>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

L'Iran, la corsa al nucleare e quella misteriosa serie di omicidi
Stampa
  Text size
Il governo iraniano sta studiando le strategie per proteggersi dalla minaccia israeliana

WASHINGTON
- L’uccisione di cinque personaggi legati alla ricerca nucleare iraniana ha destabilizzato - secondo nostre informazioni - la sicurezza iraniana. Con uno scontro aperto tra Ministero della Difesa, che detta le linee guida della protezione, i pasdaran che sono chiamati poi applicarle e gli 007. Il 16 gennaio, cinque giorni dopo l’attacco costato la vita a Ahmad Roshan, il presidente Ahmadinejad ha convocato il governo chiedendo spiegazioni sulla catena di omicidi.

L'INCONTRO - Un incontro - sempre secondo fonti interne - piuttosto burrascoso. Il responsabile della Difesa, Ahmad Vahidi, ha riconosciuto che non è possibile garantire piena sicurezza agli scienziati. E ne ha specificato i motivi: personale non qualificato; buchi nella sorveglianza; difficoltà nell’individuare chi ha priorità nel servizio di tutela; scarsa collaborazione con l’intelligence. Vahidi ha spiegato che sono state redatte delle liste per indicare chi deve essere scortato. La prima riguarda scienziati e dirigenti del programma atomico, la seconda tecnici di secondo livello ma comunque importanti. Ma alla fine l’elenco resta tale, nel senso che non tutti i funzionari vengono affiancati da guardie del corpo. Inoltre il ministro della Difesa si è lamentato che gli 007 non avrebbero fatto il loro dovere nell’intercettare le possibili minacce. Poi sul caso specifico - quello di Roshan - Vahidi ha precisato che nessuno si è accorto di attività sospette prima dell’agguato. I killer, dunque, avrebbero studiato il bersaglio senza lasciare la minima traccia. Particolare che ha reso furiosa la presidenza, allarmata per le evidenti falle nello scudo e preoccupata di perdere altri uomini.

LA SICUREZZA - Un settore al quale sono state dedicate risorse mentre la sicurezza ha fatto di tutto per mimetizzare le ricerche con societa’ di copertura. Roshan, ad esempio, lavorava per la «Ke», compagnia che per anni ha finto di occuparsi di orologi ma in realtà seguiva lo sviluppo delle centrifughe. L’eliminazione degli scienziati, insieme a presunti sabotaggi avvenuti in alcune installazioni militari, ha poi innescato un dibattito tra gli apparati su come rispondere. C’è una linea che preme per una rappresaglia contro il nemico, individuato prima in Israele, quindi negli Usa. I due paesi sospettati dagli iraniani di condurre la guerra segreta con l’aiuto di oppositori interni. E per Gerusalemme gli attentati di ieri (India, Georgia) sono la prova che la ritorsione – parziale – è arrivata. Poi vi è un’altra fazione molto più cauta. Non vuole fornire pretesti agli avversari e ritiene che la risposta debba arrivare nel momento più opportuno. La pazienza del tessitore e’ innata negli iraniani. Con il turbante o meno.

Guido Olimpio

Fonte >
  Corriere.it



Home  >  Worldwide                                                                                Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Juma 2012-02-16 16:15
"Roshan, ad esempio, lavorava per la «Ke», compagnia che per anni ha finto di occuparsi di orologi ma in realtà seguiva lo sviluppo delle centrifughe"

Il nome di Roshan venne dato dagli stessi iraniani all'AIEA. E' l'AIEA che l'ha passato (o a cui gli è stato rubato) al Mossad. Nessun "potere paranormale" ebraico dietro l'individuazione di quello scienziato, ma solo ingenuità iraniana nel fidarsi del personale dell'AIEA.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità