>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Tremendi castighi sull’Italia e sul mondo
Stampa
  Text size
Pio XII aveva ben previsto: “Oggi quasi tutta l’umanità va rapidamente dividendosi in due schiere opposte: con Cristo o contro Cristo. Il genere umano al presente attraversa una formidabile crisi che si risolverà in salvezza con Cristo o in funestissime rovine” (Enciclica Evangelii praecones, 2 giugno 1951).

Ci troviamo allo scontro finale tra la Chiesa e la contro-chiesa. La situazione odierna è peggiore di quella che precedette l’abbattimento della Torre di Babele, il diluvio universale, la distruzione di Sodoma e Gomorra.

Il 13 maggio 2010 Benedetto XVI a Fatima disse: “Possano questi sette anni che ci separano dal centenario delle apparizioni affrettare il preannunciato trionfo del Cuore Immacolato di Maria”. Ma il trionfo del Cuore di Maria, secondo ciò che la Madonna disse ai pastorelli in Cova di Iria sarà preceduto da una terribile prova: “martirio dei buoni, nazioni annichilite, il Papa martirizzato” (1).

Nel 1994 Giovanni Paolo II dichiarò a Vittorio Messori che le parole della Madonna a Fatima “sembrano avvicinarsi al loro compimento” (2).

Antonio Socci sostiene che secondo padre Joaquin Alonso (l’archivista ufficiale di Fatima) nel terzo segreto si parlerebbe di «uno stato critico della fede, […], di lotte intestine nel seno della Chiesa e di gravi negligenze pastorali dell’alta gerarchia, […] di défaillances della gerarchia. Ed è interessante notare che la parola défaillance nel Dizionario Larousse ha questi significati: “incapacità di svolgere pienamente il proprio ruolo o funzione, inabilità. Perdita improvvisa e momentanea di una facoltà”» (3).

  
In un colloquio tra Suor Lucia e il padre Agostino Fuentes (26 dicembre 1957) la veggente disse: «La punizione del Cielo è imminente. […]. Dio ha deciso di dare al mondo gli ultimi due rimedi contro il male, che sono il Rosario e la devozione al Cuore Immacolato di Maria. Non ce ne saranno altri. Quando Egli vede che il mondo non presta alcuna attenzione ai Suoi messaggi, allora ci offre “con un certo timore” l’ultima possibilità di salvezza: l’intervento della Sua Santissima Madre. Lo fa “con un certo timore” perché se anche quest’ultima risorsa non avrà successo non potremo sperare più in nessun tipo di perdono dal Cielo. Non dimentichiamoci che Gesù Cristo è un figlio molto buono e non ci permetterà di offendere e disprezzare la sua santa Madre» (4).

Giovanni Paolo II ha detto a Fatima (13 maggio 1982): “Minacce quasi apocalittiche incombono sulle nazioni e sull’umanità”.

Socci nel libro La profezia finale cita la beata Caterina Emmerick, che il 13 maggio del 1820 scriveva: “Ho avuto una visione su due chiese e due papi […]. La chiesa più grande era una strana chiesa, non voluta dal Cielo, una contraffazione della Chiesa, la vidi accrescersi e vidi eretici di tutte le condizioni venire a Roma, ma ho visto una Chiesa più piccola e perseguitata, che è la vera Chiesa cattolica” (op. cit., p. 60).

Socci cita anche le apparizioni della Madonna a Quito in Ecuador a Suor Mariana Francisca de Jésus Torres y Berriochoa (1563-1635) e scrive che la Madonna nel lontano XVII secolo chiedeva alle “anime consacrate di immolarsi per gli uomini del XX secolo, che saranno le preferite del Suo Cuore, perché in quel periodo l’Inferno si scatenerà e molte anime si perderanno” (op. cit., p. 76).

Quindi, Socci, termina citando le quindici apparizioni della Madonna a Civitavecchia (nel 1995) in località Pantano (ove ora sorge la chiesa di S. Agostino) nelle quali la Madonna ha parlato di una “minaccia di un conflitto nucleare tra l’Occidente e l’Oriente, la Terza Guerra Mondiale” (op. cit., p. 86).

Queste sono Rivelazioni private, ma sono state approvate dalla Chiesa. Quindi non si deve dar loro un assenso di fede, ma neppure è lecito disprezzarle. Esse convergono in maniera impressionante con le circa sessanta apparizioni che la Madonna della Rivelazione riservò a Bruno Cornacchiola dal 1947 al 2001 (5), di cui ne cito una soltanto:

“I pastori del gregge non fanno il loro dovere. Troppo mondo è entrato nella loro anima per dare scandalo al gregge e sviarlo dalla via. […]. Prima che la Russia si converta e lasci la via dell’ateismo, si scatenerà una tremenda e grave persecuzione. Pregate, si può fermare. […]. Allontanatavi dalle false cose del mondo: vani spettacoli, stampe d’oscenità. […]. Satana è sciolto per un periodo di tempo e accenderà tra gli uomini il fuoco della protesta. Figli, siate forti, resistete all’assalto infernale. […]. La Chiesa tutta subirà una tremenda prova, per pulire il carname che si è infiltrato tra i suoi ministri. […]. Sacerdoti e fedeli saranno messi in una svolta pericolosa nel mondo dei perduti, che si scaglierà con qualunque mezzo all’assalto: false ideologie e teologie. […]. Vi saranno giorni di dolori e di lutti. Dalla parte d’Oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrerà un attacco tremendo e spezzerà le cose più sacre e sante. […]. Il mondo entrerà in un’altra guerra, più spietata delle precedenti; maggiormente sarà colpita la Rocca eterna (Roma). L’ira di satana non è più mantenuta; lo Spirito di Dio si ritira dalla terra, la Chiesa sarà lasciata vedova, sarà lasciata in balìa del mondo. […]. La colpita maggiormente sarà la Chiesa di Cristo per nettarla dalle sozzure che vi sono dentro. […]. I sacerdoti saranno calpestati e trucidati, ecco la croce rotta vicino alla talare dello spogliamento esteriore sacerdotale” (Saverio Gaeta, Il veggente. Il segreto delle tre fontane, Milano, Salani, 2016, pp. 80-88).

Mala praevisa minus feriunt / i mali previsti fan meno male” perché abbiamo la possibilità di ricorrere alla preghiera, alla penitenza e alla conversione sincera. Più di questo oggi non si può fare.

Il male è più potente delle anime fedeli, che cercano sinceramente Dio, ma l’Onnipotenza divina da ogni male e castigo sa trarre un bene maggiore. È con questo spirito di contrizione unito alla fiducia che dobbiamo affrontare la prova finale la quale incombe oramai sui nostri capi (v. la situazione in Siria, ove gli USA minacciano di bombardare Damasco e la Russia mette in guardia che quest’atto scatenerebbe una guerra atomica di portata mondiale).

Regina Martyrum ora pro nobis!

d. Curzio Nitoglia




1) A. Socci, La profezia finale, Milano, Rizzoli, 2016, p. 19; Id., Il Quarto segreto di Fatima, Milano, Rizzoli, 2006.

2) Giovanni Paolo II - V. Messori, Varcare la soglia della speranza, Milano, Mondadori, 1994, p. 243.

3) A. Socci, La profezia finale, cit., p. 26.

4) A. Socci, La profezia finale, cit., p. 28.

5) Francesco Spadafora, Tre Fontane, Roma, Giovanni Volpe, 1984; Giuseppe Tomaselli, La Vergine della Rivelazione, Palermo, 1981.

 

  EFFEDIEFFE.com  
 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Maccabeo 2016-09-15 06:14
mmm...non è che il trionfo del Cuore Immacolato c'è già stato con la fine delle persecuzioni comuniste che avevano inghiottito intere nazioni? Del resto Pio XII ha consacrato la Russia, anche se in ritardo. Siamo in piena "grande apostasia" postconciliare casomai. Il castigo è la spirito del concilio che ci attira castighi materiali e spirituali immensi. La chiesa simulacro che misconosce e fa misconoscere Cristo e colui che detiene le Chiavi che le usa per aprire il pozzo dell'abisso del non-senso e della follia suicida...

--------------------

Gentile lettore,

la sua tesi è certamente interessante. Ma il "trionfo" di qualcosa, e specialmente del cuore di Maria, non può essere quello che oggi conosciamo, che non è un trionfo, poiché il comunismo, come un mezzo, è stato tolto ed al suo posto o dopo di lui è venuta la vera devastazione, che nei piani dell'anticristo doveva essere spirituale. Il trionfo invece andrà di pari passo a quello di Cristo, all'asssogettamente sotto di Lui di tutte le potestà come insegna San Paolo, perché misticamente il cuore della Vergine è unito perfettamente a quello di Nostro Signore, con una profondità a noi ancora sconosciuta. Trionfa dunque l'uno e regna l'altro. In tal senso il trionfo di Maria significherà il regno di Cristo in tutto il suo splendore (non sulla terra ovviamente!). E dalla scrittura - ultimi capitoli dell'Apocalisse, "cieli nuovi e nuova terra" - sappiamo quando e come avverrà tutto questo. I santi in Cielo - ed anche noi sulla terra che vediamo questo mondo in fiamme e la regalità di Cristo calpestata ovunque - stanno domandando a gran voce che l'Agnello prenda possesso di ciò che è suo, e che la sua giustizia trionfi (quinto sigillo che si schiude). Ma le cose non sono ancora compiute: manca ancora la grande tribolazione ed il numero dei suoi santi non è ancora stato completato. In ogni caso siamo nel campo delle supposizioni. Attendiamo nella preghiera di espiazione. E non scordiamoci mai il "non praevalebunt". Quello che scrive sulla Chiesa, corpo mistico di Cristo, e sulla roccia, che sta in Pietro, da Dio stesso è stato promesso che non avverrà. Le porte infere attentano a questo Corpo, ed al suo capo visibile che è il Papa, da 2000 anni, ed attenteranno ancor più sotto il regno visibile dell'uomo di iniquità; ciononostante non vinceranno mai! Fidiamo in Lui e conserviamoci santi, contrassegnati dallo Spirito, per il giorno del suo trionfo su tutte le cose create.

Lorenzo de Vita
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# un Cattolico 2019-03-22 05:41
CHE IL SIGNORE CREATORE ABBIA PIETA' DEL MONDO INTERO !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità