una cosa seria e il suo editore la ridicolizza! Dr. si faccia furbo, CAMBI EDITORE!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pino 2008-02-29 03:03
Incredibile! Fabio de Fina ha pubblicato il post di Guido da Pisa. Ma come si fa? Dare spazio a idiozie simili? Ma non ti vergogni? Questa è contro-informazione dozzinale. Roba da dischi volanti! Blondet scrive una cosa seria e il suo editore la ridicolizza! Dr. si faccia furbo, CAMBI EDITORE!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesco 2008-02-29 07:55
Caro mio, una volta la gente si scaldava con la legna e la neve durava tutto l'inverno con freddi che stavano per la gran parte sotto lo zero (parlo del nord est d'italia in base ai racconti di mia madre e mia nonna) Il nucleare non c'era e comunque NON è la soluzione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Carlo 2008-02-29 09:25
Noto che vengono spesso citate le \"Oligarchie\". Qualcuno può fare dei nomi e dei cognomi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Riccardo 2008-02-29 09:35
premesso che non capisco un accidempolo di clima, non sono pertanto assolutamente in grado di capire se farà molto più caldo o molto più freddo nel futuro prossimo. Ma, indipendentemen te da tutto, l'aumento di prezzo dei generi alimentari qualche campanellino lo fa suonare. Lasciando un attimo da parte i grandiosi scenari di Kalì Yuga, apocalissi varie, senso della storia e Goetterdammerun g, mi viene in mente la divertente scenetta immaginata da La Fontaine: \"La Cigale, ayant chanté toute l'été/ se trouva fort dépourvue /quand la bise fut venue\". E così, l'allegra Cicala non trova altro da fare che bussare alla porta della Formica. Chi sarà la Formica per noi allegre, tollerantissime Cicale libertarie e consumiste, che han passato l'Estate tra shopping e risate, frocessioni ed inversione di tutto ciò che è Bello, Buono e Vero? Dio, il Fato, i Detentori di Granaglie? Chissà !.... La scenetta, comunque, finiva così: la Formica, sorniona, domandava alla Cicala: \"che avete dunque fatto durante l'estate?\" \"ho suonato e ballato, signora mia!\" E la Formica, chuidendo la Porta:\"Bene! Allora cantate pure, adesso!\"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# natale 2008-02-29 12:38
io sono più propenso per andare oltre le solite dichiarazioni di turno e ci sono siti che da anni spiegano i fenomeni che accadono in questi giorni che sono del tutto naturali: la terra deve stare in equilibrio e oggi per ritrovare l'equilibrio succedono fenomeni che a memoria d'uomo non sono ancora successi e allora si inventano gas serra ed altre cose simili: il clima non è mai stato uguale e men che meno adesso. lo spostamento degli anticicloni sono le cose più evidenti e se piove meno da noi, piove di più nell'africa sub-sahariana e la terra trova il suo equilibrio. i ghiacci si sciolgono al polo nord? al polo sud nevica di più e si alza lo strato di ghiacci in quella regione. siamo in un perfetto equilibrio voluto da Dio e dobbiamo smetterla di pensare alle catastrofi tutti i giorni, si vive meglio pensando con amore e con la gioia di vivere nel cuore. Buona vita a tutti!!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-02-29 12:39
See, la terra si raffredda, e intanto l'anno scorso il polo nord geografico e' diventato mare aperto sgombro di ghiacci. Complimenti allo studioso pinco pallo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paolo 2008-02-29 22:05
La capacità positivamente provocatoria di Blondet è ben nota ed apprezzata, ma inviterei tutti alla calma di fronte ad un tema complesso come quello delle variazioni climatiche. Ho trovato molto utile la lettura, che consiglio a tutti se ancora reperibile, di un libro molto serio: \"La rivoluzione del clima\" di Brian FAGAN, edito nel 2001 da Sperling & Kupfer, che esamina con ricchezza di dati e senza preconcetti ideologici, i cambiamenti climatici su un arco temporale di secoli, invitando il lettore a ragionare almeno in termini di decenni. Un anno di freddo particolare in Cina o negli USA non è significativo. Per nulla. A metà del '500 si coltivava la vite in Inghilterra, poi il clima si raffreddò e poi dalla metà dell'800 si sta scandando, ma non sappiamo fino a quando. Ci sarà una nuova glaciazione? Quello che sappiamo, è che non ci sono prove scientifiche serie che l'attuale periodo di riscaldamento sia dovuto alle attività umane(checchè ne pensi il neo premio Nobel Gore), come non ci sono prove dell'inquinamento elettromagnetic o eccetera eccetera. Sicuramente dietro e intorno alle \"paure\" diffuse ci stanno molti affari oltre che manipolazioni. Per questo bisogna essere molto freddi e razionali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paolo 2008-03-01 19:30
Il polo nord si sta sciogliento, ma e' stato accertato che lo spessore del ghiaccio nel continente antartico e' aumentato negli ultimissimi anni di parecchi metri. Come la mettiamo? Consiglio anche la lettura di \"Stato di paura\" di Michael CRICHTON - Garzanti 2005. Non e' un trattato scientifico, bensi' un thriller molto avvincente sulle paure diffuse ad arte intorno ai veri o presunti problemi e cambiamenti climatici, con un corredo niente male di riferimenti ad articoli pubblicati su riviste scientifiche molto serie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alejandro 2008-03-04 17:16
Signori, leggo con immenso piacere che si parla finalmente un po' di Global Cooling invece di Global Warming. E' difficile argomentare a proposito di questo tema perche' nessuno di noi e' uno scienziato (o per lo meno molto pochi di noi lo sono)e pertanto non disponiamo di dati di prima mano per poter supportare le nostre convinzioni. E purtroppo e' un campo questo in cui la propaganda abbonda, in una direzione e nell'altra. Io suggerisco a tutti quelli che possono di cercare il documentario trasmesso poco tempo fa da Channel 4 in UK dal titolo \"The Great Global Warming Swindle\". Sono sicuro che qualcuno cambierá le proprie convinzioni in merito al riscaldamento globale dopo averlo visto. Potrei scommettere che in Italia nessuno media lo ha trasmesso. Per chi non lo trovasse, cercate in google e sicuramete troveree informazioni interessanti in merito a questo documentario. In Wikipedia c'e' un vasto articolo in proposito: http://en.wikipedia.org/wiki/The_Great_Global_Warming_Swindle Ciao a tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Dam 2008-03-04 18:40
Direttore, le segnalo questo link verso un articolo di un anno fa, sul Corriere : http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2007/02_Febbraio/02/newton.shtml Si chiama \"L'effetto serra? C'è anche su Marte\" ed è uno dei rari pezzi che ho letto nella stampa di regime che non andasse nel senso del riscaldamento antropogeno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-03-05 14:02
Interessante... ho mandato nei giorni scorsi due post con tanto di riferimenti, a dimostrazione che questa tesi del raffreddamento e' abbastanza labile, e non sono finiti (\"sara' oberato di lavoro a fare moderazione, ho pensato\" ) in pubblicazione. Poi, saltano fuori dei nuovi post, casualmente pro-raffreddamento! Deduci che ha cassato i miei post! :D Come dire, Blondet, devo dedurre che lei forse ha un po' la coda di paglia, e forse un accenno di fariseismo? :D :D Questo ovviamenti incide negativamente sulla sua credibilita', che dovrebbe essere proprio il suo capitale professionale. Tenere un blog per predicare solo ai convertiti ha indubbiamente delle rendite di posizione (ed in questo lei non si differenzia di molto dal comportamento dei tanto vituperati politici e monopolisti), ma purtroppo questo portera' solo alla lenta morte del sito... speriamo di no, dopotutto i suoi pezzi di politica estera ed economia mi piacciono abbastanza ;) Diciamo che ora seguiro' solo quelle due sezioni, ma con minore fiducia Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# oldleon 2008-03-05 15:09
Caro direttore,possi bile che nessuno di voi si sia mai accorto degli aerei che volando a bassa quota,che rilasciano strane o meglio ANOMALE scie ben visibili ad acchio nudo? Velando il cielo e in alcuni casi addirittura oscurando il sole. IL fatto strano che avviene in tutto il mondo e nessuno ne parla, tranne qualche comune cittadino come me ,che realmente dopo che ne ho sentito parlare per la prima volta in rete ho alzato lo sgurdo al cielo e o VISTO. sinceramente .oldleon
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Roberto 2008-03-05 19:25
Salve, apprezzo molto i suoi articoli, in questo caso del clima, però, è meglio non pronunciarsi. Lei ha proposto una notizia, io Le propongo invece che nemmeno i meteorologi più seri raccapezzano seriamente su quello che accade. Ci sono studi e ricerche molto approfondite, è vero, ma esistono talmente tante di quelle variabili che credo fermamente che non si possano fare delle previsioni su quello che accadrà. Una cosa è certa, la Sua redazione dista pochissimo dalla mia città, per cui si sarà ben reso conto di quanto accade nella nostra zona con le scie chimiche. Dalle 24 alle 48 ore precedenti l'arrivo di una perturbazione decine e decine di aerei rilasciano prodotti chimici in atmosfera, parlo di centinaia di tonnellate, non di un etto. Se Lei era presente in zona domenica 2 marzo u.s. si sarà reso conto da solo di quanto è accaduto. Vengono creati ammassi nuvolosi artificiali di enormi dimensioni che filtrando moltissimo il sole, riducono di molto la temperatura. Alcuni ricercatori più o meno famosi ma indipendenti, ci fanno notare che esistono atti ufficiali del governo americano (resi pubblici) fin dal termine della seconda guerra mondiale, che riguardano l'irrorazione di prodotti chimici e per ultimo l'intenzione di possedere il controllo del clima entro il 2025. Possedere il controllo del clima significa anche effettuare una guerra senza spostarsi dalla poltrona di casa, creando o manipolando perturbazioni, ingigantendole e dirigendole verso i Paesi nemici. Non dimentichiamoci inoltre che sin dalla nascita degli USA, i vari governi che si sono succeduti, hanno sperimentato sul loro stesso Paese vari applicazioni militari, conivolgendo anche intere città. Ho assistito ad una animazione realizzata da foto consecutive riprese da un satellite, dove notevoli perturbazioni vengono create nel Nord Europa, manipolate e dirette su varie zone. Il sistema H.A.A.R.P. con il suo sistema di trasmissione multifrequenza è in grado di creare anche devastanti terremoti, utilizzando le frequenze bassissime, al di sotto degli infrasuoni. Ha fatto caso che quando c'è un tuono vibrano fortemente i vetri ed altri oggetti in casa? Quello è un effetto degli infrasuoni ancora udibili nel settore inferiore delle frequenze dell'udito umano,16 Hz. Fermiamo l'attività delle scie chimiche, poi potremo discutere del clima!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# bond 2008-03-05 23:01
Ritengo che si stia esagerando con queste fissazioni ecologiste e ambientaliste secondo me prive di tutta questa importanza, difatti ci sono problemi ben più seri!(altro che effetto sera o menate varie).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-03-06 13:21
Tutto è collegato, più o meno. Ogni crisi ne innesca altre latenti. Certo, non si sa più dove sbattere la testa, e le nostre menti tendenzialmente lineari sono propense ad evitare come la peste questi intrecci da mal testa. Ma ricordiamoci che crisi ecologica (acqua, suolo, aria) crisi demografica, crisi energetica, crisi finanziaria, crisi politica sono tutte manifestazioni collegate, e non a caso esplodono in questi anni. Questa è una crisi sistemica. Quella climaticà, in questo contesto, è il ground zero, letteralmente la terra sotto i piedi. Si guardi un po' la serie shockante di foto da satellite di \"Fragile Earth\" e poi riparliamone del fatto se la crisi climatica è seria o meno. Forse è meno rapida e veloce come cinematografica mente ci piacerebbe vedere per restarne impressionati, questo è il punto. Dato che i passi del clima si misurano in decenni, non ci accorgiamo dei cambiamenti, tutto ci sembra più o meno uguale a se stesso. Non dimentichiamo poi la naturale tendenza a dismettere le brutte notizie disturbanti. Sotto questo aspetto non siamo diversi da molte civiltà che si sono dovute arrendere alla forza stritolatrice dei cambiamenti climatici (quelli naturali, che esistono, ma sono molto più graduali di quelli che stiamo registrando in meno di un secolo e mezzo). Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-03-06 13:26
Per quanto riguarda le scie chimiche, molto suggestionanti, mi chiedo come mai gli USA, pur disponendo di armi talmente devastanti e distruttrici poi resti impantanato per cinque anni in Iraq perdendo il 90% della sua credibilità internazionale, anche a livello di potenza militare. Il tempo di Jeeg Robot dovrebbe essere ormai passato da un pezzo per voi, ragazzi Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alex 2008-03-06 17:15
I potenti della terra ci stanno nascondendo la verita' il riscaldamento globale e' controllato dalle centrali elettriche ormai sparse ovunque le cosidette HAARP(Alaska-Svezia-Corsica-Francia-Sud America).Documentatevi, cercate video su yu tube.C'E' una guerra climatica in atto, e' subdola ma pericolosa per l'uomo e gli animali perche' emanano onde elettromagnetic he nocive.Aumento dei tumori,cardiopa tie, malattie degenerative anche nei piu' giovani.Lo scopo e' semplice il genocidio.Siamo in troppi su questo pianeta e le risorse si stanno esaurendo..........quindi perche' non liberarsi di quelli che non contano,che creano solo problemi?(Vedi documentario di Al Gore)Il loro scopo e' di ridurci tutti in schiavitu' e renderci dei piccoli robots.Infatti non abbiamo piu' il coraggio, la forza di reagire,di ribellarci,ma anche se lo facessimo prenderebbero delle precauzioni serie di \"eliminazione\" come hanno gia'fatto in passato. Anche i media sono dei burattini nelle loro mani, infatti non parlano di queste cose che stanno accadendo, deviano su sciocchezze, senza dare peso alla gravita' delle morti di civili bambini e donne innocenti in tutto il mondo. Svegliatevi siamo nel 2008 e molti muoiono di Fame e Sete!! E' tutto nel loro interesse capito? Manca solo che ci microcippano cosi' diventiamo degli zombi mossi a comando. Saluti.Firmato:una ricercatrice.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ROBERTO 2008-03-06 18:55
MESSAGGIO PER PHITIO Prima cosa, riguardo l'Iraq, la guerra contro Saddam c'è stata e sono state utilizzate armi altamente sosfisticate ed avanzate tecnologicament e del tipo elettromagnetic o. La guerra attuale è da definirsi guerriglia e terrorismo, difficilmente contrastabili con armi di distruzione ad alto potenziale ed estremamente avanzate. E' un tipo di guerriglia vecchio tipo con attentati, a cosa servirebbero tali tipi di armi con un nemico così? Non entro nel merito del terrorismo pilotato. Se fossi informato veramente sull'attività delle scie chimiche sapresti bene come funzionano, sono ad effetto a lungo termine, anche se possono veicolare virus geneticamente modificati, o virus altamente contagiosi sarebbero coinvolti milioni di cittadini innocenti, gli stessi militari e personale medico presente, inoltre le scie chimiche sono atte ad interessare luoghi piuttosto estesi e si spostano con il vento molto facilmente, cosa che potrebbe portare ad interessare una ricaduta di prodotti chimici sui Paesi vicini. Le scie chimiche non sono \"molto suggestionanti\ ", sono estremamente pericolose per i molteplici usi che se ne fanno e non certo a fin di bene. Come credi che si siano diffusi l'aviaria, la sars,ed il ora il più grave in assoluto di tutti i tempi: Il Morgellons ? Dalla ricaduta dei prodotti chimici è stata rilevata la presenza di polimeri, le scie chimiche possono veicolare molto bene una struttura nanotecnologica come il Morgellons, che si ricombina con il DNA umano, ed infiltra tutto il corpo di fibre, da cui escono creando profonde e dolorosissime lesioni. Nanotecnologia talmente avanzata che è in grado di ricevere e trasmette onde elettromagnetic he !! Ci varie testimonianze di persone e famiglie colpite dal Morgellons, anche in Italia. Le scie chimiche non sono giocattoli, a meno che tu non voglia farcelo credere essendo un disinformatore molto ben pagato. Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# phitio 2008-03-07 14:41
Mio caro Roberto, mi sa che fai confusione tra temi diversi. Un conto è l'inettitudine americana nel condurre una guerra diciamo \"convenzionale\", fatto conclamato dal dopoguerra ad adesso (nemmeno una guerra portata a termine con successo, e sono state molte). Un altro è l'indiscussa abilità con cui i servizi segreti statunitensi sono in grado di sovvertire stati esteri, uccidere economie, spargere disinformazione , insomma tutte quelle attività che richiedono distruzione e azione subdola. Oltre a questo, c'e' la questione armamenti, che di sicuro sono estrememente sofisticati (parlo di bombe teleguidate, di armi di nuova concezione quali quelle a grafite, oppure i nuovissimi laser, e altro ancora.) Ma le scie chimiche e le nanotecnologie hanno due difetti cruciali, e sarebbero quelli di non essere controllabili come arma e dal risultato troppo incerto, perfino controproducent e. Le armi elettromagnetic he provoca-terremoti, poi, per favore dimenticatele in fretta. Non c'è nulla che possa davvero scatenare un sisma se non una bella testata nucleare nel sottosuolo, piazzata su una faglia. Un arma elettromagnetic a che ipoteticamento potesse liberare l'energia di compressione della crosta, dovrebbe comunque disporre di energia sufficiente a rompere la struttura riempiendo il gap energetico che tiene ferma la faglia sotto stress. Ti voglio proprio vedere a fare una antenna che liberi qualche megaton di energia sotto forma di raggi elettromagnetic i, fossero anche le famigerate onde scalari Tesla. Molto più comodo usarla direttamente come arma verso installazioni nemiche, no? Usando un centomillesimo dell'energia, il che è un bel risparmio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# phitio 2008-03-07 14:45
@ Roberto Azz, non avevo letto le ultime due righe del tuo post! :( Magari mi pagassero, mi metterei nel campo disinformazione a tutta birra :-P Ma va la, va! :))))) Cresci un attimo, e almeno studiati un po' di fisica, ma dico nei libri e non sui fumetti o a raglio su internet. Disinformatore ben pagato... ma pensa te! Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paolo (67 anni) 2008-03-08 23:25
Anzitutto ho aggiunto la mia eta' al nome perchè può essere utile a capire meglio chi sono gli interlocutori. Suggerisco a tutti di fare la stessa cosa. Le distanze e/o le vicinanze generazionali sono importanti. Veniamo ora alle Scie Chimiche. Le prese di posizione pro o contro, e le considerazioni intorno a misteriosi interventi politico-militari ad esse connessi, mi hanno ricordato quanto dice Paul Virilio (filosofo francese noto per i suoi studi sullo sviluppo della tecnologia in relazione al potere)all'inizio del suo recente lavoro \"L'arte dell'accecamento\" - Cortina Editore - 2007. Virilio inizia con una citazione da Albert Camus del 1948: \"Il secolo XVII fu il secolo delle matematiche, il XVIII delle scienze fisiche e il XIX della biologia. IL NOSTRO, il VENTESIMO, E' IL SECOLO DELLA PAURA.\" \"Inoltre se la paura in se stessa non può essere considerata alla stregua di una scienza, NON C'E'DUBBIO CHE ESSA SIA TUTTAVIA UNA TECNICA\". Partendo da questa valutazione di Camus, Virilio argomenta così: \" Giunti a questo stadio, proprio all'inizio del XXI secolo, la questione politica cruciale non riguarda più la GUERRA FREDDA e la sua sconfitta, ormai dimenticata, ma l'emergenza di un PANICO FREDDO di cui il terrorismo, in tutte le sue forme, è solo uno dei sintomi. Simile a un terrore incontrollabile , il PANICO è irrazionale e il suo carattere così spesso collettivo ne indica chiaramente la tendenza a diventare, prima o poi, UN FATTO SOCIALE TOTALE\". Leggendo parecchi dei post che mi hanno preceduto, la mia impressione è che il continuo mescolare pareri e argomenti \"politici\" a pareri e argomenti presuntivamente \"scientifici\" possa essere già una manifestazione embrionale di questo status sociale di panico. Sarei curioso, ad esempio, di sapere di che cosa si occupa Alex - Mantova che si firma \"una ricercatrice\" e cita All Gore e i video di YouTube come fonti attendibili. Visto che siamo quasi tutti visitatori assidui di Internet, consiglio la lettura di un altro importante saggio di Virilio: \"La bomba informatica\" - Cortina editore - 2000 La lettura dei saggi di Virilio non è una cosa facilissima, almeno per me, ma vale la pena di faticare un po'. Buona lettura.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ami 2008-03-09 09:21
Mi fa piacere leggere che nei commenti su un'articolo riguardante i cambiamenti climatici, molti lettori abbiano citato il fenomeno delle scie chimiche. Personalmente, ho constatato questo fenomeno guardando il cielo(non navigando in internet nei siti alternativi), poichè per la mia attività negli anni addietro ho passato molte ore ogni giorno all'aperto, notando sempre più insistentemente queste strane strisce lasciate nel cielo che poi avevano un comportamento anomalo fino a diventare formazioni nuvolose innaturali. Negli ultimi anni la cosa è divenuta sempre più evidente e solo allora, per capire cosa stesse succedendo ho utilizzato internet e ho trovato vari siti che ne danno risalto! L'aspetto che più mi rattrista nel vedere che ancora molte persone non hanno preso coscienza di questo fenomeno ( lasciamo perdere i \"phitio\" di turno che sono casi a parte) è che ciò dimostra quanto le persone ai giorni nostri vivano distaccate dall' ambiente in cui sono immerse. Basta alzare gli occhi al cielo qualche minuto ogni giorno con un minimo di spirito d'osservazione per rendersi conto che queste scie chimiche sono un fenomeno reale e quotidiano. Poveri noi ! Alziamo gli occhi al cielo !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-03-10 13:20
Cari ragazzi amanti delle scie chimiche (e che vuol dire \"chimico\"? Tutto e' chimico!), avete presente cos'e' il vapore? Ebbene, un Jet, lascia SEMPRE dietro di se vapore acqueo (perche e' il prodotto principale della combustione), e quando vola in particolari condizioni atmosferiche (e a determinate quote) ,questo vapore non si dissolve subito (sara' forse quando le nuvole incontrano per caso situazioni favorevoli di temperatura e pressione, per formarsi? GEEE 0_o' ) e quindi abbiamo le scie \"chimiche\" persistenti. Vapore. Come quello che sembra essere nelle teste di parecchi, ultimamente. Vapore, lo stesso che esce, se ci fate caso, dai tubi di scappamento delle vostre automobili (specie quelle a metano, che ne rilasciano di piu'), e che fanno dei nuvoloni pazzeschi a terra quando fa freddo e (ma guarda un po!) magari c'e' nebbia! Fatevelo dire da uno che e' laureato i fisica dell'atmosfera: vi dimostrate ignoranti al cubo, e scusate il complimento. Ovviamente questa e l'ultimo intervento che faccio su questo argomento. Non c'e' sugo a parlare a fanatici che di fisica ne capiscono ben poco e lo dimostano in modo sfacciato, e si coccolano tra loro dandosi acriticamente ragione, giocando a spaventarsi l'un l'altro come bimbi. Il lupo cattivo esiste, ma non e' nelle scie chimiche. Piuttosto nelle discariche abusive, quelle si. Negli inceneritori magari, che per ogni 1000 kg di rifiuti ne producono 330 kg di rifiuti speciali cancerogeni (da mettere in discarica) e 550 kg finiscono direttamente in aria, allegramente, sotto forma di nanoparticolato extracancerogen o respirabile. Oppure, parliamo un po' di armi chimiche (queste non per modo di dire) usate in guerra. Oppure dell'uranio impoverito, che sara' anche impoverito, ma e' radioattivo solo un 30% in meno dell'uranio arricchito (questi qui hanno inventato il tre per due della morte convenzionale/radioattiva), oltre ad essere comunque una sostanza velenosa e cancerogena di per se, a livello chimico. Ma no, guardatevi del vapore, voi, e' molto piu' scenografico e si vende a buon mercato. Bah Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-03-10 13:26
Un ulteriore avviso sulle scie (purtroppo non l'ho messo nel post precedente e quindi automaticamente e' questo l'ultimo sulla questione). Essendo fatte di vapore, esse HANNO un effetto sul clima. Esse favoriscono la formazione di nuvole (e sono nubi esse stesse). Esse producono un effetto globale di raffreddamento, dato che fungono prevalentemente da schermo alla luce solare (specie le scie stratosferiche) . La prova oggettiva e' venuta quando, a causa dell'attentato dell' 11/9, per ben tre giorni non ha volato nessun aereo (almento in USA), e proprio in quei giorni si e' osservato un apprezzabile incremento di temperatura al suolo. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ospite 2008-03-11 19:50
Mi pare doveroso, dopo essere stato considerato da un LAUREATO IN FISICA DELL'ATMOSFERA, un ignorante al cubo, di avere vapore nella testa e di essere un fanatico, fare ancora qualche considerazione. Stranamente, in tutti i siti e i blogs che mi son capitati, dove l'argomento sono le scie chimiche, appare sistematicament e il \"super laureato esperto\", che, in tutti i modi cerca di falsare le osservazioni dei più, ridicolizzandol e, spesso con risultati piuttosto deludenti a dir il vero. Anche il nostro Phitio, oltre ad elargire offese ( ma cosa insegnano negli atenei ?)non ha che affermare \" i jet lasciano dietro vapore in certe condizioni\"... Non voglio entrare nel merito, ma la NASA ( per citare un ente famoso di cui ci possiamo fidare...) in un documento apposito ha ammesso che tali scie possono formarsi e rimanere presenti in quota solo sopra gli 8000 metri e a determinate temperature molto basse. Posso assicurare, che con la semplice osservazione quotidiana ad occhio nudo ci si può rendere conto che moltissi aerei che rilasciano scie che poi si allargano e rimangono presenti anche per ore, passano a bassa quota e, con un minimo di attenzione non è difficile distinguere gli aerei di linea che bene o male sorvolano sempre su rotte analoghe, da quelli che pur di sbiancare il cielo sfrecciano da tutte le parti e creano gigantesche ragnatele. Basta osservare, se solo si dedicassero pochi minuti ogni giorno ad osservare il cielo anzichè magari a discapito delle ore passate davanti alla tv !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Phitio 2008-03-12 14:30
Mi scuso per le definizioni offensive, ma avevo proprio perso la pazienza. Molto pù utile, spiegare. Poi ognuno raccolga quello che riesce a raccogliere. Un motore a combustione interna produce come residui principali la CO2 e H20, più tutta una serie di inquinanti, che sono presenti in maggior misura se l'idrocarburo è molto complesso e ricco di sostanze diverse da carbonio ed idrogeno, quali lo zolfo, l'azoto ecc. (si va dagli olii combustibili, una sozzeria unica, poi si passa per le nafte, le benzine, i cheroseni, poi si va verso i composti gassosi come butano, propano, fino al metano). Gli aerei hanno cherosene nei loro serbatoi, un idrocarburo molto leggero e a grande rendimento termico(volare costa, ci vuole il miglior combustibile tra peso, volume occupato e resa). Nelle turbine si provoca la reazione di combustione di questo carburante, composto in larga parte di idrogeno e carbonio, con l'ossigeno. Risultato? Co2 e Acqua, sotto forma di vapore. Anche lo scarico di un auto a metano produce praticamente solo Co2 e acqua, dato che il suo carburante è metano, il piu' leggero di tutti gli idrocarburi, CH4. la reazione stechiometrica della combustione del metano è questa CH4 + 2O2 = CO2 + 2H2O + energia termica La Co2 non si vede, e nemmeno il vapore acqueo normalmente si vede, a meno che non condensi all'uscita dallo scarico, dove trova pulviscolo atmosferico (che fornisce i nuclei di condensazione) e pressione e temperatura adeguate (di solito basse temperature e pressioni). A questo punto si formano le goccioline d'acqua in sospensione, e noi le possiamo osservare, sono le scie! Per quanto riguarda le automobili, avrete fatto caso che spesso dal tubo di scappamento cola acqua che poi cade sull'asfalto...è semplicemnte il vapore della combustione che si è condensato dentro la marmitta e poi viene spinto fuori dal soffio del gas di scarico. Se le condizioni non sono sufficienti a rendere stabile la condensazione, le scie iniziano a dissolversi poco dopo. Se invece le condizioni sono adeguate, queste non solo persistono, ma possono innescare anche altra condensazione. E' un po come per un mucchio di paglia: di per se non brucia spontaneamente, ma un fiammifero da fuoco a tutto il mucchio. Analogamente possono esserci le condizioni per la formazione di nuvole, ma non si ha formazione finche non si innesca in qualche punto, magari proprio a partire da una scia. Va detto che tutto questo non è cosi' automatico, e le condizioni \"di innesco\" sono piuttosto ristrette. Ok, ora non ci sono più scuse. Nè per me nè per voi. ;-) Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paolo (67 anni) 2008-03-12 16:27
Grazie Phitio - Bologna. Una spiegazione appropriata e da tutti comprensibile. \"Chi ha orecchie per intendere, intenda!\" Mi e' rimasta la curiosità di sapere di cosa di occupa alex - Mantova che si e' firmata \"Una ricercatrice\". Io tengo in gran conto i Ricercatori, se non altro perché ho lavorato per tutta la vita in un Istituto di Ricerca del CNR. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alex 2008-03-24 15:45
La mia costatazione potrà sembrare da profano della materia, però se la corrente del Golfo che si regola attraverso l\`acqua dolce e l\`acqua salata dovesse subire un rallentamento non vedo neanche molto lontana l\`ipotesi di un raffreddamento dell\`Europa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità