>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli Worldwide

Germania, il manuale per albergatori che insegna a riconoscere i neonazisti
Stampa
  Text size
BERLINO - Volete andare con un gruppo di amici in un hotel dello Spreewald, la splendida zona di boschi e canali a sud-est di Berlino, nel Brandeburgo, intorno al 18 gennaio? Fate attenzione perché la vostra prenotazione potrebbe essere respinta. E' un' ipotesi paradossale, ma non e' teoricamente escluso che accada. Nel manuale che e' stato preparato per gli albergatori di questo Land tedesco, un tempo parte della Ddr, la data viene segnalata tra quelle a rischio. E’ l'anniversario della nascita dell’impero germanico, nel 1871, e in quei giorni sono più probabili trasferte di gruppo, seminari, o vacanze celebrative di estremisti neonazisti. Che spesso arrivano spacciandosi per inoffensive associazioni.

SIMBOLI - Ma il libretto non si limita ad informare proprietari e gestori degli alberghi sul calendario della follia nostalgica. Serve soprattutto a smascherare concretamente i gruppi estremisti che si nascondono sotto falso nome oppure a respingerli al loro arrivo. Non può essere sempre facile capire, per esempio, che «gli amici del vino» sono in realtà militanti neonazisti che vogliono pianificare lontano da occhi indiscreti manifestazioni xenofobe, marce nostalgiche, attentati anti-immigrati. Nel vademecum sono indicati infatti i simboli collaterali a quelli più noti, come il «sole nero» o la «svastica rovesciata», o vengono elencate le marche di abbigliamento preferite dai neo-nazisti. Chi li vede, deve mandare via gli ospiti indesiderati e avvertire la polizia.

PREVENZIONE - «Lo riceveranno tutti gli albergatori», ha annunciato il ministro della Giustizia del Brandeburgo, Martina Münch. L'iniziativa si inquadra in una politica di prevenzione e controllo dell'estremismo neo-nazista, cresciuto di dimensioni negli anni recenti soprattutto nei Länder dell'Est. Ma rappresenta anche un'arma di autodifesa per gli albergatori, che spesso nel passato si sono trovati impreparati nell'affrontare il problema delle «vacanze» dei gruppi di estrema destra. E ci sono stati anche problemi legali.

POLEMICHE - L'allarme nei confronti del fenomeno del neonazismo in Germania e' fortemente cresciuto negli ultimi mesi dopo la scoperta (avvenuta casualmente, dopo anni di inconcludenti indagini, all'indomani del suicidio dei due colpevoli) che nove immigrati e una poliziotta uccisi in circostanze misteriose in varie località del Paese dal 2000 al 2006 erano stati in realtà assassinati da una stessa cellula nera. Gli «omicidi del Kebab», come sono stati chiamati dalla stampa, hanno provocato un'ondata di polemiche, in particolare quando è stato scoperto che alcuni documenti sulle infiltrazioni di informatori erano stati distrutti. Il capo dei servizi segreti interni, Heinz Fromm, si è dovuto dimettere.

Paolo Lepri

Fonte > 
Corriere.it



Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Pietro G 2012-07-13 20:11
Non dimentichiamo il taglio dei capelli : lunghi sopra e rasati verso il collo e le basette. Chi vede qualcuno con questa acconciatura deve immediatamente chiamare la polizia e denunciarlo come neonazista, e possibilmente, negazionista.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2012-07-14 10:13
Mentre viaggiavo "su banempujen estrujenpisen bajhen" ( viaggio in bus), ho pensato che il disastro intelletuale, ed in parte materiale di Marx, fu quello di voler mettere le mani in politica ed in economia, non gli bastò la filosofia ed il comporre poesie per la amata Jenny, come un altro Goethe, per la disgrazia di quelli che lo scoltavano.
"Schauen Sie, tausend Bande fullen konnte
Schreiben nur Jenny in jeder Zeile":
versi d'amore per Jenny, li ho messi in tedesco, non per scherzare ma la lingua è difficile da capire e da studiare, i nazisti a buon diritto sono arrabbiati con Marx, che gli ha fatto perdere le guerre, per scrivere in tedesco! su esempio di Engels piantò a metà Das Kapital, però chi non lo legge è un eretico, e da ragione all'Inquisizione che li bruciava vivi, senza Carletto, e senza i neonazisti oggi, non si comprende la Storia. Alla fine, nonostante la bellezza della sua Jenny, ebbe un figlio con un altra, lo segnò a nome di Engels, perchè non voleva storie in casa sua, giacchè sua moglie in parte lo manteneva! Bei quadretti famigliari!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2012-07-14 10:50
Bisogna capire le loro "verità" contrapposte alle balle della caduta del Muro di Berlino. I tedeschi dell'Est non erano tonti, sapevano bene come funzionava il capitalismo, dall'altra parte si potevano comperare le Marlboro-yeah anche se dopo sarebbero morti di cancro, e sapevano di vivere dentro l'utopia razionata di cui ne usufruivano in pochi. Forse oggi rimpiangono un passato di kultur, pensieri filosofici alla Marx, sentimenti persi d'amore vero, la vita non è un supermarket, oramai tutto è fracassato e loro sono li a godersi la crudeltà del capitalismo, caduto il socialismo sovietico. Dopo, i tedeschi ricchi, non avendo funzionato nemmeno il neoliberalismo trasformatosi in altra forma di crudeltà ai tempi della guerra in Yugoslavia, mangiando l'Europa dell'Est da Budapest verso la Serbia, che adesso stà facendo morire ansiosi, malati, poveri, gente senza impiego, e tutto lo stato di benessere che credevano aver conquistato combattendo i nazisti, almeno lasciateli godersi il denaro investito in alberghi puliti, nel loro Ordine. Se prenota Ballottelli?
Loro hanno chiesto per troppi anni il permesso di poter acquistare qualcosa in un supermarket della Germania occidentale, perchè adesso non sono padroni a casa loro, visto che non hanno perso la loro identità di popolo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Goetz 2012-07-14 21:43
Probabilmente l'allarme è partito dal rabbino Pinchas, quello che è intervenuto a gamba tesa sui giudici di Colonia sulla questione della circoncisione. La verità è che la Germania è vassalla di us-raele tanto quanto (e forse di più) della nostra povera Italia. Duecento e passa basi usa vorranno pure dire qualcosa.Quanto al giornalista del Corriere Paolo Lepri, sta diventando un serio concorrente del corrispondente rai da Gerusalemme, Caldara se non sbaglio, quello con le veline del Mossad sempre a disposizione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-07-15 10:04
Veramente puerili questi neonazisti. Fanno manifestazioni xenofobe, marce nostalgiche, attentati anti-immigrati.Pagliacciate.
La regola n. 1 è fare come i catto-comunisti-massoni. Dei bi-gott per loro natura bi-volks. Diventare invisibili, essere gentili, spacciarsi per cristiani e cattolici, fare lobby e spartirsi i posti di comando e potere. Fare schiavi quelli che ti mantengono con la forza dell'amore usando l'autorità che i i due poteri non possono fare a meno. La regola n. 2 se proprio si vul fare la guerra è colpire la causa e mai l'effetto. Per colpire l'esercito napoleonico bastava uccidere subito il vertice, Napoleone. Ma morto un Napoleone se ne fa un'altro. Perciò la regola n. 1 bella perchè astuta è quella migliore. Se milioni di idioti parassiti in Italia sono vissuti e si sono riprodotti come 'ginger' sorci alla spalle della gente onesta, lo possiamo fare tutti e diventare così totalmente puri. Superstiti si ... ma non offuscati da coscienza, rimorsi o illusioni di moralità!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2012-07-15 10:53
Per un complesso di inferiorità indotto i tedeschi vogliono talvolta parlare in inglese con gli stranieri. Da sette decenni da noi, in famiglia, la lingua tedesca è di casa, ma è assurdo che, uno dal sud l'altro dal nord del Brennero, stesso valico, si debba parlare, anziché tirolese, o ladino, l'idioma di un'isola sperduta sul Baltico. Pure il tedesco imposto ai giornalisti, fortemente anglizzato, è ridicolo, e quando i tedeschi lo adottano fanno profondamente inquietare. Se proprio si vogliono sentire in colpa, c'è il presente: si accertino in Afganistan, i soldati della Bundeswehr, che cosa stiano, sul terreno, praticando. I nazisti non avrebbero mai usato il fosforo bianco né l'uranio contro la popolazione, né avrebbero tentato di corrompere le donne delle zone occupate, né vi avrebbero promosso la produzione della droga, come stanno invece invogliando, almeno in quella direzione, i soldati odierni del contingente Sfor-Germania.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Goetz 2012-07-15 18:27
Non solo, sig. Parisi. La provincia Usa di Germania vuole emulare il padrone anche sul piano delle produzioni tv di massa. Guardando (per qualche secondo, ovviamente!) una serie poliziesca tv che va per la maggiore "made in Germany", non si capisce bene se siamo a Monaco o a Chicago. Anche i personaggi sono rigorosamente multietnici (turchi in questo caso) per far vedere al mondo, come la nazionale di calcio, qual'è l'attuale Germania e i valori usraeliani nei quali si riconosce. Ultima osservazione in proposito : i nomi dei giocatori della nazionale sono in buona parte i classici nomi ridotti americani (Bob, Tom e schifezze del genere) quelli che una volta si davano ai cani.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità