>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Perché l’esoterismo
Stampa
  Text size
L’uomo è essenzialmente creato per il Mistero, per vivere del Mistero per eccellenza: Dio. La sua vita tende irresistibilmente (consciamente o inconsciamente) verso questa meta. Egli cerca di conseguirla in tutto quel che fa e vive; in ogni circostanza della sua vita, il suo scopo ultimo sarà quello di ottenere la gioia perfetta ed immutabile: felicità e gioia, questo vuole sopra ogni cosa. Tale anelito corrisponde proprio al sigillo che il Creatore impresse nel suo cuore, rendendolo capace di vivere di quella gioia imperitura e di quella immortalità beata, alla quale si sente irresistibilmente chiamato. Tale pienezza è possibile che sia raggiunta e colmata niente meno (e niente di più) che col vivere dell’Essere infinito.

exoterism_thumb140.jpg L’uomo raggiunge la beatitudine, la felicità piena allorché entri nel possesso profondissimo, di trasformazione osmotica,
dell’Altissimo. Nel vivere di Dio - qui in fede ed in Cielo in luce - l’essere umano smette di avere necessità, perché raggiunge la completezza inesauribile di tutte le proprie capacità ed esigenze. Ma - e questo è certamente una cosa bellissima - la sua situazione non è statica; l’uomo che entra nel possesso dell’Eterno sa che ciò che vive è una Realtà che lo sovrasta e lo supera; la sua meraviglia ed il suo stupore sono così grandi da essere assolutamente costitutivi della sua vivenza: l’uomo che vive di Dio, deve prostrarsi in un’estasi d’amore e di adorazione, perché quello che di Lui conosce ed ama, vivendolo partecipativamente per trasformazione, pur essendo perfettamente reale e vero, è nulla, rispetto all’insondabile Mistero che è l’Essere in se stesso.

L’imperscrutabile ed ineffabile sempre nuovo si coniuga con l’evidenza del sempre antico: l’eternità del cristiano è continua e progressiva sorpresa e dinamismo attivissimo nell’immutabilità perfetta della pace senza fine. Tutto questo è parte del DNA spirituale di ognuno: nessuno può cancellare questa esigenza intima di colmare l’inquietudine del cuore, se non collocandolo dove esso debba risiedere senza posa: in Dio.
A questo fine - proprio perché l’uomo vivesse di Lui - Dio lo crea, e non solo! Ma lo redime, dopo il peccato, rivelandosi e donando la sua Via, Verità e Vita.

Questa donazione immensa è in Gesù Cristo ed è perpetuata nella Chiesa, la quale è capace, con l’insegnamento e la Liturgia, di descrivere e di indicare precisamente le porte d’accesso all’Eterno, al Mistero; ma, lungi dall’essere delle restrizioni, le definizioni dogmatiche e le celebrazioni liturgiche rappresentano il trampolino di lancio in grado di consentire a chiunque di entrare nella profondità ricchissima ed inesauribile della Verità, aderendo ad essa, mediante la conoscenza amorosa di tutto il proprio essere. L’esoterismo si colloca in questo contesto.

Esso pretende di soddisfare le intime esigenze dell’uomo, proprio assicurandogli una conoscenza o comunque un ingresso nelle scienze dello spirito. Chi si accosta alle conoscenze esoteriche è certamente spinto da un’esigenza innegabile: quella di saziare la sua sete di eternità: la sua sete di Dio. Anche il peccato originale trova la sua forte motivazione nell’essere come Dio! Satana cadde per questo stesso motivo.

Ancora, chi si dedica alle pratiche occulte o esoteriche è assolutamente affamato di Dio, di senso, di ragion d’essere, di significanza per sé e per tutto, ed in quelle vie (oscure) riesce ad appagare «qualcosa» delle sue insondabili necessità; in ultimo, l’esoterista suppone che non esista nulla di simile alle esperienze che lui possa vivere o provare nei percorsi e negli apparati della religione cattolica, essoterica; anzi vive come soffocante l’ingombro dell’istituzione e come mortificante intellettualmente la definizione dogmatica; è convinto che si tratti di un’appropriazione indebita (o forse un millantato credito) della Verità. Niente di più falso.

In realtà, possiamo affermare che, oltre all’oggettiva necessità di colmare la sete d’eterno che vive in noi, la spinta all’esoterismo nasce da una profonda ignoranza: ignoranza proprio di quello che vorrebbe conoscere e dominare (qui, si, indebitamente! o attraverso vie mortifere): di Dio. Chi sa «di Dio», conosce il Mistero, si rende conto di non sapere nulla, ma di essere immerso nell’oceano infinito di imperscrutabile bellezza, di fronte alla quale l’adorazione è l’atto supremo d’amore; chi conosce il Mistero, non ha nostalgie di pratiche esoteriche, perché le sue esigenze, tutte, sono colmate e superate ad un tempo. L’iniziato all’occulto, quindi, pensa di sapere, ma in realtà non comprende l’abisso di insipienza che lo avvolge; egli vive di illusioni sataniche, perché suppone di divinizzarsi, prescindendo da Dio.

Un’altra molla - forse fondamentale - che spinge al cammino esoterico, è la mancanza di umiltà. L’uomo cerca Dio, ma non lo fa accettando il limite della propria verità: l’atto supremo di riconoscenza della infinita maestà Divina. E’ vero, Dio ama infinitamente ed è - lo sappiamo - Amore! Gesù proprio questo ci insegna. Ma l’amore si riconosce soltanto nella verità. Dio - benché vicinissimo, più intimo di me stesso e totalmente proteso all’uomo che vuole salvare - resta a distanza infinita da ogni creazione; questo, per esigenza della sua perfezione infinita. Proprio questo divario è parte del Mistero al quale l’uomo è chiamato.

Chi conosca Dio, Cristo Signore, la sua Chiesa, e la bellezza inesauribile di pace e di gioia, di amore e conoscenza che in Essa si racchiude, non avrà altra istanza che essere sempre di più e sempre più a fondo, chiesa.

Stefano Maria Chiari


Home  >  Altre religioni                                                                                      Back to top


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Pino 2008-03-14 10:14
Grazie! Grazie! Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ermetico 2008-03-14 11:46
Il simbolo delle brigate rosse è simile alla foto di questa pagina e simile al simbolo del palazzo dell\`fbi , nel film the good shepherd .....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-03-14 11:56
Caro Stefano, volevo sapere cosa ne pensi dell\`ortodossi a cristiana.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Riccardo 2008-03-14 13:17
Salve! Mi piacerebbe leggere un giorno su questo sito un articolo che tratti in modo dettagliato Renè Guenon, spesso su EFFEDIEFFE leggo numerose critiche rivolte a questo immenso studioso da parte sua e del direttore Maurizio Blondet, anche perchè sono numerose le persone che si sono riavvicinate al Cristianesimo proprio grazie a Guenon.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# baltasar 2008-03-14 13:35
Articolo brillante e preciso, come sempre... anche se farei i nomi degli esoteristi in alto loco, complimenti Stefano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Federica 2008-03-14 14:22
Vorrei sapere se per lei il satanismo e l\`esoterismo sono la stessa cosa,se sono sullo stesso piano... Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Stefano Maria Chiari 2008-03-14 15:27
Rispondo ai gentili lettori. Possiamo darci del \"tu\"? Ad Alberto dico che scriverò un pezzo sull\`Ortodossi a; ti posso sintetizzare un pensiero di cui sono convinto: la chiesa ortodossa vive di contraddizioni. Il non riconoscere la propria Cattolicità in senso romano, la proietta in un mondo - per aquanto affascinante - malato di false idee sul cristianesimo. A Federica, invece, puntualizzo; la risposta è: non necessariamente in termini di identità sostanziale delle pratiche occulte. Non tutte le pratiche esoteriche possono definirsi stretto senso sataniche, tuttavia è pur vero che se non sono fratelli, sono fratellastri; l\`esoterismo conduce al satanismo, indipendentemen te dal fatto che l\`adepto se ne renda conto, perchè lo proietta nell\`illusione di un \"fai da te\" spirituale mortifero ed illusionista. La Chiesa condanna apertamente l\`esoterismo, perchè lo considera pericolosissimo per l\`anima. Già san Paolo ammoniva e disincatava coloro che a tali pratiche erano dediti, assicurandogli la dannazione eterna, se non si fossero ravveduti. La realtà è che se abbiamo bisogno di \"qualcosa di diverso\" dalla ricchezza infinita che ci è posta innanzi, è perchè non conosciamo nè valorizziamo nè tanto meno viviamo questa ricchezza. Quindi, l\`invito - per la Grande Settimana Santa - è di entrare nella profondità del vero Mistero; accostarsi a Gesù e vivere dentro di Lui, per renderci a Lui simili in tutto. Il cuore traboccherà di tale gioia che nessuna nostalgia potrà velarne la brillantezza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alberto 2008-03-14 16:02
Caro Stefano, io ho letto su internet delle pagine web e trovo i suoi principi fondamentali molto vicini a quelli cattolici; trovo poi una sorta di riscontranza, almeno filosoficamente , corretta delle interpretazioni evangeliche. (Non per niente viene definita Ortodossia.) Di per se\`, pero\`, sul Cristianesimo si puo\` dire tutto e di piu\`. Penso che sia veramente un Mistero impossibile da indagare...a differenza per esempio del Buddhismo, che almeno superficialment e, tenderebbe a spiegare tutto in maniera dettagliata e coerente, tanto da far pensare che sia effettivamente cosi\`... Una domanda solo ancora che ultimamente... Secondo te, se Dio e\` Amore, o Bene Infinito, da dove nasce il male???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andrea 2008-03-14 17:34
ottima analisi x Alberto, il male credo derivi dal dono del libero arbitrio, quindi non da Dio direttamente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-03-14 18:21
@Alberto da Padova dice: \`...trovo i suoi principi [dell\`ortodoss ia] fondamentali molto vicini a quelli cattolici...\` I due tratti distintivi dell\`ortodossi a orientale, rispetto al cattolicesimo romano, sono tre; 1) La questione del \"filioque\" nel credo niceno-costantinopolit ano (quello tipicamente recitato a messa): mentra a Roma lo Spirito viene fatto procedere \"dal Padre e dal Figlio\", nell chiese orientali lo è \"dal Padre PER (attraverso) il Figlio\". L\`effètto pratico è un certo fatalismo orientale nei confronti della storia, dovuto al fatto di non credere ad un\`Incarnazion e pienamente partecipe della potenza del padre (detto sommariamente). 2) La questione del primato Petrino: per le chiese orientali a Pietro va riconosciuta sostanziale parità con gli altri apostoli e quindi esse sono disposte a concedere al soglio pontificio solo un \"primato onorifico\", e non l\`ultima parola vincolante sulla condotta delle chiese stessa. 3) Le chiese orientali ortodosse ritengono che la chiesa latina abbia mal custodito i simboli ed i tempi liturgici, venendo così meno alla fedeltà al deposito della fede, e quindi pure alla\`efficacia della trasmissione della fede stessa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-03-14 18:26
Per Andrea, a dir la verita\` c\`ho pensato molto...ma, chi ci ha dato il libero arbitrio?! e\` questo il punto...Se in origine c\`e\` solo Dio, che e\` Amore e Bene, come puo\` Lucifero ave conosciuto la superbia, da qualche parte sara\` pur nata...penso io, per poi riflettersi nell\`uomo. proprio non so trovare soluzione...... Premetto che sono Cristiano Cattolico, ma cio\` non toglie che non possa farmi delle domande, credo..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-03-14 18:33
per Angelo. Prova a sostituire Mistero con Dogma e Corpo Mistico di Cristo ad\`istituzione del Vaticano e forse ti si apriranno gli occhi. Cioè il dogma non vuol assolutamente soffocare il Mistero, sia mai! ma esporre le verità fondamentali, che poi ciascuno penetrerà grazie al suo cammino personale e il soccorso della Grazia. E l\`istituzione rimanda alla funzione primaria della Santa Chiesa Cattolica: il corpo mistico di Cristo. Non si tratta di semplice istituzione! E\` Cristo che ha fondato la Chiesa! Non esiste Chiesa senza Cristo, sarebbe un assurdo! e Cristo non ha fondato un mercato di chiese, ma un\`unica Chiesa, donando le \"chiavi\" a Pietro e ai suoi successori. Le chiavi del cielo e della terra, quella dorata e d\`argento come puoi vedere nella bandiera bianca e gialla del Vaticano. Mira a quelle chiavi se vuoi davvero penetrare il mistero di quello che non è certo un semplice Stato! ma la sede del Vicario di Cristo, il pastore dell\`Umanità che guida il gregge dell\`umanità intera e desidera che nessuna pecora vada smarrita, ma tutte possano accedere alla Salvezza e alla Gioia perenne, nel paradiso di Luce e Amore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-03-14 18:50
@Angelo (Ciccarella), io credo che la migliore risposta alle tue considerazioni possa giungerti da un passo delle scritture (Gv 4, 19-22): \`Gli replicò la donna: \"Signore, vedo che tu sei un profeta. I nostri padri hanno adorato Dio sopra questo monte e voi dite che è Gerusalemme il luogo in cui bisogna adorare\". Gesù le dice: \"Credimi, donna, è giunto il momento in cui né su questo monte, né in Gerusalemme adorerete il Padre. Voi adorate quel che non conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei.\` Capisci? Vero è che il Signore mostra come il Padre guardi piuttosto il cuore, che le \"etichette\" (e qui siamo al tuo discorso, mi pare), ma questo non gli impedisce in alcun modo di riconoscere che tra samaritani e giudei, sono i samaritani coloro che adorano quel che NON conoscono, mentre la salvezza viene dai giudei. Alla stesso modo la Chiesa: nulla negando all\`immensità dell\`Amore Divino, Essa riconosce esclusivamente nel proprio depòsito di fede l\`integrità della Rivelazione. Per quanto riguarda l\`esoterismo, ti rimando alla chiacchierata avvenuta tra me e Basilio su quest\`altro articolo di Stefano Maria Chiari: http://www.EFFEDIEFFE.com/content/view/2340/178/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-03-14 19:07
@Alla REDAZIONE: Egregi fratelli nella fede, io comprendo e condivido la premura di tenere al riparo dall\`errore i germogli magari acerbi delle fede di qualche fratello, e concordo pure sul fatto che leggere EFFEDIEFFE non sia obbligatorio, se non se ne condivide la mission. Allo stesso tempo, mi permetto, temo che un atteggiamento di chiusura, una volta aperto uno spazio ai commenti dei lettori, possa far pensare a qualcuno che tale spazio serva solo a risquotere consensi, e non a crescere nella comprensione della fede. Fede che va \"provata nel fuoco\", comprensione che, certa della verità del Cristo, non teme confronti. Se la giustizia legittima il fare ciò che più aggrada a casa propria, io credo, l\`amore che compie la legge superando in sè stesso la giustizia richiede a mio avviso innanzitutto a noi cristiani che la premura di tutela dei fratelli più piccoli non si trasformi nella rinuncia ad evangelizzare pazientemente anche e SOPRATTUTTO chi si trova nell\`errore. Suvvia, siamo nella verità e chi è nella verità non manca di argomenti convincenti: di quale confronto avremo mai paura? Un abbraccio, Claudio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ANGELO CICCARELLA 2008-03-14 19:10
Negare legittimità a qualsiasi sentiero che non porti a Roma papalina, negare valenza qualsivoglia esperienza spirituale che non abbia l\`imprimatur di SANTA ROMANA CHIESA, negare con insopportabile superbia la salvezza a tutti coloro che da millenni seguono dottrine e prassi esoteriche grazie alla loro particolarissim a equazione personale [EDIT REDAZIONE] ebbene, negare degnificazione alla via iniziatica, peggio, considerandola un errore mortale, sono queste posizioni insopportabili che offendono Cristo, il quale non ha mai limitato la via dello spirito, non ha mai predicato azioni persecutorie nei confronti di chicchessia. Ho la netta impressione, cari amici - sì, perché vi considero amici comunque, malgrado le divergenze abissali- che in questi anni stiamo assistendo ad una recrudescenza di monopolismo religioso, di separatismo ideologico, vogliamo marcare su Dio il nostro copyright; la religione x è più vera di quella y, il Dio mio è quello bravo, buono e giusto, il tuo, invece, ci ha le corna e il piede caprino e non te ne sei accorto...il mio lava più bianco, teologicamente parlando. Suvvia, ma davvero Dio era distratto in altre faccende prima di manifestarsi ad Abramo? Ma davvero la manifestazione divina sia vera nella misura in cui si imponga in tutti i modi, leciti e meno leciti, così da essere rappresentata da una èlite sacerdotale, composta di tanti bei maschietti o maschioni, che in virtù di precetti, norme, leggi e dogmi quali corollari sin troppo estesi alla Rivelazione, detengano l\`autorità della verità, il potere della verità, il deposito della verità su tutto e su tutti, ciechi e sordi a tutti gli altri fermenti che non si omologano? Davvero la FORZA DELL\`AMORE DIVINO abita un\`unica stanza, nelle tante dimore del Creatore? Davvero, cari cattolici, le vostre certezze, i vostri convincimenti, la vs fede, siano così totalizzanti da non farvi minimamente considerare che i raggi della luce non possono essere, per decreto, imprigionati. La Luce del Divino, la Luce di Cristo si irradia ovunque, oltre ogni muro, oltre ogni speculazione teologica, di là da ogni Summa, tantè che il buon Tommaso d\`Aquino indicò nel semplice bracciante colui che più vicino alla verità si trovava. Vi sono persone che seguono la via diciamo così esoterica, che se ne fregano altamente di dialogare, di ricevere legittimazioni dai fedeli o dai rappresentanti delle religioni essoteriche. Io non li giudico, personalmente credo che estendere le proprie esperienze ad altri, anche se distanti, sia un atto necessario, un confronto utile, benigno, senza preclusione. Cristo non è un dogma, non è una istituzione, Cristo è un incontro, e in quanto tale libero. ---------------------- Prendiamo le distanze da quanto da lei scritto, ma pubblichiamo nella speranza che queste righe possano essere oggetto di un articolo futuro su questi temi. Ricordiamo a tutti che EFFEDIEFFE è un sito cattolico, e votato alla difesa del cattolicesimo romano piu' ortodosso e tradizionale; questa è la nostra mission. Il perchè è stato spiegato in centinaia di articoli. Invitiamo pertanto i lettori che si considerano di passaggio a riflettere su questo. Non è necessario commentare quello in cui non si è d’accordo. Si puo' cambiare spazio e trovare un posto diverso, adatto ad ogni esigenza. Spesso coloro che si ammantano di liberalità vorrebbero imporre il proprio pensiero in casa altrui. Se è di rispetto che stiamo parlando, rispettate la nostra missione. Su alcuni temi il dialogo è bene evitarlo, dato che puo' fare più male che bene e creare solo confusione in persone poco preparate. Speriamo di essere stati abbastanza chiari. La redazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# chiara 2008-03-14 20:31
Angelo, a me invece è venuto il dubbio atroce che la Chiesa (così come altre religioni organizzate) sia stata concepita proprio come \"protezione\" nei confronti della via Iniziatica. La via Iniziatica, sostiene la Chiesa, è pericolosissima e conduce per vie oscure. Ebbene Angelo, se sei così esperto, sai che ciò è vero: o meglio, è un rischio che, se non si procede nel modo giusto, si corre senz\`altro. La via Iniziatica insegna all\`Uomo a trovare le risposte a tante domande. Ma come ogni scelta autonoma e responsabile, comporta tremendi rischi. Non tutta l\`Umanità è pronta per questo, non tutti se la sentono di intraprendere tale difficile viaggio. La Chiesa è fatta, in sintesi, per \"scremare\": e meno male...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lycopodium 2008-03-14 21:02
Per Stefano M. Chiari A proposito dell\`Ortodossi a, in particolare di quella , è interessante questo link: www.orthodoxie.com/2006/09/recension_litur_1.html dove un giovane teologo ortodosso coglie - giustamente!!! - in fallo un pezzo grosso quale Schmemann ... Il link dimostra che magari ci sono \"due\" Ortodossie e che, forse, quella che è editorialmente vincente in Occidente (Schmemann è publicato da Bose)è meno \"ortodossa\" di quanto qualche progressista vorrebbe accreditare. A memoria ricordo che in \"Chiesa, ecumenismo e politica\", Ratzinger evidenziava che il principio autocefalo non conduce gli ortodossi verso la Chiesa cattolica, ma al limte verso le sue frange più progressiste e meno cattoliche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alberto 2008-03-14 22:17
Per Claudio di Pesaro, grazie della spiegazione... pero\` non ci capisco tanto per quanto riguarda il punto 1. Quello che mi fa pensare e\` anche questo: se lo Spirito indirizza la vita dei cristiani (e gli ortodossi danno un\`importanza fondamentale ad Esso), mi pare strano che Egli agisca inducendo ad un errata dottrina..o no?! E, in caso in cui fosse una dottrina errata, mi porterebbe a pensare che lo Spirito abbia \"abbandonato\" coloro che credono in Gesu\` e al Vangelo... Lo stesso ragionamento vale per i protestanti e sette affini... Io, personalemente, credo in GESU\` per Fede (per quanto possa valere la mia..), ma mi rimangono questi dubbi..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Riccardo 2008-03-14 22:55
Per quanto da me vissuto, affermo senza giri di parole che il Chiari ha colto perfettamente nel segno riguardo ai motivi che possono spingere una persona verso l\`esoterismo. L\`autore dell\`articolo ha descritto in modo esemplare quelle che erano le mie esigenze e la mia Weltanschauung di un tempo, per fortuna da me superato. Se penso al punto cui ero giunto, a quello che rischiavo, a certe cose che ho visto, sentito, creduto, sperimentato, mi vengono i brividi, e se non sono precipitato nell\`Abisso lo devo, davvero, a Gesù Cristo e alla Madonna.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giorgio 2008-03-15 00:38
Per Andrea e Alberto: l\`origine del male è fra i problemi teologici più complessi. Mi pare che Leone Bloy abbia illustrato in maniera brillantissima il perchè: IL MALE E\` DI ORIGINE ANGELICA (Lucifero), ecco perchè noi uomini facciamo fatica a capirne la natura e l\`origine. Rifletteteci un pò....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-15 02:08
Concordo pienamente con te Stefano M. Chiari e con te Riccardo da Aosta. Un altro aspetto di cui volevo mettervi al corrente è il fenomeno legato alla cabala dei fonemi e delle lettere ebraiche. Per coloro che ci credono - purtroppo sono in aumento - la particolare forma dei segni formanti l\`alfabeto giudaico ed il loro suono, sono come dei pezzi da incastrare, di volta in volta a seconda dei gusti, in un infinito \"meccano-puzzle\" per ottenere - parificandosi a Dio ritenuto un loro vicino di casa - effetti mirabolanti sullo spirito e sulla materia. Non sarebbe altro che magia simpatetica con mentite spoglie; senonchè l\`aggravante sorge perchè si pone sugli ara della modernità scarrozzata e maleodorante, l\`alfabeto ebraico come linguaggio segreto usato da Dio per creare il mondo. Si salta prestamente alle conclusioni : il cabalista, come Dio, crea determinati stati di spirito e plasma la materia intorno a sè. Il tutto condito dalla pervasiva ideologia che sia Dio a volere tutto ciò, a nascondere, occultare, criptare \"abracadabra\" ebraici nelle Sacre Scritture, nella vana speranza che qualcuno ne scopra la chiave per poi servirsene arbitrariamente . Volevo darvi questo piccolo ragguaglio per spiegare come molte persone, ben lungi dal sentirsi \"dalla parte del male\", sono convinte che Iddio vada reperito tramite la ghematria o la gemurah, sfornando così codici (pseudo)divini utili a completare la Crazione. Acciocchè se ne deduce che questi gruppi di pensiero siano convinti che l\`opera del Signore sia imperfetta, quasi lasciata a metà e che loro siano gli autonominati \"muratori\",intenti - con pratiche teurgiche in realtà demoniache - a portare l\`età dell\`oro e, immagino, della gozzoviglia e della pace a tutti i popoli del mondo. Questo è quello che io chiamo esoterismo filantropico. Ed è altrettanto pericoloso come quelli elencati da te Stefano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# michele 2008-03-15 07:36
Il problema non sono principi, idee, sistemi filosofici perfetti, che si possono trovare su internet o chissà dove e che possono dire cose giustissime e bellissime. Il problema non è appena che il Buddhismo dica cose altrettanto giuste apparentemente. Il problema è GESU\` CRISTO. E basta. Abbiamo bisogno di lui, non di un sistema perfetto o della spiegazione del mondo. Il cristianesimo è prima di tutto Gesù Cristo, la sua persona in carne ed ossa che ancora oggi ci raggiunge nella Santa Romana Chiesa. Non fatevi fregare da gente o filosofie giuste e buone. Non ve ne fate niente di queste cose. Solo Lui è colui che cerchiamo. Non facciamone un problema intellettualist ico o di gnosi culturale. La salvezza dell\`uomo è una persona in carne ed ossa. E\` così materiale che si fa mangiare. Si può pensare qualcosa di più di questo? Vi sfido.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-15 09:59
Per il Sig.Chiari. Ci vuol dire per cortesia ed in dettaglio quali correnti,studio si scuole sono sataniste e quali solo \"criptosataniste \"? Possibilemnet con citazioni,fonti e materiali di supporto? perchè altrimenti rimane solo una gran confusione, come si evince dai commenti fin qui mandati avanti, eccezion fatta per tue o tre di essi. Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andrea 2008-03-15 09:59
X Giorgio Verona La questione è ardua, penso impossibile arrivare ad una risposta esauriente. Credo che indizi possano emergere trovando motivi per escludere la via esoterica dalle proprie speculazioni. Sono d
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-03-15 10:58
per Michele: capisco il tuo punto di vista e lo accetto , ma intorno a Gesù è stata elaborata una filosofia e una teologia, che hanno importanza fondamentale e da cui un cattolico secondo me non può prescindere. Pensa ad Agostino, Tommaso, Dionigi, Giustino, Boezio, Eriugena, gli Scoti, Bernardo di Chiaravalle, i due Scoti e i due Gregorii, Origene, Basilio, e tanti tanti altri fino alla neoscolastica come Gilsonetc etc etc
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sara 2008-03-15 13:04
A Claudio di Pesaro e ad Alberto di Pisa. Ma voi davvero siete convinti che fuori dall\`unica grande chiesa non ci sia salvezza? E tutte le pecorelle smarrite e i fratelli piu\` \"piccoli\"(che presunzione)vad ano tutelati? Allora dov\`è il Dio amorevole e misericordioso? Suvvia cattolici,(non voglio essere offensiva,sono anch\`io battezzata)diam o spazio anche a qualche piccolo dubbio,perchè vedete,forse puo\` mettere in movimento una ricerca interiore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sisto VI 2008-03-15 13:48
Gent.mo sig. Chiari non vedo l\`ora di leggere il suo futuro pezzo sulla Chiesa Ortodossa. Mi trovo spesso d\`accordo con i suoi ragionamenti, ma sull\`Ortodossi a (essendo ortodosso) chissà...magari prima di scriverlo venga a visitarci in qualche nostra chiesa. Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-15 14:16
Stimolato dagli interventi - un pò a gamba tesa per la verità - di Rebetis e Sara di Roma faccio un piccolo passaggio sui temi emersi. Penso, rispettabile Rebetis, che il modello di Verdone \"o\` famo strano\" sia il succo, la linfa vitale dell\`esoterism o di sempre : più è astrusa la ritualità e meglio è, più i nomi e le cosmogonie si fanno arditi e complesse e più gli iniziati vanno in visibilio; d\`altro canto, quando un qualsiasi cristiano - in ispecie il sottoscritto - alza lo scudo della Fede, per difendersi dai fendenti degli \"illuminati\" di turno, ottiene da quest\`ultimi la scontata risposta del \"bisogna fare dei distinguo, delle diversificazion i\"....enumerando - con parsimonia e piedi di piombo ad essere sinceri - i gruppi o le correnti da loro ritenute spurie, fasulle o prive di antica tradizione. Già questa maledetta \"prisca theologia\" che tanto aveva affascinato l\`intelligenji a fiorentina durante il Rinascimento. C\`è poco da separare o da filtrare : gli esoteristi sono dei di se stessi, ascoltano quando e quanto gli conviene per poi manipolare e ristrutturare il pensiero di un loro compare di cordata; fondono, rifondono, sgrezzano in un moto perpetuo e ripetitivo la triste pietra cubica che essi immaginano sia il loro essere. C\`è poco da promuovere e da retrocedere in campo esoterico : esistono i filantropi, i servitori coscienti del male, i \"beati\" costruttori del terzo tempio a Gerusalemme, quelli che toccano le alte vette ma non si sono resi conto che sono prossimi al fondo degli inferi; ci sono i curiosi - perfetta carne da cannone per i maghi di turno -, i dubbiosi ad vitam, i relativisti solo se in entra in campo cattolico ma assolutisti se si parla di reincarnazione e poteri occulti da sviluppare, i fautori del fritto misto religioso - il cui olio però è \"esausto\" già da 2.000 e passa anni -, i possibilisti - che tengono un piede vicino al Soglio di Pietro e l\`altro immerso nel mare di guano magista ed infine i romantici libertari che idealizzano mitologie di mezzo mondo, dei, demoni e Satana, dandogli un patentino di affidabilità e garanzia. Altro che satanisti, criptosatanisti e filosatanisti...è ora di parlare al Mondo e ricordargli la Verità che il Cristo ci ha dato. Non c\`è nulla da inventare; c\`è da inventariare quanto fatto in ambito cattolico separando il grano dalla pula e LOTTARE con la spada della Ragione e lo scudo della Fede. Ti chiedo, o Rebetis, : \" Ti interessa vedere se il tuo credo farà parte delle fonti - in negativo - che ti preesenterà il sig.Chiari?! \" Ti chiedo, o Sara, : \"Il Dio amorevole e misericordioso firma cambiali in bianco o propende per gli indulti all\`italiana secondo te?! \" e di seguito ti dico : \" Gesù perdona l\`adultera ordinandole di non peccare più; non la blandisce con una pacca sulla spalla rimandandola a casa più peccatrice di prima. \" Se non si accetta questo stiamo facendo filosofia del dubbio, stiamo montando una mezza gazzarra simil-parlamentare in cui ognuno ha la sua mezza(falsa)ver ità di comodo. Il Regno dei Cieli non è nè una monarchia assolutista e dispotica e nè un parlamento confuso, oligarchico e chiassoso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-15 14:53
Egr Sig.Alessandro, temo che Lei caschi male: non per la \"gamba tesa\", ma per il fatto che il mio \"credo\" chiamiamolo così non ha nulla a che vedere con \"lo famo strano\" o con fantasmagorie ritualistiche. Da 35 anni mi dedico a quello studio-e nei mie limiti- a quella pratica interiore che sono il nerbo della Scienza dello Spirito (Anthropos-Sophia) introdotta da Rudolf Steiner fra il 1890 ed il 1925, e sviluppata, qui in italia (risparmio l\`elenco-che sarebbe stucchevolmente lungo- degli antroposofi di altre nazionalità) principalmenent e da Giovanni Colazza, Massimo Scaligero,Romol o e Mimma Benvenuti (vedi www.larchetipo.com,www.rudolfsteiner.it,www.ospi.it). Ora non so come farà SM Chiari a \"dimostrare l\`indimostrabi le\" e cioè che questo albero,cristian issimo, da cui fral\`altro sono germogliati frutti quali la Pedagogia Waldorf,l\`Agri coltura biologico-dinamice,l\`Eur itmia (musiacle e terapeutica) sia \"frutto del maligno2 . Attendo con ansia(iperbole)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-16 14:40
Lei, caro Rebetis, usa l\`aggettivo cristianissimo per Steiner. Come si può parlare di vangelo cristiano e metterlo poi di fianco alle astruse e razziste teorie sullo sviluppo dei popoli della terra. Non ho usato il termine \"razze\", perchè lo aborro. In Cristo \"non esiste nè giudeo nè greco, nè schiavo e nè libero\". In Steiner, i colori affibbiati alle diverse etnie comparse sulla terra, fanno eccome dei distinguo veramente poco simpatici. Bisognerebbe chiedere ad un lettore di colore, cosa ne pensa delle caratterizzazio ni create dal nulla da Steiner e francobollate ai vari popoli dell\`orbe terracqueo. Penso ci rimarrebbe non poco male. Steiner, come del resto i risciacqui poco igienici degli w.a.s.p. del nuovo mondo, non accettano l\`universalità del cristianesimo e con intenti falsamente filantropici credono di voler ripulire l\`umanità da tutte le scorie che loro ritengono tali. E\` lo stesso incipit che si ritrova nella creazione dell\`uomo nuovo di matrice comunista. E\` Cristo che deve stare in noi con il Vangelo e l\`Eucarestia e non altre religioni umanitarie preoccupate dell\`avvenire dell\`essere umano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-16 16:12
Sig Alessando, evidentemente lei non sa di che cosa parla. Nè posso spiegargli l\`ABC della Scienza dello Spirito (i 360 volumi dell\`opera di Steiner e qualche migliaio dei suoi continuatori non sono stati pubblicati per niente) se non per informarla che al centro dell\`essere umano, come lo vede Steiner esiste lo Spirito -che è al di là di nome,forma,etni a ecc.,e che questo Spirito -come \"Io\" si re-incarna nel corso del tempo scegliendosi di volta in volta \"gli abiti più adatti\". Quindi non è il\"vestito\" che determina l\`\"indossatore\" ma il contrario... Ed allora mi può citare per cortesia quali sono le \"stigmate\" razziste in Steiner, se è vero come è vero che per il razzista , il \"vestito\" determina l\`Io? La posso comunque informare che siccome certe storielle messe in giro da alcune \"centraline\" francesi e tedesche preoccupate del diffondersi della pedagogia Waldorf- \"centraline\" dove \"grembiulino\" ed \"aspersorio\" si danno la mano- avevano provocato imbarazzo in alcune famiglie olandesi i cui figli frequentavano appunto Scuole Waldorf, le autorità ministeriali olandesi hanno fatto esaminare nel 2000 l\`intera opera di Steiner (82 mila paginne) da un occhiuto team di esperti \"politically correct\" alla ricerca di queste famose \"tracce razziste\". Risultato: Steiner è stato giuidicato \"an opponenent of Racism and AntiSemitism\". (Fra l\`altro, secondo, lei gli antroposofi neri,ebrei,cine si,indiani ecc. sono evidentemente tutti \"fessi\"....) Quanto alla \"cristianità\" o \"non cristianità\" di Steiner lasci decidere......al Cristo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ANGELO CICCARELLA 2008-03-16 20:11
Noto con estremo piacere intellettuale, che comunque un dialogo è possibile tra cattolici a tutto tondo ed esoteristi, o comunque con coloro i quali seguono strade alte e altre. Le convergenze parallele se non in politica potrebbero realizzarsi su orizzonti spirituali, tra donne e uomini di desiderio. Devo anche sottolineare la presenza di antroposofi nel dibattito, e questo mi fa un gran piacere, sebbene Alex di Castelfiorentin o sembra preoccupato di chissà quale deriva spiritualista. Comunque l\`alchimista non manipola la pietra cubica massonica, ne vuol farsi dio, ma tenta con estrema umiltà e sacrificio di risvegliare gli antichi numi in esilio. Caro Alex, la ragione non basta a leggere il mondo, se non ai professorini degli istituti biblici, la ragione non può essere la bussola per ricercare Dio, la ragione non è sufficiente a incontrare Cristo. Vi son strutture, piani, simboli, forze, ostacolatori terribili che impediscono di veder la luce; ci vogliono così, strutture, piani, simboli, forze, alleati per trapassare la coltre, il velo di iside per tornar a riveder le stelle, da dove veniamo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-16 21:01
Eh no Rebetis, prima di dare dell\`ignorante agli altri, sia più saggio e morigerato nell\`esprimers i. Lei è addentro all\`antroposof ia ed è figlio \"putativo\" dello Steiner, ma mi sono reso conto che, di fronte alla voluminosa mole di informazioni e dati che le sfornato su esoterismo e gnosi, lei non ha battuto nenanche mezzo ciglio. Ne deduco che, come tutti gli spiritualisti fai da te, la documentazione storica - precisa ed accertata - proprio non le va giù. Ed è su quella che si basano, non so se l\`ha notato, gli articoli ed i commenti su questo sito. Per i \"talmudismi\" e le sottigliezze induisteggianti sull\`Io mi sa che scelto il luogo sbagliato. Finalmente ha scoperto - giusto un pò pochino però - le carte sulle fondamenta dello steinerismo : la reincarnazione. Le pare che forse Gesù si è reincarnato in qualcun\`altro in questi millenni?!Le pare che nell\`Antico Testamento o nel Nuovo si accenni anche lontanamente alla trasmigrazione delle anime?! Mi pare proprio di no, a parte lo squallido ed irripetibile incidente occorso con i Catari. Lei dice che l\`indossatore determina il vestito : ma quindi Stephen Hawking - vero ed umile genio della scienza - deve essere sfuggito a questa misteriosa legge di causa-effetto. E d\`altronde cosa vorrebe dire con questa bassa insinuazione, che l\`Io - termine astruso, si usa dire Anima da queste parti - di un uomo o donna di colore, se si è scelto quella particolare pigmentazione avrà avuto le sue colpe o le sue disgrazie in una vita precedente?! Suvvia Rebetis, non mi faccia tirare fuori il faldone delle connessioni tra Blavatsky-Von Sebottendorf-German Orden-Thule-Hitler.La reincarnazione non era, non è e non sarà mai. Si legga, quando ha tempo e umiltà, come alcuni/e mistici cristiani hanno avuto visioni sull\`inferno, sul purgatorio e sul paradiso. Facile il meccanismo della trasmigrazione : se proprio ti va male - perchè hai combinato quante più porcherie possibile in vita - ti rivesti dell\`indumento \"cane\" oppure \"topo\"; se invece la fortuna t\`assiste scali di marcia, infili la quinta e assurgi al rango di anima disincarnata. Già, i famosi superiori sconosciuti. No caro sig.Ciccarella, il dialogo fra me ed altri cristiani intavolato con lei e Rebetis è come quello fra Manuele II Paleologo ed il famoso persiano. Non confondiamoci, i tempi dell\`ecumenism o carnevalesco di Assisi grazie a Dio stanno avendo termine e la Chiesa, nel bene e nel male - pregi e difetti -, si prepara con lo stesso coraggio ed umana imperfezione di Pietro, ad affrontare l\`ultima sua passione, nel momento in cui l\`Anticristo farà sentire la sua convincente, pacifica e melliflua dottrina salvifica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ANGELO CICCARELLA 2008-03-17 00:31
Caro Alessandro, al contrario tuo e di altri della corrente teutonica, per noi esoteristi (fa un po\` tenerezza questo termine) l\`incontro fra fedi diverse, tra culture e tradizioni lontane da quelle occidentali, non rappresentano una carnevalata ecumenica come la chiami tu - l\`ecumenismo di Assisi fu infatti, guarda caso, stigmatizzato da quei simpaticoni di Sodalitium, gente, si sa, \"tollerante\" assai verso il diversamente religioso. Se poi credi davvero che l\`Anticristo porterà le insegne del nemico bene in vista, e la Chiesa cattolica con in mano lo stendardo del settimo cavalleggeri, altrettanto bene in vista, si ponga in posizione di guardia, credo che tu sia un provolone, in buona fede, magari pure una persona pia, ma sempre un provolone - se Blondet dà del salame al Cavaliere, bè, tu puoi beccarti il noto formaggio come epiteto -. Già, perché se un papa, Paolo VI, presentì il fumo satanico all\`interno proprio della Chiesa, o ha usato una metafora riguardante chissà quale problema teologico di orientamento progressista, oppure la Sua sensazione riguardava proprio la presenza effettiva del demonio vicino al soglio di Pietro. Paolo VI vide forze oscure penetrare nella sua Chiesa e ne ebbe terrore, questo so. Credi davvero, Alex, scusa l\`inglesismo, che l\`uomo dell\`abominazi one si presenti davanti al videocitofono della porta di città del Vaticano e suoni il campanello e alla richiesta di esibire i documenti da parte degli svizzerotti, loro sì, in tenuta carnevalesca, lui dia i suoi estremi e attenda il pass? Il nemico gioca in casa, perché non è un fesso e ha mosso da secoli le sue pedine, presenti sempre in entrambe le fazioni, cristiane e anticristiane, e come gramigna si è avvinto alle radici dell\`albero di Cristo, suggendogli la linfa vitale, per poi dirigersi fin su i piani alti della Chiesa. Che il Padre Celeste ci aiuti tutti. Un ultima nota. Sulla teoria reincarnazionis ta - tesi ad uso e consumo popolare non riconosciuta, però, dalle tradizioni indù e buddhista - è sin troppo facile fare delle obiezioni logiche, che posso pure sostenerle in linea di principio. Se poi a confutazione citi le visioni di mistici e santi cristiani, potrei opporvi altrettante e più circostanziate visioni di santi e mistici ebrei, indù, islamici, - o credi che i santi e i mistici delle altre religioni sono cialtroni perché lo decide l\`ufficio vaticano preposto e basta? - per non parlare delle esperienze di sciamani - già, anche questi per te sono dei tamarri eccentrici e primitivi - ? Se avrò la possibilità, ne riparleremo sul destino dell\`uomo dopo il suo passaggio terreno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-17 10:36
Egr.Sig.Alessandro, perrche\"svicola\" ? Perchè non ammette tranquillamente di non conoscere Steiner\` Perchè continua a fare figuracce? Comunque: Lei scrive\"Le pare che forse Gesù si è reincarnato in qualcun`altro in questi millenni?! e dimostra \"one more time\" di non aver mai letto Steiner CHE FU ESPULSO DALLA SOCIETA\`TEOSOF ICA PROPRIO PER AVER NEGATO LA POSSIBILITA\`CH E IN JIDDU KRISHNAMURTI SI FOSSE REINCARNATO IL CRISTO (Come tale il Cristo non assumerà maiu più un corpo \"di carne\" come facciamo noi,lo sappiamo o no) Poi scrive e MINACCIA: \"....il faldoneBlavatsk y-Von Sebottendorf-German Orden-Thule-Hitler.? Altro colpo a vuoto. Steiner è stato definito da Hitler \"pappa giudea per rinciltrullire i buoni tedeschi -15.03.1921 Volkischer Beobachter\". I Nazisti hanno messo al bando la Deutche Anthroposohical geselleschaft nel 1935 e spedito a Dachau non pochi antroposofi,fra cui iSacerdoti della Christangemeins chaft.Quanto alla reincarnazione nelle Scritture. Le Consiglio il testo \"The Soul\`s Long Journey\" di E.R.Smith o la raccolta \"La Reincarnazione\ " di Head e Cranston. Poi si dia un occhiata all\`episodio del \"cieco-nato\"ove agli apostoli che chiedono \"chi ha peccato lui(il che sottintende la preesistenza attiva e quindi la reincarnazione) o suo padre ecc.\" Gesù NON dice ma che state dicendo come fa uno a peccare prima della nascita, ma porta la questione sul piano della \"Doxa Theou\`\" che è altra questione. Alessandro,lasc i perdere Steiner.....e gli steineriani mi pare che ci stiamo \"inseguendo\" quà e là con lo stesso topic: e cioè lei non sa nulla di Steiner e pretende di giudicarlo. Bravo. Lei si contraddice da solo: mi accusa di non aver \"esplicitato\" le \"fanfaluche di Rudolph\" (Rudy per gli amici)...lo faccia lei.Credo che chi voleva capire lo ha capito. Quanto alle letture-sbandate di Karol Woijtyla (Tomberg, tanto per intendersi e sembra Scaligero) non sarà forse il caso che il Papa ( che è \"infallibile\" solo quando fa comodo ...)in questione cercasse onestamente le risposte a dei quesiti che risalivano alla sua gioventù? De hoc satis --------------------- [Intervento accorpato]: ricordiamo che è meglio evitare due interventi di fila: invitiamo ad aspettare la pubblicazione di altri interventi o a farne uno solo e non a più riprese. Ne approfittiamo anche per invitare i lettori coinvolti in questa discussione a non esagerare sia nei toni che nelle argomentazioni. Steiner non è esattamente il modello a cui vogliamo tendere qui in EFFEDIEFFE, tutt'altro. Avete espresso le vostre considerazioni ampiamente e sono state tutte pubblicate. Non esageriamo, per cortesia. La redazione EFFEDIEFFE.com
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-17 11:03
Per la redazione Perfettamente d\`accordo per quanto mi rigurada anzi vi ringrazio per ospitare anche voci \"non acctoliche\" (però se qualcuno insiste con la \"disinformacja\" il \"povero steineriano\" ch\`addafa? Personalmente posso invitare il \"critico fiorentino\" a \"trasferirsi\" su www.rudolfsteiner.it se vuole...)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-03-17 11:06
@Alberto da Padova, tu mi scrivi: \`...E, in caso in cui fosse una dottrina errata, mi porterebbe a pensare che lo Spirito abbia \"abbandonato\" coloro che credono in Gesù e al Vangelo...\` Dunque, vediamo cosa sono in grado di risponderti. Dunque, da un punto di vista cattolico il discorso è chiaro: pensa a Pietro, che rinnegò il Signore tre volte, ma poi morì per lui. Al primo concilio di Gerusalemme poi, se ricorderai, Pietro venne redarguito, ripreso e corrètto da Paolo, cui alla fine diede però ragione: questo significa che anche la Chiesa guidata dal successore di Pietro può trovarsi storicamente a commettere errori dottrinali, ma poi è Essa stessa che, procedendo, rettifica e chiarisce le proprie posizioni, dall\`interno del proprio Magistero costantemente illuminato dallo Spirito. Il fatto che tu commetti peccati vuol forse dire che lo Spirito ricevuto nel battesimo ti abbia abbandonato? Di certo no! Allo stesso modo, nonostante gli \"sbandamenti\" che storicamente la Chiesa può accusare, \"le porte degli inferi non prevarranno mai su di Essa\": questo significa cche il cattolico crede che dove vada la chiesa di Roma, là vada la verità. Per farti un esempio, tra il concilio di Nicea e quello di Costantinopoli, che sono i due da cui emerse il CREDO che tuttora professiamo a messa, ci fu un concilio di RImini in cui mi pare Papa Leopoldo III aderì ufficialmente all\`eresia ariana, che poi venne sconfitta a dalla cordata di vescovi guidata da Sant\`Atanasio. E\` vero o non è vero? Beh, qui sta alla fede, parlare, perchè parlando del divino non è possibile utilizzare parametri di plausibilità fondati sull\`esperienz a quotidiana o su argomenti di carattere razionale: sta di fatto che alla luce delle Scritture tutto ciò è plausibile (e quindi non in contraddizione con il deposito della Rivelazione), però resta il fatto che accettare o meno la pretesa di verità che la Chiesa si autoriferisce, beh, riguarda il proprio cammino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-03-17 11:52
@Sara da Roma, tu mi scrivi: \`...Suvvia cattolici,(...) diamo spazio anche a qualche piccolo dubbio, perchè vedete, forse puo` mettere in movimento una ricerca interiore...\` Scusami, Sarà, mi pare che io non abbia preteso di conoscere il tuo percorso e la tua vita e la qualità del tuo spirito critico: ho le sensazione che tu abbia invece tale pretesa nei miei riguardi, ossia nei riguardi di una persona che conosci soltanto per poche righe scritte su un sito internet. Hai davvero questa pretesa? Cosa conosci dei miei dubbi e della mia ricerca interiore? Non giudicare, se non vuoi essere giudicata. \`...Ma voi davvero siete convinti che fuori dall`unica grande chiesa non ci sia salvezza?...\` A questa domanda può agevolmente risponderti il passo di Gv 4,19-22 che già riportai qualche commento prima del tuo, Sara: mi ritrovo completamente nelle parole che il Cristo esprime alla samaritana, che oltretutto, a quanto ne so io, è pure (e come potrebbe essere altrmenti?) il pensiero della Chiesa in mèrito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-17 17:14
Volevo chiudere codesta discussione, per la verità iniziata sotto i migliori auspici, stigmatizzando il comportamento del Ciccarella - esoterista \"caseario\" - e del Rebetis - steineriano allenato a voler confondere la mente degli sprovveduti -. Il discorso è stato da parte mia corretto, documentato da fonti certe, logico, razionale e - ma non ci sarebbe nemmeno il bisogno di ripeterlo - basato sulla Rivelazione del Cristo. Questo è un sito cattolico, come ha giustamente detto la redazione e non una arruffata e boriosa mailing list del tipo \"Misteri ed Esoterismo\". Fatto questo piccolo ma importante preambolo, proprio a voi due - Ciccarella e Rebetis - è stato concesso, con intenti e modi cristiani, di esprimere un opinione nonostante le vostre prese di posizione, dure e nette, nei confronti del primato di Pietro e della dottrina del Nazareno. Se io avessi fatto la stessa cosa in uno dei tanti gruppi di discussione esoterici, mi avrebbero letteralmente cacciato fuori a calci nel sedere. La famosa tolleranza di voi iniziati e/o scienziati dello spirito, vale solo quando si parla del marciume che assedia e circonda la Chiesa di Cristo, ma quando un cristiano si erge a difesa del Vangelo, prima relativizzate i Dogmi, poi - con aria di sprezzante e sudicia sufficienza - derubricate le giuste asserzioni del cristiano di turno, poi lo delegittimate, dileggiate e demonizzate, arrivando alla presa in giro da bettola trasteverina. Vede Ciccarella io non le ho dato del burino, perchè di burini \"veri\" ne ho conosciuto, e sono sorprendentemen te più aperti, umili e tolleranti di lei. Quindi, se mai dovesse ricapitare, certe \"scorregge\" verbali sulla \"latticinità\" - mi perdoni l\`italiota - del prossimo se le tenga nello stomaco ina attesa di una giusta digestione. Io non ho e non ho mai insultato il non credente di turno perchè prego intensamente per la sua conversione a Cristo e alla Vergine. Le do un consiglio sensibile ed accorato, o amico viterbese, : la mattina, al posto di una vana ricerca sulla \"tradizione perenne\", faccia un\`offerta di tutta la sua giornata al Sacro Cuore di Gesù. Vedrà che magnificenti risultati e quanto aiuto darà al prossimo. In quanto al nervoso e strepitante Rebetis, noto con acutezza come l\`orgoglio, l\`ira ed il titanismo covino nel suo animo e spuntino, assetati di cristiani da sbranare, nel momento in cui il suo piccolo ed umano idolo Rudolph, venga messo seriamente in discussione. E\`la tipica reazione degli appartenenti alle sette : nel contradditorio dialettico non riescono a resistere e si arrampicano sugli specchi, accusando l\`interlocutor e cristiano di ignoranza o pregiudizio. I dati su Steiner li ho dati; E\` LEI CHE NON HA DETTO QUASI NULLA PER TIMORE DI CHISSA QUALE ROGO LE SI STAVA PREPARANDO. Altra tipica tecnica di manipolazione settaria : fingersi agnelli, vituperati da tutti, per poi - come la guardia si abbassa - inoculare il veleno della propria falsa dottrina. Siete voi che dovete rientrare nella Chiesa di Cristo e non deve essere questa a scendere a patti con le vostre volubili intuzioni da salotto buono dell\`esoterism o a-la-page. Siete voi che dovete chiedere perdono a Cristo per le vostre raffinate e contorte bestemmie....meglio aproffittarne in questa splendida settimana santa. Confessate i vostri peccati al prete della vostra cittadina; poi bevete il Suo sangue e mangiate la Sua carne. Solo così c\`è la salvezza. Mi scuso con la redazione di EFFEDIEFFE se sono stato veemente in taluni passaggi, ma è la fiamma della Fede a farmi accalorare così tanto. Concludo dicendo che non provo nessun odio verso il \"tandem del mistero\" Rebetis-Ciccarella e non c\`è nulla di personale. Pregherò per la vostra conversione al Figlio di Dio. Alla fine è questo il dovere del cristiano : aver Fede e vivere in grazia di Dio; difendere Cristo e la sua Chiesa, perdonare i propri nemici pregando intensamente per la loro \"resa\" a Nostro Signore Gesù Cristo e - dopo sincera confessione ed espiazione - bere il Suo sangue e mangiare il Suo corpo. Cordiali saluti a tutti e buona Pasqua.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sara 2008-03-17 17:51
Lungi da me voler giudicare e tantomeno pretendere di conoscere percorsi spirituali altrui.Ma credo, che ognuno di noi dovrebbe guardare innanzitutto alla propria condotta,con umiltà.Sono consapevole di essere ospite in un sito cattolico,ma proprio non sono d\`accordo con il vostro sistema attacco-offesa contro tutti quelli che non pensano e agiscono come voi.Pur seguendo lo stesso Cristo,io,cosi\ ` come altri,non mi sento cosi\` integralista.ad esempio cosa c\`è di cosi\` satanico nell\`alchimia, che è la scienza della vita? In quanto alla possibilità di essere giudicata,la cosa non mi tocca minimamente.In questo forum avete attaccato persone che la pensavano diversamente da voi. IL SIGNORE:Figlio, poni nel Signore la radice d\`ogni tuo sentimento,e non temere il giudizio umano,quando la coscienza ti dice che sei pio e innocente.é bene,è felicità sopportare cose di questo genere,e non sarà pesante per chi è umile di cuore e confida più in Dio che in se stesso.Caro Claudio da Pesaro se ti sei sentito offeso,mi dispiace.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Claudio 2008-03-17 18:45
@Sara (da Roma), tu scrivi, presumibilmente a me (ma perchè non hai messo il soggetto?): \`...Sono consapevole di essere ospite in un sito cattolico,ma proprio non sono d`accordo con il vostro sistema attacco-offesa contro tutti quelli che non pensano e agiscono come voi...\` Voi chi? Ma non stai rispondendo a me? Ho capito male? Se sì (come credo): dov\`è che io uso un sistema \"attacco-offesa\"? E che cosa intendi RIFERITO A ME (nel caso), per \"sistema di attacco-offesa\"?? Se no, invece: che senso ha porre questo tuo intervento dopo la mia risposta indirizzata alla tua persona, lasciando intendere che ad esso tu ti riallacci (infatti esordisci con: Lungi da me voler giudicare e tantomeno pretendere di conoscere percorsi spirituali altrui)? Io non apprezzo i generalismi, dal momento che quando scrivo, scrivo cose precise di cui amo prendermi la responsabilità: non gradisco che mi si attribuiscano comportamenti che non tengo o frasi che non pronuncio, quindi gradirei da te un chiarimento circa i/il destinatari[o] del tuo intervento, grazie. Ora, facendo conto che esso sia rivolto a me come credo, tu scrivi: \"...Pur seguendo lo stesso Cristo...\" Mi permetto di dissentire: se uno segue il Cristo come descritto dal deposito di fede cattolico, mentre un altro segue un cristo così come se lo immagina dopo avere percorso una strada diversa, DI FATTO le due persone in causa seguono due \"cristi\" differenti, e infatti i loro due differenti \"cristi\" producono due diverse mentalità che sortiscono differenti effètti e differenti visioni del mondo. \`...io, cosi` come altri, non mi sento così integralista...\` Cosa intendi per integralista? Dovresti chiarirlo, se non vuoi dare l\`impressione di commettere lo stesso errore che contesti (a chi poi, appunto?). \`...cosa c`è di cosi` satanico nell`alchimia, che è la scienza della vita?\` Sara, a prescindere da ciò che penso (e che tu non conosci, essendo nella mia testa), dov\`è ho descritto l\`alchimia come un\`attività satanica? Vorrei che tu me lo indicassi, o, qualora io non l\`abbia detto (come credo), che tu mi chiedessi scusa per avermi attribuito pensieri che non ho espresso. \`...In questo forum avete attaccato persone che la pensavano diversamente da voi...\` \"Voi\" chi??? Parli con me o con chi altri? Se parli con me, perchè mi attribuisci cose che non ho fatto? Se NON parli con me, perchè mi chiami per nome e ti riferisci a me? Trovo fastidioso questo modo di fare, che non rispetta la mia onestà intellettuale, a mio avviso. \`...Caro Claudio da Pesaro se ti sei sentito offeso,mi dispiace...\` Sara, io metto i puntini sulle \"i\" e non ho bisogno di provare risentimento verso di te, per questo. Ti faccio presente che dispiacersi è inutile, se poi mi attribuisci cose che non mi riguardano. Che ne dici?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-17 18:59
Mi scuso con la redazione e con i lettori. Non avevo alcuna intenzione di proseguire l\`inutile discorso con Alessandro di Castelfiorentin o ma purtroppo sono costretto a intervenire ancora. Ho chiesto più volte a questo signore che ha accusato Steiner di criptonazismo ,razzismo,fanfa lucherie ecc. di portare pezze d\`appoggio , avendo io offerto nel frattempo una serie di dati contrari-che non sto a ripetere. basati ad esempio sui documenti ufficiali del Terzo Reich e lui ha il coraggio di scrivere \" I dati su Steiner li ho dati\" , e dove? Non ho letto una a supporto delle infamanti accuse (la diffamazione è reato anche agli occhi degli uomini) una sola riga di scritto o conferenza dell\`autore della \"Filosofia della Libertà\" . Poi costui ha aggiunto \"E` LEI CHE NON HA DETTO QUASI NULLA PER TIMORE DI CHISSA QUALE ROGO LE SI STAVA PREPARANDO. \" E che glielo devo spiegare io Steiner? Se lo legga se ne è capace. (Capirlo è altro discorso) Comunque: se vuole intervenire sull\`\"anthroforum\" di www.rudolfsteiner.it si accomodi, magari,portando qualche argomento interessante. (Se deve venire a dire Steiner=Hitler forse è meglio che non lo faccia ...)Quanto alla \"conversione\"...non mi sembra che il pulpito sia quello giusto per la predica finale. Disonestà intellettuale e coltivazione della menzogna (ah,certo a fin di bene!)non sono virtù cristiane,mi sembra. E basta veramente,ora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ANGELO CICCARELLA 2008-03-17 20:31
ALEX DI CASTELFIORENTIN O. Dare del a qualcuno dalle mie parti, equivale a dire \"ingenuo\" e vedo che tu hai frainteso alla grande. Scambi la mia legittima difesa per intolleranza, ma soprattutto consideri tutti coloro che non stanno dentro la greppia di questa o talaltra religione istituzionale, ed è qui il seme dell\`intollera nza, seme che in altri tempi ha portato a divisioni, persecuzioni, guerre e martiri.Caro Alex, glisso su certe tue rudezze dialettiche, già il fervore...mi preme dirti, però, che si può credere in Dio, comunque lo si voglia chiamare, e appartenere a confessioni, dottrine e paradigmi differenti e non per questo si debba esser considerati reietti, paria o satanisti sol perché non si fa parte di quella Chiesa. Credi che i cattolici abbiano il copyright su Dio? Credi che i cattolici, in quanto tali, facciano parte di una èlite esclusiva, unica, giusta, santa, depositaria della verità? Siamo tutti peccatori, ma soprattutto siamo nati liberi, sia di fare il bene che il male, ma soprattutto liberi di cercare Dio e servire il prossimo, senza insegne o divise, necessariamente . Mi guardo bene dall\`interveni re in merito alla fede di tizio o di caio, ma applica il principio di reciprocità, caro Alex, concedi legittimità a chi con tutta la volontà, con tutto l\`amore, con tutta la conoscenza possibile va alla ricerca della Luce, la quale è unica e si irradia in mille frammenti, in modo che ogni creatura di Dio possa esserne raggiunta. Se la Redazione, poi, ne ha tutto il diritto per carità, dovesse tacitarmi perché non faccio parte del coro, perché questo è un sito cattolico e una voce non in sintonia può stonare, ebbene pazienza, me ne dispiace, comunque non farò certo la vittima censurata e perseguitata. Ho le spalle grosse e lo spirito veloce.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-18 00:34
Nemmeno la Santa Pasqua riesce a far sbollire l\`errore dottrinario di taluni elementi che insistono ad attaccare personalmente il mio operato. Per ciò che concerne la diffamazione, le ricordo che esiste sempre IL VILIPENDIO ALLA RELIGIONE, quindi si rilassi tranquillo e lasci perdere i giochetti con le carte bollate, cascherebbe molto male visto che sono un avvocato penalista. Lei ha paura di parlare di Steiner in questo ambito perchè è intervenuto solo in funzione di disturbo, senza mai voler accettare un contradditorio che implichi gettare maschere e ipocrisie. Ho parlato di Steiner, della sua concezione di evoluzionismo spirituale e di reincarnazionis mo; si vede che ciò che ho detto le ha fatto venire parecchio sangue alla testa facendole perdere la bussola della buona creanza. Potrebbe fare una giusta cosa finalmente : scrivere quanto è bravo e bello Steiner sull\`anthrofor um, ho la netta sensazione che riceverà applausi a scena aperta. Quì invece qualche simpatico fischio e una sana dose di catechismo che non guasta mai. Si abitui, Rebetis, al contradditorio e non dia dell\`imbecille al prossimo...anche perchè il prossimo un giorno potrebbe essere anche lei. E\` stato invitato a sintetizzare la dottrina steineriana ma ci ha mandato bellamente all\`inferno e nei miei confronti addirittura sospetta l\`incapacità di comprendere un bravo ometto come \"Rudy per gli amici\". Suvvia Rebetis ho capito cosa ci ha detto Gesù Cristo, IL FIGLIO DI DIO, e non ho inteso il messaggio antroposofico, produzione 100% umana??!!. Ancora Buona Pasqua. Ritentateci, sarete più fortunati in un altro sito e con altri gonzi pronti a pendere dalle vostre labbra.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetris 2008-03-18 10:16
Oh no ancora lui!! (Redazione , abbiate pazienza!!!!) Credo che chi l\`abbia voluta capire l\`ha capita. (No lei NON ha parlato di Steiner,evoluzi onismo spirituale ecc. ha solo sparato accuse degne giusto di un astrologo nazista -Ebertin che DICEVA LE STESSE COSE DI ALEX: Chi è il nazi qui?) Quanto alla \"sintesi della dottrina steineriana\" (capite l\`antifona? Alessandro non sa nulla di Steiner,lo attacca sbracatamente e PRETENDE dal sottoscritto un bel \"bignamino\"... ma. v.è per rispetto per la gentile redazione che non ci metto la parola romanesca giusta!) i lettori interessati possono procurarsi l\`agevolelibri ccino \"ANTROPOSOFIA\" di Gabriele Burrini . Per Alessandro, l\`ultimo (SPERO!) consiglio. se sa l\`inglese c\`è un sito americano ove gli \"stravaganti\" di ogni risma (mi ricordo un simpatico fondamentalista dell\`Arkansas che argomentava just like Alex) sono i benvenuti, si chiama \"Anthroposophy Tomorrow\". Buona Pasqua a Tutti (meno che a uno...,no scherzo, anche a lei stravagante critico di ciò di cui nulla sa1)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-18 11:25
Peccato che è proprio in seno alle imbecillità della Blavatsky che ha trovato l\`humus il nazismo che mi appiccichi addosso con futile arroganza. Non c\`è peggior sordo di chi crede di avere la panacea di tutti i mali fra le mani. Non ho bisogno che tu MI FACCIA IL RIASSUNTO, io ti ho invitato a discuterne con gli altri amici di EFFEDIEFFE, invece di fare la vittima incompresa delle belve cattoliche. La tua demonizzazione nei miei confronti testimonia in modo inequivocabile come abbia colpito nel segno e come - voi scienziati dello spirito (infero) - siate suscettibili, permalosi, autosufficienti e pieni di boria verso il cristiano che difende la Fede. Voi avete i famosi \"misteri\" e li tramandate solo a chi si fa plasmare docilmente come un agnellino; quando incontrate qualcuno che vi risponde a dovere vi imbizzarrite e mandate fuoco e fumi additandolo come pazzo, fondamentalista o nazista. La stessa tecnica del B\`nai B\`rith. Non c\`è nulla di nuovo sotto il sole. Quando vuole farsi le ossa, caro Rebetis, si legga la Città di Dio di Sant\`Agostino o Adversus Haereses del buon Ireneo di Lione. Lasci stare le fantasie, per quanto possano essere sublimi e soddisfacenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-18 13:11
Vuole l\`ultima parola? Gliela lascio, solo dopo aver fatto notare che lei cita \"Blavatsky\" come \"madre\" dei nazi. Scusi: ma a me della Blavatsky \"non me ne cale un solo fico\". Ah già:tutte le mucche DI NOTTE sono nere.........
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-18 14:44
Buona Pasqua a Lei Rebetis e a tutti voi. Sinceramente e ssenza nessun secondo fine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ANGELO CICCARELLA 2008-03-18 17:18
BUONA PASQUA ALLA REDAZIONE E AD ALEX DI CASTELFIORENTIN O. Anche per me è tempo di preghiera e contrizione per la settimana santa, quindi mi autocensuro. Ci vediamo la prossima. Dio vi benedica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eques ab silvae 2008-03-18 22:17
Leggete di più e di tutto. Tanto nessuno di voi cambierà opinione, ma almeno ne saprà un po\` più dell\`altro. Documentatevi, davvero! Gli Antroposofi si leggano il Catechismo di S. Leone e i Cattolici Apostolici Romani facciano lo sforzo di leggere Steiner, né l\`uno né tantomeno l\`altro sono Satana, Lucifero, Ahrimane, o chi volete voi. Ma anche se lo fossero, come farebbe ognuno di voi a combattere il proprio nemico se prima non lo conosce davvero, fino in fondo? Queste sono le prime regole di conduzione di una qualsiasi battaglia, credo. La conoscenza non porta alla perdizione se, come mi pare di capire dai vostri commenti accalorati, siete così fermi sulle vostre posizioni. Di chi dovreste aver paura, del resto, se siete (o dite di essere) così saldi nella vostra fede? A tutti il caloroso augurio che possiate trascorrere una intensissima Santa Pasqua di Resurrezione di Cristo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rebetis 2008-03-19 10:34
Per Eques: contraccambio gli auguri e possa assicurarLa che per quanto mi riguarda, essendo stato , in anni preconciliari, per molti anni allievo di una scuola cattolica ho avuto ampia dimestichezza con il Catechismo , quale esso era prima del Concilio. Nè posso tacerLe di essermi laureato,anni dopo, con un filosofo cattolico quale Augusto Del Noce. Sinceri auguri di Buona Pasqua (Pace e Serenità) a lettori e redazione ( e scusate ancora qualche \"impennata\"...)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mirko bonomi 2008-04-28 11:39
apprendo dal suo articolo sig.chiari, che lei si reputa uno che "sa di dio" e che la mia ricerca spirituale può anzi deve definirsi "fai da te"...confesso che la cosa non mi rattrista nè mi preoccupa (per me stesso...mi rattrista e mi preoccupa per lei ed i suoi ammiratori-seguaci)... in realtà  considero il "fai da te" dello spirito alla stregua del "fai da te" turistico: se vuoi arrivare in luoghi davvero incontaminati di certo non ti devi affidare a viaggi organizzati! certo i rischi, di varia natura, con il "fai da te" sono molto più alti ed il viaggio sicuramente meno rassicurante, perchè quando parti non vi è proprio nulla di certo, ma credo profondamente che risieda proprio in questo la potenzialità  e la possibilità  del poter trovare...perchè sulla Via spirituale partiamo ignoranti e se da ignoranti ci prefiguriamo il volto di dio (per nostra iniziativa o suggerimento di altri), avremo probabilmente la possibilità  di trovare quel che cerchiamo (ossia ciò che ci siamo prefigurati), DIO no di certo, ne sono convinto...inoltre mi pare che negare la possibilità  della scoperta e del rapporto diretto con DIO, senza intermediari, è negare l'onniscenza di DIO, è negare la sua Natura misericordiosa anzi è negare DIO stesso in quanto Principio Assoluto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità