>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Portata dai genitori davanti al giudice: ha abortito la sedicenne di Trento
Stampa
  Text size
Purtroppo la ragazza che voleva tenersi il bimbo ha abortito. Preghiamo per lei perchè possa reggere la sofferenza, per il nascituro morto e per i suoi genitori accecati dall'egoismo.

Era incinta di un ragazzo albanese che ora è stato allontanato. Voleva tenere il bambino, ma il padre e la madre erano contrari

MILANO - Ha abortito la sedicenne di Trento che incinta del suo ragazzo albanese, voleva tenere il bambino. I genitori si erano rivolti anche alla giustizia per costringerla a interrompere la gravidanza, e forse proprio il colloquio con un magistrato del Tribunale dei minori ha convinto la ragazzina ad accettare. La vicenda, accaduta nella provincia trentina, è stata raccontata dai quotidiani locali ed è rimbalzata anche su i quotidiani nazionali.

LA DECISIONE - Di quel bambino, frutto della relazione della ragazzina con un diciottenne «violento, che spesso la picchiava», i genitori non ne volevano sapere. Ora del ragazzo si sono perse le tracce. La Repubblica scrive che forse è stato convinto ad allontanarsi con una somma di denaro. Il giudice a cui si erano rivolti per costringere la figlia a mettere fine alla gravidanza non si è espresso con alcun provvedimento. Ma avrebbe ugualmente contribuito a convincere la ragazza a seguire il consiglio dei genitori.

Fonte >  Corriere.it



Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Policarpo 2011-12-11 22:07
Quoniam pater meus et mater mea derelinquerunt me... Psalmus 26, 16.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Em 2011-12-11 22:12
Ecco le porcherie dei nostri tempi, i bravi ragazzi ormai sono ignorati, le ragazze vogliono solo il rude che le tratta male.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2011-12-12 08:24
"Onora il padre e la madre" va riferito a padre e madre fedeli ai principi religiosi. Altrimenti, formalmente il rispetto deve essere, per educazione, ma gli empi, genitori che essi pur siano, non vanno seguiti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Kuma 2011-12-12 12:58
A parte che il fatto che il ragazzo fosse violento e la picchiasse è ancora tutto da provare, concordo con Em. Se anche fosse vero, ad aver bisogno di "aiuto" non sarebbe solo il ragazzo, ma anche la ragazza che è attratta da personalità violente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gustavo d 2011-12-12 14:13
In questa vicenda pare non ci sia una sola cosa che sia andata per il verso giusto: la ragazzina di sedici anni non dovrebbe avere rapporti meno che mai con gente violenta, i genitori (oltre alle evidenti carenze nell'educazione della figlia) non dovevano insistere per l'aborto anche perché non c'è un motivo valido (disonore? Ci potevano pensare prima, razzismo? Peggio, scarsità di mezzi? Ancora peggio) infine il giudice abortista se la dovrà vedere con ben altro Giudice.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Karl 2011-12-13 00:19
Qui la vera violenza l'hanno fatta i genitori, complice il giudice, che hanno fatto pressione sulla madre per ammazzare il loro nipotino.
Un crimine che ha colpito prima di tutto il bimbo, poi la madre, poi il padre (il figlio era anche suo, o ce lo siamo dimenticati?)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità