>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Papa Francesco ha «visto»?
Stampa
  Text size
Probabilmente alcuni lettori lo sanno già; io l’ho saputo solo ieri da un amico. A Buenos Aires, nel 1996, un’Ostia consacrata si sarebbe trasformata in sangue e carne. Il 18 agosto di quell’anno, un prete di nome Alejandro Pezet, mentre distribuiva le Comunioni, fu avvertito da una donna che qualcuno aveva gettato una particola su un candelabro, nel retro della chiesa. Il sacerdote raccolse l’Ostia, che era tutta sporca, e la mise in un contenitore pieno d’acqua e depose il tutto nel tabernacolo – pare – in attesa che il dischetto di acqua e farina si sciogliesse (sembra si faccia così in questo casi, chiederei conferma a chi ne sa). Otto giorni dopo, il 26 agosto, il sacerdote vide che l’Ostia nel tabernacolo, lungi dall’essersi dissolta, s’era tramutata in una sostanza sanguinolenta. Il cardinale Bergoglio, avvertito, dispose di far fotografare l’oggetto: le foto furono scattate il 6 settembre da un fotografo professionista e indipendente. Poi la particola fu riposta nel tabernacolo e lì è rimasta per anni, senza che la cosa si sapesse.

Tre anni dopo, dato che la materia non si era ancora decomposta, il cardinal Bergoglio incaricò un medico che già s’era occupato di fenomeni preternaturali, Ricardo Castanon, di prelevare un campione del materiale per farlo esaminare. Il prelievo avvenne il 5 ottobre 1999 davanti a rappresentanti del Cardinale. I campioni furono analizzati da un laboratorio di Buenos Aires, che decretò: si tratta di muscolo di cuore umano, con globuli bianchi ed emoglobina. La cosa che attrasse l’attenzione dell’analista di laboratorio fu questa: che il lacerto di muscolo cardiaco ancora batteva ritmicamente mentre era sotto il microscopio, come se fosse ancora vivente. Ed erano passati già tre anni dalla prima manifestazione del fenomeno.

Nel 2002, il dottor Castanon pensa di inviare i campioni anche a New York, al laboratorio di Frederick Zugibe: un luminare della medicina forense e della cardiologia, a quel che appare dalla sua biografia sul web.

Il laboratorio non fu informato che il reperto era, all’origine, una particola di pane consacrato. «Il campione è muscolo cardiaco, parete del ventricolo sinistro, vicino alle valvole», ha dichiarato l’analisi. Il professor Zugibe ha aggiunto: «È il cuore di una persona che è stata molto maltrattata; il cuore porta lesioni che dicono che è stata colpita duramente, è stata torturata». Ma inoltre, Zugibe ha chiesto a Castanon: «Mi deve spiegare come ha tolto il cuore da una persona che era viva al momento del prelievo, come dimostra il fatto che mentre lo esaminavo la muscolatura pulsava ancora , e il reperto contiene ancora tanti globuli bianchi: i quali muoiono pochi minuti dopo essere tolti da un organismo vivente». Solo allora gli è stato rivelato che quella era una particola, trasformatasi in tessuto umano molti anni prima. (Milagro Eucaristico Buenos Aires Argentina)





Da una rapida indagine, scopro che i miracoli eucaristici sono molti, più di un centinaio, ed uno sarebbe avvenuto il 23 maggio 2003 ad Ostina presso Firenze, quando un’ostia si sarebbe trasformata in carne e sangue tra le mani del sacerdote celebrante, don Paolo Faroni, salesiano. Dico «sarebbe», perché tre vescovi si sono rifiutati di avviare un’indagine sul fatto, come denunciano esasperati i fedeli locali; ed anche il miracolo eucaristico di Buenos Aires pare sia rimasto senza alcuna conferma da parte della Chiesa, e del cardinal Bergoglio.

La tentazione di criticare la Chiesa sarà forte. Ma io trovo molte buone ragioni a questa riservatezza. Non siamo più ai tempi del primo grande miracolo eucaristico, quello medievale di Bolsena, che fece indire la festa del Corpus Domini; oggi non c’è più una cristianità di popolo pronta a cadere in ginocchio esclamando «Mio Signore e mio Dio!», come Tommaso davanti alle ferite di Gesù risorto, davanti al sangue sprizzato da una particola. La Chiesa verrebbe più facilmente schernita per la sua «superstizione», che creduta ed onorata. Oggi, l’evento pubblicizzato non spingerebbe a credere i più, anzi ecciterebbe l’incredulità «scientifica», quando non l’odio vero e proprio degli odiatori della Chiesa, esponendo le Ostie nei tabernacoli ad ancor più sacrilegi.

L’accertabilità dei fatti sarebbe messa in dubbio con mille ragioni: il professor Zugibe, d’origine portoghese, è cattolico ed ha scritto un libro sulla Sindone, a favore della sua veridicità; Castanon è parimenti credente (lo è diventato), e ciò porterebbe gli iper-critici a dichiarare che i ricercatori sono già pregiudizialmente a favore della natura soprannaturale del fatto. Inoltre, si tratterebbe di abbandonare i reperti sanguinosi alle indiscrezioni e alle manipolazioni strumentali senza riguardo – e senza utilità, per la fede – di analisi scientifiche: e proprio chi crede – o sa – che quello è il vero Cuore palpitante di Cristo Nostro Salvatore, ha ritegno e pudore a metterlo in quelle mani, e farlo analizzare da strumenti invasivi. È come assegnare alla scienza il giudizio ultimo, far dipendere da essa la nostra fede (ricordiamoci di come la «scienza» trattò la Sindone). E la scienza non sarà mai l’ultima istanza; per chi crede, l’Ultima Istanza è Gesù, che può fare questo ed altro.

Meglio, dunque, il silenzio e il riserbo della Chiesa. Quel miracolo eucaristico sta comunque operando conversioni, in anime pronte a lasciarsi sconvolgere da quel reperto che continua a pulsare, a confermare che «io sono la Vita», e «la mia Carne è vero cibo, il mio Sangue vera bevanda», e a testimoniare la terribile sofferenza della Passione reale, carnale e fisica.

A me, se posso dirlo, indica la diversità assoluta della nostra fede rispetto alle altre, pur rispettabili, religioni. Qui non c’è mistica riflessione, un pensiero teologico, è superato d’un balzo ogni esoterismo (1): qui c’è il crudo dato di fatto. Un Cuore d’Uomo che ci attende nel tabernacolo, sanguinante come allora, scoppiato di sofferenza e di tortura per noi, e che vuole unirsi a noi. Solo occasionalmente, esso è nascosto sotto le specie di pane e vino; ma talvolta rivela la sua carnale fisicità.

Un fatto davanti a cui ammutolisce ogni riflessione teologica, ed ogni confronto con buddhismo, islam, vedantismo. Trovo più comprensibile, davanti a questo pezzo di ventricolo sinistro palpitante sotto il microscopio, la decisione con cui Pio XII, nell’enciclica Haurietis Aquas, invitava alla adorazione del Sacro Cuore, inteso come cuore fisico e carnale dell’uomo che fu Gesù fra noi

«Non è giusto dire che la contemplazione del cuore fisico di Gesù impedisce il contatto più intimo con l’amore di Dio (...). La Chiesa respinge senz’altro questo falso misticismo», scrisse il grande amato Pontefice: «Egli fu provvisto di un cuore fisico, in tutto simile al nostro (...). Pertanto il Cuore di Gesù Cristo, unito ipostaticamente alla Persona divina del Verbo, dovette indubbiamente palpitare d’amore e di ogni altro affetto sensibile», per cui «nel ritmo pulsante del Cuore del Redentore nostro, non meno vivo e sensibile del nostro, dovettero indubbiamente produrre le passioni del suo animo e il ridondante amore della sua duplice volontà, divina ed umana, essi mettono però in evidenza l’amore e tutti gli altri sentimenti con esso connessi, cioè: il desiderio, la letizia, la tristezza, il timore, l’ira, secondo che si manifestavano attraverso il suo sguardo, le parole, i gesti».

Lui, è Lui in carne che ci si consegna nell’Eucarestia. È quello che ingeriamo – ahimè con troppa superficialità da parte mia , pensando ad altro, senza sentire la Sua sofferenza reale e presente. Francesco, il pastorello di Fatima, che sarebbe morto di lì a poco, lo chiamava «il Gesù nascosto», e da ultimo gli pareva più utile, piuttosto che andare a scuola, «stare in chiesa vicino a Gesù nascosto». Quanto temo per me, che sono andato a tutte le scuole, non escluse le peggiori... quanto tempo abbiamo perso, mentre tra noi c’era il Cuore pulsante e sanguinante da amare e compassionare, e magari – quanto è difficile – imitare! Mi sostiene il pensiero che Papa Francesco, quando ha indetto la recente adorazione eucaristica su scala mondiale in un’ora prefissata, in tutte le chiese del pianeta, sia stato mosso dalla fede viva di uno che «ha visto». Mi pare di veder questa fede anche quando eleva il calice nella Messa, e lo guarda con tremore e timore, in una intimità che nulla ha di formale... E mi affascina il ritegno di Papa Francesco a dare, lui di persona, la Comunione a individui di cui non sa se sono in grazia. (Perché Papa Francesco non dà la comunione)

Ma forse esagero. Forse no: Cristo non condannò Tommaso per l’incredulità, anzi lo contentò:

«Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!”. Rispose Tommaso: “Mio Signore e mio Dio!”».

Solo, ha dichiarato beati noialtri. «Gesù gli disse: “Perché mi hai veduto, hai creduto: beati coloro che non videro e tuttavia credettero!”».

Possiamo noi essere di questi beati.




1) Come noto, nell’Islam permane una irriducibile inconciliabilità fra la sunna coranica, che mantiene il limite e la separaziono fra l’uomo e Dio, e l’accesa mistica sufi, che conoscerebbe l’unione mistica, senza residui. Al Hallaj, il più grande mistico, fu suppliziato nel 922 a Bagdad con la crocifissione (a cui si aggiunse il taglio di mani e piedi) perché ritenuto eretico e «segretamente cristiano» contro il monoteismo coranico; altri studiosi lo sospettano di essere influenzato dal monismo vedantico. Aveva infatti proclamato: «Non c’è più nessun velo tra Lui e me, neppure un batter d’occhio, il tempo che io trovi il mio riposo, in modo che la mia umanità perisca nella sua divinità, mentre il mio corpo si consuma nelle fiamme della Sua onnipotenza: cosicché non ne resti più alcuna traccia, alcun segno, alcuna descrizione». E fin sulla croce, Hallaj riconobbe che i suoi carnefici musulmani lo suppliziavano «in nome di Dio», per «la forza della loro fede nell’unicità di Dio e il rigore della legge scritta» a cui restavano legittimamente obbedienti. Di qui il necessario «esoterismo»: si riferisce che il suo maestro Junaid gli avrebbe detto: «Hallaj, stai attento al Segreto di Allah. Non lo dare a coloro che non possono comprendere». Una commentatrice nota a questo proposito, e per confronto, «l’unicum cristiano, dove il mistero della comunione dell’uomo con Dio si fonda sull’Incarnazione (di vero Dio e vero Uomo) e sulla mediazione ontologica del Cristo», che rende possibile la compresenza di devozione ed unione senza residui. «Non sono più io che vivo, ma Dio vive in me». È il cuore fisico di Gesù, carnale e sanguinante, che ci rende così favoriti (ma io spero che Hallaj, come ha detto, riposi oggi su quel Cuore). Chiunque si salva, è per Cristo che si salva.



L'associazione culturale editoriale EFFEDIEFFE, diffida dal copiare su altri siti, blog, forum e mailing list i suddetti contenuti, in ciò affidandosi alle leggi che tutelano il copyright.   


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Longi185 2013-06-05 14:47
da leggere
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gabriele.sirocchi 2013-06-07 14:49
Grazie direttore. Gabriele.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EMERICH 2013-06-05 15:02
Ho i brividi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hermann 2013-06-05 15:05
Credo invece che questi fatti siano ben noti a chi governa il mondo e che, per questo motivo, la Santa Comunione sia continuamente oggetto di interesse e di infamia: La si vuole privare del significato cristiano, La si vuole svilire, nemmeno ridurre a puro simbolo come per i protestanti, proprio considerare una specie di "merenda" conclusiva di una cerimonia.
Spero veramente che il Papa voglia pronunciare parole chiare contro questi ignobili tentativi di infangare il Corpo di Cristo e che impedisca a qualsiasi costo a chi non è in regola di accostarsi alla Comunione: fino ad ora mi pare di non aver sentito nulla in proposito.
Mi scorrono le immagini del film "I predatori dell'arca perduta": là i nazisti (sempre loro, i cattivi) volevano impadronirsi dell'Arca dell'Alleanza (definita in una scena "una trasmittente per parlare con Dio") per vincere la guerra e dominare il mondo. Per certi aspetti qui sembra che rendere disponibile a tutti la Comunione voglia portare l'uomo su un piano di parità con Dio e in ultimo a sostituirsi ad Esso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antonoi51 2013-06-05 15:37
Articolo eccezionale. Avanti così direttore, prego quotidianamente per lei.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lorenzo 2013-06-05 15:55
Bellissimo, e vengo reso degli stessi dubbi, nel volere poterne discutere con altri di questo stupendo articolo.
E allo stesso modo probabilente sarei deriso , osteggiato , accusato di "cannibalismo" come tutte le volte in cui ho cercato di discutere della divinità del Cristo, pur di fronte anche all'evidenza.
Quanto è grande il mio timore di perdere la strada, nel sbagliare anche una sola virgola in quelle discussioni, non per aprire gli occhi a persone che non vorranno mai aprirli , ma nella speranza di dare un lume a chi gli occhi rischia di chiuderli.
Perchè quando guardo la strada essa è più sottile del filo di una lama, sopratutto con la possibilità che sia sbagliato anche solo provare a mettere un passo su tale impervia via.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi 2013-06-05 16:05
Grazie e Bravo, Maurizio. Un articolo tutto cristiano e tutto antignostico. Ti segnalo, però, che ben prima di Bolsena ci fu il miracolo eucaristico di Lanciano, in provincia di Chieti, che è ancora lì, nella chiesa dei cappuccini, visitabile ed ammirabile. Siamo nel VII secolo, un monaco basiliano (la chiesa era all'epoca custodita da quell'ordine "bizantino") dubitò durante la consacrazione ed il pane si trasformò in Carne ed il vino in Sangue. Analisi scientifiche, istologiche, effettuate dall'Università di Chieti nel 1971 e confermate anni dopo da una Università straniera: la Carne è un Cuore Umano al completo, ancora "vivo", e il Sangue è Sangue umano, anch'esso ancora "vivo", del gruppo AB, lo stesso gruppo sanguigno del Sangue presente sulla Sindone ed in tutti i miracoli eucaristici conosciuti, compreso quello di Bolsena. Il gruppo AB è il gruppo sanguigno prevalente tra le popolazioni semitiche.
Cari saluti.

Luigi Copertino
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maurizio Blondet 2013-06-05 22:09
Ben conoscono il miracolo di Lanciano; ho parlato di miracoli eucaristici più recenti. Il dottor Castanon, che ha studiato il caso, dice che i pezzo di cuore conservato a Lanciano e quello argentino "sono della stessa Perrsona".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# albano02 2013-06-05 16:27
Credo che non ci sono motivi di nessun tipo per nascondere la verita'....se Dio si manifesta lo fa' per un bene molto grande ,allora dovremmo dire che era meglio che Dio non si incarnava, altrimenti molti lo avrebbero rifiutato ed il diavolo si sarebbe scatenato a perseguitare i Cristiani, e la scienza avrebbe preso in giro Dio ed i francesi avrebbero fatto la rivoluzione e creato un bel problema.Molti vanno in Paradiso e molti invece rigiutano Gesu' e non ci vanno......allora era meglio che non veniva?Per cortesia. Quante conversioni ci sarebbero rivelando i miracoli che vengono dati da Dio proprio epr essere pubblici? Mi dispiace sig. Blondet, come giornalista la apprezzo ,ma come teologo e' meglio che ci vada cauto cosi' come per la questione degli ortodossi in un precedente articolo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ducadegliabruzzi 2013-06-05 18:13
Citazione albano02:
Credo che non ci sono motivi di nessun tipo per nascondere la verita'....se Dio si manifesta lo fa' per un bene molto grande ,allora dovremmo dire che era meglio che Dio non si incarnava, altrimenti molti lo avrebbero rifiutato ed il diavolo si sarebbe scatenato a perseguitare i Cristiani, e la scienza avrebbe preso in giro Dio ed i francesi avrebbero fatto la rivoluzione e creato un bel problema.Molti vanno in Paradiso e molti invece rigiutano Gesu' e non ci vanno......allora era meglio che non veniva?Per cortesia. Quante conversioni ci sarebbero rivelando i miracoli che vengono dati da Dio proprio epr essere pubblici? Mi dispiace sig. Blondet, come giornalista la apprezzo ,ma come teologo e' meglio che ci vada cauto cosi' come per la questione degli ortodossi in un precedente articolo.

"beati quelli che pur non avendo visto hanno creduto", e' difficile dire quale sia la posizione teologicamente piu' corretta. Non sappiamo quale siano i vari percorsi personali di ognuno ma la Fede e' un dono di Dio che deve essere accettato in piena liberta'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# 9zZ 2013-06-05 16:35
La consacrazione.
La base della nostra fede.
Quella che fa la differenza con tutte le altre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nahars 2013-06-05 17:32
tra l'altro mi pare di ricordare , solo con 23 invece dei soliti 46 cromosomi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stellapolare 2013-06-05 21:59
Non per niente io ho iniziato a ricevere l'Eucaristia dalle mani del sacerdote.
Dopo aver toccato almeno 8 mani per il segno della pace dopo il Padre Nostro, mi sembra di mancare di rispetto verso Gesù che vado a ricevere.
Poi le nostre mani non sono consacrate.
Io la penso così.
ciao Anna maria
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# duxcunctator 2013-06-07 19:27
Gesù è vero Uomo, Nahars. Oltre che vero Dio.
E, come vero Uomo: ogni Sua cellula contiene nel suo nucleo vero DNA Umano, composto quindi di 46 cromosomi.
Ogni Sua cellula, a parte i gameti: che, come accade ad ogni uomo, hanno un DNA composto da 23 cromosomi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# duxcunctator 2013-06-07 20:18
Citazione cgdv:
Detto questo, va da sé che ogni evidenza può essere negata ed ogni negazione può essere ritenuta valida qualora manchi la Fede. Infatti i miracoli sono corroboranti solo per chi si predispone ad accogliere questa Grazia divina o abbia la fortuna data a pochi di poter "toccare con mano".
Giuliano


No, Giuliano non è così.
Lei, come uomo di scienza, sa bene che non è vero che "ogni evidenza può essere negata".
I "fatti" non possono essere negati, quale che sia la forza apparente degli argomenti con cui si prova a farlo.
Se un pezzo di pane (non qualsiasi, ma quello che viene sottoposto a quello "strano" rito dopo il quale qualche centinaia di milioni di persone sulla terra dicono che suddetto pezzo di pane è diventato "qualcosa d'altro". E, in particolare, il "Corpo e il Sangue" di un Uomo morto -e poi, dicono quelle stesse centinaia di milioni di persone, addirittura risorto, con un Corpo "diverso" ed "eterno"- duemila anni fa) si "trasmuta" in un pezzo di carne.
E di carne umana.
E di carne umana appartente ad un cuore umano.
E di carne umana non in decomposizione (come avviene rapidamente per qualsiasi pezzo di carne, umana e non, non sottoposto a particolari trattamenti di conservazione) ma, ADDIRITTURA: vivente.
Vivente proprio nel momento in cui la si osserva sotto il microscopio.
Vivente nel momento in cui se ne misura la quantità di globuli bianchi.
Vivente in quanto risultante come appena "tagliata via" da un cuore vivente.

Allora, Giuliano, un uomo di Scienza che sia veramente tale: non può più negare l'evidenza.
Ma può solo ammettere di non avere alcuna risposta e che quello che gli succede davanti e sotto gli occhi e che può MATERIALMENTE constatare: è ben al di là di qualsiasi possibile aspettativa e possibile risposta che la scienza è in grado di fornire.

Sul fatto che ciò non coinciderà necessariamente con l'immediata esclamazione, seguita dalla genuflessione: "Mio Signore e mio Dio!" : concordo con lei,
Giuliano.

Purtuttavia, ciò non significa che l'onesto uomo di Scienza in questione possa ostinarsi nel "non può essere" fino a farlo diventare "non è".
Quel tipo di ostinazione non viene da una malintesa "fede" nella Scienza.
Quel tipo di ostinazione, che diventa poi esplicita negazione, ha un'altra origine.
Un'origine smaccatamente spirituale e che attiene ad una sorta di odio originario.
Nei confronti di Colui che per amore nostro Si lasciò uccidere duemila anni fa; e ancora ci dona in ogni Sacrificio incruento il Suo Corpo e il Suo Sangue, Vivi.

La Fede, Viva e Vera, è Dono di Dio, Giuliano, e non ce la possiamo dare da soli.
Ma qualsiasi battezzato quel Dono l'ha già ricevuto, al momento del Battesimo ricevuto da neonato: perché il seme della Fede gli è stato deposto, assieme alla Redenzione dal Peccato Originale, ovvero nella rimozione della sua macchia dall'Anima (essendo il Peccato Originale trasmesso per via generativa, e quindi genetica: inficia la stessa Anima, stante l'unità inscindibile di Anima e corpo che caratterizza la natura umana).
Poi, è vero, che per una serie di circostanze e di colpe che solo Dio è perfettamente in grado di pesare e di giudicare (e guai agli uomini che osano mettersi al Suo posto, in questo): la piantina generata da quel seme può essere morta in seguito.
E quindi si arriva a dire: "ho perso la Fede".

In ogni caso, la ricerca onesta e spassionata della verità è già cercare Dio ("chi cerca la verità, lo sappia o no, cerca Dio", diceva Santa Teresa Benedetta della Croce, al secolo Edith Stein).
E un cuore fondamentalment e onesto e sincero, per quanto gravato dalle conseguenze del Peccato Originale, e vieppiù non più possedente il Dono della Fede: di fronte a fatti evidenti, non arriverà mai a negarli.

E già il non negare, è in qualche modo accettare.
Ed è condizione che precederà l'accettazione piena, alla quale Dio stesso lavora alacremente -e con i tempi che Lui solo conosce- perché quell'Anima vi arrivi.

La saluto e l'abbraccio, Giuliano:
in Gesù e Maria
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2013-06-07 22:48
Imporsi di riprodurre la Sacra Sindone o di far colorare di rosso il pane azzimo in un laboratorio, portando avanti la questione a tempo indeterminato, è di per sé la più drastica intenzione e possibilità di negare ideologicamente l'evento miracoloso in spregio di qualsiasi altra evidenza. Se poi Dio vorrà aprire i cuori questa è altra questione.

In ambito puramente scientifico invece ci si aspetterebbe la non negazione dell'evidenza anche se accade (e come!) che venga negata in cattiva coscienza. Purtroppo ne so qualcosa.
Comunque grazie dell'osservazione che mi chiarisce anche da che bel punto di vista provenga.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Boanerghes 2013-06-05 17:51
E intanto, mentre la dittatura italiota si prepara a far suo il dogma omosessualista, il buon Francesco si preoccupa dell'ambiente:

http://www.corriere.it/politica/13_giugno_05/gay-pride-idem-boldrini_1deb7e1e-cde9-11e2-b79c-27069f42756a.shtml?fr=box_primopiano

http://www.teatronaturale.it/tracce/italia/16941-papa-francesco:-rispettare-e-custodire-il-creato.htm
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Barry 2013-06-05 17:51
Grazie per questo articolo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2013-06-05 18:35
Tra le quattro scuole coraniche quella che in genere fa tendere gli aridi di più a un letteralismo che uccide è quella hanbalita, seguita dalla sha'fita. Tuttavia, la cognizione per la quale le anime pure si sentono nutrite dalla presenza di Dio si trova in numerosi passi dell' "Asha're Gozide"- "Poesie scelte" di Khomeini. La "Combustione" perenne movente il cuore dei viventi è identificata con Allah, Dio sommo, così come il "calice d'ambrosia" è ivi una locuzione riferita all'Occhio divino in Sé Stesso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALANODELLAROCCA 2013-06-05 18:56
In un libro del 2010 Bergoglio spiegava che capita che ci siano alcuni che «si spacciano per cattolici ma hanno comportamenti indecenti di cui non si pentono». Proseguiva: «Per questa ragione in alcune occasioni non do la comunione, rimango dietro e lascio che siano gli assistenti a farlo, perché non voglio che queste persone si avvicinino a me per la foto. Si potrebbe anche negare la comunione a un noto peccatore che non si è pentito, ma è molto difficile provare queste cose». Insomma, papa Bergoglio ha sempre tenuto a evitare situazioni che potessero dare scandalo o creare confusione e sconcerto tra i fedeli: «Non voglio che queste persone si avvicinino a me per la foto».
Ah sì, eh… E allora la lavanda dei piedi fatta a non battezzati e a femmine, il ridimensionare la figura papale in ogni modo agendo su: vestiario, alloggio (invernale ed estivo), paramenti, atti liturgici e quant’altro, le foto insieme ad esponenti della massoneria ebraica nella cattedrale di Buenos Aires concessa per una celebrazione non cristiana, questo non crea scandalo o confusione e sconcerto tra i fedeli? Non doveva il pastore, secondo il verbo dello stesso vescovo di Roma, puzzare dell’odore delle pecore, per quanto era loro vicino nella carità? E la prima carità in ordine di tempo non è forse portare Cristo all’uomo? O è portare se stessi e le proprie personali idee, anche quando non sono allineate con il Magistero della Chiesa? Guarda caso, lo sconcerto viene invece chiamato in causa quando si tratta sempre di qualcosa che ha a che fare con la suprema dignità di Dio, dell’onore che gli si deve in quanto creatore e redentore. Lì sì che si sta molto attenti alla sensibilità religiosa delle pecore, fosse mai che si ritrovino a dare la lode al vero Dio…
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alexi 2013-06-06 09:10
questo non crea scandalo o confusione e sconcerto tra i fedeli? No, non mi sembra... calmi la boria e vada a trovare il Santissimo, si sentirà più sereno!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Karl 2013-06-06 10:08
"I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: «Costui accoglie i peccatori e mangia con loro»"
Il Vicario di "Costui" si permette ora di lavare i piedi a non battezzati e femmine ! Che scandalo, che scandalo !
Scusate, vado a stracciarmi le vesti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2013-06-05 18:57
Grazie:mi ha fatto tremare e inginocchiare...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2013-06-05 19:48
Chi non confessa Cristo confessa il demonio disse Papa Francesco appena eletto nella sua prima omelia da Vescovo di Roma.

Se però per confessare Cristo si debbono tacere o persino nascondere i miracoli eucaristici come questi, allora io sinceramente cosa significhi confessare Cristo credo di non averlo ben capito.

Speriamo che Nostro Signore mi consenta di capirlo e che in tal modo si eviti anche lo "spreco" di miracoli del genere, che anzichè essere di aiuto alla fede ed alle conversioni di tanti (il più numerosi possibile), vanno taciuti per evitare alla chiesa di essere derisa. Chissà perchè avvengono questi miracoli "inopportuni e fuori moda". La scienza non serve, i miracoli eucaristici neppure dunque.

Una cosa però mi chiedo. Tommaso credette perchè vide e beati qualli che senza vedere crederanno, ma questo cosa significa? Mica che Tommaso non è salvo?

Forse allora possono essere beati anche quelli che credono vedendo?

Che sarebbe stato di Tommaso se non fosse stato contentato da Gesù?

Che sarà di tutti quelli che potevano credere al miracolo e di conseguenza convertirsi, ma per evitare derisioni alla Chiesa, non ne hanno potuto sapere nulla?

Come si vede sul piano logico il ragionamento non fila proprio.

Da parte mia non giudico,ma prego perchè coloro che sono nella responsabilità di decidere su cose come questa facciano quello che a Dio è gradito, perchè in caso contrario, quel Cuore Sacratissimo e pulsante e quel Sangue Preziosissimo, diverrebbe il cibo di chi mangia e beve la propria condanna.

Che Dio Misericordioso abbia pietà di noi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stefi 2013-06-05 20:09
caro Blondet ....non crede che il Signore non fa mai niente di inutile????? ci onora con prove tangibile della sua presenza viva e vera in quel pezzettino di Ostia e noi arzigogoliamo pensando se è il caso o meno di pubblicizzarlo....ma quando la smetteremo di fidarci più di noi che di LUI? FIAT
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea V. 2013-06-05 20:51
Articolo che infonde speranza anche a un dubbioso ( ne di qua, ne di la) come me.

Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# celligius 2013-06-05 20:52
Forse dovremmo tornare alle catacombe, nasconderci, salutarci per strada con segni particolari, non farci catalogare come credenti. Se cose così "immense" succedono dovrebbero essere gridate dal mattino alla sera e, in tutte le chiese, i fedeli dovrebbero essere informati. Invece c'è riserbo, moderazione, misura, forse dubbio. Signori si comincia così, e poi piano piano si finisce con un Papa senza fede che si dimette.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi B. 2013-06-05 21:19
Dove altro potrei trovare tesori simili?
Grazie Direttore e grazie anche a Luigi Copertino per la sua postilla,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# desertorosso 2013-06-05 22:04
Spettacolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sentinella1 2013-06-05 23:23
Bravo Direttore! Il far sciogliere l'ostia consacrata in una bacinella d'acqua è il modo abituale e corretto per farla diventare 'sconsacrata', in quanto gli accidenti, che permangono anche dopo la consacrazione - e senza i quali prima non ci sarebbe stata neppure la possibilità che potesse succedere la presenza reale, perché la particola di frumento da consacrare ha la sua sostanza ma anche i suoi accidenti, tra i quali l'ESTENSIONE, grazie alla quale crediamo che la sostanza del pane è presente in quella particola -, per cui se non c'è più l'apparenza naturale del 'pane-particola' perché l'accidente della "estensione" è di fatto 'sparito' sciolto nell'acqua, simultaneamente non c'è più neanche ('sparisce') la presenza reale di Nostro Signore Gesù Cristo. Per ulteriori precisazioni, si veda il bellissimo libretto di P. Roberto Coggi O.P. "Dialogo sull'Eucaristia" E.S.D. Bologna.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ferdinando II 2013-06-05 23:25
Grazie. Bellissimo. Blondet, lei è un dono del Cielo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2013-06-05 23:34
Personalmente sono fermo al miracolo eucaristico di Bolsena, così come me lo hanno raccontato alle elementari ed alle medie i religiosi dei Collegi che ho frequentato. Naturalmente vari ricercatori si sono preoccupati di dimostrare che questo fatto non ha niente di miracoloso e ci spiegano che è un semplice fenomeno microbiologico in quanto la formazione di una mucillagine rosso vivo simile al sangue, avviene su pane anche azzimo (Bennet e Bentley) e comunque su alimenti ricchi di amidi in ambiente caldo e umido a causa del batterio serratia marcescens definito "molto comune". Se così fosse, la domanda da porsi è perché un'evenienza capace di manifestarsi tramite mezzi così "comuni" e semplici necessiti di dimostrazioni condotte in Laboratori universitari, anziché essere un dato di fatto normalmente acquisito da innumerevoli testimonianze nel tempo.
Lo stesso riproduttore di Sindoni Luigi Garlaschelli (che ha eseguito esperimenti definiti positivi sviluppando su pane il fenomeno) riesce a citare solo sporadici e confusi episodi del passato a sostegno delle sue ricerche negazioniste.
Detto questo, va da sé che ogni evidenza può essere negata ed ogni negazione può essere ritenuta valida qualora manchi la Fede. Infatti i miracoli sono corroboranti solo per chi si predispone ad accogliere questa Grazia divina o abbia la fortuna data a pochi di poter "toccare con mano".
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# SART 2013-06-05 23:38
Tommaso ha visto ed ha creduto.
Bergoglio ha visto e...
Ed ha creduto che Cristo non è indispensabile per la salvezza eterna di ogni uomo:

http://giacintobutindaro.org/2013/05/26/secondo-papa-francesco-anche-gli-atei-vanno-in-paradiso/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NominorLeo7 2013-06-06 15:35
perché citi un sito evidentemente eretico calunnioso ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# antaratman 2013-06-06 00:06
La Chiesa non ha nessuna ragione di usare riservatezza quando avviene un fatto così spettacolare e commovente come quello avvenuto a Buenos Aires o a Ostina o in chissà quanti altri altri luoghi se non vuole incorrere ulteriormente negli anatemi di Gesù:
"GUAI a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci.
GUAI a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi".
Mt.23,13-15
Vale la pena di leggersi tutto il capitolo per capire bene tutta l'indignazione di Cristo contro questi "scribi e farisei" espressa senza mezzi termini e quanto rifletta la situazione degli attuali farisei.

Molti sacerdoti fin nelle alte sfere non credono alla divinità di Gesù Cristo, men che meno nella Sua presenza reale nell'Ostia, quindi forse è proprio per questo che Gesù ha voluto manifestarsi nella Sua immensa misericordia e con il Suo immenso amore che fanno tremare le ginocchia, per farli ravvedere
e riavvicinare la gente che invece ha un bisogno estremo di credere di nuovo, dopo che le sono state sbattute in faccia per troppo tempo le porte del regno dei cieli.

Il pudore e la paura di atti sacrileghi contro
le ostie? Ma la comunione in piedi e l'ostia data in mano, non hanno favorito alla grande questi atti? e cosa ci dice Bergoglio su questo?
giovedì 30 maggio 2013
UNA BIENNALE "DIABOLICA"..
"A pochi passi dal Padiglione della Santa Sede, nell'ambito dell'esposizione dall'illuministico titolo "Il Palazzo Enciclopedico" verranno esposte alcune opere del più noto esoterista e satanista del XX secolo". da http://fidesetforma.blogspot.it/

Ma non basta:Edit: came across mention of the Venice Biennale which is featuring artists which have been "SPONSORED" by the Vatican in the "Guardian" two days ago. Since then, Father Ray Blake has given a fairly unenthusiastic review. The Vatican is SPENDING 750,000 Euro on this exhibition which features masters of decadence,[il Vaticano spende 750.000 euro in questa esposizione che mostra mestri della decadenza...] and the money being spent (granted, from independent sources), features modern forms of self-expression which are difficult to credit with actually being art. What's even more frightening is that Cardinal Ravasi plans on encouraging the increasing involvement of these IMMORAL EXPRESSIONS in Church settings. It's easy to see that the Cardinal has little appreciation for the incompatibility these expressions have with the CHURCHE'S MESSAGE, as reported in http://www.independent.co.uk/arts-entertainment/art/news/vatican-to-spend-millions-on-new-churches-and-on-artists-to-furnish-them-8640807.html
QUESTI NON SONO SACRILEGI? Tra l'altro la sbornia modernista e spendereccia dell'autocelebratosi Ravasi mal si accorda con il pauperismo bergogliano. Ma qui remore non ce ne sono. GUAI a voi, SI'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# raffaele.giovanelli 2013-06-06 00:11
Ho sentito subito, come tanti, il fascino di Papa Francesco. Ma questa notizia mi conferma anche la sua grande intelligenza. La sua scelta di non rivelare quel miracolo, che è un miracolo di enorme significato, mi conferma che egli ha intrapreso l'unica stada percorrbile oggi: quella di uscire per certi aspetti dal circolo mediatico dell'informazione ufficiale. Egli ha scelto le "catacombe" dell'informazione. Si deve divulgare solo ciò che non offre facile peretesto di critiche da parte di un potere che è ateo e nichilista nella sua natura. Persino Grillo sul piano politico ha fatto la stessa scelta, per un movimento che nasce contro il pensiero dominante.
Giovanelli
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NominorLeo7 2013-06-06 07:36
Solo qualche nota pratica.
In presenza di una particola o di un po' di vino che non si sa se siano stati consacrati, nel dubbio, si immergono nell'acqua affinché le "specie" ossia l'apparente pane e vino si dissolvano naturalmente senza mancare di rispetto all'eventuale Presenza. Poi l'acqua andrebbe versata in un sito dedicato. Lo stesso se io sospettassi o sapessi che la particola o il calice sono stati contaminati con sostanze velenose.

Grazie Maurizio per la feconda riflessione sulla prudenza della Chiesa di fronte all'irrisione blasfema moderna.
Come dice Messori: abbastanza luce per credere, abbastanza ombra per dubitare. Le prove scientifiche non bastano mai, per chi non vuole.

Prudenza nel dare la Comunione: esempio recentissimo, mia moglie va a ricevere la Comunione dal celebrante nostro caro amico da molti anni. Dopo la Messa, lui le dice: "Ah, c'eri anche tu ? Non ti ho vista". Santamente concentrato, non l'aveva notata nemmeno stando a tu per tu. Valga come difesa per il card. Bagnasco che si è trovato davanti una tizia peraltro da lui forse non riconoscibile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Der Freiherr 2013-06-06 07:52
Un pezzo di cuore vivo dopo tre anni di abbandono in una pisside? Scientificament e impossibile. Ma cosa è la "scienza"? E' un bagaglio di conoscenze che sembrano valide in un certo momento, e sulle quali non è permesso dubitare e che poi, dopo pochi lustri, vengono irrise e sconfessate. (Come medico, faccio un esempio: le atroci illustrazioni dei pazienti affetti da sifilide non erano l' effetto come si pensava, dei danni da treponema pallidum, ma dei composti mercuriali che si usavano per combatterlo. Notare che i mercuriali sono stati usati, nella sifilide terziaria, fino alla fine degli anni sessanta). Vero che la scienza ufficiale ha trattato vergognosamente il mistero della Sindone, e vero anche che la Chiesa glie lo ha lasciato fare. A me come pecora fuori dal gregge, la figura del Cristo riempie d' amore e d' angoscia, ma per me c' è qualche cosa che non riesco a comprendere: possibile che un padre sottoponga il figlio a simili atrocità per consentirgli di salvare l' anima agli ignari e pertanto innocenti eredi di chi si macchiò del peccato originale? Siamo sicuri che quel libraccio genocida e razzista non ci presenti un Creatore ben diverso da quello che è?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# italiano borbonico 2013-06-06 21:31
Citazione Der Freiherr:
possibile che un padre sottoponga il figlio a simili atrocità per consentirgli di salvare l' anima agli ignari e pertanto innocenti eredi di chi si macchiò del peccato originale?


Dio è Puro Bene e per vivere in Paradiso, per il quale siamo stati creati, dobbiamo essere immacolati e quindi accettare di lasciarci purificare: il fatto di essere ignari eredi del peccato originale non ne cancella l'essenza, che rimane terribilmente reale.
La questione poi dei giusti e dei bambini che non hanno conosciuto Cristo e non sono battezzati rimane aperta e la pura e semplice abolizione del Limbo rimane a mio parere un'affermazione quantomeno discutibile di papa Benedetto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# codino 2013-06-06 07:57
almeno evita di farsi fotografare a dare la comunione a Luxuria...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# musicus barocchus 2013-06-06 10:28
Mah,mi sembra molto difficile parlare di devozione eucaristica riguardo a un Pap... Vescovo di Roma,pardòn che nessuno ha mai visto inginocchiarsi una volta che fosse una davanti al Santissimo; neanche quando dice Messa e neppure in occasione del Corpus Domini,quando ha ceduto il posto che gli spettava nell'inginocchiatoio sul carro davanti all'ostensorio ad un semplice Diacono,mentre lui procedeva a piedi.Un gesto,quello della genuflessione,c he però egli non ha mancato di compiere davanti ad una galeotta musulmana e nè tantomeno davanti a una platea di massoni giudei per riceverne compunto la benedizione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Elisabetta_Overdevest 2013-06-06 11:04
articolo magnifico!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tobia 2013-06-06 12:00
ha perfettamente ragione:il miracolo non deve essere dato in pasto alla cosidddeta"comunità scientifica"come se un fatto eminentenmente spirituale debba avere l'avvallo degli scienziati.non deve essere neanche dato però in pasto alle masse che ne farebbbero oggeto di gossip o una sorta di spettacolo.non è vero,però direttore che in tutto l'Islam vi sia irriducibilità fra esotersismo ed essoterismo:que sto capita nell'Islam sunnita,in quello sciita invece vi è un unica dottrina con vari gradi di comprensione e di altezzze spirituali.in effetti nel mondo sciita le confraternite sufi sono praticamente inesistenti,ma vi sono maestri spirituali che seguono nel loro cammino di avvicinamento a Dio coloro i quali ne sono degni
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Peppino 2013-06-06 12:46
possibile che un padre sottoponga il figlio a simili atrocità per consentirgli di salvare l' anima agli ignari e pertanto innocenti eredi di chi si macchiò del peccato originale?

A me, caro Der Freiherr,propri o questo Cuore Umano del Figlio mi ha dato una scossa inversa.
Mai come in questa bellisima lettura ho percepito che il Cuore di Gesù è il Cuore di un Padre che ama i Suoi figli. Tutti. Anche i più cattivi. Mi son messo, indegnamente (perdono ma i miei mezzi comunicativi sono limitati) nei Suoi regali panni. " Se io fossi ucciso dai miei figli,li perdonerei?". Risposta è no! ma solo perchè non li amo abbastanza, come li ama l'Eterno Padre fattosi Figlio. Ecco, spero di poter meditare su questo d'ora innanzi per fortificare la mia debole fede.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2013-06-07 07:15
Citazione Peppino:
possibile che un padre sottoponga il figlio a simili atrocità per consentirgli di salvare l' anima agli ignari e pertanto innocenti eredi di chi si macchiò del peccato originale?

A me, caro Der Freiherr,propri o questo Cuore Umano del Figlio mi ha dato una scossa inversa.
Mai come in questa bellisima lettura ho percepito che il Cuore di Gesù è il Cuore di un Padre che ama i Suoi figli. Tutti. Anche i più cattivi. Mi son messo, indegnamente (perdono ma i miei mezzi comunicativi sono limitati) nei Suoi regali panni. " Se io fossi ucciso dai miei figli,li perdonerei?". Risposta è no! ma solo perchè non li amo abbastanza, come li ama l'Eterno Padre fattosi Figlio. Ecco, spero di poter meditare su questo d'ora innanzi per fortificare la mia debole fede.

Che Iddio Padre abbia saputo in anticipo ed abbia poi lasciato crocifiggere il Figlio non significa affatto che Egli debba essere d'accordo con i persecutori. Tutt'altro.Dio Padre non ha fatto crocifiggere il Figlio; gli empi, usando male il loro arbitrio non più libero ma accattivato dal demonio, hanno voluto crocifiggere Gesù. Dio Padre, poi, li ha puniti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# dommivincenti 2013-06-06 13:45
Se Dio a volte dà segni evidenti c'è chi si ostina a non piegare le ginocchia in adorazione, perchè il cuore l'ha dato a Satana. I demoni per esempio sanno e tremano, ma non scendono a Betlemme a cantar Gloria, i farisei videro la risurrezione di Lazzaro e decisero di uccidere Gesù e anche Lazzaro, i massoni fanno uso di Messe nere: se non fossero convinti che effettivamente c'è Cristo nell'ostia consacrata non ricorrebbero a tali profanazioni e userebbero per esempio il pane della Cena protestante, invece cercano proprio le ostie dei tabernacoli cattolici.
Il sapere non determina il volere.
Se ci sarà presto un Avvertimento, vale a dire come annunciato a Garabandal e in altri messaggi recenti, l'illuminazione delle coscienze con relativa vergogna per il male fatto e arrecato e consapevolezza dell'esistenza dell'inferno, ma pure dell'offerta di Misericordia da parte di Dio, comportante espiazione e cambio di vita, ci saranno purtroppo quelli che sapendo di mentire diranno che è un fatto scientificament e spiegabile e continueranno a peccare come prima, perchè non vogliono essere salvati...
Dunque penso che Dio che ci vuole tutti salvi con parsimonia dia segni evidenti, e abbia paura di sparare tali cartucce che sono le ultime che gli rimangono dato che senza la fede non si può piacere a Dio. Un seppur minimo margine di libertà per esercitare la fede deve rimanere perchè Dio che ti ha creato senza di te non ti salva senza il tuo consenso...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ludwig 2013-06-06 15:28
A PELLE NON CI SIAMO PROPRUO, IL MODESTO VESCOVO URBICARIO, ANTIPATICISSIMO (GRANDE INVECE WOITJLA LUI VERAMENTE SIMPATICONE E ALLA BUONA), SI PERMETTE DI DARE IN PASTO ALLE TUMULTUANTI FOLLE LAICISTOSCENTIF ICHE IL MIRACOLUCCIO DEL BAMBINO IN FIN DI VITA SALVATO DALLE PRECI LANCINANTI DEL PADRE ACCORSO AD UN SANTUARIO MARIANO ARGENTINO (ROBA DA FARLI SGANASCIARE DALLE RISATE ) E TIENE NASCOSTO UN LACERTO ANCORA PALPITANTE DI CARDIO UMANO???!!! FORSE CHE ASPERTTA CHE RIMANGA STECCHITO E PUTREFATTO PER PARLARNE!!??? DAI DATI IN NOSTRO POSSESSO POSSIAMO RITENERE QUESTO FIGURO UN PERFETTO DEMONIO. SPERO CI SIANO ALTRE SPIEGAZIONI. INSCIALLAH!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rudo ergo sum 2013-06-06 16:48
Direttore, la Sua anima attinge a "quelle" Gocce. Con Esse, Comunica.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# emanuele 2013-06-06 22:19
a proposito di miracoli eucaristici consiglio di guardare questo sito che non conoscevo.
E' incredibile quanti avvenimenti riporta che sembrano essere realmente accaduti.
interessante anche la storia dell'autore del sito.
http://www.miracolieucaristici.org/


Emanuele

http://www.miracolieucaristici.org/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# bizza 2013-06-07 00:45
L'uomo è giusto che nasca , viva , muoia analfabeta totale. La scienza è il massimo dell'imbecillità, tanto come la rai-tv. All'infuori di Blondet che ci mette cuore e cervello, per buona parte del bestiame il Santo nome di Gesù Cristo che è Dio Unico, non dovrebbe nemmeno essere pronunciato. Solo Adorato con tutto il cuore, la mente e l'anima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alessio 2013-06-21 08:48
Prego che il battito di questo piccolo cuore, che racchiude tutto nel suo mistero, possa presto echeggiare nel cuore di tutti gli uomini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Boanerghes 2013-08-07 16:32
Ha visto ha visto, per questo in Brasile ha usato posate da campeggio:

http://blog.messainlatino.it/2013/08/pissidi-moderne-rio-per-la-gmg-2013.html
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Don Rocco 2013-08-07 21:48
Se per caso non tornavo a leggere EFFEDIEFFE.........questo STUPENDO MIRACOLO......NON LO AVREI MAI CONOSCIUTO.
Mentre ringrazio l'autore dell'articolo , sono perplesso sulle motivazioni del SILENZIO DELL'AUTORITÀ RELIGIOSA . Sembra che alcune PROFEZIE abbiano parlato gia da molto tempo dello STRANO SILENZIO DI QUEST'EPOCA , da parte DI CHI INVECE .....DOVEVA PARLARE.
NON POSSO condividere le prudenti motivazioni per una DIFFUSIONE PUBBLICA .....non solo di questo prodigio ma anche di tutti gli altri..NON POSSO CONDIVIDERE IL SILENZIO .....ANCHE E SOPRATTUTTO ALL'INTERNO DELLA STESSA CHIESA.
Certamente pochi si pongono la domanda del COME MAI IL
SIGNORE GESÙ HA FATTO QUESTO PRODIGIO E COSA SAREBBE IL SUO DESIDERIO , SOPRATTUTTO nei confronti di CHI CREDE IN LUI .....E CHE RISCHIA DI NON CREDERE PIU NELLA SUA SANTISSIMA REALE PRESENZA NELL"EUCARESTIA.
Ci si preoccupa di più del MONDO( come al solito), che di DIO E DELLA SUA VOLONTÀ : FATIMA INSEGNA.
Ma in QUESTO PRODIGIO IMMENSO........CIO CHE E' ANCORA PIU STUPENDO.......È UN CUORE DI UNO CHE È VIVO!
...............È IL PUNTO FONDAMENTALE DEL DRAMMA ATTUALE ........NON È FORSE LA........MORTE DI DIO?
GIA DIO, PER MEZZO DEL SALMISTA , diceva : " LO STOLTO DICE : DIO NON C'È !
OGGI L'ATEISMO E' ASSAI DIFFUSO IN TUTTO IL MONDO, E UNA LOTTA APERTA C'È TRA L'UOMO E DIO,
E, questo straordinario PRODIGIO.......AFFERMA INVECE: DIO E' VIVO ! DIO C'È ......E.......CI STA VICINO,
SCUSATEMI SE E' POCO ! :)))))))))
E questo, in un momento dove si parla di....NUOVA EVANGELIZZAZION E ........LO SI TACE?
ASSURDO! SEMPLICEMENTE ASSURDO.....CIOÈ .....STOLTO....COME DIO DISSE E RIPETE!
Se non avessero fatto questi ragionamenti(?)......le AUTORITÀ ECCLESIASTICHE......con la Madonna di Fatima, e avessero CONSACRATO LA RUSSIA.....AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA........L'ATEISMO SI SAREBBE.....BLOCCATO....E LA CHIESA NON AVREBBE SOFFERTO QUELLO CHE STA SOFFRENDO.....UNA VERA PRIGIONIA.......sotto la forma ....di...AGGIORNAMENTO !
Cosa direbbero, cosa farebbero, quali danni provocherebbero alle chiese, ai tabernacoli.....
Se questa e' la MENTALITÀ PER LA NUOVA EVANGELIZZAZION E........ESSA SARÀ FATTA DAI ....PSICOLOGI, DAI PSICHIATRI, DAI MEDICI ECCC...........MA NON DA PRETI SANTI......E DA LAICI ......PIENI DI FEDE E DI SPIRITO SANTO......FUTURI MARTIRI!
Se si NASCONDE ....UN MIRACOLO COME QUESTO..........DOVE GESU CI ASSICURA CHE E' ANCORA VIVO NELLA SUA SANTISSIMA EUCARESTIA LA CHIESA .....DA DOVE TROVERÀ LA ...FORZA PER .....UNA VERA E NUOVA EVANGELIZZAZION E?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Don Rocco 2013-08-07 23:18
Dio Padre nel suo cuore di Padre.....guardando la BEATITUDINE IMMENSA PRESENTE IN LUI....E NEL SUO FIGLIO DILETTISSIMO.......NELLO SPIRITO SANTO..........HA PENSATO DI FARE FELICI .....IN LORO( SSMA TRINITÀ )........UN NUMERO INCALCOLABILE DI .....ESSERI ANGELICI E UMANI....
Dopo il PECCATO ORIGINALE......TUTTO QUESTO SPLENDIDO PROGETTO........È PRATICAMENTE .......DISTRUTTO!
E.....TUTTA L'UMANITÀ ( dicasi.....TUTTA).......era DESTINATA ALL INFELICITA DELLE INFELICITÀ........CIOÈ A STARE SEMPRE ....LONTANO DA DIO E CON IL PADRE DELL'ODIO E DELLA MENZOGNA......SATANA!
NESSUNO UOMO POTEVA RIPARARE DA SOLO......AL PECCATO ORIGINALE.......NESSUNO!
NESSUNO POTEVA TORNARE AD AVERE DI NUOVO DIO IN SE.....È AD AMARLO COME FIGLIO ADOTTIVO! Nessuno!
Allora il PADRE.....CON IL FIGLIO ...NELLO SPIRITO SANTO......HANNO PENSATO A COME ......RITORNARE A FAR GODERE IL SUO SPLENDIDO PROGETTO.....A TUTTI COLORO CHE LO VOLEVANO.
E SOLO L'INCARNAZIONE DEL VERBO..........E LA SUA PASSIONE E MORTE.....AVREBBE POTUTO ......RIFARE A RITROSO GLI ..." STESSI PASSI DI ADAMO".......con UNO SPIRITO TOTALMENTE DIVERSO.
Adamo......RIFIUTO L'UNIONE CON DIO( per FARSI LUI SEMPLICE CREATURA.....DIO); GESÙ ....RIFIUTO' la SUA UGUAGLIANZA CON DIO( per riparare alla SUPERBIA DI ADAMO);.....Adamo ritenne la SUA UMANITÀ SUA( non creata e DONATA DA DIO, CHE ISTANTE PER ISTANTE E' TENUTA IN SUSSISTENZA DA DIO.......MA DA SE STESSO); GESÙ .......DONO' LA SUA NATURA UMANA.....AL PADRE CON AMORE.....E...UMILTÀ ....( riconoscendo che era UN DONO DEL PADRE), e PUR INNOCENTE.....cioè che NON AVEVA IN SE........LO SPIRITO DI ADAMO........MA..........PER NOI......PER CIASCUNO DI NOI.......CHE CON IL PECCATO ORIGINALE.......SIAMO IMPOTENTI AD AMARE DI DIO E I FRATELLI.......HA DONATO......." SE STESSO ".
Riparando INFINITAMENTE .......AL PECCATO DI ADAMO......E DANDO A CIASCUNO DI NOI( presenza EUCARISTICA).......
La possibilità di TORNARE A GUSTARE IL PADRE NEL FIGLIO....NELLO SPIRITO SANTO.
Il PADRE non ha odiato il FIGLIO.......MA HA CHIESTO AL FIGLIO......CON AMORE DI .....RISOLVERE IL DRAMMA DI CIASCUN UOMO!
Il FIGLIO......NELLA SUA VITA TERRENA.....NON HA MAI CRITICATO IL PADRE O DIMOSTRATO UNA SIA PUR MINIMA CONTRARIETÀ O RANCORE......ANZI......HA AVUTO PER LUI....SEMPRE UN AMORE FILIALE.......UNICO E STRAORDINARIO......SEGNO CHE CONDIVIDEVA TOTALMENTE IL PADRE E LA SUA....MISSIONE DI RIVELATORE DEL PADRE.....E DI....SALVATORE DELL'UMANITÀ .
E QUESTO FINO ALL'ULTIMO MOMENTO DELLA SUA VITA SULLA CROCE: ". PADRE NELLE TUE MANI CONSEGNÒ IL MIO SPIRITO!".
Dunque nessun odio del Padre verso il Figlio.....MA SOLO INFINITO AMORE RECIPROCO.......CHE SI È CONCLUSO CON LA GLORIFICAZIONE DEL FIGLIO....CHE HA RICEVUTO " UN NOME AL DI SOPRA DI...OGNI ALTRO NOME!
Questo non basterà L'ETERNITA per COMPRENDERLO ......ma certamente ......lo GUSTEREMO PER L'ETERNITA.......PERCHE LO VEDREMO COSÌ COME EGLI E'. :))).
Occorre molto PREGARE....e MEDITARE MOLTO LA....SACRA SCRITTURA......per evitare che satana ci dia PENSIERI ASSURDI SU DIO.
ADAMO NE EBBE MOLTI......E SEMPRE PIU SPROFONDO' nella SEPARAZIONE DA DIO!
Siamo umili...per evitare di fare la stessa fine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# urbano 2013-08-27 21:27
Confermo da fonti sicure che ad Ostina il fenomeno è un falso. Il prete e stato allontanato dai Salesiani e sospeso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Augustinus 2013-10-22 08:17
Questo "miracolo" mi lascia perplesso. E per più di una ragione. A parte che non ho mai sentito dell'usanza - strana - di riporre l'ostia sporca in un contenitore d'acqua (non esistono, al riguardo, né precedenti di prassi in tal senso né norme canoniche né liturgiche), affinché si sciolga e poi riposta nel tabernacolo (e poi che si sarebbe fatta di quell'acqua? La si sarebbe buttata nelle fogne? La si sarebbe bevuta?), ciò che taglia la testa al toro è piuttosto un fatto: l'atteggiamento di Bergoglio. Ammesso che abbia visto come si racconta, io penso che, da allora, si sarebbe dovuto inginocchiare ogni volta che consacra. Ed invece no: fa solo un inchino, ritenendo molto più degne le creature al Creatore di essere "venerate". E' noto, infatti, come il Giovedì Santo si .... inginocchi letteralmente sulle "miserie", durante il rito della lavanda dei piedi.
Se avesse visto davvero o, per lo meno, se credesse all'autenticità del "miracolo" si sarebbe, da allora, gettato, faccia a terra, ad adorare il Mistero. Ed invece no.
Tra l'altro - è vero non sono un medico forense, però capisco un po' di medicina forense - non riesco a capire come si possa desumere da un piccolissimo frammento come quello della foto (che tra l'altro appare pure secco) che il cuore appartenga ad una persona che abbia subito torture!
Tutte queste circostanze mi fanno credere che si tratti di una notizia non credibile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità