>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Priebke, il lefebvriano Abrahamowicz: era un innocente perseguitato
Stampa
  Text size
«Priebke era un mio amico e lo considero un cristiano cattolico, un soldato fedele, unico caso di innocente dietro le sbarre. È uno scandalo come è stato trattato in Italia, è stato perseguitato mentre si accolgono modo dignitoso gli immigrati a Lampedusa. È una vergogna». Lo dice Don Floriano Abrahamowicz, prete lefebvriano, a La Zanzara su Radio 24.

«Negli stati cattolici di una volta - sottolinea Abrahamowicz - dove c'era la pena di morte però il condannato aveva la sepoltura e i sacramenti, e questa democrazia rifiuta a un innocente vegliardo anche la sepoltura. Priebke non era nazista ma semplicemente un poliziotto che vive la sua epoca. Per le Ardeatine era stato prosciolto due volte».

«All'epoca - prosegue - sicuramente non sarei stato con i partigiani che hanno fatto saltare in aria quei ragazzi in via Rasella e ai quali oggi nessuno rende conto, e i partigiani ricevono medaglie d'oro. Priebke semplicemente ha applicato la legge internazionale marziale, non lo condanno assolutamente». «Non è un criminale. I criminali -aggiunge- sono stati quelli che hanno fatto saltare i ragazzi in via Rasella, dite a loro di pentirsi. Uno era semplicemente nella legge, gli altri erano dei privati senza uniforme che sparavano e facevano saltare gente per strada». Le camere a gas sono esistite?: «Io le rispondo che è una vergogna che non ci sia ancora un vero e proprio studio scientifico. Io confermo tutto quello che ho detto sulle camere a gas che venivano usate per disinfettare. Priebke era una persona molto intelligente e non faceva passare una camera a gas per una cucina. L'olocausto? L'unico è la morte di nostro signore Gesù Cristo che si è offerto liberamente come vera vittima, quello degli ebrei è stato un eccidio».

Fonte >  Messaggero.it


Home  >  Worldwide                                                                          Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# temponauta 2013-10-17 09:15
Io, che per le mie idee mi reputo anti-sionista e revisionista, sono il primo a dire che critica e giudizio non devono mai oltrepassare la linea rossa del senso dell'equilibrio.
Chi, con o senza divisa, uccide scientemente e consapevolmente un altro uomo, è sempre colpevole (agli occhi di dio): tutte le differenze di valutazione morale, politica, giuridica, ecc., con le conseguenti pene/misure da adottare, sono inevitabilmente fallaci in quanto prodotte dall'uomo, divinità incompiuta.
Allo stesso modo non cambierebbe il giudizio (di dio) anche quando donne e uomini nei campi di concentramento fossero morti non per i gas o i forni, ma solo per malattie, stenti e malnutrizione: il rischio era quasi una consapevolezza.
Per cui il senso di equilibrio ci dovrebbe far capire che quando critichiamo, giudichiamo o ci schieriamo sul campo, lo facciamo con il nostro Ego e in funzione di esso, senza provare mai a vedere con gli "occhi" di dio.
E pensare che è di una facilità disarmante vedere con gli occhi di dio per come lui stesso ci ha insegnato: non fare agli altri quello che non vuoi essere fatto a te.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eric 2013-10-17 17:15
Mi spieghi perchè lei usa dio sempre minuscolo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# temponauta 2013-10-17 23:04
Citazione eric:
Mi spieghi perchè lei usa dio sempre minuscolo?

Perchè per me non è un soggetto e mettere il maiuscolo è solo una proiezione su di esso del nostro Ego (questo sì maiuscolo).
Ma c'è molto di più.
E' comune percezione che il dio "assoluto", non è neppure concepibile al nostro livello evolutivo, per cui il termine dio, indipendentemen te dal maiuscolo, è totalmente inadeguato e fuorviante, a meno che non venga inteso nel senso di una Convenzione, utilizzata dagli uomini per legare a nodo stretto le umanissime astrazioni mentali chiamate religioni con uno sponsor temuto e rispettato che vive nel più autorevole e raffinato mondo metafisico ultraterreno.
Tirando le somme, se dio è inconoscibile, quello che ci viene fornito dalle religioni è un prodotto costruito da esse stesse, per conseguire la propria legittimazione e, nel confronto-lotta tra religioni e relativi dio, la espansione e la supremazia.
Se questo è il limite essenziale del concetto di dio, ciò non toglie che non poche astrazioni religiose ricevano comunque una "ispirazione" divina per la loro formulazione: ispirazione che dovrebbe vivere costantemente negli uomini e in particolare nei cuori e non cristallizzate in sacri polverosi testi rilegati in oro.
Ci sarebbe molto altro da dire, ma il succo è questo.
My opinion, off course.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# hirpus42 2013-10-17 09:56
La mia ammirazione per Don Abrahamowicz cresce ogni giorno di più. Ci vuole fegato ad esternare certe verità in uno stato dove il regnante di turno ciancia di leggi liberticide, per evitare che si possa esprimere dissenso per le vulgate olocaustiche. Concordo pienamente circa l'unico OLOCAUSTO della Storia: quello di N.S. GESU' CRISTO!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eric 2013-10-17 17:16
Meglio sarebbe andare a leggere l'ultima intervista concessa dal sig.Priebke a luglio scorso e che si trova facilmente nella rete.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# laviga 2013-10-17 21:10
L attentato di via rasella è stato un legittimo atto di guerra di guerriglia, anche se sanno bene tutti da chi è stato ideato e voluto,la nota lobby,amendola, e per quale scopo.
Detto questo è un,seppur infame,atto di guerra.
Altrimenti dovremmo usare lo stesso metro per i baschi o gli irlandesi.
Quello che è infame è il diverso giudizio che gli animali parlanti,storic i,professori,in tellettuali,gio rnalai,ecc danno di fatti simili a secondo di chi li ha commessi.
Anche se,poveretti,qu esti poveracci vanno capiti,difendon o il loro stipendio di lecchini,i loro privilegi,perch è la vulgata resistenziale è la pietra angolare su cui poggia il loro potere politico e dunque la repubblica"antifascista" e tutto il magnamagna mafioso.
Abbattere quella vorrebbe dire minare il regime criminale che li ha fatti prosperare col loro parassitismo invece di doversi cercare un lavoro vero.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# bizza 2013-10-18 18:24
Ringraziamo questo sacerdote coraggioso, fedele a Cristo e fedele all'uomo.
Invochiamo la misericordia del Signore su tutti, perchè l'amore vinca l'odio e renda giustizia, sanando quelle ferite che i criminali vigliacchi vogliono tenere aperte per saziarsi ancora come iene sataniche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità