>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Recensioni

Il Baluardo: il nuovo libro EFFEDIEFFE
Stampa
  Text size

Per Natale 2014 pubblichiamo una raccolta di omelie e scritti del Cardinal Alfredo Ottaviani, vero ed indimenticato Principe della Chiesa Romana.

Il nostro intento, nel rilanciare in un momento tanto delicato per la Chiesa Cattolica un testo pubblicato in una sola edizione nel lontano 1961, è quello di indicare ai lettori come recuperare quel sensus Ecclesiae ricordato già da Pio XII come “decisivo per la conoscenza della verità”.

«Decisivo, dunque, per la conoscenza della verità è non già la opinio theologorum, ma il sensus Ecclesiae. Altrimenti sarebbe un fare i Teologi quasi magistri Magisterii; il che è un evidente errore». (Dal Discorso di Pio XII del 14-09-1956 ai partecipanti alla VI settimana di aggiornamento pastorale, pubblicato sull’Osservatore Romano).

Come scrive don Curzio Nitoglia nell’ormai tradizionale presentazione ai nostri Classici del Pensiero Cattolico (Il Baluardo è il 4° volume della suddetta collana):

«La vita e le opere del Cardinal Alfredo Ottaviani ci insegnano l’amore della Verità, che animò il porporato e che sola ci “farà liberi” (Gv., VIII, 31) e l’accettazione delle umiliazioni, dalle quali sole nasce la vera umiltà di cuore (S. Ignazio da Loyola, Esercizi spirituali, nn. 165-167, I tre gradi di umiltà)».

La Chiesa, durante la vita del porporato, era aggredita ad extra dal comunismo sovietico e ad intra dal neo-modernismo, che fu condannato nel 1950 da Pio XII (coadiuvato in questo proprio da Ottaviani), ma che si riprese la rivincita contro il Cardinale dopo la morte di papa Pacelli, quando nell’assise conciliare Ottaviani venne «isolato e mal tollerato» dai modernisti condannati da Pio XII e promossi da Giovanni XXIII.

Negli anni successivi all’elezione di Roncalli, il primo dovere dell’attività del Cardinale fu sempre «l’amore per la purezza e l’integrità dottrinale». Egli ha cercato nel corso della sua attività curiale di «offrire la linea della giusta direttiva del cammino, nella continua lotta tra il bene e il male. […]. Non rifuggì dalla lotta quando questa si palesava dura e delicata insieme; dovette quindi servire la Chiesa da posizioni spesso scomode, talvolta di isolamento».

Come scrisse in una passata presentazione a questo libro il Cardinal Pietro Palazzini (1912-2000): «la verità liberatrice potrebbe essere la categoria fondamentale, la chiave di lettura dell’essere e dell’operare del Cardinale Alfredo Ottaviani».

E conclude Nitoglia nella nuova e lungimirante presentazione alla nuova edizione che oggi proponiamo,

«Ottaviani ci ha lasciato il quadro di ciò che aspetta coloro che vogliono servire Cristo e non il Mondo: “essere dimenticati, isolati, messi da parte, calunniati, scherniti, disprezzati, non consultati, non ricercati”».

Una battaglia eroica, che Ottaviani condusse fino al giorno della sua morte (avvenuta il 3 agosto 1979) ma dall’interno della Chiesa. Difatti, nonostante il porporato vedesse bene i problemi nati col Vaticano II (chi meglio di lui?), non approvava soluzioni di rottura poiché le conseguenze giuridiche avrebbero portato all’annichilazione della Chiesa gerarchica, come l’ha fondata Gesù.

Non a caso, il motto che il porporato scelse per il suo stemma cardinalizio (riportato nella copertina del libro) è Semper Idem (sempre lo stesso).

L’amore di Ottaviani per la sede apostolica e per la figura del Pontefice scaturisce in maniera dilagante dalla presente raccolta di suoi discorsi e scritti che oggi qui rilanciamo — una lettura che può essere un balsamo per le nostre anime scosse da anni di dubbi ed incertezze, capace di donarci quella speranza nella vittoria finale che troppo spesso ci manca.

Che egli ci aiuti a restare fedeli alla immutabilità sostanziale del dogma, della morale naturale e della Liturgia di Tradizione apostolica con lungimiranza ma soprattutto con “accettazione delle umiliazioni dalle quali sole nasce la vera umiltà di cuore”.

Buona lettura.

Lorenzo de Vita
(editore)


*  *  *
 

(258 pagine con introduzione di d. Curzio Nitoglia)

14,00 euro





  EFFEDIEFFE.com  


 

 

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# AlexFocus012 2014-11-16 10:28
Credo che i concetti esposti, anche se non ho letto il libro, siano di una potenza devastante per il Nuovo Ordine Mondiale il cui potere si basa, fondamentalment e, sul segreto e, quindi, sulla menzogna istituzionalizz ata.
Ci credo talmente che il passo "Conoscerete la Verità ed essa vi renderà liberi" è il primo dei miei pensieri di riferimento, assieme a "Uomini siate e non pecore matte, perchè il giudio tra voi, di voi non rida" di D(ur)ante Alighieri e "Il principale dovere dell'uomo è rimanere in piedi tra le rovine" di Julius Evola.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità