>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Quello di Monti il peggior governo della 2à Repubblica, e Letta a ruota
Stampa
  Text size
Come mai gli italiani continuano a votare Berlusca?  Rimane comunque il meno peggio (ed è tutto dire).

Abbiamo verificato l’andamento di 6 indicatori di Performance fondamentali che descrivono l’andamento dell’Economia Reale e delle Finanze Pubbliche, basati sul confronto tra andamenti dell’Italia anno per anno, governo per governo, dal 1996 ad oggi, 2013 incluso. L’analisi di ciascun indicatore, in ciascun anno, e’ stata condotta in confronto con quello della UE, valutandone il differenziale (in sintesi abbiamo in buona parte “contestualizzato” le performance depurando in fattori ciclici). Alla fine abbiamo introdotto un indicatore, il SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa : indicatore di performance rispetto alla media UE calcolato sui 6 parametri (se positivo l’Italia ha fatto meglio della UE, se negativo ha fatto peggio): PIL , Disoccupazione , Produzione Industriale , Inflazione , Deficit , Debito.

QUI trovate la valutazione condotta l’anno scorso.

VALUTAZIONE COMPLESSIVA FINALE

I Risultati forniscono “un quadro desolante” per l’Italia degli ultimi 18 anni

gpg01 - Copy (72)

 

LA CLASSIFICA DEI GOVERNI

gpg01 - Copy (73)

Il Governo Monti e’ il peggiore governo assoluto nel SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa, nonche’ in 3 indicatori (PIL, Disoccupazione, Produzione Industriale). Nel complesso la Manovra Monti imperniata all’85% sulle tasse, ha letteramente “distrutto” l’economia reale (ricchezza, lavoro, produzione), ha creato inflazione ed ha ottenuto risultati fortemente negativi sul fronte delle finanze pubbliche rispetto al triennio precedente.

Il Governo Letta e’ il secondo peggior governo, sia nel SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa, nonche’ nel Debito Pubblico. Ad onor del vero le performance sono abbruttite dall’eredita’ devastante lasciata dal governo Monti su molti indicatori, nonche’ dall’espansione del Debito anche a causa del pagamento dei Debiti arretrati della PA (riteniamo che nel 2014 i risultati saranno meno negativi rispetto a quelli del 2013).

L’Italia (ed i relativi governi) ha avuto un comportamente mediocre sul fronte dell’Economia e delle Finanze Pubbliche nel Periodo 1996-2013: ha avuto risultati complessivi del SuperIndice differenziale Complessivo su andamento Economia Reale e Conti Pubblici dell’Italia rispetto all’Europa solo in 3 anni su 18.  Su PIL e Produzione Industriale ha avuto rusultati peggiori della media UE in tutti i 18 anni.

Centro Destra e Centro Sinistra governano sostanzialmente allo stesso modo, vale a dire con politiche simili, risultati negativi ed in modo mediocre (solo Monti e Letta fanno peggio). Non si notano risultati apprezzabilmente positivi da parte di un governo o dell’altro. Se guardate bene, i differenziali di Performance su PIL, Produzione industriale, etc sono analoghi a prescindere da chi abbia governato, accomunati da risultati negativi (l’Italia ha perso da 18 anni costantemente PIL e Produzione rispetto alla media UE, indipendentemente da chi fosse al governo).

Negli ultimi 18 anni l’unica parentesi dove l’Italia ha chiaramente fatto meglio della media UE e’ stata nel 2009-2010. Tremonti in quel periodi di crisi internazionale “feroce” ebbe il merito di non sperperare denaro pubblico e di non fare niente (era accusato di questo da Tutti). Nel resto d’Europa, quasi tutti i Governi (quelli dei PIIGS, di Francia e Regno Unito) fecero politiche fortemente espansive della spesa pubblica a deficit, che deteriorarono i conti pubblici e non miglioraro all’epoca sostanzialmente l’economia reale. Nel 2010 l’Italia ha fatto come la media UE in ben 3 indicatori (PIL, Produzione Industriale, Disoccupazione) ed ha fatto molto meglio in altri 3 indicatori (Deficit e Variazione del Debito pubblico, nonche’ inflazione), sostanzialmente per demerito dei nostri partners. In estrema sintesi, e’ meglio un Governo che non fa niente, che un Governo che agisce (e quindi che fa danni).

L’Italia e’ irrimediabilmente in declino. Cosa ci sarebbe da fare? Il Governo Monti ha avuto risultati di performance peggiori di tutti i governi, perche’ ha di fatto spinto all’estremo le politiche fallimentari dei governi precedenti. Quello che serve all’Italia e’ esattamente l’opposto.

 

LINK AGLI ARTICOLI DI ANALISI DI DETTAGLIO PER CIASCUN INDICATORE

Qui trovate la prima puntata, quella sul PIL: Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi (Pt1): sul PIL Monti fu il peggiore

Seconda puntata, sulla DISOCCUPAZIONE: Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi (Pt2): boom della Disoccupazione durante i governi Monti e Letta

Terza puntata, su PRODUZ. INDUSTRIALE: Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi (Pt3): la Produzione Industriale a picco durante i governi Monti e Letta

Quarta puntata, DEBITO PUBBLICO: Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi (Pt4): Debito Pubblico boom con Monti e Letta

Quarta puntata, INFLAZIONE: Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi (Pt5): alta inflazione con Prodi, D’Alema e Amato

Quinta puntata, DEFICIT PUBBLICO: Valutazione analitica delle Performance dell’Italia rispetto alla UE di tutti i governi (Pt6): alto deficit con Prodi, D’Alema e Amato

 

1) PIL

Partiamo dal PIL in questo post: di seguito l’andamento del PIL degli ultimi 18 anni in Italia e nella media Europea, e poi i differenziali di PIL tra Italia ed Unione Europea.

gpg01 - Copy (59)

Noterete che da 18 anni l’Italia e’ in sostanziale tracollo, perdendo una media del 1,1% all’anno (circa 20% cumulato).

Coi governi di Centro Destra e Centro Sinistra perdavamo l’1,0% di PIL all’anno (equivalenti a 250 euro di ricchezza in meno all’anno per ogni Italiano), con Monti il -1,7% (circa 450 euro all’anno a persona, neonati inclusi), ed anche nel 2014, anno attribuibile in parte al governo Monti, parte al governo Letta, e’ terrificante, con un PIL che fa l’1,4% in meno di quello medio della UE.

Monti fa comunque il peggior risultato degli ultimi 18 anni (perche’ con le sue politiche ha fatto collassare la domanda interna e quindi il PIL)

 

2) DISOCCUPAZIONE

Vediamo la DISOCCUPAZIONE: di seguito l’andamento della DISOCCUPAZIONE degli ultimi 18 anni in Italia e nella media Europea, poi nel secondo grafico le differenze rispetto all’anno precedente in Italia ed Europa, ed infine i differenziali di ANDAMENTO DELLA DISOCCUPAZIONE tra Italia ed Unione Europea.

gpg01 - Copy (60)

Noterete che dopo un miglioramento della situazione nel corso degli anni, negli ultimi anni la disoccupazione in Italia e’ decollata in modo piu’ netto della media europea.

Coi governi di Centro Destra c’e’ stato un miglioramento medio annuo dello 0,3% rispetto alla media europea del tasso di disoccupazione, mentre coi governi di Centro Sinistra un leggero peggioramento, pari allo 0,1% all’anno.

Durante i Governi di Monti e di Letta la disoccupazione italiana e’ decollata e vengono conseguiti i peggiori risultati degli ultimi 18 anni (perche’ sono state perseguite politiche che ha fatto collassare la domanda interna e quindi il PIL)

 

3) PRODUZIONE INDUSTRIALE

Vediamo la PRODUZIONE INDUSTRIALE: di seguito l’andamento della PRODUZIONE INDUSTRIALE  degli ultimi 18 anni in Italia e nella media Europea, poi nel secondo grafico i differenziali di ANDAMENTO DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE  tra Italia ed Unione Europea.

gpg01 - Copy (61)

Noterete che da 18 anni l’Italia e’ in sostanziale tracollo, perdendo una media del 1,8% all’anno (oltre il 30% cumulato, cifra semplicemente mozzafiato).

Coi governi di Centro Destra perdavamo in media il 2,0% di PIL all’anno, con quelli di Centro Sinistra l’1,3% all’anno, con Monti il -3,6% e con Letta il -2,7%: in pratica e’ evidente una prograssiva accelerazione della deindustrializzazione in Italia negli anni, e non se ne vede la fine.

Monti fa comunque il peggior risultato degli ultimi 18 anni (perche’ con le sue politiche ha fatto collassare la domanda interna e quindi la componente interna della PRODUZIONE INDUSTRIALE)

 

4) DEBITO PUBBLICO

Vediamo il DEBITO PUBBLICO: di seguito l’andamento del DEBITO PUBBLICO degli ultimi 18 anni in Italia e nella media Europea, poi nel secondo grafico evidenziamo la differenza dell’ammontare del DEBITO PUBBLICO in rapporto al PIL rispetto all’anno precedente, e nel terzo grafico i differenziali di ANDAMENTO  del DEBITO PUBBLICO in rapporto al PIL rispetto all’anno precedente tra Italia ed Unione Europea.

gpg01 - Copy (62)

Noterete che per ben 16, dal 1995 al 2011, l’Italia ha ridotto il differenziale di Debito pubblico con la media europea, passando dal 52,6% nel 1995 (120,9% Italia versus 68,3% UE) al 38,3% nel 2011 (120,7% Italia versus 82,4% UE), poi l’esplosione sotto i governi Monti e Letta al 46,3% nel 2013.

I governi di Centro Destra hanno performando leggermente meglio di quelli di Centro Sinista, con riduzioni del differenziale di Debito dell’ 1,0% all’anno, contro 0,7%. Disastrosi Monti e Letta, con ampliamento del differenziale di Debito del  3,8% e del 4,5% all’anno

Letta fa comunque il peggior risultato degli ultimi 18 anni (a causa del calo del PIL denominatore del Debito e simultaneamente per la spinta al debito data dal pagamento dei tardati pagamenti della PA)

 

5) INFLAZIONE

Vediamo l’INFLAZIONE in questo post: di seguito l’andamento dell’INFLAZIONE degli ultimi 18 anni in Italia e nella media Europea, poi nel secondo grafico i differenziali di ANDAMENTO  dell’INFLAZIONE tra Italia ed Unione Europea.

gpg01 - Copy (63)

 

Noterete che per ben 10 anni, dal 1996 al 2005, l’Italia ha ridotto ha avuto un tasso d’inflazione superiore alla media europea mediamente di 5 – 6 decimi di punto. Dal 2005 in poi l’Italia ha avuto un inflazione mediamente leggermente inferiore alla media europea, con l’eccezione che nel 2012, anno in cui il governo Monti elevo’ le aliquote dell’IVA e le accise sui carburanti.

I governi di Centro Destra hanno performando leggermente meglio di quelli di Centro Sinista, con differenziali di inflazione limitati allo 0,1% annuo, contro 0,4% . Male Monti, meglio Letta.

I Governi Prodi 1, D’Alema e Amato registrarono i risultati maggiormente negativi in termini di maggiore inflazione sulla media UE.

 

6) DEFICIT PUBBLICO

Vediamo il DEFICIT PUBBLICO : di seguito l’andamento del DEFICIT PUBBLICO  degli ultimi 18 anni in Italia e nella media Europea, poi nel secondo grafico i differenziali di ANDAMENTO  del DEFICIT PUBBLICO  tra Italia ed Unione Europea.

gpg01 - Copy (70)

 

Noterete che per ben 13 anni, dal 1996 al 2008, l’Italia ha avuto un Deficit Pubblico maggiore della media Europea, mediamente di un 1% aggiuntivo. Nel 2009-2010 l’Italia ha avuto un deficit nettamente inferiore a quello della media europea, addirittura del 2% sul PIL nel 2010, che s’e’ via via ridotto sotto i governi Monti e Letta.

I governi di Centro Destra hanno performando nettamente meglio di quelli di Centro Sinista, specialmente il Berlusconi 3.

I Governi Prodi 1, D’Alema e Amato registrarono i risultati maggiormente negativi in termini di maggiore deficit sulla media UE.

 

By GPG Imperatrice


Fonte >  Scenari Economici


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Centuri 2014-02-10 19:10
Che Monti sia stato il peggiore è poco ma sicuro!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2014-02-11 12:04
Una volta i traditori a servizio di interessi stranieri si giustiziavano pubblicamente, sana usanza da ripristinare.
Ivan
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea V. 2014-02-11 12:05
sarà sempre peggio perché i governi difendono le caste parassite.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2014-02-12 20:30
Prima del golpe Monti che ci ha tolto Berlusconi ed il voto, comprammo in famiglia tutte macchine Alfa Romeo, compresa la meravigliosa Brera sportiva, che quando andiamo in Francia tutti l'ammirano. Insediato un governo di sinistra, dicevano che importare macchine avrebbe migliorato la qualità degli automobili prodotti qui in Italia, perchè le compagnie sarebbero state costrette a competere con le importazioni...una specie di pacco-contropacco alla napoletana, come fece la Camorra con l'immondizzia a Napoli. Berlusconi, vergognandosi del fatto che certe cartoline avevano fatto il giro del mondo, salito al potere, come Mary Poppins, la fece sparire. Adesso dicono per l'industria auto che non c'è nulla da preoccuparsi, perchè chi non lavora o resta a casa, di sicuro troverà un lavoro uguale se non migliore...certo, coltivare cannabis in garage ecco qual'è il loro "to work plan", populismo cheap, ladruncoli di polli..
Roosevelt d'altra parte quando gli Stati Uniti erano ancora mezzi intontiti dalla Grande Depressione, proclamò: "mentre il nostro grande paese conta con il calibro du una Shirley Temple, di sicuro ci riprenderemo presto.." il sogno americano diventato incubo del mondo, ma che nei film la morale fa trionfare sempre i buoni.
Dopo il golpe Monti, sono apparse tre fazioni nel panorama italiano:
I faziozi milionari di stato associati che hanno in mano il potere, grazie alla predica e vendetta odiosa contro Berlusconi, il reparto del denaro pubblico destinato a parenti e giornalisti pettegoli, il caos, istituire la mediocrità attraverso la distruzione dei valori della familia,, del lavoro, del risparmio e l'investimento.
La seconda fazione del guru ideologico, intellettualoid e, di sinistra, ex-terrorista o parente pagato da quelli, personaggio risentito, con qualche problemino mentale, che se non fosse per certi governi, sarebbe già al circolo sociale comunista del quartiere a giocare a carte.
La terza fazione è gente che non ascolta, non legge, non ha interessi, non educa più i figli, non risparmia, va in pizzeria, compera cellulari, vestiti firmati, però reagisce male se qualcuno gli tocca il lato B.
Poi c'è il motore di questa macchina, quel gruppo di italiani che è rimasto a casa sua, che abita le città, che continua a costruire la Patria, lavorando, compiendo le scadenze delle imposte dirette, che educa i figli, che spiega loro cosa stà capitando davvero, che soffre la distruzione della moneta, sono quelli che muovono il Paese, nonostante la distruzione ed il saccheggio che seminano giornalmente le fazioni precedenti.
Si prepara così l'Apocalisse facendo riferimento alle persecuzioni dei Romani verso i Cristiani, persecuzioni che guarda caso apparvero quando il potere politico totalitario ed anarchico ha voluto per se un livello di sottomissione al di sopra di quella voluta da Dio. Oggi abbiamo l'ONU, i politici delegano l'autorità morale a questa istituzione invisibile che è al servizio degli USA e dei suoi alleati e non tarderà a defecare sul resto del pianeta, se gli USA lo vorranno, ed i Re Magi sono i suoi genitori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# GENIUS LOCI 2014-02-16 13:35
monti non è altro che la conferna del "GENE" farlocco delle classi dirigenti Italiche .

OT :ma poi non tanto ...
http://www.tomshw.it/cont/news/the-mask-come-tenere-sotto-controllo-il-sistema-per-7-anni/53417/1.html

-MOOOLTO INTERESSANTE!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità