>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Ucraina: 21 anni, la morte in diretta con un tweet. "Sto morendo"
Stampa
  Text size
La propaganda occidentale al suo punto più basso.  Una ragazza, prima di morire, ha tempo e voglia di twittare: “Muoio”. Sembra quella infermiera kuwaitiana che raccontò al Senato Usa di come i soldatacci di Saddam avessero gettato i neonati fuori dalle incubatrici, e poi si scoprì che era la filia dell’ambasciatore dle Kuwait a Washington..

KIEV
- "Sono viva". Lo ha appena twittato Olesya Zhukovskaya, l'infermiera ucraina ferita a piazza Maidan il cui tweet "Io muoio" aveva fatto ieri il giro del mondo. Nel nuovo messaggio la ragazza ringrazia chi ha "pregato" per lei e precisa che secondo i medici le sue condizioni sono ora stabili.

Il disperato messaggio di Olesya è stato ritwittato migliaia di volte e scelto anche come "preferito". Centinaia di tweet sono comparsi sotto il suo, tutti i ragazzi del movimento, tutti con i telefonini in mano, hanno iniziato a dialogare a distanza, per cercare di capire cosa le fosse successo. I primi messaggi, alcuni ritwittati anche da Euromaidan, il movimento che guida la protesta di Kiev, hanno confermato la sua morte.

Molti per ricordarla hanno postato una bella foto di Olesya, sorridente, elmetto in testa e maglietta con la croce rossa sul petto, di notte, davanti alle barricate. Poi un tweet secondo il quale in realtà ce l'aveva fatta ha riacceso la speranza, e il destino della ventunenne che voleva soccorrere e aiutare i ragazzi del movimento e protestare accanto a loro ha scatenato altre migliaia di tweet e post su Facebook.

E sono iniziate ad arrivare le testimonianze: "Olesya è viva, è attaccata ad un respiratore, ma è viva", ha scritto su Facebook Kristina Berdinskikh. E poi ancora qualcuno ha riferito che era stata operata, e piano piano la notizia che fosse riuscita a salvarsi ha iniziato a prendere corpo.

Ingrandisci la foto

Colpita dalla polizia, Olesya Zhukovskaya sarebbe ferita gravemente ma ancora in vita. "Sono viva", ha twittato.


"L'operazione è riuscita!". Su alcuni siti sono comparse le dichiarazioni dei genitori. Fino all'account di Euromaidan: "Olesya Zhukovskaya è ferita gravemente, ma viva". Oggi il nuovo più tranquillizzante tweet.

(ANSA)

Fonte >  WSI


Home  >  Worldwide                                                                Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# harddie 2014-02-21 15:12
A morire in diretta è l'Ucraina, per volontà dei Poteri Forti a livello mondiale, a cui non interessa solo un'Ucraina pro-Ue e anti-Putin, ma il disordine che destabilizza aree del globo considerate in svendita. Figurarsi se a mr. Obama va il cuore in pappa per i manifestanti ucraini, quando droni, corpi speciali e servizi di sicurezza U.S.A. e affini fanno strame di donne, vecchi e bambini laddove gli interessi geo-strategici di Washington lo richiedano! E mentre sono masscrati cristiani ovunque, nel silenzio di N.A.T.O e O.N.U.! E figurarsi i pianti a dirotto della Merkel, che su greci e italiani suicidi immolati sull'altare del dio euro non ha versato nemmeno un decimale sul rapporto deficit-Pil!

Povera Ucraina! Ho pregato nella Chiesa di sant'Andrea, a Kiev, in tempi che sembravano di speranza: Dio ascolti oggi le preghiere di tutti coloro che amano la pace e aiuti questo popolo, che ho conosciuto dignitoso e buono!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sanmarco 2014-02-21 21:24
Ma speriamo che si ammazzi questa qua!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Larry06 2014-02-21 22:12
Morte e distruzione di un paese in un tweet.
E' la Democrazia 2.0 bellezza!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2014-02-22 18:03
L'Ucraina haimé è una grande esportatrice di troie ma attenzione ... è anche il paese di Taras Bulba dove si ammazzano con gran gusto i "liacchi" cattolici prepotenti ed i turchi non vengono nemmeno considerati esseri umani.
L'Ucraina è un grandissimo paese dove l'amore per Cristo è profondamente radicato ed è la Madre di Santa Madre Russia, secondo voi i Russi lasceranno accoppare la Venerata Batiuska? O accopperanno senza pietà chi ci prova?
Non è bastata la disfatta di Poltava a quegli sporcaccioni di svedesi?
Non è bastata ai mangia rane l'occupazione di Parigi da parte Cosacca del 1814?
Non sono bastate ai polacchi (liacchi) diverse spazzolatine di knut sui loro gropponi?
E che dire dei mangia kartofell con la loro mania di più terra ad est? Vogliono un altro spostamente di confine ad Ovest di 200 km e ridurre berlino ad uno zoo dove fare gli animali?
Ivan
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fabi 2014-02-23 16:19
L'Ucraina è un grandissimo paese dove l'amore per Cristo è profondamente radicato ed è la Madre di Santa Madre Russia, secondo voi i Russi lasceranno accoppare la Venerata Batiuska? O accopperanno senza pietà chi ci prova?
Bravo Ivan, ma intanto dove sono i Russi?
Chi li ha visti?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# harddie 2014-02-22 20:43
Il caos che regna a Est come a Ovest lsascia spazio a ogni ipotesi e ai più diversi sviluppi della situazione. Gli accordi o i compromessi sembrano riguardare le nazioni più forti, un'Ucraina divisa, che pare delinearsi, è, comunque, una prospettiva che non auguro alla gente che ho conosciuto lì diversi anni fa. Questo Occidente, che fa male all'Italia e a altri Paesi, non vedo proprio come possa andare bene, in questo momento storico, per una nazione che non ha ancora equilibri interni e istituzioni sicure.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giorgio scotti 2014-02-22 21:56
la rivolta ucraina era solo contro un politco ladro e l'europa non ce'ntra nulla anzi, un altro falso secondo me e' quello della miss venezuelana uccisa nel corso di fantomatiche manifestazioni STUDENTESCHE ..il filmato che la ritraeva distesa sul sellino posteriore di una moto e cosi' portata all'ospedaLe era ridicolo, PERCHE' NON FARLA SALIRE SU UN AUTO O SU UN PICK UP?..se e' morta magari e' perché era caduta da detta moto. mi e' arrivata un filmAto su fb..ebbene si sono sul famigerato fb.. in cui si vedono oceaniche manifestazioni in un paese che sarebbe il venezuela ma non si capisce che paese sia, le fonti usa pero 'parlano di proteste studentesche di anti-chavezisti con 5000 partecipanti,,m a nel filmato le folle oceaniche non si vedono piu' ma si vedono polizziotti che sparano contro presunti studendi-black block che fanno il solito casino a cui siamo abituati anche da noi. Ad un certo punto viene assaltato un edificio ministeriale ma non si capisce bene,la cosa strana e' che in giro non si vede una bandiera venezuelana o qualcosa che ci permette di capire che si e' in venezuela o in un altro qualsiasi paese latino americano Disinformazione pura. In fondo a noi ceh ce frega abbiamo il "nuovo" governo Renzi con il bravo bocconiano Padoan che per farci felici fara' la promessa patrimoniale..siamo fortunati noi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# harddie 2014-02-23 10:50
Per favore, evitiamo di insolentire un popolo intero confondendolo con le 'troie', che non sono un prodotto tipico di un solo Paese. Quello che accade in Ucraina è atroce, non è ancora finita e non illudiamoci che la cosa non ci rigusrdi. Gli U.S.A. e i poteri forti a livello internazionale vogliono smembrare nazioni, popoli e culture: non gliene frega niente di 'pacificare' un'area del globo decidendo per i popoli, sia quando sono in gioco scelte politiche, sia quando si tratta di scelte sul piano economico e sociale (come succede da noi, in maniera conclamata, da Monti a Renzi). E non c'è da fare nessuna dietrologia, è tutto chiaro, evidente, sfacciato. L'est dell'Ucraina si sentirà autorizzato a lottare per l'unione con Mosca, che non assisterà con le mani in mano ai maneggi statunitensi e eurocratici, per i quali strumentalizzar e le minoranze etniche, religiose o sessuali è la via maestra per imporre interessi e programmi in cui non si tengono in conto i diritti dei popoli e men che meno di dientità, tardizioni, culture, da annullare in un melting pot multiculturale-multirazziale che lascia i singoli indifesi e in balia di un potere totalitario. Prepariamoci a tempi tutt'altro che radiosi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# dyd65 2014-02-24 12:24
Le Olimpiadi sono finite, Putin ha di nuovo campo libero e di sicuro non rimarrà con le mani in mano ancora a lungo...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2014-02-24 12:56
Concordo, le troie sono prodotte da molti paesi, alcuni come gli USA le mettono addirittura a capo della diplomazia o del dipartimento di stato o l'Italia a capo del ministero degli affari esteri.
Dire che l'Ucraina esporta troie corrisponde al vero, infatti le femen che abbattono Crocifissi con la sega circolare non me lo sono inventate io.
Caro Fabi i Russi ci sono eccome, l'Orso piazzerà la zampata in modo che nessuno ci potrà far nulla nel momento più opportuno.
Ivan
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# harddie 2014-02-24 15:26
Le Femen sono strumentalizzat e e prezzolate e come ci informa anche Effedieffe, qualcuna che lo ammette apertamente, ora, c'è. L'amico Ivan dimenticava, ma solo per ragioni di (per così dire9 pertinenza geografica, le Pussy Riot: brutte, fra l'altro, laide, in tutti i sensi, come quella carampana fin dalla più tenera età di Lady Gaga. Ma, Femen o gay, sono solo pretesti per una lotta giunta al parossismo, partita dalle più alte sedi di organismi statali e internazionali e giunta a un punto tale che rimane solo trabocchi nelle strade, nelle piazze, in ogni città, come abbiamo visto in Ucraina, nazione per cui pregare e da aiutare come è possibile. Ma, certo, come dice Ivan, Putin non rimarrà inerte di fronte a scempi e illegalità alle sue porte e sulla pelle di una nazion che è la culla della Rus'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pierpaolo 2014-04-12 17:37
E il blog della ragazza lesbica di Damasco?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità