>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Emma il ministro una «fanatica» dei diritti umani
Stampa
  Text size
C'è in Emma Bonino, nuovo ministro degli Esteri, la bontà sanguinaria di una Santa Caterina da Siena. E' una fanatica dei 'diritti umani'. Un po' meno degli esseri umani. Se sospetta che uno di questi Diritti sia leso, in una qualsiasi parte del globo, è pronta ad invocare l'arrivo delle truppe, dei carri armati, dei B52, delle bombe all'uranio impoverito. «Sono una non violenta, non una pacifista» dichiara. Fatto è che sono più di quindici anni che la Bonino è una guerrafondaia dai purissimi e santi intenti. Comincio' durante le vicende di Bosnia, saltellando da una Tv all'altra del Vecchio Continente e strillando: «Gli stupri etnici! Gli stupri etnici! Non possiamo tollerare gli stupri etnici!», mentre migliaia di persone morivano sotto le bombe all'uranio impoverito della Nato, il cui intervento, con questo pretesto, la Bonino aveva invocato nella sua qualità di Commissario europeo. E ha continuato, la 'non violenta', appoggiando tutte le guerre occidentali, successive e preventive: alla Serbia, all'Afghanistan, all'Iraq, alla Libia, mentre non sarebbe aliena alla «soluzione di forza» con l'Iran dove le donne indossano il chador che è una delle ossessioni di questa suorina laica.

Cio' che inquieta in Emma Bonino è l'indiscutibile buona fede. La malafede è meno pericolosa. Perchè ha la debolezza della cattiva coscienza, mentre la buona fede è inossidabile, incrollabile, invincibile, marcia con la Verità in tasca e la spietatezza che solo i Giusti possono pensare di potersi permettere.

Irrisolta come tutte le persone che si sono vocate a un Assoluto , e che amano il mondo senza amare gli uomini, Emma Bonino è, in un certo modo, una figura patetica. Crede di essere laica ed è fortissimamente impregnata di cultura cattolica di cui ha la crudeltà inconscia. Crede di essere liberale e non lo è. Un liberale che pretende che tutti lo siano non è un liberale: è un fascista. Crede di essere democratica ed è totalitaria, perchè non concepisce 'l'altro da sè'.

Donna destituita di ogni ironia e autoironia, come puo' esserlo solo una che è nata a Bra (Cuneo), quando parla ai suoi, ai radicali, si sente in dovere di essere spiritosa, con risultati imbarazzanti, in omaggio a un passato da Giamburrasca, da Ribelle, che è ormai un po' sbiadito, dopo otto legislature come deputato, due come parlamentare UE, un incarico come Commissario europeo e ,ora, ministro degli Esteri.

Catafratta nelle sue incrollabili certezze, refrattaria a ogni cultura e sensibilità che non siano le sue, la Bonino si reco' nel 1997, come Commissario europeo, nell'Afghanistan dei Talebani. I quali le permisero di vedere tutto quel che voleva. Lei si introdusse nel reparto femminile del policlinico di Kabul, con un codazzo di giornalisti, fotografi, cineoperatori che si misero a riprendere tutto e tutti, degenti comprese. Ora, è noto che nella cultura islamica c'è una particolare sensibilità sulla riproduzione della figura umana, maschile e femminile (se ci badate i loro tappeti hanno decorazioni solo animali, floreali, vegetali). Del resto nemmeno in Italia è permesso fotografare i degenti senza il loro consenso. Intervenne il 'Corpo per la repressione del Vizio e la promozione della Virtù', acchiappo' la Bonino e il suo codazzo e li porto' alla prima stazione di polizia. Li' le spiegarono come andavano le cose dalle loro parti e la rilasciarono. Lei, tornata a Bruxelles, ordino', per ritorsione, di tagliare gli aiuti umanitari all'Afghanistan.

Con un ministro degli Esteri di questo genere svanisce qualsiasi possibilità di ritirare le nostre ipocrite 'missioni di pace' all'estero (l'unica che è veramente tale è quella in Libano per tutelare quelle popolazioni dagli scontri fra Hezbollah e israeliani) risparmiando, fra l'altro, quei tre o quattro miliardi che si renderebbero utilissimi per risolvere alcuni problemi di casa nostra, come gli esodati e il rifinanziamento della Cassa integrazione.

Massimo Fini

Fonte >  massimofini.it

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Riccardo89 2013-05-05 10:55
Massimo Fini è un uomo di grande onestà intellettuale. Sempre bello leggerlo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# don 2013-05-05 15:59
E' una fanatica dei 'diritti umani'. Un po' meno degli esseri umani.

Frase azzeccatissima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paratore 2013-05-05 13:54
Qual decadente "stella" cadente...

s'è persa dietro "sinistre" concioni:
Divorzio,Eutana sìa,Aborto...et cetera...
sempre rincorrendo la moda del tempo.

Che satànico e diabòlico Abomìnio!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2013-05-05 16:20
Critica tagliente e giustissima. L'unico neo riguarda la missione in Libano : non tutela nessuno. Le missioni militari all'estero si devono concludere subito, l'Italia è alla bancarotta e deve riaparmiare su tutto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BERTIEBOY 2013-05-05 22:24
Massimo Fini è sempre un grande!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALANODELLAROCCA 2013-05-06 08:37
Massimo Fini, mancandogli la luce della fede, non può capire che la Bonino è apertamente schierata con il partito del demonio. La suddetta non è assolutamente in buona fede, non è, come traspare dalle parole di Fini, una sprovveduta che, con un background cattolico alle spalle, aspira al ruolo di "suorina laica". La Bonino, volendo anche concederle una iniziale giovanile superficialità nelle sue scelte
ideali, ha poi proseguito consapevolmente lungo la discesa infero-massonica che vede l'adepto, dopo aver rinnegato la virtù e la morale, abbracciare satana come proprio Signore.
E' estremamente pericolosa proprio perchè, in questo suo zelo "apostolico", compie volutamente i desideri del padre suo, il quale agisce in ultima analisi per essere adorato dagli uomini alla luce del sole, e lei, in questo progetto, gli sta procurando il "carburante" necessario di sacrifici, omicidi e altri innominabili abomini.
Ogni qualvolta vedete apparire la Bonino, consiglio di recitare sempre qualche preghiera o giaculatoria alla Madonna e a San Michele Arcangelo che ci preservino tutti dal male che questo demonio incarnato intende procurare agli uomini redenti dal sangue di Gesù Cristo nostro Signore
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sbazzeguti addendum 2013-05-06 11:54
Ogni qualvolta vedete apparire la Bonino, consiglio di recitare sempre qualche preghiera o giaculatoria alla Madonna e a San Michele Arcangelo che ci preservino....., mettiamoci pure (non si sa mai)San Domenico , il santo protettore dai morsi dei serpenti....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2013-05-06 10:17
Massimo Fini scrive e dice cose apprezzabilissi me, spesso dimenticate. Ho ancora in mente una sua intervista dove raccontava di aver provato a partecipare ad un concorso per la Magistratura. Appena preso posto nell'aula si rese conto che c'erano dei candidati con la traccia dell'esame in tasca. Prese la porta e se ne andò. Chissà come di questa intervista - che ho letto di persona - non si ricorda mai nessuno....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2013-05-06 10:30
Massimo Fini ha ragione su quasi tutto salvo che sulla buona fede del soggetto trattato, la battuta razzista su Cuneo è gratuita ed una caduta di stile abominevole per un giornalista che vorrebbe essere spiritoso, Cuneo oltre alla Bonino ci ha dato anche l'impeccabile Santanché (o Sanbidet?)!
Si vede che Massimo Fini non ha fatto il militare a Cuneo.
Ivan
P.S.
Si tiene a precisare che lo scrivente NON è di Cuneo e che spegne regolarmente le luci allo spuntar dell'alba.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lux 2013-05-06 13:22
Io mi sono letteralmente rotto le scatole nel leggere questi articoli, redatti da sedicenti sapienti che per un decennio dicono una cosa, ossia stanno su una posizione, per un altro un'altra, e via dicendo. Sto Massimo Fini si crede un altro guru che pensa di avere in tasca le tessere del sapere: pontifica, giudica, promuove, etc, ma tutto su sue convinzioni (mutevoli, paraltro) personali. Non è come Blondet che dalla sua ha il grande merito di docuimentare le cose: si può discutere, verificare, essere o meno d'accordo, ma sempre sulla base di dati, di documenti, di cose concrete insomma. Il Fini Massimo (l'altro era Gianfranco) - ma sempre di Fini si tratta - dice banalità sulla Bonino, ovvietà per chiunque abbia seguito un pò le cose negli ultimi anni. In sintesi, per noi cattolici è un vero e proprio malanno, un grave vulnus, uno spirito del male. Ma non la odiamo, siamo cattolici. Speriamo in Cristo! Quello che invece non mi va giù in particolare del Finone Massimo è quando si impanca a sentenziare che la "cultura cattolica è incoscamente crudele..". Ci sarebbe da prenderlo a scarpate nel culo (per carità solo virtualmente) e da dire tante cose, ma su tutte una: "Fini, vai a ...."
Luciano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# adelauro 2013-05-06 15:18
Nemmeno a me è piaciuta quella sui cattolici. E nemmeno quella sui cuneesi.

E sulla buona fede di Bonino non sarei nemmeno tanto sicuro.

Però il Fini (nel senso di Massimo) ha almeno il pregio di non essere allineato col potere: bisogna riconoscere che criticando Bonino ha dimostrato un coraggio non comune.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Conte 2013-05-09 11:59
In effetti non capisco il motivo di tutto questo astio nei confronti dei cuneesi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gotico 2013-05-07 14:38
l'osservazione sui cattolici

secondo me mirava a questo:

la Bonino si crede laica in realtà è una bizoca, una bigotta della peggiore fede.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paratore 2013-05-08 14:53
Citazione Gotico:
l'osservazione sui cattolici

secondo me mirava a questo:

la Bonino si crede laica in realtà è una bizoca, una bigotta della peggiore fede.


Certo,anch'essa è una "sacerdotessa"...
"laica,repubblic ana e democratica",
a servizio permanente ed effettivo
di un "dio" falso e fasullo,lo Stato,
ovvero,del sinistro,mitico "Leviatan"...

leggi "Mammona"...leggi..."Baal"!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giorgio00 2013-05-07 16:39
L'articolo è molto benevole nei confronti di questa "signora".La donnina in questione è molto più potente di quello che la si voglia far sembrare.
L'ho vista ad un convegno radicale negli anni 90 a Milano.Con lei sul palco c'era anche Monti.
In quell'occasione ho potuto ascoltare il nulla più assoluto.
Questa nullità intanto hanno fatto una carriera strepitosa.
Chi sono i paladini di questi personaggi?
Fini ce lo dica per favore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paratore 2013-05-07 19:27
Citazione Giorgio00:
L'articolo è molto benevole nei confronti di questa "signora".La donnina in questione è molto più potente di quello che la si voglia far sembrare.
L'ho vista ad un convegno radicale negli anni 90 a Milano.Con lei sul palco c'era anche Monti.
In quell'occasione ho potuto ascoltare il nulla più assoluto.
Questa nullità intanto hanno fatto una carriera strepitosa.
Chi sono i paladini di questi personaggi?
Fini ce lo dica per favore.


E noi,Cattolici e Credenti,noi Fedeli,
dovremmo dar udienza a tali assolute nullità,veri e propri "mostri" mediatici,
bruttissimi sia nell'anima che nel corpo,
ed al soldo della Diabolica Satanerìa?

E magari farci pure intimidire???
Ma quando mai!
ITE RETRO!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Camerlengo 2013-05-07 17:39
Fini fa un quadro assolutamente perfetto della neoministra, omettendo solo di precisare che la stessa è una sionista tutta di un pezzo. Guarda caso, quando si tratta di nominare i ministri, i viceministri ed i sottosegretari nei ministeri "sensibile" non c'è una nomina, dico una, che sia sgradita ad Israele e agli Usa (che è poi la stessa cosa): Quanto alla sua lotta per i diritti delle donne in Iran, noto come l'ipocrita non citi mai la situazione ben più drammatica delle donne saudite e delle petromonarchie feudali del Medio oriente. Israele non vuole (una volta si sarebbe detto : Deus non vult)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2013-05-08 01:47
Una delle frasi in voga all'epoca della Bonino "praticona" era: "Oggi in piazza ad abortire, domani in piazza con il fucile".
Rappresenta bene il sunto ginecologico dei diritti umani quella specie di aborto, vi pare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paratore 2013-05-08 15:25
Citazione pelzen:
Una delle frasi in voga all'epoca della Bonino "praticona" era: "Oggi in piazza ad abortire, domani in piazza con il fucile".
Rappresenta bene il sunto ginecologico dei diritti umani quella specie di aborto, vi pare?


..."con il fucile"...

bum,bum,bum...
sì,come no,ma solo e sempre,
per finta ed a chiacchere!

Visto che,visti i fatti,il loro fine
ultimo era proprio quello citato:
far "abortire" la sempre possibile,
temutissima ed incontrollabile ,
Rivoluzione dal basso...la sola Vera!!

Come sempre,d'altronde:
oggi come allora...
allora come oggi!!!

Bossi und Leghisti...HERI...
Grillo and Grullini...HODIE...
DOCEANT!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Monaldo 2013-05-08 09:05
La critica alla bonino la poteva fare tranquillamente senza
tirare in ballo i cattolici e tantomeno Santa Caterina da Siena.

Paragonare la Santa alla Bonino è a dir poco blasfemo.

In realtà l'articolo che dovrebbe criticare la Bonino critica fondamentalment e
i cattolici, la critica alla Bonino è mutuata dalla somiglianza della suddetta a questa
"setta di oscurantisti crudeli" che per Fini sono cattolici.

Tra l'altro mr Fini dimentica sempre di citare Miss Bonino tra membri del Birdemberg,
(secondo Fini la massoneria non esiste nemmeno ed gli alti circoli mondialisti
sono solo istituzioni incidentali funzionali al capitalismo);
A dimostrazione della sua cattiva fede (altro che onestà intellettuale), dimentica pure
che a differenza dei "crudeli cattolici" che ritengono l'aborto un'assassinio (e tale è)
il gallinaccio sterile di cuneo gli aborti li faceva col tubo di gomma e si faceva pure
filmare fiera di quello che faceva, senza che nessuno si peritasse per altro di incriminarla
e condannarla secondo la legge, dato che l'aborto clandestino era reato allora e lo è ancora.

Fini è intellettualmen te disonesto verso i cattolici e questa critica ai medesimi mascherata
da critica alla ministra atlantista fascista è patateica ed indegna di un vero intellettuale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gino00 2013-05-08 18:18
Senza diemticare,che i radicali hanno per la loro radio un milionario contributo da parte dell Stato per una presunta utilità sociale della stessa.
Sembra che questa esigua minoranza politica,alle elezioni non arrivano all'uno per cento dei voti,siano molto protetti a livello internazionale.
Indovinate da chi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giannizzero 2013-05-09 18:20
Questa donna fallita si vanta - o ammette - di aver praticato sulle donne 10.400 aborti.
Ditemi voi che soggetto abbiamo come Ministro degli Esteri. Le scelgono apposta così. Mostruose. Una orca avvizzita .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paratore 2013-05-09 20:32
Citazione giannizzero:
Questa donna fallita si vanta - o ammette - di aver praticato sulle donne 10.400 aborti.
Ditemi voi che soggetto abbiamo come Ministro degli Esteri. Le scelgono apposta così. Mostruose. Una orca avvizzita .


E se...fra tutti quegli innocenti
morti ammazzati,vilme nte,a tradimento,
ci fosse stato,puta caso,un novello... Einstein?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# steveds 2013-05-10 08:46
Massimo Fini è un (J) quindi può dire tutto quello che vuole, ma alla fine remano più o meno nella stessa direzione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-05-10 13:11
Massimo Fini, di cui posseggo e ho letto quasi tutti i suoi libri, è però (non soo ora) sempre stato PRUDENTISSIMO nel fare, o mai fare, nessun commento (articolo etc.) a proposito delle benefiche opere (salvifiche?) usraeliane nei confronti degli assediati palestinesi!
O sbaglio?

Saluti a tutti i veri indipendenti ... anche nei confronti di se stessi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Monaldo 2013-05-10 20:07
Citazione BULEGH:
Massimo Fini, di cui posseggo e ho letto quasi tutti i suoi libri, è però (non soo ora) sempre stato PRUDENTISSIMO nel fare, o mai fare, nessun commento (articolo etc.) a proposito delle benefiche opere (salvifiche?) usraeliane nei confronti degli assediati palestinesi!
O sbaglio?

Saluti a tutti i veri indipendenti ... anche nei confronti di se stessi!


Non solo è prudentissimo con i "fratelli maggiori", lo è anche con la frammassoneria e con i banchieri, mentre inneggia apertamente alla "coerenza e
forza della fede coranica" dell'islam talebano (e non) e a prescindere da una misoginia ingegnerizzata tanto ostentata e divertenete nella sua irriverenza quanto assai utile al personaggio, sinceramente non mi pare un esempio di onestà intellettuale, anzi non mi pare un esempio di niente.

Se non fosse stato epurato dal gotha
conformista della stalla mediatica italiana sarebbe uno alla feneziani o giù di lì. Siamo anni luce da Blondet, che al confronto è un vero GIGANTE!!!!


Fini invece è un povero disperato ateo militante che sempre e solo per una istituzione è sempre carico per sparare a zero.... indovinate un pò quale?


PS: ripeto: Santa Caterina vi dice niente?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-05-11 12:30
Che cosa c'entra qui, in queste considerazioni, Santa Caterina da Siena?
Danke, per qualsiasi chiarimento e altro riferimento altrove.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Monaldo 2013-05-14 08:30
Citazione BULEGH:
Che cosa c'entra qui, in queste considerazioni, Santa Caterina da Siena?
Danke, per qualsiasi chiarimento e altro riferimento altrove.


---------------
Cito le prime righe dell'articolo di Fini, che assimila la bonino a santa Caterina:
**
"C'è in Emma Bonino, nuovo ministro degli Esteri, la bontà sanguinaria di una Santa Caterina da Siena"...
***

Lei ha letto l'articolo o no???

Fini è un anticlericale ed un ateo militante. La sua ideologia confusa
e contraddittoria filoislamica e anticattolica è chiaramente nichilista.

Secondo Fini, la vita è una malattia dell'universo perfetto, una specie di tumore che infetta la perfezione del cosmo. (lo ha scritto lui...)

Definire la bontà di Santa Caterina, una caratteristica "sanguinaria" comune alla Bonino (affermazione evidente seppur in forma conseguente anzichè succedente) è a dir poco offensivo.

Basterebbe questo a fare di Fini uno da cui stare alla larga.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-05-17 18:44
Massimo Fini ha spesso scritto in modo provocatorio, ma ha fatto numerose denunce che pochi altri hanno mai osato (come Maurizio Blondet, ad esempio) ... alcune sue affermazioni NON sono condivisibili, ma bisognerebbe leggerle e rileggerle attentamente ...
Mi permetterò di commentarne alcune, as soon as possile
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2013-05-18 11:13
Mi trovi un solo articolo di Fini il cui senso di scopo è il plauso o l'accordo ideale con la Chiesa Cattolica, o anche solo con la morale cristiana in generale e cattolica in particolare intesa come modello positivo.

Se anche ne troverà uno (e non lo credo perchè di Fini ho letto tutto ed anche riletto) ce ne sono talmente tante di affermazioni anticattoliche, ed anticlericali, il cui unico motore è ideologico e pregiudiveole, che nel confronto ogni difesa del personaggio sarebbe vana.

Fini è quello che è, ma di sicuro non rappresenta neppure lontamente il modello di intellettuale utile ad una visione cattolica dell'esistenza e la sua manifesta e palese avversione al cristianesimo, che è espressa in forma di militanza e di aggressione spesso anche lessicale ne fa un nemico della Chiesa e quindi di Cristo.

Detto ciò tutto il resto per me è ampiamente secondario e sostanzialmente inutile. Resto comunque disponibile ad un confronto in attesa di queste affermazioni che vorrà commentare e che forse a me sono sfuggite.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-05-18 13:54
Abbia pazienza ... certo M. Fini NON è un credente cattolico, o di qualsiasi altra versione ... io ho condiviso molte delle sue provocazioni geopolitiche.
Altri commenti, asap.
La ringrazio e la saluto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-05-11 12:27
Gradevole sorpresa trovare qui un articolo di Massimo Fini!
Come mai?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giovanni Silvano 2013-05-11 22:34
La Bonino è un tipico prodotto italiano DOCG, ambigua, ipocrita, debole coi forti, e feroce coi deboli (cosa c'è di più debole di un feto?)
E' una specie di Badoglietta, difatti anche Badoglio non è nato molto lontano da lei.

Che sia in buona fede poi non ci scommetterei nemmeno una cicca già sputata.
Penso che qualsiasi persona che conosca un po la storia italiana degli ultimi 30 sappia per chi lavora.
Stop.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2013-05-16 20:59
Bush mente e lo farà anche la nuova Ministra. La famosa bugia fu l'arma di distruzione di massa irachena, ma dopo parecchi anni esistono molte altre cose che i giornalisti non pubblicano. Clinton mentì ma nessuno e morto per le sue bugie. Bush suppose che il mondo cristiano avrebbe sconfitto il mondo musulmano, non per la sua cultura laica, ma attraverso la religiosità.
Bush ha ignorato i diritti civili introducendo le intercettazioni telefoniche senza processo giudiziale. Bush nega l'Habeas Corpus, le dichiarazioni firmate, il congedo di avvocati federali per motivi politici. Bush mantiene il centro di detenzione di Guantanamo, violerebbe i diritti umani delle persone ivi detenute e giustificherebb e la tortura. Bush si oppone al matrimonio gay, promuove il matrimonio etero, è insensibile al problema degli omosessuali. Bush ripudiò il Protocollo di Chyoto. Bush ereditò una economia sana, aumentò il deficit fiscale, non ha combattuto la povertà crescente e nemmeno la disuguglianza sociale nel paese più ricco del mondo.
Bush non ha avuto seri compromessi con le scienze e con l'educazione scolastica. Bush ebbe nel governo cattivi collaboratori: Brown, Aschcroft, Rumsfeld, Libby, Cheney, e fuori lo scandalo Wolfowitz.
Il luogo dove i diritti umani vengono violati è il carcere, nei regimi conservatori liberali di ordine costituzionale, esiste la tortura per ragioni politiche ufficializata sotto un governo che di fatto si dichiara "anticomunista"
Il problema carcerario è mondiale e mondializzato ma è un tema che nessun governo toccherà mai, solo ognitanto quando qualche fatto mostra la punta dell'iceberg, altrimenti nulla cambia perchè alti interessi corporativi politici impediscono drastici cambi, e non solo dentro, ma anche fuori dalle prigioni, perchè qualunque establishment coporativo di un dato Stato impedisce il cambio, solitamente la storia del sistema carcerario e poliziale è il settore più oscuro della vita sociale. Tale violenza strumentale non ha ideologia politica, corrisponde per i metodi ad uno sviluppo repressivo della fase industriale di quella data civiltà, per metodo, perchè la tortura repressiva è sempre esistita.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Werner 2013-05-17 11:32
La Bonino è uno dei cancri del nostro paese da 40 anni a questa parte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2013-05-18 12:04
E facile rasegnarsi e dire che tal ministro è fanatico, è un cancro, ci si ferma alla superficie.
In Cina, in USA, in Danimarca, nel Madagascar, ci piaccia o meno, le forze armate di uno Stato abilitate alla repressione del delitto sono la Polizia, e da noi anche i Carabinieri. Ma chi dirige qusta Polizia? Quali sono i delitti che bisogna reprimere per uno Stato a cui si appartieene?
Se un governo nazionale è incapace di di destricare questa faccenda a fondo, con il Servizio Penitenziario allora che cosa ci aspetta? Lo vediamo il femminicidio dilagante, che non è ideologia.
Ho nominato Bush quale meblema di corporazione carceraria, giudiziale, per porre l'accento sul fatto che i governi sono passati e passano, ma loro restano con antiche usanze più o meno ricondizionate o esarcerbate, ma la scuola c'è, la società ha ricevuto solo nell'ignoranza il messaggio della violenza impune istituzionalizz ata, pur di mantenere lo stautus quo con le sue cattive abitudini che si incistano dnel tessuto sociale ed anche tra i dirigenti politici.
Che tutto cambi, ma che tutto proceda uguale, quindi ciò che cambiò Bush, e poi ciò che cambiò da noi, non cambierà perchè predominano i condizionamenti precedenti, nessuno vuole compromettersi, tutto va alla deriva e si perde il "fuoco" della fotografia Italia, come se non fosse nulla di cui preoccuparsi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Marcello Anzil 2013-05-18 22:20
"... donne sospettate di compiere sortilegi, malefici, fatture, legamenti, o di intrattenere rapporti con forze oscure ed infernali dalle quali ricevere i poteri per danneggiare l'uomo". Questa, è la definizione di "strega". Che altro mai aggiungere al riguardo ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Tom Braun 2013-05-26 17:59
Fini è figlio di madre ebrea, quindi ebreo completo, secondo la legge ebraica. Questo suo odio per il cristianesimo forse parte da lì.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BERTIEBOY 2013-05-28 09:53
Massimo Fini è di madre ebrea e di padre cattolico, come lui stesso ha detto in una intervista. Un po' come il produttore, attore e parlamentare Luca Barbareschi, di madre ebrea e padrecattolico. Forse il loro dimenarsi tra le due Culture e Anime, l'Ebraica e la Cristina , nasce da qui.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BERTIEBOY 2013-05-28 09:56
...e voglio aggiungere che Massimi Fini è in ogni caso un Intellettuale "fuori dal Coro" ed è sempre un piacere leggerlo per le sue tesi controcorrente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-06-01 13:51
... e bisognerebbe anche ricordare quanto sia erroneo e ingannevole citare gli "Ebrei" quale stirpe o discendenza di una stessa ed unica gente, giacché, sin dai tempi dei faraoni, parte dei veri treccioluti-talmudici-oriented ebrei furono aggressori, schiavisti, predatori specializzati, con l'aiuto di Satana in persona, di altri abitanti e/o passanti da quelle parti nei deserti, che non poterono far altro che lasciarsi conquistare e poi aggregare quali fedeli ebrei! (la storia ne fornisce inconfutabili prove etc.)

Del resto basta osservarli, per riconoscere che taluni fra loro, sono di totale diversità anatomica e culturale ... e con ciò?

Non dimentichiamo alcuni bravissimi, ed elogiabili fra di essi "ebrei" ...

Ad esempio, il noto linguista di fama mondiale Noam Chomsky, del quale suggerirei (con il permesso di FDF) la lettura di:

1) 11 Settembre - Le ragioni di chi? - Marco Tropea Editore

2) Atti di aggressione e di controllo - come sopra di MTP

3) La democrazia del grande fratello (un indispensabile antidoto alla TV e alle bugie dei media) Edizioni Piemme

... insomma gli schiavetti lustraculo del TG2 non è che ce le raccontino bene certe storielle ... sono agli ordini di "Bibbi Cul-del-Gnau", in attesa di trovare nuovo impiego e salario a Tel-A-Viv ... speriamo che ce la facciano!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-06-01 14:09
Caro Monaldo,

ancora a proposito di Massimo Fini, Lei ha ragione affermando che paragonare Santa Caterina alla diabolica Bonino è cosa per lo meno blasfema.
Ora ammetto di aver letto i commenti di M. Fini troppo in fretta, ostregazza!

Tuttavia, ripeto che molti sue affermazioni e suoi scritti (di massimo Fini) sono intenzionalment e provocatori ... ma con intenti di denuncia di alcuni democratici paesi e personaggi come quelli da lui (Massimo Fini) descritti ad esempio nel suo saggio "Il vizio oscuro dell'occidente - manifesto dell'antimodernità- Marsilio editore ) un librettino di 70 pagine nel quale NON ce n'è una sola (pagina) che non meriterebbe analisi, dissertazioni, commenti etc. di veri esperti(onesti) di Storia, di Cultura e di Geopolitica etc.

Purtroppo questi sono capitoli e argomenti per i quali bisognerebbe disporre di almeno 12 ore giornaliere di accesso al PC (leggasi Personal Computer e NON Partito Comunista, please!) affrancati da nipoti e nipotine di turno ... chiaro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# carlo maria PG 2013-06-06 18:05
Beh Fini come molti laiconi la mena con questa inesistente crudeltà cattolica..studiasse di più la storia e poi vediamo chi erano..suvvia i veri più crudeli
E' vero la bonino ha molto potere, sempre e riverita, guarda un pò da chi bravo Fini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# BULEGH 2013-06-09 11:38
Difficile, anzi sciocco cercare un qualche singolo paragrafo da ricordare qui quanto scritto da Massimo Fini a proposito del suo saggio «Il vizio oscuro dell'occidente».
Andrebbe riletto e commentato dall'inizio alla fine.
A parte alcune sue inesattezze o apostasie o intenzionali provocazioni, vi sono qui altre considerazioni, moltissime, tuttora di grande attualità.

Mi si consenta di citare un'affermazione (scelta aprendo il libro, quasi casualmente), a pag. 11:

[M. Fini:] Goethe nel Faust mette in bocca a Mefistofele «Io sono lo spirito che vuole eternamente il male e opera eternamente il bene». Il paradosso dell'occidente è credersi il Bene, di volere eternamente il Bene e di operare eternamente, in una sorta di eterogenesi dei fini, il Male. E il vizio di fondo sta proprio in questa distinzione manichea fra Bene e Male e nella pretesa prometeica di aumentare continuamente il Bene a spese del Male, cancellandolo dalla faccia della terra, mentre nella realtà Bene e Male sono due facce della stessa medaglia e concrescono insieme, tanto più grande è il Bene, tanto più grande sarà il Male."

[Bulegh: quest'ultima di M. Fini sembra, anzi è proprio una gran fesseria. QualcUNO probabilmente la pensa e opera diversamente verso la vittoria finale e definitiva del Bene sul Male!]

Poi, su problematiche di maggiore aderenza e attualità terrena, M. Fini dichiara a pagina 57:

"La Rivoluzione industriale, poi razionalizzata dall'Illuminismo, nelle sue due varianti, liberale e marxista, può essere quindi considerata come la combinazione di questo duplice ribaltamento in cui l'uomo viene subordinato ad esigenze, economiche e tecnologiche, che in qualche modo lo trascendono. Il lettore avrà sentito dire mille volte da economisti, da politici, da sindacalisti: «Bisogna stimolare i consumi per aumentare la produzione». Se la si guarda bene questa frase è paranoica. Noi non produciamo più per consumare, ma consumiamo per produrre. Il meccanismo non è al nostro servizio, ma noi al suo, siamo i tubi digerenti, i lavandini, i water attraverso i quali deve passare il più velocemente possibile ciò che altrettanto rapidamente produciamo. Siamo il terminale uomo. Anzi non siamo più nemmeno uomini, ma consumatori. E nemmeno consumatoricosc ienti e volontari, ma ranocchie che, opportunamente stimolate, devono saltare anche quando vorrebbero star ferme, per non inceppare l'onnipotente meccanismo che ci sovrasta.
Questa non è una degenerazione del modello, è la sua intima essenza. Se ne era già accorto anche Adam Smith [in La ricchezza delle Nazioni] ...

[Adam Smith:] "Il consumo è unico fine e scopo di ogni produzione; e l'interesse del produttore dovrebbe essere considerato solo nella misura in cui esso può essere necessario a promuovere l'interesse del del consumatore. Questa massima è così chiaramente evidente di per se stessa che sarebbe assurdo cercare di spiegarla. Ma nel sistema mercantile lìinteresse del consumatore è quasi costantemente sacrificato a quello del produttore; e tale sistema sembra considerare la produzione e non il consumo come il fine e lo scopo definitivo di ogni attività e di ogni commercio".

[M. Fini:] "Ma il paradossso è destinato ad andare ancora oltre. La tendenza è infatti che noi non si consumi nemmeno più per produrre, ma si produca senza consumare ... L'uomo che vive nel «migliore dei mondi possibili» sconta poi una paurosa perdita di identità. L'omologazione è una conseguenza ovvia della globalizzazione e della mondializzazion e che esigono e presuppongono una omogeneità, omogeneità di stili di vita, di consumi, di istituzioni. Ma la perdita di identità non è solo il pedaggio che
nella nostra espansione, necessitata dalle esigenze profonde della nostra economia e legittimata da un pensiero totalitario che si ritiene portatore del Bene, abbiamo fatto e stiamo facendo scontare a tutto il mondo «altro», distruggendo culture, lingue, specificità, territori, ma l'abbiamo pagata anche noi, sulla nostra pelle e per primi, come singoli individui del mondo occidentale.

[Bulegh: ] Qui M. Fini non ha tutti i torti, anzi! Oggigiorno (e notte), sempre più numerosi sono coloro che son costretti a produrre senza consumare, mentre taluni altri (dirigenti/funzionari del M5S? Pdl PD EQUITALIA etc.) riescono a consumare di tutto senza mai produrre nulla ... alla faccia di li vota! Ma non bisogna dimenticare che altri ancora hanno escogitato e suggerito un'alternativa al discorso delle due facce del Bene/Male descritta sopra da M. Fini, come soluzione alle deleterie conseguenze causate dalle due opposte ideologie e mercanzie dei mondi "liberal-capitalisti" e degli "scaltrissimi-marxisti-leninisti". Insomma altri raccomandano il DIGIUNO qual miglior via d'uscita! Il digiuno?

Ostregazza, perché mai il DIGIUNO? Anche quando il proprio stomaco è vuoto?

Speriamo che Adam Smith, oppure Max Weber, o meglio ancora l'attuale Papa Francesco, ce la spieghino meglio questa situazione!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# brenno 2013-08-17 22:21
Certo,fini è un cattivone,peggi o,come è noto,detto da lui stesso...è un ..di madre..poi offende pure i cunesi,...Ma chi è l intellettuale d area cattolica che ha mai attaccato la tizia in questione con la stessa forza?
Cosa fanno? cosa dicono?
O muti o qualche lamentoso belato pretesco.
Fini in questo caso e altri fà e dice quello che la marcia e complice o ben che sia imbelle intelligenza Cattolica dovrebbe fare e dire con ben più forza e autorità invece di distribuire bandierine arcobaleno nelle case dei credenti durante le benedizioni pasquali,eviden temente la croce non è più un simbolo di pace...
Altro che permettergli di entrare in una chiesa ...il SP avrebbe dovuto cacciarla e dirgli torna quando ti sarai confessata e quando sarai nella grazia di Dio.
Invece si attacca chi,certo non da cattolico,dice quello che i cattolici dovrebbero dire.
boh.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità