>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Povero Grillo...
Stampa
  Text size
«Caro @beppe_grillo dai la fiducia a Bersani per cambiare l’Italia. #GrilloDammiFiducia»

L’ultima volta che ho controllato, questo appello su Change.org («piattaforma di petizioni», si definisce) aveva raccolto 132.798 firme; una bella campagna di pressione sul leader. Certo la macchina PCI è ancora potente, in cose come queste. L’appello è firmato da un nome che sa di falso lontano un miglio – Viola Tesi, Firenze, Italy. Il testo è praticamente un volantino della Federazione Giovanile Comunista Italiana (FGCI) in neo-versione «faccia pulita»:

«Mi chiamo Viola, ho 24 anni. Ho votato, e l’ho fatto con molta speranza, il M5S. Sono tra quei milioni di giovani che credono in una rivoluzione gentile: in un Paese solidale, più pulito e giusto, capace di tutelare i cittadini, il loro lavoro, l’ambiente in cui vivono».

Insomma, «Viola» suona di nuovo tutti i tromboncini della propaganda bersaniana, il Pesce in Barile. Ed hanno mobilitato tutti i reggicoda disponibili: Dario Fo (il Nobeldeché), la Gruber, Santoro, tutti a esortare il caro Beppe ad essere ragionevole, fare il governo con Bersani.

Però è vero che tantissimi votanti e militanti del M5S premono per l’alleanza: vengono da quel mondo lì, sono girotondini, arcobaleni, arancioni, popolo viola. Vogliono che si voti su internet, pretendono che la linea venga fuori dalla «democrazia del web».

Povero Grillo, in fondo lo capisco. Ecco il risultato della iper-democrazia totale che lui ha suscitato: ora si trova con tre milioni di generali a imporre la strategia di pancia, e nessuno che obbedisce. Il web è il luogo delle nullità che credono d’aver diritto a un’opinione, il luogo della insubordinazione corpuscolare di tifoserie minimali.

Con questi militanti che gli urlano nelle orecchie senza ascoltare, a Grillo è impossibile delineare una tattica. La sua tattica è (era) semplice e chiara, l’ha anche dichiarata: non vuole governare «con» Bersani. Punta a farlo dimettere, come è giusto, perché ha perso le elezioni di cui il PD aveva la vittoria in tasca.

Mi pare un disegno piuttosto intelligente: come dice il mio amico Rebuffo, il prossimo governo dovrà gestire la bancarotta d’Italia, ed è bene che ci sia M5S a distribuire il peso della bancarotta sulle varie spalle. Di Monti-Berlusconi-Bersani non c’è da fidarsi: quelli hanno approvato l’Imu e ne hanno dato il gettito a Montepaschi, quelli sono la causa dell’iniquità odiosa per cui in questo paese ci sono pensionati a 300 euro, e pensionati a 30 mila euro mensili (Giuliano Amato); un Paese dove il capo della persecuzione fiscale, Attilio Befera, guadagna oltre il triplo del cancelliere tedesco (Merkel prende 200 mila euro annui). E Berlusca pensa ormai solo a salvarsi, vuol fare il presidente del senato per avere l’immunità, è disposto a qualunque governissimo. Una rovina. Quelli, fanno pagare la bancarotta a noi, e non ai banchieri loro padroni.

Dunque, credo, Grillo deve fare l’accordo col Pci. Ma con Bersani come presidente del consiglio, no. Pensate se riesce a provocare una crisi nell’apparato Pci, che dia a Renzi il posto oggi di Pesce in Barile. Pensate ad un PD con Renzi che tratta con i neo-eletti del Movimento 5 Stelle, come cambierebbe le cose.

Ma no, niente: «Andiamo con Bersani! Garantiamo la governabilità! Votiamo in rete!», gridano i militanti di base grillini. E poi si stupiscono che la sinistra non vince mai: gli attivisti, arancioni, girotondini, no-tav, arcobaleni hanno questo modo speciale di essere cretini.

Povero Beppe, prigioniero della purezza ideologica e della moralità arcobaleno, ed anche di se stesso. Temo che sia per questo che il suo blogger preferito, Messora, ha proposto la «prorogatio» senza fine di Monti al governo e di Napolitano al Quirinale. I grillini non si possono sporcare le mani a votare la fiducia: dunque «lasciamo Monti e i tecnici tranquilli a palazzo Chigi, che tanto non sporcano, non danno fastidio, e il Parlamento approvi le leggi che il M5S voterà à la carte».

Ah, i «tecnici» con Monti non sporcano? Non danno fastidio? Significa affidare la gestione della bancarotta, e la divisione dei pesi, a Monti ossia a Goldman Sachs. Significa lasciare alla greppia tutti i caporioni della spartizione e della corruzione e del disastro amministrativo di cui volevamo liberarci. E per quanto?

Repubblica (ovviamente è pro: il padrone è De Benedetti) fa l’esempio del Belgio, che è rimasto senza governo per due anni. O meglio con il governo precedente. Due anni con Monti e Napolitano, e il parlamento che vota i loro decreti. Grillo sembra disposto a mettere il piede nella tagliola dei volponi: «Napolitano, il mio presidente». (Ora spunta l'ipotesi congelamento: prorogare gli inquilini di Colle e Palazzo Chigi)

Povero Beppe, adieu.



Copyright Associazione culturale editoriale EFFEDIEFFE


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# amsicora 2013-03-01 15:13
consoliamoci: il "bilderberg sognante", l'inventore di befera e dei prestiti alla mps, nella sua lombardia si è fermato allo 0,5%, ovvero meta del partito dei pensionati, che ottiene un seggio alla regione lombardia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Centuri 2013-03-01 19:18
Credo abbia inventato amche il redditometro. Ha avuto quello che si meritava.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-03-02 12:08
E chi sarebbe costui?
Il direttore di RAI-2?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Centuri 2013-03-02 15:08
Costui è Giulio Tremonti al quale auguro di andare presto a fare compagnia al suo collega Padoa Schioppa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-03-02 21:00
Citazione Centuri:
Costui è Giulio Tremonti al quale auguro di andare presto a fare compagnia al suo collega Padoa Schioppa.

Caro Centauro,
Spero non deluderti, ma molte ragioni, induzioni, deduzioni e soprattutto FATTI esistono a dimostrare che Giulio Tremonti è uno dei pochi personaggi meritevoli di rispetto e nuove future responsabilità di governo e/o legislative, non solo qui ma anche anzitutto in una nuova Europa veramente federalista.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lisa 2013-03-02 23:05
Ma davvero credete ad una Europa federalista? Ma se non riusciamo a farlo neppure nella nostra piccola Italia! Si parla di ben 27 Stati con storia, economia, leggi, problematiche sociali, tassazioni, assistenza sociale, assistenza pensionistica, passioni, vizi, pregi e difetti ecc. ecc. ecc. tutti diversi l'uno dall'altro! E' solo un'illusione sventolata per imbiancarci gli occhi dalla finanza mondiale per tenerci in aspettativa e nel frattempo, mentre noi perdiamo tempo a capire come si fa, loro ci hanno già divorato, come fanno i serpenti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-03-03 14:38
Citazione Lisa:
Ma davvero credete ad una Europa federalista? Ma se non riusciamo a farlo neppure nella nostra piccola Italia! Si parla di ben 27 Stati con storia, economia, leggi, problematiche sociali, tassazioni, assistenza sociale, assistenza pensionistica, passioni, vizi, pregi e difetti ecc. ecc. ecc. tutti diversi l'uno dall'altro! E' solo un'illusione sventolata per imbiancarci gli occhi dalla finanza mondiale per tenerci in aspettativa e nel frattempo, mentre noi perdiamo tempo a capire come si fa, loro ci hanno già divorato, come fanno i serpenti!


Gentile Lisa,
Ciò che Lei scrive è vero, ma solo in parte, e non costituisce ragione sufficiente per dubitare della improrogabile necessità della nascita di una Europa federalista. Una NUOVA Europa, concretamente e onestamente federalista.
Cosa estremamente difficile. Ma non impossibile, se vi sarà una certa percentuale di "credenti" in essa, disposti a votarla. Ad esempio a seguito ed in seno alle nasciture Macro Regioni? O Euro Regioni che dir si voglia? - io preferirei denominarle "Regioni Con Molte Ragioni" (RCMR) -.
Il fatto che non si riesca a farle "neppure nella nostra piccola Italia", non ne è di per sè dimostrazione contraria. Per ben altro motivo, forse maggiormente plausibile, ossia per la maggiore probabilità che a favore d'essa, cioè a sostegno di nuova Europa Federalista, si mobiliteranno ancor di più, e con maniere più convincenti, genti di altri paesi, oltre ad alcune comunità della "nostra piccola Italia".
L'alternativa a una nuova Europa Federalista sarebbe, ahinoi, una quarta guerra mondiale (la terza è già in corso, ancorché magistralmente camuffata nelle varie alqaide e primavere arabe).
Per avviare una nuova Europa, sarebbe tuttavia impossibile coinvolgere sin dall'inizio tutti i 27 paesi dell'odierna UE. Bisognerà invece ripartire con i 6 paesi della ex CEE, dopo averne ottenuta convincente auto-redenzione.
Altrimenti questa Europa diverrebbe inesorabilmente e definitivamente terra di conquista per i fuggitivi di tutte gli altri paesi, africani in primis, ma non solo.
Come già accade nei comuni dei "pirla del nord", Albenga-style, e molti altri arricchiti da lavoratori islamici nelle moschee e nei dintorni agricoli, Milano incluso.
PS:
Attenzione: nessun pregiudizio qui nei confronti degli africani che sono le principali vittime di tutti i secolari colonialismi. Ancor più oggigiorno, a causa delle immense risorse d'ogni genere del loro continente, risorse di cui l'attuale mondialismo, pilotato dagli scaltrissimi filantropi hedge-fund-based, vorrà e saprà assolutamente continuare a depredare. Sino alla fine dei tempi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Centuri 2013-03-03 15:32
Invece mi hai deluso: meritevole è solo chi lavora per il benessere dei comuni cittadini e se ne FREGA di tutto il resto!
A Tremonti non gliene frega un cazzo della gente: lui lavora solo per i poteri forti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# betamax 2013-03-01 15:14
La proposta di "prorogatio" al governo Monti con funzioni di ordinaria amministrazione si deve in realtà al prof. Paolo Becchi, anche se poi Messora l'ha rilanciata nella telefonata:
http://www.youtube.com/watch?v=W4LVy_G2B78
ma citandola come terza, in subordine alle due soluzioni che ovviamente preferisce, cioè la "soluzione Sicilia" oppure l'incarico dato direttamente a Grillo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sagredo 2013-03-01 16:19
Se vogliamo che il M5S non sia così pieno di "girotondini, arcobaleni, arancioni" abbiamo una possibilità: entrarci anche noi in massa ed equilibrare le percentuali.
Potremmo anche cercare di portare e promuovere le nostre idee e soprattutto i nostri ideali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gigiranalli 2013-03-01 17:08
Se funzionasse così sarebbe molto semplice.
E' chiaro che per entrare nel m5s si debbano condividere tutte quelle sciocchezze espresse nel loro ridicolo programma, del tipo pannelli fotovoltaici e decrescita felice.
Il programma di Grillo è ideato e scritto dalla Casaleggio Associati, azienda legata a J.P.Morgan, Monsanto e Rockefeller Foundation.
Non c'è in parlamento miglior espressione dei poteri forti, Monti a parte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOASION 2013-03-04 11:06
Citazione gigiranalli:
Se funzionasse così sarebbe molto semplice.
E' chiaro che per entrare nel m5s si debbano condividere tutte quelle sciocchezze espresse nel loro ridicolo programma, del tipo pannelli fotovoltaici e decrescita felice.
Il programma di Grillo è ideato e scritto dalla Casaleggio Associati, azienda legata a J.P.Morgan, Monsanto e Rockefeller Foundation.
Non c'è in parlamento miglior espressione dei poteri forti, Monti a parte.

Come si fa a essere legati alla Monsanto e contemporaneame nte essere contro gli ogm? Consumare meno e risparmiare con i pannelli solari sono azioni che anche il sottoscritto,ch e ha sempre militato nella destra radicale,condiv ide.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# luca11 2013-03-01 16:52
Egregio signor Blondet, sono stupita.....non ha votato Grillo ....non ha invitato a votarlo...
non riesco piu' a seguire il suo pensiero.
E' vero sono "limitata"'..pero'.questa perdita mi pesa.
una persona semplice
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antonoi51 2013-03-01 18:14
Ma come direttore già deluso da Grillo dopo averlo incensato e invitato a votarlo (un mio povero amico, pur cattolico tradizionalista , c'è cascato)?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2013-03-01 18:16
Il M5S finirà come il partito dei Piraten tedeschi, un partito senza collante ideologico e senza una visione del mondo coerente. L'assemblearismo, online o no, e le discussioni infinite finiranno per disintegrare il movimento. Al di là dei partitini personali, movimenti vari e personaggi imposti da poteri forti, la divisione nel Paese (e quindi anche nel M5S) è sempre tra destra e sinistra.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# prodigus 2013-03-01 19:28
Secondo me non avete ancora capito. Il m5s è qualcosa di congenito non ha bisogno dei suoi deputati, senatori, attivisti, blogger...... per esitere. E' un qualcosa in mano ad una sola persona: Grillo. Come non vedere questo in questa epoca di partiti senza iscritti. Mi stupite, voi pensate che il pdl senza berlusconi sia qualcosa di afferrabile? di concreto?
Grillo ha fatto qualcosa di epocale: non è lui schiavo dei suoi eletti ma è il contrario è lui che se ne serve per i suoi fini.
Oggi Grillo potrebbe esistere da solo, si regge autonomamente, non ha neppure bisogno di essere in parlamento, sta diventando qualcosa di impalpabile. E' la politica 1.0, certo c'è ancora bisogno che scenda nelle piazze per dimostrare che esiste ma tra un po non servirà più neppure quello.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOASION 2013-03-04 11:09
Citazione Pietro G:
Il M5S finirà come il partito dei Piraten tedeschi, un partito senza collante ideologico e senza una visione del mondo coerente. L'assemblearismo, online o no, e le discussioni infinite finiranno per disintegrare il movimento. Al di là dei partitini personali, movimenti vari e personaggi imposti da poteri forti, la divisione nel Paese (e quindi anche nel M5S) è sempre tra destra e sinistra.

Il M5S farà un culo così a tutti, Invito perciò tutti quelli che hanno militato o militano nella destra,più o meno radicale,ad aderirvi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lorenzodevita 2013-03-01 19:10
Dal sito change.org,da cui è partita la petizione a nome di una 'viola tesi' per raccogliere firme per chiedere a grillo di dare la fiducia a bersani ho ricevuto in automatico la richiesta di firma in quanto avevo in precedenza firmato 2 petizioni organizzate dal medesimo sito, una contro i canili lager in puglia ed una contro la corruzione nella politica

Praticamente quando firmi una loro petizione entri nella loro mailing list

La stampa ufficiale sta usando le migliaia di email di tale petizione - firmabili da chiunque - presentandole come il volere della base del movimento 5 stelle...

Se aggiungi che una petizione attivata sul medesimo sito ma con la richiesta di NON dare la fiducia non è stata invece diffusa in automatico, puoi immaginare quale sia il livello di manipolazione già scatenato....

Massimo Frulla
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antaratman 2013-03-01 19:14
Diventeremo un Kibbutz con carte di credito
visto che il programma 5 Stelle prevede oltre alle case collettive anche l'abolizione del contante. Un piccolo esperimento per un grande proggetto:NWO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Daniele A. 2013-03-02 03:06
Scusi dove l'ha visto l'abolizione del contante nel programma? Ho dato un'altra occhiata ma non ho notato nulla di tutto cio'. tratto dal sito di grillo ".....ebbene, anche questa è una frottola, smentita dalla banca centrale tedesca: in Germania l'80% degli acquisti avviene in contanti. Anzi, la Deutsche Bundesbank ha addirittura organizzato un convegno a difesa del contante (Bargeldsymposi um, Francoforte 10-10-2012, ovviamente ignorato dalla stampa italiana.
Vantaggi del contante. Studiosi e dirigenti della banca centrale tedesca dimostrano in modo inconfutabile che, rispetto ai pagamenti elettronici, il contante è: più comodo, più veloce, più accettato, più rispettoso della privacy, più economico, più trasparente". http://www.beppegrillo.it/2012/12/lindecenza_delle_banche.html
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# catholico 2013-03-07 18:31
La lotta al contante fa parte del programma massonico
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2013-03-01 19:21
"Temo che sia per questo che il suo blogger preferito, Messora, ha proposto la «prorogatio» senza fine di Monti al governo e di Napolitano al Quirinale."

C'era qualche dubbio? Anche se questa è la terza soluzione, occorre considerare che una è il classico inciucio (modello Crocetta) e l'altra (incarico a Grillo) lo sarebbe altrettanto ma surreale. Io ho sempre avuto dubbi sul fatto che la "cura Monti" potesse terminare. Ma soprattutto e certamente non a causa di Grillo con dietro le quinte il capellone massonico. Anzi...
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2013-03-01 20:02
L’articolo del direttore è svelto e di facile lettura. Io però mi permetterei di approfondire maggiormente un piccolo dettaglio che lui cita. Berlusconi ha perfettamente ragione (se punta realmente a farlo) a cercare protezione contro la magistratura. Giusto oggi apprendevo di un’indagine della procura di Napoli sul suo conto per “voto di scambio” relativo alla sua promessa di togliere l’IMU (con la famosa lettera agli elettori). Mi chiedo come possano esserci togati con una tale scarsa conoscenza della legge, della logica e pure del buon senso. E che riescano a prodursi in teoremi di tale assurdità. Una cosa è la promessa di un vantaggio AD PERSONAM ed un’altra ERGA OMNES. La prima semplificando può essere: “tu mi voti e io ti do 10 euro”, e qui il reato ci sta tutto, ma la seconda è una banale promessa elettorale dalla quale traggono vantaggio tutti, sia chi ha votato PDL sia chiunque altro. Il cosiddetto “voto di scambio” non sta in piedi neppure con le stampelle del pregiudizio ideologico. E il fatto che in una Napoli dove ammazzano le persone per la strada come polli, esistano magistrati che invece trovano del tempo da sprecare per occuparsi di simili amenità è al di là di ogni immaginazione. Sono questi dettagli che – da soli – finiscono col dare ragione fino in fondo al Berlusca qualsiasi crimine possa aver commesso. Tra l’altro, mi è stato fatto notare, nei processi più moralmente scandalosi nei quali è invischiato incredibilmente NON ci sono a quanto pare parti lese. Tale ruolo viene affibbiato autonomamente dai giudici d’autorità a soggetti che dichiarano di non averne il minimo interesse. Tutto questo ha dell’incredibil e. A questo punto è meglio farsi giudicare dai giudici di Pinocchio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Der Freiherr 2013-03-02 08:35
Condivido in toto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2013-03-02 14:12
Ta l'altro, anche Bersani ha fatto una promessa: abolitò il prezzo sulle prestazioni ospedaliere, il cosiddetto ticket. Perché non indagano anche lui?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2013-03-02 23:09
Berlusconi non è indagato dalla procura di Napoli per voto di scambio, ma di qualcosa di molto più grave, è indagato per CORRUZZIONE, avrebbe pagato dei senatori per passare dalla sua parte per far cadere il governo Prodi.
Rivoltante.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nova 2013-03-01 20:48
Beppe Grillo ha un'energia fisica e psichica illimitata. Per all'età dorata di 65 anni ha perfezionato in maniera impareggiabile l'arte della comunicazione, dell'intrattenimento e della persuasione. Per non parlare del suo coraggio in un'epoca in cui le scorte e i gorilla schermano la casta dalla plebe.
Grillo corre effettivo pericolo di fare la fine di Gandhi o di Kennedy e dopo di lui nessuno potrebbe tenere insieme questo movimento che è un capolavoro unico nella storia dell'umanità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOASION 2013-03-04 11:14
Citazione Nova:
Beppe Grillo ha un'energia fisica e psichica illimitata. Per all'età dorata di 65 anni ha perfezionato in maniera impareggiabile l'arte della comunicazione, dell'intrattenimento e della persuasione. Per non parlare del suo coraggio in un'epoca in cui le scorte e i gorilla schermano la casta dalla plebe.
Grillo corre effettivo pericolo di fare la fine di Gandhi o di Kennedy e dopo di lui nessuno potrebbe tenere insieme questo movimento che è un capolavoro unico nella storia dell'umanità.

Concordo. Quando grillo comincerà a parlare più a fondo di moneta,signorag gio,Iran,Americ a,Israele,avrà bisogno delle vostre preghiere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2013-03-01 22:34
Spero che nessuno si sia perso (ma l’abbiano invece fatto degli eventuali osservatori stranieri) l’incredibile intervista telefonica fatta a tale Bartolomeo Pepe, neo senatore del M5S. La si può trovare sull’edizione web del quotidiano Libero di oggi. Sembra una demenzialità da Zelig ma è assolutamente vera. Il personaggio ignora completamente come si chiami il palazzo dove ha sede il Senato. E pure come si elegga il capo dello Stato (cosa che dovrà fare di qui a poco). Dice che “sta studiando”. Anzi “non ha ancora cominciato”. Alle banali domande incalzanti dei due intervistatori risponde biascicando cose come “Ho un’altra telefonata sotto”, “Ho cose importanti da fare” e con sproloqui su grandi problemi tipo inceneritori, fabbriche e gente che muore di cancro. E “la Rete deciderà”. Non so quanti siano i figuri come questo che dovranno presto metterci la faccia, dietro il loro incarico. Impresentabili. E fin qui passi, ma la vergogna internazionale di tutti noi in quanto italiani diverrà palese. Una volta che simili guitti appariranno ufficialmente, la stampa universale si precipiterà a metterli nel loro giusto ridicolo. Di Pietro apparirà nel paragone come un Danubio del pensiero, e si chiederà alla gente perché abbia votato i grillini. E tutti negheranno la circostanza, facendoci sprofondare ancor più nella palta. Che si dirà? Scusate la puzza, ma succede quando si deve sgorgare il pozzo nero? E come ci si libererà allora di questi ominidi? E che non sembri che io sia contrario al rinnovamento. Da collegi ferrei di Gesuiti, da accademie SS, da scuole di partito del KGB – riproposti nello stile e nei metodi - potrebbero uscire personaggi nuovi e cristallini (Mente fredda – cuore caldo – mani pulite). Scegliete poi voi quelli che per simpatie politiche vi piacciono di più. Ma dal web taroccato può uscire solo questa parodia di politica. Quando chiunque con un minimo di cultura informatica – senza neppure essere un geek rifinito – è in grado di presentarsi al mondo virtuale con IP falsissimi a nastro. E mandare pure perfette e-mail con mittente autenticamente finto ma di assoluta verosimiglianza . E vi sto parlando di programmi notissimi, di libera disponibilità, quando non assolutamente gratuiti. Magari addirittura reperibili su iTunes di Apple!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2013-03-01 23:15
Personalmente più che a Kennedy e visto che siamo stati commissariati dalla Goldman-Sachs, Grillo con lo Tsunami tour, ci riporta alla campagna elettorale tra Repubblicani e le loro affermazioni contro i sostenitori di Obama, che vinse ma identificarono nei repubblicani il partito dei ricchi e dei grandi negozi rispetto ai contribuenti impositivi che lavorano duro, i cheap labour delle nuove generazioni, che durante la campagna elettorale forse stavano meglio di oggi.
Infatti questi cippettoni lavoratori, impegati da Walmart, PizzaHut, McDonald's, erano afroamericani o latini, adesso sono anche white anglo-saxons, perchè pagano all'escutivo 9,4 milioni di dollari l'anno e pagano i dividendi in borsa di 175 bilioni di dollari annui dal 2006.
Una lotta di classe apparente e coperta dentro il gioco politico clientelare di interessi, che con Obama allora e con Grillo oggi, ha fatto da detonatore delle contraddizioni che generò la crisi dentro l'assimetrico sistema della ripartizione della ricchezza, poichè il rischio bancarotta su questo giornale fu paventato già nel 2005 con i subprime.
Quindi dai repubblicani, prima di Obama for president.
Oggi in USA i salari sono congelati dal 2009 a 7,5 dollari l'ora, quindi un americano su quattro prende meno di 10 dollari l'ora, ed è gente scoperta che lavora per poco e non ha potuto istruirsi.
La campagna elettorale ha tolto il tappo alla bocca del PD e PDL al punto che adesso i partiti della Trimurti si raccomandano caldamente di moderare i termini ed il linguaggio politico perchè attacando Grillo-Obama, e le sue proposte, metterebbero troppo a nudo ciò che pensano dei poveri e scalzi, cui Equitalia deve ancora finire di spolpare. Ancora Grillo fa in tempo ad inventarsi qualcosa non siamo al limite della controversia, c'è solo quel razzismo aperto e lotta di classe coperta, sullo sfondo gli interessi finanziari del grande negozio sociale.
L'attitudine oplimpionica di Grillo ispira una certa fiducia visto che come popolo non siamo tanto riservati e disciplinati al punto tale di soffrire del complesso opposto se ci riferiamo alla psicanalisi di Adler.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eroszag 2013-03-01 23:37
Per il Sig. Antaratman...Grillo Parla proprio del contrario, ossia togliere i limiti sul contante.Un auto proclamatosi consigliere economico dei 5 stelle oggi afferma giusto il contrario..ma anche la settimana scorsa sui palchi e nelle interviste, Grillo parla di poter spender ei propri soldi come vuole.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stivintrigo82 2013-03-02 01:13
E poi la rete ora è piena di stupidi che pargonno Grillo a hitler.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2013-03-02 09:05
Piuttosto che dare il governo a Bersani e a Monti, meglio piuttosto una coalizione tra Grillo e Berlusconi-il comico. Almeno, tra una farsa e un acume demagogico, qualche cosa per l'Italia la farebbero, meglio almeno che con il potere massonico estero al comando, mediante Bersani e Monti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2013-03-02 13:19
Purtroppo la maggioranza alla camera ce l'ha il PD.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hermann 2013-03-02 09:05
Personalmente preferisco un miliardo di volte questo neo senatore Pepe a qualsiasi senatore PD o PDL delle precedenti o della legislatura che va a cominciare. Sono certo che i grillini eletti colmeranno le lacune giuridiche e costituzionali in breve tempo (ricordiamoci che fu ministro della giustizia Roberto Castelli, ingegnere), d'altra parte chi ha fatto studi giuridici come me non può che amaramente notare come le leggi e i codici vengano stravolti quotidianamente dalle incredibili interpretazioni e applicazioni di giudici e politici: una laurea completamente inutile.
Per quanto riguarda poi i problemi giudiziari di Berlusconi, - scusate il mio limitato pensiero da Bar Sport - a me non frega assolutamente nulla, e credo alla stragrande maggioranza degli italiani: i problemi veri sono ben altri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-03-02 10:47
Fra tante altre considerazioni sulle conseguenze delle passate, presenti e future opere di questo fenomeno, non trascuriamo il fatto che, costui, ha ulteriormente rafforzato l'emblematica immagine dell'italico Stivale nel resto del pianeta, soprattutto con anatomico godimento delle verminacee lobbies usraeliane ed europee (sedicenti tali)...
tematiche queste un tantino complesse, impossibili da commentare da chi non può restare collegato al web almeno 12 ore ininterrotte il giorno ... bla, bla, bla ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# annhylus 2013-03-02 11:35
Vi ricordate quello che postai prima delle elezioni? Noooo???

Che problema c'è??? Lo ripeto:

Vi dissi chiaramente che votare è demenziale per due ragioni:
La prima è che si consegna delega a chi
usa il potere che ne deriva in modo del tutto autoreferenzial e ed a proprio arbitrio, la seconda è che con l'attuale panorama politico italiano ed europeo
la cosa non solo è inutile ma persino dannosa, dato che non risolve niente ma compromette la nostra integrità morale e ci costringe a non ascoltare i dettami della retta coscienza (decidere di delegare al governo della gente personaggi selezionati tra puttanieri, traditori, saltimbanchi voltagabbana, mignotte, massoni, invertiti, ladri e truffatori etc.. etc...).

Votare volenti o nolenti non è solo una questione politica, ma è prima e assai più una questione etica.

Se votate per uno schieramento politico che poi approva leggi in favore di eutanasia, abomini contronatura come i
matrimoni tra invertiti, adozioni di infanti per pederasti, inseminazioni artificiali con uteri a nolo ed altre atrocità e zozzerie
immonde (stò facendo solo esempi) volenti o nolenti siete responsabili
anche voi. I peccati sociali ricadono sempre anche sugli individui che compongono la società che pecca.
Ovviamente è un ragionamento su base confessionale ma vale anche in termini di etica atea. Se voto per qualcuno che nega coi fatti l'etica in cui mi riconosco, in realtà stò tradendo me stesso.

Questo è il punto fondamentale oggi.

Continuare a votare (per chi vi pare) significa due cose: o si è della ganga
della magnazza (come la chiama il direttore) e allora si vota con intenti
autogratificato ri di tornaconto, oppure vista la situazione si tradisce se stessi, si infanga la propria dignità ed integrità morale.

Detto questo aggiungo che vendere l'anima a mezzo scheda a questi buffoni
e traditori con questi risultati è veramente cosa disdicevole.

Un saluto alla redazione ai lettori tutti e al Direttore (articolo mirabile)... ed alle prossime elezioni buon voto a tutti (tanto so già che tornerete in massa ai seggi con una qualsivoglia scusa patetica e la solita molletta sul naso...

votate... votate.... che siamo in democrazia....

ahahahahahahaha
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# annhylus 2013-03-02 11:49
Citazione Nova:
Beppe Grillo ha un'energia fisica e psichica illimitata. Per all'età dorata di 65 anni ha perfezionato in maniera impareggiabile l'arte della comunicazione, dell'intrattenimento e della persuasione. Per non parlare del suo coraggio in un'epoca in cui le scorte e i gorilla schermano la casta dalla plebe.
Grillo corre effettivo pericolo di fare la fine di Gandhi o di Kennedy e dopo di lui nessuno potrebbe tenere insieme questo movimento che è un capolavoro unico nella storia dell'umanità.


Grillo ha messo insieme una massa di disgraziati enorme ma di una tale eterogeneità ed ingestibilità
da essere di fatto inutilizzabile in termini politici e/o sociali.
Il suo movimento non ha badato a pianificare null'altro che l'accato del consenso e ne ha raccolto a iosa per meriti non suoi ma inconferenza degli altri. Quando in una regione vastissima
fai chiudere tutti gli sfasci e i meccanici e i concessionari di auto nuove, alla lunga il numero di catorci
che si guastano diventa enorme, e siccome c'è un solo sfasciacarrozze il suo deposito di cessi divenata vastissimo... questo è il panorama italiano.
Come uno sfasciacarrozze abilissimo nel
cumulare rottami Grillo ha costruito una montagna di enorme di scassoni, ma adesso
che deve cercare di rimettere in moto questa massa enorme di catorci si accorgerà che sono tutti inservibili e ripararli non si può
e spostarli neppure. Quando per un motivo o per l'altro mollerà la massa di scassoni (perchè magari si rompe le palle e si trasferisce in svizzera) chi la dovrà gestire?
Grillo è un coglione... sarà pure coraggioso e pieno di energia ma resta un coglione, e chi lo vota allora che è??? che ne sarà del grillame movimentista a gravità inamovibile???
bhoooo... fate un pò voi.... magari con un sondaggio on line.... e con qualche ciclabile e la differenziata si risolve tutto no???

ahahahahahahaha h
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-03-02 12:04
Ha, haa, haaa ... sta volta tocca al sottoscritto godersela, avendo egli, cioè io (e forse l'unico), da sempre scritto qui commenti più o meno sarcastici nei riguardi di Pippo Brillo (e non solo), il quale Grillo Cantante ci ridimostrerà la reale natura psico-biologica, socioeconomica e kultur-based di gran parte (non tutta per fortuna) degli abitanti di questa penisola, sempre più irrimediabilmen te dominata dai soliti astutissimi oligarchi del nuovo mondialismo.
Da tempo sostengo che, tutto sommato, il peggior problema (in assoluto il numero uno?) è costituito proprio dai cosiddetti PIRLA del NORD ... stante la loro millenaria predisposizione a lasciar invadere le proprie terre, da parte di imperatori, più o meno sacri, e vandali di ogni genere e provenienza.
Purtroppo ancor oggi, i Pirla del Nord, hanno conservato la loro istintiva inclinazione a calar le braghe, anche a costo di dover svendere mogli, figlie e persino le nonne, pur di soddisfare i reconditi desideri dei novelli signori centralisti-centralizzati di qualsiasi origine ...
Mister Grillo non è forse nativo di una delle cosiddette regioni del nord?
Quindi doveroso applaudirlo e sostenerlo cantando l'inno prediletto del suo comandante:

"Avanti Romolo,
alla riscossa,
la busta paga,
l'hai già rimessa,
in cima al Monte,
con ricchi Pasti,
e le Consorti,
dopo scommessa,
per tutti i posti.
Avanti Romolo,
lo stadio è pieno,
corriamo in tondo,
non c'è più fieno ..."

Oppure:

"Il Pirla è mobile,
qual piuma al vento,
muta l'argento,
con l'oro nobile,
senza pensier..."

Patetiche poesiole a parte, m'è bastato casualmente e involontariamen te ascoltare alcuni loro aderenti, ancorché sedicenti imprenditori del nord (persino veneti), le cui dichiarazioni rivelavano una incredibile nonché sbalorditiva ignoranza circa le cause dell'odierna crisi socioeconomica, sia locale sia mondiale, e le concrete possibilità di trovarvi una qualche soluzione etc. bla, bla, bla ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-03-02 16:42
ohstregeta ... la 5° riga doveva dire

"in cima ai Monti"

e NON "alMonte" ... ostregazza tipico Typo error, come dicono gli ominidi d'oltre atlantico!

In cima ai Monti! Chiaro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2013-03-02 13:07
I blog sono dei siti internet i cui contenuti sono accessibili a tutti o solo agli iscritti gratuitamente o a pagamento, e in cui solo agli gli iscritti è consentito scrivere commenti su un tema illustrato da chi lo gestisce.
Essi hanno lo scopo di ricercare la verità, attraverso gli interventi dei lettori che approvano alcune considerazioni contenute nel tema, o dissentono, o aggiungono altre idee, andando anche a volte fuori tema, e evitando in genere discussioni o polemiche esagerate, come può avvenire invece nei forum.
Quello di Grillo è un blog nel quale ad un certo punto sono stati presentati dei punti programmatici del movimento 5 Stelle, che riflettono in parte alcune supposte verità che hanno trovato nel blog un certo consenso, o forse no, che però erano necessari per presentare il movimento alle elezioni.
Ma non si è trovata ancora in nessun blog una verità complessiva, una ideologia organica da portare avanti con una dura lotta, per realizzare una società migliore e diversa da quella attuale. E tantomeno ci possono essere generali o disubbidienti.
I generali sono quelli che governano; e quando lo fanno per conto terzi, non ascoltano i cittadini, e anzi li rovinano per favorire a loro danno i grandi potentati economici e finanziari di potenze straniere, sono generali traditori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antaratman 2013-03-02 17:47
@ daniel san,
per caso lei è giapponese?

Io ho scritto del movimento 5Stalle, non ho menzionato Grillo, ma se vuole saperne di più sul suo eroe vada qui:
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it,parte seconda. Questo vale anche per eroszag e per entramb questi: neuroneproteso.wordpress.com
se poi non vi garba basta fare una ricerca sulla Casaleggio&Associati su Google.
Premetto che i link c'erano già da molto
prima della discesa in campo"ufficiale" di Grillo. Anche Casaleggio e massoneria: Guardate questo video, è MOLTO importante!
http://www.youtube.com/watch?gl=GB&hl=en-GB&v=HsJLRX-nK4w
Cerchiamo di darci una svegliata,
ché in santisubito si stanno sprecando
nel vero senso del termine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Daniele A. 2013-03-02 23:31
senta ma lei come si permette a usare questi toni? sono forse suo fratello?
chi ha mai detto che grillo e' il mio eroe! lei ha detto una bufala a 5 stAlle, un movimento che non avevo mai sentito ma che lei conosce bene a quanto pare e l'ho semplicemente smentita, rispondendole che sul programma del movimento 5 stelle non c'era scritto nulla in merito all'eliminazione del contante e allegandole un pezzo di articolo tratto dal blog di Grillo.
Che ora lei dal basso della sua comunicazione ci consigli di vedere un video di 50 anni fa dicendoci di svegliarci come se aver letto un'articolo del pur meritevole Lannes le fosse servito per capire tutto di tutto, a me fa ridere e allo stesso tempo neanche troppo. Intanto le consiglio la lettura di un altro pensiero di altissimo livello, Fulvio Grimaldi. cominciamo a valutare piu' punti di vista, con umilta' e con la consapevolezza che la verita' in tasca non la possiede nessuno. Daniele. http://fulviogrimaldi.blogspot.it/2013/02/una-frittata-di-uova-marce.html
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antaratman 2013-03-03 14:20
[quote name="Daniele A."]senta ma lei come si permette a usare questi toni? sono forse suo fratello?....

Lesa maestà? a parte il SUO tono si è già vendicato sufficientement e consigliandomi un raffronto con Grimaldi "dal pensiero ad altissimo livello".
Il video non è di 50 anni fa, se non altro per questioni anagrafiche.
Chiudiamo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# angers 2013-03-02 18:18
x quanto riguarda Napolitano non ha fatto altro che riconoscergli il merito di non incontrare coloro che si permettono di giudicare le votazioni in un Paese che non è il loro..
le polemiche invece riguardo a ciò che la sedicente base vorrebbe sono già state smascherate..
non si può certo tacciare Grillo di incoerenza..è normale ke ognuno vale uno ma che per ora a dettare la rotta resti lui come garante...
io aspetterei almeno un annetto a dire adieu al nostro Beppe, Direttore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# markus.mann 2013-03-02 22:32
"Pensate ad un PD con Renzi che tratta con i neo-eletti del Movimento 5 Stelle"

C'è però il piccolo impiccio che, pure tra i trinariciuti elettori DS, hanno iniziato a capire che Renzi è il cavallo (e pure parente più stretto) di Troia del liberismo.
Nel PD sono così bravi a farsi male da soli, che apoggiare l'Ebetino della Leopolda potrebbe addirittura sortire l'effetto contrario...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2013-03-02 23:54
SARA'...MA SE LO DICONO LORO...

Goldman Sachs: “Servono cambiamenti, Movimento 5 Stelle è la novità”
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/01/elezioni-goldman-sachs-servono-cambiamenti-movimento-5-stelle-e-novita/517568/?c

Wall Street Journal: “Ultima chance per l’Italia, Grillo è un’opportunità”
http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/03/01/elezioni-2013-wall-street-journal-ultima-chance-per-litalia/517271/

...NON MI PARE AFFATTO UN BUON SEGNO!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2013-03-03 08:33
Pochi, pochissimi sono quelli che hanno votato Grillo leggendo il suo programma. Praticamente tutti o quasi hanno sentito i suoi discorsi o spezzoni degli stessi e li hanno apprezzati. Parliamoci chiaro, il modo di Grillo di concionare PIACE A TUTTI. Ti diverti e dici "è vero!". Hai uno sul palco che si esprime come vorresti tu. Poi si scopre che ovunque i pubblici amministratori a spese tue hanno acquistato reggiseni e Nutella, hanno pagato matrimoni e fuochi artificiali e ti incazzi e lo voti. Godi quindi come un riccio vedendo che parecchi politici parassiti sono finalmente spariti e gridi FINALMENTE! Il piccolo problema che hai ora è che al posto loro ci sono dei perfetti sconosciuti. E allora vai a spulciare il loro programma e scopri che c'è tutto o il contrario di tutto o il nulla. E ti preoccupi. E questa è la situazione attuale, è inutile girarci intorno! M5S è un movimento inaudito. Basato su un cyberspazio dove si impone chi sa usarlo meglio. Chi comanda non è neppure stato votato nè tantomeno eletto. Non si sa quale autorità in realtà abbia, se totale o nulla (gli eletti sono comunque lì e ci resteranno). Non c'è una realtà gerarchica visibile. Nè un assetto democratico di tipo consolidato e verificabile. Si fantastica e si aspetta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2013-03-03 11:22
Mi consolo al pensiero di essere tra coloro che aveva letto il programma M5s e deciso di NON votare per Grillo, ma la pochezza del suo programma non era l'unico aspetto che non mi avaveva convinto...

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/

Mi dispiace davvero tanto per i miei connazionali, però! Io l'articolo l'avrei intitolato: "Poveri italiani..."!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hermann 2013-03-03 10:34
Dovevamo forse continuare a votare PDL? Dovevamo dare fiducia al PD?
Vogliamo essere tutti un po' ottimisti e vedere cosa faranno i grillini? Poi giudicheremo.
Governo costituendo a parte, a me interessa moltissimo l'elezione del nuovo capo dello stato: i giochi li decide lui, come sempre è stato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# naci56 2013-03-03 10:46
Stiamo andando verso la fine di un' epoca, verso la fine di uno status sociale, economicoe politico.
La distruzione sistematica della Natura, dei rapporti sociali, degli Ideali, della Religione porteranno ad un conflitto nazionale, europeo,mondial e con la nascita di un nuovo ordine che instaurerà, dopo morte e distruzione inimmaginabili, un nuovo potere globale.
Difficilmente noi vedremo queste cose...ma le possiamo immaginare..possiamo solo vivere l'autunno dell'inverno glaciale che si abbatterà sull'umanita', ma le premesse ci sono tutte..basta sapere leggere...i segni sono molto evidenti, ma siamo ciechi, sordi e paralitici e purtroppo in Nostro Signore oramai si è stancato di fare miracoli...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2013-03-03 11:35
Va bene che è un comico ma la campagna per ricomperare i titoli di Stato italiani in mano a Francia e Germania(sembra 600 miliardi di Euro) più che comica mi sembra una furbata demenziale ma adatta a stupire la congerie in Rete. Non parliamo poi del referendum sull'Euro ma solo on line e senza quorum.
Giusto quindi che Goldman Sachs gli dia il suo endorsement: meglio di così non poteva capitare per coagulare a fondo perso lo scontento.
Del resto Casaleggio è un direttore d'orchestra che loro conoscono molto bene.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rinus 2013-03-03 21:30
Avevo scritto un commento su Grillo che non è apparso.Dico solo una cosa,dove si trova Giuliano Ferrara io mi trovo dalla parte opposta.L'uomo che si arrotolava con la bandiera israeliana sul panzone bianco ed adiposo che sbava contro Grillo detto il Beppe e sicuramente un mio nemico.Mi meraviglio di tanti iscritti ad effedieffe che sono contro Grillo ,il grimaldello per sbudellare questo sistema politico,tradit ore,E MARCIO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOASION 2013-03-04 11:25
Citazione rinus:
Avevo scritto un commento su Grillo che non è apparso.Dico solo una cosa,dove si trova Giuliano Ferrara io mi trovo dalla parte opposta.L'uomo che si arrotolava con la bandiera israeliana sul panzone bianco ed adiposo che sbava contro Grillo detto il Beppe e sicuramente un mio nemico.Mi meraviglio di tanti iscritti ad effedieffe che sono contro Grillo ,il grimaldello per sbudellare questo sistema politico,tradit ore,E MARCIO.

Ottima considerazione. Sieg Heil! Per cortesia,non censurate il mio saluto a Rinus.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rinus 2013-03-04 18:37
Willkommen Kamerad Richard--wir sind di gruenen Teufel
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# raff 2013-03-04 00:31
Lo tsunami sta arrivando al centro dell'Europa:


In Germania nasce “Fermare il declino”, ma è anti euro


BERLINO – A sette mesi dalle elezioni federali in Germania, i critici delle politiche di salvataggio dell'Euro preparano un nuovo partito contrario alla moneta unica. Si chiamerà “Alternative für Deutschland” e sarà una formazione moderata e a suo modo europeista ma contraria alla moneta comune e a una maggiore integrazione europea. L'annuncio della fondazione ha subito scatenato il tam tam su internet. Il partito correrà alle elezioni, magari appoggiandosi ad altri movimenti minori con punti di vista comuni.

Fino ad ora, un solo partito dello spettro parlamentare ha votato contro a tutte le politiche europee di salvataggio: si tratta di Die Linke, La Sinistra. Eppure i contrari all'Euro, o gli euroscettici di ogni tipo, sono piuttosto diffusi anche a destra. “Alternative Für Deutschland” nasce appunto per rispondere alle loro esigenze.

«L'Alternativa per la Germania appoggerà la dissoluzione dell'Euro a favore delle monete nazionali o di unioni monetarie più piccole», scrive l'economista Bernd Lucke, fondatore del partito, in una sorta di manifesto di fondazione, «si impegnerà contro i pacchetti di salvataggio miliardari (…). Sarà a favore di una deburocratizzaz ione e limitazione dell'Unione Europea con la restituzione di determinate competenze agli stati nazionali».

Oltre a Lucke, i fondatori del partito son il giornalista Konrad Adam, ex redattore della Frankfurter Allgemeine Zeitung, e il pubblicista e politico della Cdu Walter Wallmann. L'iniziativa è stata appoggiata in particolare da professori universitari di materie economiche, liberali e conservatori. Tra di loro ci sono alcuni nomi noti come Stefan Homburg e Charles Blankart che insegnano rispettivamente ad Hannover e Berlino finanza pubblica. Si aggiungono poi Joachim Starbatty, Wilhelm Hankel, Karl Albrecht Schachtschneide r e Dieter Spethmann, che erano già apparsi insieme in un ricorso presentato di fronte alla Corte Costituzionale contro gli aiuti alla Grecia (poi respinto). Ma forse il volto più noto è quello di Hans-Olaf Henkel, ex presidente della Confindustria tedesca, il cui nome era già apparso nel contesto della fondazione di nuovi movimenti politici.

Lo stesso Lucke è professore di Macroeconomia all'università di Amburgo e ha militato per 33 anni nelle fila della Cdu, salvo uscirne nel 2011 in polemica appunto con i salvataggi in Europa. Lo stesso anno ha fondato la “assemblea generale degli economisti” un forum che raccoglieva 328 esperti, e che nel 2011 si era espressa contro il prolungamento del fondo di salvataggio europeo, con l'idea di influenzare le decisioni del governo. «L'avvertimento non riuscì a produrre risultati», ha ammesso Lucke oggi in un intervista con la Faz.

I fondatori del partito ci tengono a precisare che il loro rifiuto all'Euro non è un rifiuto all'Unione Europea, in questo senso si dicono europeisti. Allo stesso tempo hanno sottolineato il fatto di essere dei moderati e di non volere lasciar spazio a estremisti di ogni sorta che intendono nascondersi nel loro progetto.

Nelle prossime settimane entrerà in funzione una pagina web ufficiale con le proposte concrete. Nel frattempo sono già partite le pre iscrizioni via mail. Il partito sarà presentato nel corso di un evento il prossimo 11 marzo a Berlino, mentre il primo congresso generale avrà luogo il 13 aprile. Da lì in poi, sarà caccia al voto di protesta.

http://www.linkiesta.it/partito-anti-euro-tedesco#ixzz2MWRG8d62
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOASION 2013-03-04 11:01
Citazione amsicora:
consoliamoci: il "bilderberg sognante", l'inventore di befera e dei prestiti alla mps, nella sua lombardia si è fermato allo 0,5%, ovvero meta del partito dei pensionati, che ottiene un seggio alla regione lombardia

Caro direttore,Viola Tesi esiste...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sentinella1 2013-03-05 10:01
Mi chiedo come il Direttore abbia potuto votare il M5S. Chi c'è dietro Grillo? A quali poteri forti rende i suoi servigi? Dove andremo a finire se M5S accetta di 'collaborare' con Bersani & C.? Non basta ORA mettere le mani avanti... Era prima che si doveva votare contro questa Europa e i suoi poteri forti, contro le sinistre. La Lega, che non è il mio partito né tantomeno quello ideale, l'ho votata turandomi il naso, perché almeno questa 'volontà di contrastare' il sistema' Monti-PD-SEL (e in parte PDL)c'è l'ha.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# catholico 2013-03-07 18:29
Pare che il suo guru abbia lavorato per Olivetti e che attualmente lavori per la banca J.P. Morgan.

Tradotto De Benedetti e Rockfeller.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# catholico 2013-03-07 18:26
Milioni di coglioni che hanno votato il giullare di corte e che nel loro idealismo buono non amano certo le banche e il Nuovo Ordine Mondiale vedranno i loro voti utilizzati dal buffone di corte per sostenere un'altro bel governo tecnico. Delle banche!
Ovvio che la Massoneria organizza queste truffe per disorientare e frustrare le povere anime candide. La loro frustrazione servirà per creare malconento sociale e disordine. A quel punto verrà un nuovo dittatore democratico mondialista che apparirà loro come un personaggio serio e affidabile e portatore d'ordine. Il buffone di corte è solo il precursore, il Battista dell'Anticristo che verrà.
E dato che tramite Internet è stata possibile la grande delusione tutti i poveri coglioni accetteranno come inevitabile un giro di vite del dittatore nella repressione sistematica di Internet.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# matteo.c 2013-03-08 10:39
Da fiorentino vero, anche se non mi chiamo violo, reputo la considerazione che il direttore ha per Matteo Renzi eccessiva. Personalmente lo stimo come il peggior primo cittadino degli ultimi venti anni. Un proclama vivente, una tigre di carta, un ciarlatano. La nostra città si sta disintegrando, la mancanza di educazione ed il malcostume imperano. Direte voi che quest'andazzo è generalmente italico, non solo fiorentino e forse avete ragione ma il signorino ci sta mettendo tanto del suo. Perfino Mister NI, il suo predecessore Domenici ad un certo punto essendo stufo del degrado crescente aveva creato regolamenti che impedivano alcuni tipi di inciviltà. Firenze viene tenuta a posto solo nelle zone, e nemmeno tutte dove le vetrine dei grandi imperi economici lo pretendono. Questo non è meglio degli altri politici. L'unica differenza è che grazie all'immagine creata e curata per lui da Giorgio Gori sembra un giovane e bravo ragazzo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# plutino 2013-04-01 11:43
La signorina Viola di Firenze promotrice della petizione..esiste veramente .tempo fa l'hanno intervistata su Radio Radicale. saluti a Blondet!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# plutino 2013-04-01 11:51
Essendo fiorentina anche io ,concordo col giudizio totalmente negativo espresso dal signor Matteo riguardo alla figura di Renzi.Renzi e'un arrivista ipocrita ,demagogo,pessi mo sindaco ,incapace totalmente di senso pratico,inesist ente come amministratore.ha ridotto la nostra bella città in uno stato pietoso,compien do malversazioni sotto gli occhi di tutti!la sporcizia e lo stato delle strade dal centro all'estremo periferia sono il segno tangibile di questa incapacità o meglio assoluto disamore .ammanicato con le solite compagnie di merende si sta facendo pagare i contributi per la pensione da noi tutti! Quando sento su Radio Radicale ai fili diretti la gente che lo osanna..mi cascano le braccia! Ma fatevi caso: chi lo acclama non e'di certo di Firenze! Noi lo conosciamo bene!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità