>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Nigeria: oltre 200 morti negli attentati sferrati da “Boko Haram”.
Stampa
  Text size
Nuovo attacco contro i cristiani nel Nord del Paese

Sono almeno 215, secondo fonti locali, le vittime degli attacchi terroristici sferrati ieri a Kano, la seconda città della Nigeria. Bombe, sparatorie e incendi hanno seminato morte per le strade della metropoli di oltre dieci milioni di abitanti. Gli attentati sono stati rivendicati dal gruppo integralista islamico “Boko Haram”. Stamani, inoltre, uomini armati hanno ucciso nove persone in un attacco contro la comunità cristiana in un villaggio nel Nord del Paese. Attaccate anche due chiese. Su questa drammatica situazione, Gabriella Ceraso ha raccolto il commento di padre Patrik Tor Alumuku, direttore della comunicazione dell’arcidiocesi di Abuja:RealAudioMP3

R. – Abbiamo ricevuto queste notizie con ansia, con paura, perché questo è una ulteriore escalation rispetto a quello che è stato fatto finora dai “Boko Haram”.

D. – Qual è la lettura che la Chiesa, la comunità nigeriana sta dando a ciò che accade?

R. – La Chiesa ha sempre parlato della necessità di un dialogo, per trovare la pace in questo Paese. Abbiamo anche sentito dai capi musulmani che denunciano i “Boko Haram”. Hanno detto che non rappresentano l’islam. Quindi, non si può dire che sia un gruppo musulmano, perché è un gruppo terrorista e basta, che vuole creare tensione e rendere ingovernabile questo Paese. E’ una mafia. Come si possa fermare però non si sa…

D. – Cosa pensa concretamente che la Chiesa possa fare per reagire alla paura?

R. – La Chiesa dice al governo di proteggere tutti i cittadini del Paese, di dare fiducia a chi abita in quelle zone. Non solo i cristiani stanno scendendo dal Nord al Sud, ma c’è paura anche tra i musulmani che dal Sud stanno andando verso il Nord. Si crea quindi una situazione molto difficile. (ap)

Fonte >  Radio Vaticana


 
Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Vitoparisi3 2012-01-25 13:37
Io trovo in cattiva fede le designazioni rispettive di: "cristiani" o "musulmani" quando si tratta di avventurieri i quali, per campare, entrano in gruppi armati prezzolati dai potenti. La gente che crede in Dio, nei massacri, non c'entra. A perpetrarli sono coloro che non credono a Dio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-01-25 20:26
Quando c'è in gioco la religione non è solo importante quello che avviene, ma la percezione che ne ha l'opinione pubblica. Anche se questi massacri fossero solo del tipo criminale-mafioso, per la gente in generale sono già guerra di religione. Una guerra che per il momento è confinata in una parte dell'Africa, ma che potrebbe benissimo estendersi, non solo al resto del continente africano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità