>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Ergastolo al sergente Usa che uccideva i civili afghani
Stampa
  Text size
Condannato Gibbs, il sergente statunitense che ammazzava civili afgani per divertimento e teneva membri come trofei

È stato condannato all’ergastolo Calvin Gibbs, 26 anni, sergente dell’Esercito americano, sposato e padre di un bambino in tenera età, che fra il gennaio e il maggio dell’anno scorso, quando era di stanza in Afghanistan, guidò la sua squadra a perpetrare, come passatempo, delitti di ogni genere contro la popolazione civile locale.

La corte marziale insediata nella base di Lewis-McChord presso Tacoma, nello Stato di Washington, lo ha infatti giudicato colpevole di tutti e quindici i capi d’imputazione, compresi tre di omicidio aggravato premeditato; per ognuno di essi la pena prevista era appunto il carcere a vita. L’accusa aveva chiesto che fosse esclusa per il sergente la possibilità di ottenere la libertà vigilata, ma i cinque membri della giuria l’hanno invece subordinata all’espiazione di almeno dieci anni di reclusione.

La vicenda, uno scandalo paragonabile a quello del 2004 per le sevizie a danno dei detenuti nel famigerato penitenziario iracheno di Abu Ghraib, ha rischiato di rendere ancora più tesi i rapporti tra l’amministrazione Usa e le autorità di Kabul. Tre subordinati di Gibbs si erano già dichiarati colpevoli e avevano accettato di deporre a suo carico, ottenendo in cambio verdetti relativamente meno pesanti, mentre il sottufficiale in giudizio ha tentato di sostenere di aver agito in combattimento o sotto attacco, e dunque per legitima difesa.

Il procuratore militare, maggiore Drè LeBlanc, ha replicato ricordando come Gibbs e i suoi uomini fossero soliti riferirsi agli afghani come a «selvaggi», e ed è sbottato: «Eccolo il selvaggio, il selvaggio è il sergente Gibbs».

L’interessato aveva del resto ammesso di aver mutilato a più riprese i cadaveri delle proprie vittime, tagliando loro le dita o strappandone i denti, per poi esibirli davanti ai commilitoni quali macabri trofei di guerra.

«Per me è come quando a caccia si asportano le corna a un cervo», è stata la sua allucinata auto-giustificazione. «Bisogna venire a capo di quello che si fa».

Nel corso del processo, durato una settimana, è emerso inoltre che Gibbs e gli altri erano soliti piazzare armi da fuoco sui resti degli afghani assassinati, per far credere che si trattasse di guerriglieri pronti a combattere e allontanare da sè eventuali sospetti.

Fonte >  Stampa.it


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# em 2011-11-11 23:26
Giustizia è fatta!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# AlessandroV 2011-11-12 09:22
Questa la chiami Giustizia?
Questo è solo uno scarno contentino all'opinione pubblica.
Mi chiedo se le SS fossero più gentili di questo sergente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-12 13:42
Citazione AlessandroV:
Questa la chiami Giustizia?
Questo è solo uno scarno contentino all'opinione pubblica.
Mi chiedo se le SS fossero più gentili di questo sergente


Beh... per dir lo vero.. ce l'ha per davvero, e pure in pieno, la tipica, kanonika, classica "gueule" da spietato, feroce, sadico... "NAZI"... DOC!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-13 13:59
Citazione NOMEN:
Citazione AlessandroV:
Questa la chiami Giustizia? Questo è solo uno scarno contentino all'opinione pubblica. Mi chiedo se le SS fossero più gentili di questo sergente


Beh... per dir lo vero.. ce l'ha per davvero, e pure in pieno, la tipica, kanonika, classica "gueule" da spietato, feroce, sadico... "NAZI"... DOC!!!


... ma... sciocco, ingenuo, sprovveduto...
QVIA... s'è fatto fregare, andando ad ammazzar lontano da casa... mentre si sarebbe dovuto sfogar ben bene... sui "DEGENERATI PARASSITI" di casa sua... che, astutissimi e previdentissimi , ti spedirebbero agli Antipodi e magari pure sulla Luna, pur di togliersi di torno potenziali, pericolosi, possibili contendenti... surtout... illi armati, li militari!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nicko 2011-11-12 00:51
Ergastolo ? Questo fra 10 anni sarà in libertà vigilata... altro che ergastolo! E poi magari zitti zitti la libertà vigilata verrà tramutata in libertà totale, quando il polverone nei giornali si sarà abbassato...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# LaPatonzaDeveGirare 2011-11-12 09:38
Citazione Nicko:
Ergastolo? Questo fra 10 anni sarà in libertà vigilata... altro che ergastolo! E poi magari zitti zitti la libertà vigilata verrà tramutata in libertà totale, quando il polverone nei giornali si sarà abbassato...


E' chiaro che lei non sa come funziona la giustizia in america...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Milo Dal Brollo 2011-11-12 15:13
Citazione LaPatonzaDeveGi rare:
E' chiaro che lei non sa come funziona la giustizia in america...


Esatto: là sono molto più cattivi di noi e con il Patrioct Act, che riguarda soprattutto i terroristi e presunti tali, mi sa che lo è diventata ancora di più.
Anche se poi dipende dalla giustizia di ogni Stato, alcuni sono relativamente buoni, altri hanno ancora la pena di morte, ma qui si tratta di corte marziale!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# LaPatonzaDeveGirare 2011-11-12 20:00
Citazione Milo Dal Brollo:
Citazione LaPatonzaDeveGi rare:
E' chiaro che lei non sa come funziona la giustizia in america...


Esatto: là sono molto più cattivi di noi e con il Patrioct Act, che riguarda soprattutto i terroristi e presunti tali, mi sa che lo è diventata ancora di più.
Anche se poi dipende dalla giustizia di ogni Stato, alcuni sono relativamente buoni, altri hanno ancora la pena di morte, ma qui si tratta di corte marziale!


In realtà la corte marziale americana condanna a morte molto più difficilmente delle normali corti degli Stati dove ancora la pena di morte c'è. Puoi leggere qualcosa qui:

http://court-martial.com/military-death-penalty/

e qui puoi vedere i casi di quelli che attualmente sono condannati a morte dalla corte marziale:

http://www.deathpenaltyinfo.org/us-military-death-penalty

L'ultimo soldato condannato a morte dalla corte marziale e giustiziato fu nel 1961.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ogogoro 2011-11-12 02:16
Ma da quelle parti non è in vigore la pena di morte?
Ah scusate, non è nè negro, nè povero, nè tutti e due.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità