>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

L’eredità di Zapatero: appalti e debiti record
Stampa
  Text size
Elezioni in Spagna: il boom edilizio voluto dal premier socialista oggi è solo una montagna di mutui: 308 miliardi che fanno tremare l’Europa. La polpetta avvelenata per il nuovo governo

Vi ricordate Josè Zapatero, detto «Bambi», simbolo e idolo della nuova sinistra. Ora è l’autentica maledizione. Non solo della Spagna e di Mariano Rajoy, il successore annunciato chiamato ad arginare la voragine ricevuta in eredità.

Ma di tutti noi. Il vero grande malato d’Europa, quello capace d’affossarla, non è né l’Italia, né la minuscola Grecia, ma come ricorda l’Economist, la Spagna. Il suo vero cancro, pernicioso e contagioso, sono 308 miliardi di mutui sull’edilizia pubblica e privata. Metà di quei 308 miliardi sono a detta della Banca di Spagna «problematici».

Altri 30 sono «insolvibili». Ovvero carta straccia. Tutto merito di un primo ministro che per 7 anni ha trasformato la nazione in un convulso cantiere. Per Bambi la parola d’ordine era costruire. A Madrid il nostro Walter Veltroni si soffermava ammaliato davanti a Dulcinea, titanica trivella capace di scavare fino a 130 metri di profondità per costruire una tangenziale da tre miliardi di euro. Per ripagare quello sprofondo servivano 35 anni, ma che importava?

A finanziare ci pensavano le banche d’Europa. E dietro alla tangenziale correva «Velaro», il treno più veloce del mondo capace di collegare Madrid a Barcellona in 70 minuti. Obama, in visita in Spagna, se lo mangiava con gli occhi e confessava: «Noi non ce lo possiamo permettere». Davanti a quel poveraccio Bambi quasi si commuoveva. Per lui quei 2200 chilometri di linee ad alta velocità erano bazzecole. Pur di far contenti anche i politici di provincia non negava una stazione da 10 milioni di euro neppure ai 19 passeggeri paganti giornalieri della minuscola Guadalajara. Spiccioli rispetto ai 47 aeroporti pubblici, solo dieci dei quali in attivo. Un nulla rispetto al miliardo e passa di euro investiti nelle piste di Ciudad Real, vero monumento allo scialo dove non atterra un solo volo.

Ma la più grande e disastrosa opera del muratore Zapatero è la bolla edilizia. Bambi punta tutto sulle costruzioni sostenendo un processo speculativo immobiliare identico a quello dei mutui «subprime» americani. Nel 2005, suo primo anno di mandato, i 39 miliardi di euro in appalti dell’Amministrazione pubblica regalano all’edilizia il 25 per cento di fatturato in più. La parola d’ordine è edificare a tempo di record per garantire alti tassi di occupazione e rapida crescita della ricchezza. Il tutto senza sviluppare altri settori manifatturieri. Così quando la bolla implode e la vendita di case si blocca il disastro è immediato.

L’esplosione dell’unica valvola produttiva fa schizzare la disoccupazione dal 7,9 per cento del 2009 al 22,6 per cento del 2011. Ma il problema sono i miliardi di euro presi a prestito da altre banche europee per costruire opere che nessuno usa e case che nessuno vuole. «La Spagna ha un milione di nuove case che non saranno assorbite prima del 2017» avverte Fernando Acuna Ruiz, responsabile di Taurus Iberica, la più grande agenzia di mutui spagnola. Insomma se Rajoy non farà in fretta, le banche rischieranno di fallire e la Spagna di esplodere. Trascinandosi dietro prima le altre banche d’Europa e poi tutti noi.

Fonte >  Giornale.it

Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# CESCO 2011-11-19 21:38
Ma che fallissero tutti! Amen
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-20 14:21
Citazione CESCO:
Ma che fallissero tutti! Amen


... ALLELUJA!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# The Italian Job 2011-11-19 23:25
La Spagna ha un milione di nuove case.
Questa cosa (espansione edilizia da pazzi) gli spagnoli già la sapevano nel 2002...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-21 20:53
Citazione The Italian Job:
La Spagna ha un milione di nuove case. Questa cosa (espansione edilizia da pazzi) gli spagnoli già la sapevano nel 2002...


Mah... nell'incombente futuro proximo venturo, ci sarà ovunque più necessità di... "CASSE", piuttosto che "case"... ahinoi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# EdoardoCas 2011-11-20 10:49
Bhe, almeno gli rimarranno le infrastrutture.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea - Milano 2011-11-20 14:34
La solita carta da cesso del Giornale... citare Aznar no... solo Zapatero...
Tutto nasce sotto Aznar, cari amici, colui il quale concesse pure il falso attentato della stazione ferroviaria di Atocha a Madrid, per intenderci.
Che poi la bolla sia scoppiata nelle mani di Zapatero che ha altre colpe, questo è un altro paio di maniche.
Occhio alla disinformazione del Giornale. La verità è che non bisogna fermarsi ad un solo quotidiano.
La verità è potenzialmente sempre oltre.
Andrea
Milano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pierpaolo 2011-11-20 14:55
Ma il "muratore Zapatero" è libero?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-21 01:15
Citazione Pierpaolo:
Ma il "muratore Zapatero" è libero?


Macchè... se ne è tornato, mogio mogio, a zappà, qual sinistro vil servo de la gleba... e mica serve più, oramai... li ha già fatti tutti, li programmati danni che dovea fa'... missione compiuta!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-20 20:34
Beh... era davvero ora che se ne tornasse a zappa', che me pare sia la sola cosa che sa' fa'... 'sto laicissimo, supponente, antipaticissimo ... sinistro... "Zappatore"... DEO GRATIAS!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Grifo Scaligero 2011-11-21 12:26
NOMEN, Zapatero nello idioma fiorentino emendato suona più come "scarparo", quel che in teutonico vien tradotto come Sciùmacher, similmente allo guidatore di vetture formulate.
Tanto si doveva, vostro affezionatissmo .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-21 17:45
Citazione Grifo Scaligero:
NOMEN, Zapatero nello idioma fiorentino emendato suona più come "scarparo", quel che in teutonico vien tradotto come Sciùmacher, similmente allo guidatore di vetture formulate.
Tanto si doveva, vostro affezionatissmo


Ma dai ,mi sotto+stimi, mon ami... è ovvio che ne fossi a cognoscenza, in ambo le lingue, anche se la mia favella preferita, illa italica a parte, resta pur sempre lo franzese... e dovresti esserti pur accorto, che me piase assai assai inventarme variazioni sul tema...
son, le mie... "licenze poetiche"... ERGO... "lasciami divertire"!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gustavo d 2011-11-21 08:48
Non gli converrebbe garantire i mutui?
Magari con i Bonos? Di fatto monetizzerebber o, inoltre non sanno più come venderli sul "Mercato". Se le banche vogliono carta straccia (denaro), avranno carta straccia (Bonos).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-21 13:51
Citazione gustavo d:
Non gli converrebbe garantire i mutui?
Magari con i Bonos? Di fatto monetizzerebber o, inoltre non sanno più come venderli sul "Mercato". Se le banche vogliono carta straccia (denaro), avranno carta straccia (Bonos)


E mica hanno ancora capito, 'sti fessi, che la sola via di fuga ormai praticabile... è solo quella profetizzata, temporibvs illis, dal NOSTRO DIVINO AURITI, però avvolta ancora dalla vile, fellonesca "congiura del silenzio" ordita dagli ipocriti, degenerati parassiti... ma... si dovranno tosto arrender e pure "senza condizioni"... HAI VINTO, AURITI... DEO GRATIAS... AMEN... ALLELUJA!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-21 19:28
Beh... le parole d'ordine, per rimetter le cose al loro justo posto, dovrebbero esser, nella sonante loro castellana, imperial favella... SANGRIA, SANGRE, MVERTE... VAMOS A MATAR, COMPANEROS!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-21 21:24
Citazione NOMEN:
Beh... le parole d'ordine, per rimetter le cose al loro justo posto, dovrebbero esser, nella sonante loro castellana, imperial favella... SANGRIA, SANGRE, MVERTE... VAMOS A MATAR, COMPANEROS!


... ossia... "EL DEGUELLO"... fiato alle trombe, allora!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NOMEN 2011-11-22 14:16
Citazione NOMEN:
Citazione NOMEN:
Beh... le parole d'ordine, per rimetter le cose al loro justo posto, dovrebbero esser, nella sonante loro castellana, imperial favella... SANGRIA, SANGRE, MVERTE... VAMOS A MATAR, COMPANEROS!


... ossia... "EL DEGUELLO"... fiato alle trombe, allora!

... ovverossìa... "LA+DIVINA+ORDAL IA"... e così sìa!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità