>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Palermo, logo del Gay Pride sulla Cattedrale: la condanna della Curia
Stampa
  Text size
Proiettato sulla facciata della Chiesa durante la festa di Santa Rosalia. Il segretario del cardinale: "Vergogna, stiamo toccando il fondo"

Rischia di esplodere la polemica a Palermo tra la Curia e il Comune, dopo la celebrazione del 389° Festino di Santa Rosalia. Nel corso delle esibizioni di ieri sera, con la proiezione di diversi filmati sulla facciata della Cattedrale infatti, in un passaggio è stato mostrato il logo del Gay Pride, che proprio nel capoluogo siciliano pochi giorni fa ha avuto il suo culmine nazionale.

Una scelta che non è stata affatto gradita nelle stanze del Palazzo Arcivescovile, con don Moscato, segretario particolare del Cardinale Romeo,  che questa mattina ha pubblicato sul proprio profilo Facebook alcune foto del simbolo proiettato sul portone d'ingresso della chiesa, accompagnate da una denuncia molto severa. "Vergogna - ha scritto don Moscato -! Stiamo toccando il fondo! L'ideologia omosessualista proiettata sul nobile portico meridionale della Cattedrale di Palermo in occasione del Festino della Patrona Rosalia! I simboli del gay pride e delle unioni omosessuali accostati ad un neonato". Il tema scelto per quest'anno è stato il futuro, e accanto al carro hanno sfilato decine di bambini.

"Il carro fatto passare a Porta Felice da un cancello con motivi orgiastici - ha aggiunto don Moscato -. Ma chi può convincermi che è tutto normale? Ma chi può avere argomenti che difendano un vero e proprio insulto alla nobiltà della fede che la Santuzza ed anche la Cattedrale rappresenta? Chi può dirmi che non si tratti di sudicia provocazione? Questo è il futuro visto con lo sguardo dei bambini? No! Questa è strumentalizzazione dei bambini! Questo è un futuro IMPOSTO ai bambini da minoranze che hanno uno sguardo falso e deviato. L'unica paura è per i più piccoli che ci guardano".

Fonte > Vatican Insider


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# aalireland 2013-07-16 09:54
Sarebbe ora di darsi una svegliata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Larry06 2013-07-16 12:33
...signori, l'unica cosa che si può fare è pregare, pregare e pregare il Signore Dio Misericordioso! L'anticristo è già qui tra noi e quello che è accaduto a Palermo è solo una delle tante manifestazionie sfaccettature dell'abominazione della desolazione(Mat teo 24, 15; Marco 13, 14).
Come Cristo Re ci ha insegnato e instancabilment e ci ripete parlando ai nostri cuori è restare saldi nella Fede e credere nella potenza infinita del Signore, in cui tutto è stato creato da Lui, in Lui e per Lui.
Dio vede e provvede. La Sua voce non rimarrà inascoltata. Non dimentichiamoci che Cristo proprio perchè sacrificato e morto sulla croce ha già vinto in partenza e sconfitto il male del mondo. Col suo sangue ha già redento e riscattato questa umanità corrotta nella sua essenza dal peccato originale.
Questo funesto e inquietante episodio avvenuto a Palermo proprio nel giorno della celebrazione del santa patrona protettrice della città è un attacco voluto e premeditato al cuore della cristianità e all'uomo quale immagine di Dio. Con questo ulteriore ed ennesimo atto sacrilego in aperta e completa sfida a Dio, l'Anticristo mira a corrompere l'umanità e a trascinarla nel gorgo che porta dritto all'inferno.
Mi dispiace per Don Moscato, ma devo dire che non si è ancora toccato il fondo! Purtroppo questo è solo l'inizio di ciò che sta avvenendo e avverrà sotto gli occhi dei fedeli. Un vivido esempio ci è dato dal martirio di migliaia di cristiani in tutto il mondo, vedasi in Siria, in Nigeria solo per citarne alcuni! O l'attacco alla Madre Russia, unico baluardo oramai della civiltà come l'abbiamo conosciuta. Con aborto, eutanasia, "diritti" e finocchierie varie, il nemico per eccellenza sta accellerando i tempi per poter soverchiare (ahimè invano!) l'ordine naturale stabilito e voluto da Dio a questo mondo affinchè l'uomo prendesse parte alla Sua eterna gloria.
Un logo apertamente blasfemo proiettato sulla facciata della Casa di Dio è uno dei tanti simboli che sanciscono la completa liberazione dell'uomo da Colui che lo ha generato. L'uomo, così facendo, si è fatto Dio, padrone e artefice della propria volontà e del proprio destino, sostituendo la Legge di Dio con i suoi capricci e arbitrarietà.
Con la legalizzazione degli invertiti e lo sdoganamento della pedofilia, il re del male mira ad annientare l'uomo rendendolo impenitente e precludendogli già su questa terra il riscatto per poter accedere al regno di Dio.
Prepariamoci a soffrire tanto, perchè enorme sarà il tributo di sangue che ogni cristiano dovrà versare in questi ultimi tempi. Anche quando la speranza è ridotta a un lumicino l'unica cosa che dobbiamo fare è aggrapparci stretti a Cristo che tutto può e tutto vince!
Preghiamo preghiamo preghiamo!

Signore, ti prego, allontanati da me perchè sono un peccatore!

Lorenzo da Venezia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2013-07-17 03:44
Citazione Larry06:
...signori, l'unica cosa che si può fare è pregare, pregare e pregare il Signore Dio Misericordioso! L'anticristo è già qui tra noi e quello che è accaduto a Palermo è solo una delle tante manifestazionie sfaccettature dell'abominazione della desolazione(Mat teo 24, 15; Marco 13, 14).
Come Cristo Re ci ha insegnato e instancabilment e ci ripete parlando ai nostri cuori è restare saldi nella Fede e credere nella potenza infinita del Signore, in cui tutto è stato creato da Lui, in Lui e per Lui.
Dio vede e provvede. La Sua voce non rimarrà inascoltata. Non dimentichiamoci che Cristo proprio perchè sacrificato e morto sulla croce ha già vinto in partenza e sconfitto il male del mondo. Col suo sangue ha già redento e riscattato questa umanità corrotta nella sua essenza dal peccato originale.
Questo funesto e inquietante episodio avvenuto a Palermo proprio nel giorno della celebrazione del santa patrona protettrice della città è un attacco voluto e premeditato al cuore della cristianità e all'uomo quale immagine di Dio. Con questo ulteriore ed ennesimo atto sacrilego in aperta e completa sfida a Dio, l'Anticristo mira a corrompere l'umanità e a trascinarla nel gorgo che porta dritto all'inferno.
Mi dispiace per Don Moscato, ma devo dire che non si è ancora toccato il fondo! Purtroppo questo è solo l'inizio di ciò che sta avvenendo e avverrà sotto gli occhi dei fedeli. Un vivido esempio ci è dato dal martirio di migliaia di cristiani in tutto il mondo, vedasi in Siria, in Nigeria solo per citarne alcuni! O l'attacco alla Madre Russia, unico baluardo oramai della civiltà come l'abbiamo conosciuta. Con aborto, eutanasia, "diritti" e finocchierie varie, il nemico per eccellenza sta accellerando i tempi per poter soverchiare (ahimè invano!) l'ordine naturale stabilito e voluto da Dio a questo mondo affinchè l'uomo prendesse parte alla Sua eterna gloria.
Un logo apertamente blasfemo proiettato sulla facciata della Casa di Dio è uno dei tanti simboli che sanciscono la completa liberazione dell'uomo da Colui che lo ha generato. L'uomo, così facendo, si è fatto Dio, padrone e artefice della propria volontà e del proprio destino, sostituendo la Legge di Dio con i suoi capricci e arbitrarietà.
Con la legalizzazione degli invertiti e lo sdoganamento della pedofilia, il re del male mira ad annientare l'uomo rendendolo impenitente e precludendogli già su questa terra il riscatto per poter accedere al regno di Dio.
Prepariamoci a soffrire tanto, perchè enorme sarà il tributo di sangue che ogni cristiano dovrà versare in questi ultimi tempi. Anche quando la speranza è ridotta a un lumicino l'unica cosa che dobbiamo fare è aggrapparci stretti a Cristo che tutto può e tutto vince!
Preghiamo preghiamo preghiamo!

Signore, ti prego, allontanati da me perchè sono un peccatore!

Lorenzo da Venezia

Cristo vince pure senza subire la croce: in assoluto, Egli non ne ha bisogno, perchè e' comunque Vita, Verita' e Via.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alexi 2013-07-16 15:05
Intanto orde si italioti sbavanti hanno cominciato a insultare il povero don nella sua pagina di facciadalibro...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tony3 2013-07-18 18:55
io lo chiamo più semplicemente :"FESSbook"... il libro dei fessi.... ci sono scritti tutti, immancabilmante , sudditi di Zuckenberg, che intanto, si vende i loro dati personali...
Non hanno più bisogno delle spie... i fessi le informazioni personali le scrivono su FESSbook !!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NominorLeo7 2013-07-16 15:21
Sussurra sussurra . . .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2013-07-17 04:39
Questa è la prova ennesima che la miscredenza aborre le donne pure, cercando di corromperle. I pervertenti oltraggiano santa Rosalia, come Giuliano l'apostata, Diocleziano o Antioco quarto l'ellenista martirizzavano le vergini, intendendo, per esse, le giovanissime pie e sottomesse alla Volontà di Dio. Vediamo, infatti, che nelle scuole e nelle istituzioni profanatrici proibiscono alle giovani di vestire in maniera religiosa, monacale e mariana, nel nome della parità, cioè dell'omo sessualità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sempreio 2013-07-18 19:43
chissa che ne pensano i siciliani che hanno votato un finocchio alla regione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità