>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Nozze gay, il cardinale Dolan a Obama: non taceremo
Stampa
  Text size
Il cardinale Timothy Dolan si è detto «profondamente rattristato» dai commenti del presidente americano Barack Obama a sostegno dei matrimoni omosessuali. Il vescovo di New York e presidente della Conferenza episcopale Usa, nel ribadire ieri quanto affermato nel settembre dell’anno scorso in una lettera aperta al capo della Casa Bianca, ha messo in chiaro che i vescovi cattolici sono «pronti a sostenere ogni misura positiva presa dal presidente e dall’Amministrazione per rafforzare il matrimonio e la famiglia».

«Di fronte alle parole e alle azioni che mettono a repentaglio l’istituzione del matrimonio, il vero caposaldo della nostra società», però, «non si può rimanere in silenzio», ha ammonito il cardinale. «Il problema della dichiarazione di Obama non è solo quello di una contrapposizione con la tradizione religiosa cattolica e di larghe fasce del pensiero protestante e non protestante – da aggiunto –. Ma così il si mette contro tutta una tradizione umanistica».

In un’intervista televisiva concessa mercoledì alla rete Abc, Obama ha infatti confidato la sua «personale» convinzione che le nozze gay dovrebbero essere legali, scatenando un’accesa reazione su entrambi i fronti a pochi mesi dalle elezioni presidenziali.

Nonostante i sostenitori dei matrimoni tra membri dello stesso sesso leggano futuri sviluppi legislativi nell’«apertura» del presidente democratico – già definita dal sindaco di New York, Michael Bloomberg una «sostanziale svolta nella storia dei diritti civili degli Stati Uniti» – per molti si tratta invece solo di una «calcolata, seppur rischiosa, mossa elettorale».

Il partito democratico è infatti già partito all’attacco del candidato del Gop (Grand old party) Mitt Romney con spot pubblicitari che lo accusano, quale oppositore di ogni tipo di unione civile tra gay, di voler «tornare indietro nella strada dell’uguaglianza».

Sebbene, poi, secondo fonti vicine alla Casa Bianca, l’imprevisto commento del vicepresidente Usa, Joe Biden, a favore delle nozze omosessuali, abbia «forzato» l’annuncio di Obama, previsto invece per settembre alla convention democratica di Charlotte, in North Carolina.

Dove, ironicamente, un referendum ha appena approvato l’emendamento della Costituzione statale che proibisce le nozze gay.

Loretta Bricchi Lee

Fonte >
  Avvenire.it



Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Antonio D. 2012-05-12 11:53
Vai Thimothy! Sei tutti noi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2012-05-12 18:38
Hollywood ha preso il potere in modo definitivo!
Ha creato Paperinopoli
Ha creato Topolinia
Ora crea (rullo di tamburi e majorettes transex)... Culattopoli!
Si prevedono ampie conseguenze sui costumi delle città culattopolesi:
- Visto il commissario Basettoni in intimo femminile sodomizzato da Gambadilegno;
- Visto Paperino in tenero conciliabolo con il cugino Gastone;
- Vista Paperina fare cose innominibnabili con Clarabella la vacca;
- Visto Pippo inseguire un disperato Pluto per avere rapporti animali.
Le coppie sopra citate ovviamente verranno benedette da un pastore finto negro chiamato Obama.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-05-12 21:18
Obama é come i nostri sidacati. I gay non si sposeranno mai ma otterranno l'equivalente dei PACS francesi o dei DICO italiani. Insomma tutta una commedia l'equivalente di una molla compressa. Le unioni saranno moltissime. Siete sicuri che Obama non sia Made in Italy?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità