>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Decessi in sala parto, Londra da record
Stampa
  Text size
Morire di parto a Londra: sembra impossibile nel 2012, ma si può e anche con una preoccupante frequenza, superiore addirittura al resto del paese (anche se in questo caso mancano dati definitivi, perché il “Centre for Maternal and Child Enquires”, che normalmente si occupava di questo tipo di indagini, ha dovuto sospendere il proprio lavoro per mancanza di fondi). A sostenere la triste supremazia della capitale britannica in materia di morti in sala parto è uno studio, pubblicato sulla rivista medica The Lancet, che ha calcolato come dal 2005 ad oggi il numero di donne decedute durante il travaglio in un ospedale di Londra è praticamente raddoppiato, passando dalle quasi 10 morti per 100mila nascite di sei anni fa a poco meno di 20 per 100mila nati nel periodo 2010/11.

LE CAUSE - E come ha spiegato al Daily Mail la dottoressa Susan Bewley del Guy’s and St Thomas' Hospital di Londra, i motivi di tale trend negativo sarebbero da ricercare nell’aumento del tasso di obesità fra le mamme in attesa; nella moda sempre più diffusa di rimandare la gravidanza per privilegiare la carriera, esponendosi così ad inutili complicazioni al momento del parto, e nella scelta, anch’essa ormai assai comune, di sottoporsi al trattamento di inseminazione artificiale che aumenta la possibilità di gravidanze multiple, senz’altro più rischiose. A questi fattori se ne aggiunge poi un altro, portato all’attenzione dello studio dalla professoressa Cathy Warwick del Royal College of Midwives, che ha puntato il dito contro il limitato aumento di ostetriche specializzate rispetto al tasso di natalità registrato dal 2001 ad oggi nel Regno Unito: ovvero, un +15% a fronte di una percentuale di nuovi nati che si attesta sul 21%.

ALTRI PAESI - Ma i risultati della ricerca non riguardano solo Londra, anche in altre nazioni del cosiddetto first world come Stati Uniti, Austria, Canada, Danimarca, Olanda e Norvegia i tassi di mortalità in sala parto sono in netto e preoccupante aumento. Fa eccezione la sola Australia dove, secondo la Perinatal and Reproductive Epidemiology Research Unit dell’University of NSW, la percentuale più recente di decessi di donne in travaglio è di 8.4 su 100mila nati.

Simona Marchetti

Fonte > 
Corriere.it



Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Vitoparisi3 2012-05-01 18:13
Dalla Bibbia apprendiamo che i dolori per il parto sono la conseguenza del peccato. Ciò vuole dire che, più si cerca il frutto dell'albero proibito, più gli inconvenienti nel partorire peggiorano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità