>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-152

RSS 2.0
menu-1
Il piano Kalergi: il genocidio dei popoli europei
Stampa
  Text size
L’immigrazione di massa è un fenomeno le cui cause sono tutt’oggi abilmente celate dal Sistema e che la propaganda  multietnica si sforza falsamente di rappresentare come inevitabile. Con questo articolo intendiamo dimostrare una volta per tutte che non si tratta di un fenomeno spontaneo. Ciò che si vorrebbe far apparire come un frutto ineluttabile della storia è in realtà un piano studiato a tavolino e preparato da decenni per distruggere completamente il volto del Vecchio continente.

LA PANEUROPA

  Pochi sanno che uno dei principali ideatori del processo d’integrazione europea fu anche colui che pianificò il genocidio programmato dei popoli europei. Si tratta di un oscuro personaggio di cui la massa ignora l’esistenza, ma che i potenti considerano come il padre fondatore dell’Unione Europea. Il suo nome è Richard Coudenhove Kalergi. Egli muovendosi dietro le quinte, lontano dai riflettori, riuscì ad attrarre nelle sue trame i più importanti capi di stato, che si fecero sostenitori e promotori del suo progetto di unificazione europea. [1]
Nel 1922 fonda a Vienna il movimento “Paneuropa” che mira all’instaurazione di un Nuovo Ordine Mondiale basato su una Federazione di Nazioni guidata dagli Stati Uniti. L’unificazione europea avrebbe costituito il primo passo verso un unico Governo Mondiale.
Con l’ascesa dei fascismi in Europa, il Piano subisce una battuta d’arresto, e l’unione Paneuropea è costretta a sciogliersi, ma dopo la Seconda Guerra Mondiale Kalergi, grazie ad una frenetica e instancabile attività, nonché all’appoggio di Winston Churchill, della loggia massonica B’nai B’rith e di importanti quotidiani come il New York Times, riesce a far accettare il suo progetto al Governo degli Stati Uniti.

 

L’ESSENZA DEL PIANO KALERGI

Nel suo libro «Praktischer Idealismus», Kalergi dichiara che gli abitanti dei futuri “Stati Uniti d’Europa” non saranno i popoli originali del Vecchio continente, bensì una sorta di subumanità resa bestiale dalla mescolanza razziale. Egli afferma senza mezzi termini che è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere.

«L’uomo del futuro sarà di sangue misto. La razza futura  eurasiatica-negroide, estremamente simile agli antichi egiziani, sostituirà la molteplicità dei popoli, con una molteplicità di personalità». [2]

Ecco come Gerd Honsik descrive l’essenza del Piano Kalergi

Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei movimenti etnici separatisti o l’immigrazione allogena di massa. Affinchè l’Europa sia dominabile dall‘elite, pretende di trasformare i popoli omogenei in una razza mescolata di bianchi, negri e asiatici. A questi meticci egli attribuisce crudeltà, infedeltà e altre caratteristiche che, secondo lui, devono essere create coscientemente perché sono indispensabili per conseguire la superiorità dell‘elite.
Eliminando per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile. Abolendo il principio dell’uguaglianza di tutti davanti alla legge e evitando qualunque critica alle minoranze con leggi straordinarie che le proteggano, si riuscirà a reprimere la massa.
I politici del suo tempo diedero ascolto a Kalergi, le potenze occidentali si basarono sul suo piano e le banche, la stampa e i servizi segreti americani finanziarono i suoi progetti. I capi della politica europea sanno bene che è lui l’autore di questa Europa che si dirige a Bruxelles e a Maastricht. Kalergi, sconosciuto all’opinione pubblica, nelle classi di storia e tra i deputati è considerato come il padre di Maastricht e del multiculturalismo.
La novità del suo piano non è che accetta il genocidio come mezzo per raggiungere il potere, ma che pretende creare dei subumani, i quali grazie alle loro caratteristiche negative come l’incapacità e l’instabilità, garantiscano la tolleranza e l’accettazione di quella “razza nobile”. [3]

DA KALERGI AI NOSTRI GIORNI

Benché nessun libro di scuola parli di Kalergi, le sue idee sono rimaste i principi ispiratori dell’odierna Unione Europea. La convinzione che i popoli d’Europa debbano essere mescolati con negri e asiatici per distruggerne l’identità e creare un’unica razza meticcia, sta alla base di tutte le politiche comunitarie volte all’integrazione e alla tutela delle minoranze. Non si tratta di principi umanitari, ma di direttive emanate con spietata determinazione per realizzare il più grande genocidio della storia.

In suo onore è stato istituito il premio europeo Coudenhove-Kalergi che ogni due anni premia gli europeisti che si sono maggiormente distinti nel perseguire il suo piano criminale. Tra di loro troviamo nomi del calibro di Angela Merkel o Herman Van Rompuy.

L’incitamento al genocidio è anche alla base dei costanti inviti dell’ONU ad accogliere milioni di immigrati per compensare la bassa natalità europea. Secondo un rapporto diffuso all’inizio del nuovo millennio, gennaio 2000, nel rapporto della “Population division” (Divisione per la popolazione) delle Nazioni Unite a New York, intitolato: “Migrazioni di ricambio: una soluzione per le popolazioni in declino e invecchiamento, l’Europa avrebbe bisogno entro il 2025 di 159 milioni di immigrati. Ci si chiede come sarebbe possibile fare stime così precise se l’immigrazione non fosse un piano studiato a tavolino. È certo infatti che la bassa natalità di per sé potrebbe essere facilmente invertita con idonei provvedimenti di sostegno alle famiglie. È altrettanto evidente che non è attraverso l’apporto di un patrimonio genetico diverso che si protegge il patrimonio genetico europeo, ma che così facendo se ne accelera la scomparsa. L’unico scopo di queste misure è dunque quello di snaturare completamente un popolo, trasformarlo in un insieme di individui senza più alcuna coesione  etnica, storica e culturale. In breve, le tesi del Piano Kalergi hanno costituito e costituiscono tutt’oggi il fondamento delle politiche ufficiali dei governi volte al genocidio dei popoli europei attraverso l‘immigrazione di massa. G. Brock Chisholm, ex direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità  (OMS), dimosta di avere imparato bene la lezione di Kalergi quando afferma:

«Ciò che in tutti i luoghi la gente deve fare è praticare la limitazione delle  nascite e i matrimoni misti (tra razze differenti), e ciò in vista di creare una sola razza in un mondo unico dipendente da un’autorità centrale»[4]

CONCLUSIONE

Se ci guardiamo attorno il piano Kalergi sembra essersi pienamente realizzato. Siamo di fronte ad una vera terzomondializzazione dell’Europa. L’assioma portante della “Nuova civiltà” sostenuta dagli evangelizzatori del Verbo multiculturale, è l’adesione all’incrocio etnico forzato. Gli europei sono naufragati nel meticciato, sommersi da orde di immigrati afro-asiatici. La piaga dei matrimoni misti produce ogni anno migliaia di nuovi individui di razza mista: i “figli di Kalergi”. Sotto la duplice spinta della disinformazione e del rimbecillimento umanitario operato dai mezzi di comunicazione di massa si è insegnato agli europei a rinnegare le proprie origini, a disconoscere la propria identità etnica.
I sostenitori della Globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità è un atto progressista e umanitario, che il “razzismo” è sbagliato, ma solo perché vorrebbero farci diventare tutti come ciechi consumatori. È più che mai necessario in questi tempi reagire alle menzogne del Sistema, ridestare lo spirito di ribellione negli europei. Occorre mettere sotto gli occhi di tutti il fatto che l’integrazione equivale a un genocidio. Non abbiamo altra scelta, l’alternativa è il suicidio etnico: il piano Kalergi.


Fonte >  Identità.com



  1. Tra i suoi seguaci della prima ora si incontrano i politici cechi Masarik e Benes, così come il banchiere Max Warburg che ha messo a sua disposizione i primi 60.000 marchi. Il cancelliere austriaco Monsignor Ignaz Seipel e il successivo presidente austriaco Karl Renner si incaricarono successivamente di guidare il movimento Paneuropa. Kalergi stesso indicava che alti politici francesi approvavano il suo movimento per reprimere la ripresa della Germania. Così il primo ministro francese Edouard Herriot e il suo governo, come i leaders britannici di tutti gli ambiti politici e, tra loro, il redattore capo del Times, Noel Baker, caddero nelle macchinazioni di questo cospiratore. Infine riuscì ad attrarre Winston Churchill. Nello stesso anno, quello che più tardi si trasformerà nel genocida ceco di 300.000 tedeschi dei Sudeti, Edvard Benes, fu nominato presidente onorario. Egli ha finora quasi disconosciuto Kalergi, ma negoziava anche con Mussolini per restringere il diritto di autodeterminazione degli austriaci e favorire ancora di più le nazioni vittoriose, ma fallì. Nell’interminabile lista degli alti politici del XX secolo, c’è da menzionare particolarmente Konrad Adenauer, l’ex ministro della giustizia spagnolo, Rios, e John Foster Dulles (EEUU). Senza rispettare i fondamenti della democrazia e con l’aiuto del New York Times e del New York Herald Tribune, Kalergi presentò al Congresso Americano il suo piano. Il suo disprezzo per il governo popolare lo manifestò in una frase del 1966, nella quale ricorda la sua attività del dopoguerra: << I successivi cinque anni del movimento Paneuropeo furono dedicati principalmente a questa meta: con la mobilitazione dei parlamenti si trattava di forzare i governi a costruire la Paneuropa >>. Aiutato da Robert Schuman, ministro degli esteri francese, Kalergi riesce a togliere al popolo tedesco la gestione della sua produzione dell’acciaio, ferro e carbone e la trasferisce a sovranità sovranazionale, ossia antidemocratica. Appaiono altri nomi: De Gasperi, il traditore dell’autodeterminazione dei tirolesi del sud, e Spaak, il leader socialista belga. Finge di voler stabilire la pace tra il popolo tedesco e quello francese, attraverso gli eredi di Clemenceau, quelli che idearono il piano genocida di Versailles. E negli anni venti sceglie il colore azzurro per la bandiera dell’Unione Europea. Il ruolo guida di Kalergi nella creazione dell’Europa multiculturale e nella restrizione del potere esecutivo dei parlamenti e dei governi, è evidente ai giorni nostri, e si palesa col conferimento del premio “Coudenhove Kalergi” dal cancelliere Helmut Kohl come ringraziamento per seguire questo piano, così come l’elogio e l’adulazione del potente personaggio da parte del massone e polito europeo il primo ministro del Lussemburgo, Junker. Nel 1928 si aggiunsero celebri politici e massoni francesi: Leon Blum (più tardi primo ministro), Aristide Briand, E. M. Herriot, Loucheur. Tra i suoi associati si incontrava gente molto diversa come lo scrittore Thomas Mann e il figlio del Kaiser, Otto d’Asburgo.  Tra i suoi promotori, a parte i già menzionati Benes, Masarik e la banca Warburg, si incontrava anche il massone Churchill, la CIA, la loggia massonica B’nai B’rith, il “New York Times” e tutta la stampa americana. Kalergi fu il primo a cui fu assegnato il premio Carlomagno nella località di Aachen; e quando lo ricevette Adenauer, Kalergi era presente. Nel 1966 mantiene i contatti con i suoi collaboratori più importanti. Tutti coloro che sono stati insigniti di questo premio fanno parte del circolo di Kalergi e della massoneria, o si sforzarono di rappresentare gli interessi degli USA in Germania. Nell’anno 1948 Kalergi riesce a convertire il “Congresso degli europarlamentari” di Interlaken in uno strumento per obbligare i governi a tornare a occuparsi della “questione europea”, vale a dire, a realizzare il suo piano. Proprio allora si fonda il Consiglio europeo e in cima alla delegazione tedesca troviamo Konrad Adenauer appoggiato dalla CIA.
    (Gerd Honsik, “Il Piano Kalergi”) ^
  2. Kalergi, Praktischer Idealismus ^
  3. Honsik, op.cit. ^
  4. «USA Magazine», 12/08/1955 ^



 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# tenet 2012-12-12 10:17
c'è un piccolo problema, che è imbevuta di razzismo, quindi considera subumani facilmente controllabili persone che provengono da ognidove, ebbene alla prova dei fatti molto spesso gli immigrati si dimostrano più tradizionalisti e shiena dritta di molti europei dell'ovest, per cui ho paura che il piano sia mutato in un meticciato intellettuale favorito dalla destrutturazion e della scuola pubblica, dai mass media, prima e dai social network oggi.
In questo macroscopico granello di sabbia che ha inceppato l'ingranaggio ci vedo la Mano di Dio. Ogni ingranaggio ha il Suo, ed internet stessa, e la sua esistenza in essa Blondet, ne è la prova.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# temponauta 2012-12-12 12:00
Possibile, ma i bianchi europei sono fieri nazionalisti e ci metteranno molto poco a eliminare i "colorati" (i quali difficilmente possono nascondersi).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rublev 2012-12-13 20:54
Io sono ariano. E posso bucare una palla da basket a 1 km con un cal .308. nonchè tutti i bianchi che provano a elimanare i colorati. Anche per i bianchi è difficile nascondersi, specialmente al Giudizio di Dio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tenet 2012-12-14 08:46
ti stimo tantissimo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stelio 2012-12-14 20:40
Citazione rublev:
Io sono ariano. E posso bucare una palla da basket a 1 km con un cal .308. nonchè tutti i bianchi che provano a elimanare i colorati. Anche per i bianchi è difficile nascondersi, specialmente al Giudizio di Dio.

Citazione rublev:
Io sono ariano. E posso bucare una palla da basket a 1 km con un cal .308. nonchè tutti i bianchi che provano a elimanare i colorati. Anche per i bianchi è difficile nascondersi, specialmente al Giudizio di Dio.

stenlio

visto che ti senti furbo le pallottole usale x i capi religione ,altrimenti sei solo aria fritta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rublev 2012-12-15 11:20
Non è che mi sento furbo; è che sono furbo. Abbastanza furbo da capire che una famiglia di marocchini o di nigeriani non ha nessuna colpa, se prova a scappare dalla vita di merda che gli Occidentali gli hanno confezionato.
Sono anche loro vittime degli stessi carnefici che distruggono le nostre vite, e sono tutti bianchi di carnagione. Il resto è aria fritta.
Quanto al significato del termine "ariano", significa "nobile di spirito", e non c'è nessuna nobiltà nel prendersela a caso con gente inerme che cerca di sopravvivere.
Quando sarà l'ora di usare le pallottole, spero di non dovere perdere tempo con gente che combatte una guerra col vicino di casa abbronzato o difende pseudo-concetti come "razza" e "patria", concetti che erano già quasi superati nelle accademie elementari delle SS. Nel frattempo ormai noi cristiani aspettiamo l'artiglieria da un altro mondo.
La prima regola è individuare il bersaglio; generalmente non si spara al cuoco ma al generale. Altrimenti si spara solo per il gusto di fare rumore e questa non è dottrina guerriera. E' teppaglia. I capi religione? E chi sono? Augh !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea V. 2012-12-15 17:19
Citazione rublev:
Non è che mi sento furbo; è che sono furbo. Abbastanza furbo da capire che una famiglia di marocchini o di nigeriani non ha nessuna colpa, se prova a scappare dalla vita di merda che gli Occidentali gli hanno confezionato.


Ma pensa te, il terzo mondo povero per colpa dei cattivi bianchi, era da un po che non sentivo queste cose.

Bah.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rublev 2012-12-16 17:44
Sì certo. Il Terzo Mondo è povero perchè viene depredato e perchè i cristiani quando potevano farlo non si sono preoccupati di insegnare la differenza di dove si piscia da dove si mangia, ma solo di farli andare a Messa alla domenica.
Prima che si innestassero pseudoconcetti occidentali almeno la maggiorparte del terzo mondo aveva culture tribali -per quanto involute e povere- che gli permettevano di sopravvivere. Se vivessero come vediamo oggi da millenni, si sarebbero già estinti.
Non ci crede? Guardi dove sono prodotti tutti gli oggetti che la circondano (compresa la tastiera su cui batte) e da dove provengono le materie prime utilizzate.
Sì, la razza bianca (intesa sia come portatrice del cristianesimo che del capitalismo che del marxismo, cioè come razza schiatta di avanguardia del giudaismo) è responsabile della sovversione e della dissoluzione planetaria. Tanto si sta ormai estinguendo, come è giusto che sia.
Lei e i suoi figli non hanno più un futuro. E' meglio che lo sappia, anzichè parlare di sangue e altre sciocchezze pseudo-scientifiche. La dottrina aria sa da millenni che ciò che tramonta non meritava di vivere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maxxx 2013-09-18 22:55
Sono gli ebrei che comandano l'Europa e l'America. Informati invece sul talmud, sui precetti talmudici degli ebrei che considerano tutti i non ebrei GOYIM e cioè animali dall'aspetto umano. I bianchi non hanno colpa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:50
et fiat lux
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:50
sei un cretino, e più sbraiti più si sente che sei cretino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maxxx 2013-09-18 22:52
Citazione rublev:
Non è che mi sento furbo; è che sono furbo. Abbastanza furbo da capire che una famiglia di marocchini o di nigeriani non ha nessuna colpa, se prova a scappare dalla vita di merda che gli Occidentali gli hanno confezionato.
E' vero che i marocchini sono vittime anche loro dell'ingegneria sociale, ma non sono i bianchi che comandano ma gli ebrei. Sono gli ebrei che comandano l'occidente e sono loro che impoveriscono l'Africa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:49
quei bianchi che citi come oppressori non sono bianchi. Sono ebrei, ossia, turani turco- mongoli che hanno proprio marker genetici afro. Non c' è una sola goccia di sangue ariano o bianco in loro- ma loro tra loro si riconoscono, e sono ben coesi nell' intento di ucciderli, gli ariani. Proprio sporcandone il sangue. Infatti non esiste un ariano che accetterebbe un meticcio ebreo come suo padrone, e anche coudenhoven veniva da una umile famiglia sefardita, che grazie all' usura si piazzò nel letto dei conti kalergys indebitatissimi , come gli ebrei spesso hanno fatto per procurarsi un viatico di titolo nobiliare o un' apparenza che li spacciasse per ' quasi bianchi'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mitico 2015-08-31 19:13
E questi Nigeriani o Marocchini si sono ricordati solo nel 2015 che era giunto il momento dell'invasione ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bach656 2018-02-05 15:13
Non i Nigeriani o Marocchini, ma chi li usa come strumento portare a termine il progetto di Kalergi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gratus 2013-01-09 16:53
Cavolo che mira, bravo anche a vederla a quella distanza. Complimenti. Comunque è talento, non razza: il cecchino di Baghdad non è Europeo, ma sembra se la sia cavata benino. Comunque complimenti ad entrambi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maxxx 2013-09-18 22:57
Usa il cannocchiale, l'ottica da tiro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maxxx 2013-09-18 23:10
Se hai le palle, inizia a sparare all'esercito mafioso israeliano che massacra i palestinesi e non agli italiani che difendono la loro terra, le loro tradizioni, la loro cultura. Dovresti vergognarti soltanto a pensare a sparare agli italiani, per caso sei traditore come i partigiani che sparavano alle spalle ai soldati italiani ? Inoltre non pensare che sei l'unico che spara con la carabina. Io non ho nulla contro gli immigrati, perché anche loro sono vittime dei massoni ebrei che vogliono sottomettere il mondo, distruggere i popoli e creare il governo unico. Se vuoi aiutare gli immigrati, vai a combattere contro i mercenari pagati dall'America e spacciati dai nostri mass media per manifestanti siriani, vai a combattere per il legittimo governo siriano, vai a combattere per hezbollah.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:51
finalmente qualcuno che ricorda che i partigiani erano dei vigliacchi al servizio della finanza ebraica che da sempre sovvenziona i comunismi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:45
tu non sei ariano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# black 2013-09-06 23:22
e io ti aspetterò a braccia aperte .pero devi farlo adesso prima che sia tropo tardi ....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ningun 2012-12-12 15:21
Non capirò mai come chi appoggia questo piano ha il nostro stesso sangue, come si fa a tradire la propria gente.
Solo chi serve mammnona e' libero da inibizioni e limiti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2012-12-12 15:24
È giusto ricordare a chi non lo sa che l'eliminazione delle etnie europee è un crimine programmato a tavolino a attuato dalla elite europea senza scrupoli. Nessuna critica viene tollerata, si rischia l'accusa di razzismo e la galera. Crisi o non crisi l'immigrazione deve proseguire e gli aspiranti candidati alla leadership europea fanno a gara a chi è il miglior servo di questi criminali. Ultimo esempio l'affermazione di Bersani. Che cosa farà lui una volta eletto capo del governo? correrà da una immigrata di colore e gli dirà "sei italiana". Più chiaro di così!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:52
sei stato profetico, guarda la kyenge
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vitoparisi3 2012-12-12 21:49
L'analisi, logica e verosimile, tuttavia non sta qui partendo dall'inizio del piano. Prima hanno profanato la donna, impedito ai padri di famiglia di poter mantenere la famiglia, poi hanno diffuso l'aborto ed infine combinato disordinatament e i popoli. L'aiuto alle famiglie c'è quando si fa lavorare, sufficientement e remunerato, il padre di famiglia, e non le ragazze in massa. Ai disordinanti non interessa neanche, se consumiamo, altrimenti avrebbero facilitato lavoro e pensioni, senza tagli; a loro interessa destabilizzare, perché sono empi, anche al di là di interessi spiegabili mediante il raziocinio da calcolo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Juma 2012-12-14 10:29
Esatto. Il "piano", se di "piano" vogliamo parlare, inizia da prima. La scarsa natalità europea deriva da una cosa soltanto: il FEMMINISMO. Anche questa un'ideologia imposta dai poteri forti per ditruggere la famiglia.

Nella società femminista l'adorazione per Dio viene sostituita dall'adorazione per la Donna (rappresentata in uno spot femminista di qualche anno fa nuda e "crocefissa"...).

L'esaltazione della donna e la distruzione simbolica del Genere Maschile fa parte di questo piano: una guerra fra i sessi scatenata dal femminismo (le cui più grandi esponenti sono tutte "J"), imposta dai poteri forti, per distruggere la famiglia e quindi la base della società.

In questo modo non c'è più natalità, e si invoca quindi l'immigrazione straniera per sopperire a questa mancanza. Ma il primo passo del piano è stato il "femminismo", non l'immigrazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:53
in veritàmirano a distruggere proprio prima la donna.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# terrun 2012-12-13 09:56
C'e' una guerra segreta contro i cristiani,e incominciata da secoli fa,il nemico ci ha rubbato il potere,la sovranita monetaria, l'informazione,qu asi distrutto la chiesa, tassa per farci morire di fame,ogni tanto manda malatie come l'aids,distrugge il nostro potere tecnico e industriale,obl iga a comprare i suoi prodotti,elimin a i migliori, invade le nostre terre con stranieri anche che non c'e' lavoro per distrugere la societa,etc etc.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# caporetto infinita 2012-12-13 14:11
non sapevo di questo kelergi... ma dall'arrivo della nave albanese nel 90 e conseguentement e l'impennata senza controlli (pianificati nei fatti) di nuovi extracomunitari nel ex belpaese, un dubbio o due ,viene !

ps: nei quartieri della mia città dovo si trasferiscono le nuove etnie gli storici residenti italici "scappano"!... infatti il bum edilizio dal 1998 al 2007 è stato innescato almeno per il 70% da italiani in fuga (esodo)
dalla citta alle zone più esterne cercando di ricreare exnovo quel condiviso e presistente
"clima culturale" monocolore ....ormai perso
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ogogoro 2012-12-13 23:47
Nell'articolo c'è molta verità, però è troppo estremista.
Io sono sposato con una nigeriana dal 1994, integratissima, non l'ho trovata qui, l'ho conosciuta lì .
Ora dopo le parole di questo che ha scritto l'articolo, cosa dovrei fare ? Devo divorziare da mia moglie ed incenerire la mia bellissima figlia perché è meticcia ?
A me girano i coglioni un pochino, a voi che effetto farebbero questi discorsi ?
NON ESISTONO RAZZE MA CULTURE, quì in Europa siamo già dei rincoglioniti beoti come ci vogliono i poteri forti, il lavoro lo hanno fatto televisione e cinema.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rublev 2012-12-15 11:30
Stia tranquillo il concetto di "patria" e di "razza" è scientificament e e filosoficamente nullo. E' un'invenzione di disadattati e di massoni, che inventarono il concetto di "nazione" e di "patria". Il concetto di patria è una della tante invenzioni giudaiche, usate per dividere nei particolarismi i subumani.
Da un punto di vista biologico, il mescolemento della razze rafforza e perfeziona la razza umana nel suo organismo.
Da un punto di vista culturale anche, a patto che le culture interagenti abbiano una loro solidità. Se non c'è tale solidità il danno si produce su uno scenario che è già danneggiato in partenza oppure che non è mai esistito.
Come diceva Evola: "quando un popolo deve ricorrere al razzismo del sangue e delle barriere, significa che quel popolo è già morto". Ha fatto bene a sposarsi quella donna, con le donne occidentali (anche cristiane in circolazione)...spero di trovarmi una donna musulmana, faccia Lei.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maxim 2012-12-17 09:30
Il concetto di patria è una della tante invenzioni giudaiche, usate per dividere nei particolarismi i subumani.

Vallo a spiegare ai subumani.Però questo passaggio mi piace. Bravo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-12-18 15:05
Concordo con te sull'integrazione culturale, però, è giusto averne coscienza, essa (l'integrazione) deve avvenire nei tempi che sono della natura, in caso contrario sorgono enormi problemi e conflitti culturali che sarebbe come dire che se annaffi una pianta goccia a goccia lei sopravviverà e darà i suoi frutti, se al contrario la inondi d'acqua quasi sicuramente morirà asfissiata marcendo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:55
questo tizio è proprio cretino,per favore, censuratelo. Stravolge tutto e manipola pure.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lettera41 2013-08-11 10:40
lei non ha capito niente! Nessuno le chiede di divorziare. Il problema non e' sua moglie nigeriana, che si integra benissimo e che e' magari pure piu' educata della media degli italiani, il problema sono milioni di africani che invadono le nostre citta', che non sanno fare nulla se non delinquere, stuprare, guidare ubricahi, massacrare inermi passanti a picconate come se fossero in Rwanda o in Congo. Questi subumani non saranno mai integrati.
E' quello che voleva Kalergi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giulia 2013-12-29 00:55
invece le razze esistono,eccome . Solo perché ti sei sposato con una di un' altra razza e hai meticciato, non venire a negare le razze, è anche ascientifico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stelio 2012-12-14 20:53
ascoltate care intelligenze rare , intanto votate movimento 5 stelle , poi dopo aver letto tutti i commenti vi faccio 1 domanda , secondo la vostra super intelligenza il signoraggio monetario cosa è ?
1 = oggetto commestibile
2 = il bene
3 = il male
4 = oggetto non commestibile
5 = pseudonimo di colui o coloro fesso/i?
ps. credo che le vostre super inteligenze
comprendano all'istante la risposta giusta, almeno spero.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tenet 2012-12-15 10:55
Citazione stelio:
ascoltate care intelligenze rare , intanto votate movimento 5 stelle , poi dopo aver letto tutti i commenti vi faccio 1 domanda , secondo la vostra super intelligenza il signoraggio monetario cosa è ?
1 = oggetto commestibile
2 = il bene
3 = il male
4 = oggetto non commestibile
5 = pseudonimo di colui o coloro fesso/i?
ps. credo che le vostre super inteligenze
comprendano all'istante la risposta giusta, almeno spero.


Se lo riscrivi in Italiano comprensibile, forse qualcuno risponderà.
Forse.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stelio 2012-12-23 12:49
Citazione tenet:
Citazione stelio:
ascoltate care intelligenze rare, intanto votate movimento 5 stelle, poi dopo aver letto tutti i commenti vi faccio 1 domanda, secondo la vostra super intelligenza il signoraggio monetario cosa è ?
1 = oggetto commestibile
2 = il bene
3 = il male
4 = oggetto non commestibile
5 = pseudonimo di colui o coloro fesso/i?
ps. credo che le vostre super inteligenze
comprendano all'istante la risposta giusta, almeno spero.


Se lo riscrivi in Italiano comprensibile, forse qualcuno risponderà.
Forse


Carissimo, la grammatica o l'impostazione del commento non serve se colui o coloro non vedono,non sentono e soprattutto non si impegnano a cercare di CAPIRE, spero che tu abbia incominciato ad comprendere, forse!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# geronimo 2013-09-03 10:33
Citazione stelio:
ascoltate care intelligenze rare , intanto votate movimento 5 stelle , poi dopo aver letto tutti i commenti vi faccio 1 domanda , secondo la vostra super intelligenza il signoraggio monetario cosa è ?
1 = oggetto commestibile
2 = il bene
3 = il male
4 = oggetto non commestibile
5 = pseudonimo di colui o coloro fesso/i?
ps. credo che le vostre super inteligenze
comprendano all'istante la risposta giusta, almeno spero.

sei un imbecille la risposta giusta non si trova in nessuna dei cinque punti, babbeo a 5 stelle
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Marcel 2012-12-15 12:09
Non mi e' mai piaciuta paneuropa, ed ho avuto molto dubbi sulla via scelta dagli Asburgo di cavalcare una unita' europea anche con mezzi ambigui.
qualcuo puo' o vule approfondre questo tema?

grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sak 2012-12-16 10:57
Buongiorno,
sono Italiano con un dottorato in fisica e parlo quattro lingue. Mia moglie è colombiana, ha due lauree e parla sei lingue. A meno di trent'anni, lavoriamo entrambi in Svezia in università. Si è fatta strada dagli slum delle metropoli colombiane fino all'europa, mantenendosi come donna delle pulizie mentre studiava. In Svezia, in tre mesi ha avuto il permesso di soggiorno di cinque anni e ha trovato lavoro. Se questo è il meticciato che distrugge la cultura europea, sono molto fiero.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lasveglia delmattino 2012-12-16 16:54
6 lauree, svezia ,ricercatori , università
non fai testo come esempio ... non ti rendi conto ma stai vivendo una vita come se parlassi di marziani su giove...
hai sbagliato blog!

ps la cultura paneuropea non è la cultura "europea" ! siete in due avete 3 lauree e parlate 10 lingue e non capite la differenza..

è questo il dramma della cultura paneuropea!
o se volete il dogma imposto della "nova europa"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maxim 2012-12-17 09:33
Ma non sono tutte laureate e parlano sei lingue.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# rublev 2012-12-17 00:06
Caro Sak, ha sbagliato blog ! Ahahahh
Adesso le spiego cosa è la cultura europea: una cozzaglia di regnanti/nobili/aristocratici che spende il proprio tempo a cercare di scopare le mogli degli altri, vivendo sulla riscossione della decima imposta agli agricoltori, che nel 1900 arano ancora come nell'epoca del bronzo. La scienza è Cicerone e Aristotele interpretati coi piedi.
In tutto questo i regnanti si contendono il potere con un tizio infallibile, vestito di bianco, che si fa portare in spalla e dice ai contadini che dopo la morte (a meno che non facciano il salto della quaglia) staranno meglio in Paradiso.
A questo punto qualche usuraio ebreo immigrato ha una pensata e dice: stanti così le cose, questa civiltà di buffoni ce la mangiamo a colazione e comandiamo noi. Il resto è storia.
Sua moglie è colombiana; allora potrà capire cos'è la cultura europea: il 90% della popolazione che venera statuette ibride tra quelle pagane e quelle cristiane pronunciando formule magiche; con il che rissumiamo la nozione di "inculturazione" della cristianità europea.
CApito, parlate 10 lingue e avete 5 dottorati; ma la cultura "europea" vuol dire essere nostalgici. Di cosa non importa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Eliogabalo 2012-12-17 21:06
Conoscevo l'opera. Mi stupisce che fino qui ci sia gente che l'apprezza. Mi sfugge solo come si possa non capire che qualunque pianificazione su base razziale sia "razzismo". E' razzismo quello conservativo, cosi' come lo e' quello distruttivo. Ma qualcuno pensa che il secondo sia piu' legittimo del primo. Premesso che di nazioni ne parla fin la Bibbia, considerato che l'eguaglianza del cristianesimo e' intesa in senso spirituale, non si capisce come i cristiani possano essere stati convinti del fatto che la costruzione di Babele sia cosa buona e giusta. Qui non si tratta di migrazioni storiche, si tratta di fenomeni dalla portata immensa che avranno un esito non piu' reversibile. Quanto al miglioramento del genere umano merce' gli incroci tra razze, la biologia (compresa quella evoluzionista), ci dice esattamente l'opposto. Certo che tra la salvaguardia della biodiversita' delle zucchine e questa roba, scappa quasi da ridere. In ogni caso, quasta e' materia che compete altra volonta' che non quella umana. Tempo al tempo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pompili 2012-12-18 13:29
Ed indovinate il "laboratorio" dove è?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-12-28 08:28
L'ITALIA E' IL "LABORATORIO".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-12-28 08:57
Richard Coudenhove Kalergi rappresenta l'esempio di aristocrazia meticcia e perció cattolica. Un conte austro-giapponese. L'AR-istocrazia non esiste e le monarchie sono solo tane di delinquenti e serpenti in carca di potere e pronti a sacrificare i figli e i sudditi per la loro missione. Quasi tutte le Monarchie. Basta studiare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ben 76 2013-01-22 12:08
Idiozie,solo idiozie.
Non quelle elencate nel progetto paneuropa,perch e' e' la realta' che vediamo oggi,e se due piu' due fa' quattro,il programma,ancor piu' esatto e terrificante nel suo avverarsi,e' quello dei protocolli dei savi anziani di sion. MA TANTO,SONO FALSI,dicono gli studiosi...come no.
Idiota e' colui che crede nel meticciato e nell'integrazione,ne lla tolleranza,paro la che implica che una delle due parti stia zitta e buona,mentre l'altra fa' cio' che piu' gli aggrada.
Altra idiozia e' che i popoli occidentali li condannano alla miseria e alla fame. Dato che la loro razza e' ben piu' vecchia della nostra,dovrebbe ro essere millenni avanti a noi,come sviluppo e progresso. Non e' cosi',perche' noi abbiamo nell'ingengo e nella voglia di fare,nell'operosita',e nella ricerca,la differenza con loro.
Qui,il progresso non ce l'ha regalato nessuno L'ABBIAMO INVENTATO NOI. PERCHE' USIAMO LA TESTA,NON CE LA SPACCHIAMO FRA PAESE E PAESE,COL MACHETE,DA CENTINAIA DI ANNI,COME FANNO LORO.
O per lo meno e' un bel pezzo che quel tempo e' finito.
Solo col clima che c'e' in africa,ad esempio,potrebb ero fare 2 raccolti l'anno,e costruendo adeguati sistemi di irrigazione,si potrebbe render fertile anche il deserto,per dire.
MA MANCA LA TESTA,LA VOGLIA,LA CAPACITA'.
E queste cose non si insegnano,o si hanno,o niente.
Percio' il meticciato e' un chiaro segnale di regressione per noi,che non saremo mai in grado di parlare di integrazione con loro,perche' loro,le loro tradizioni,aber razioni,nella maggior parte dei casi,NON LE VOGLIONO PERDERE. PRETENDONO INVECE DI SCHIACCIARE LE NOSTRE.
Ma piuttosto ben vengano di nuovo carri armati e camini fumanti....i confini li crearono per separare culture e modi di vivere,e ognuno e' giusto che rimanga a casa propria e porti avanti tutto quanto come meglio crede.
Poi sara' la zucca e il lavoro,a decidere chi aveva ragione.
TUTTO IL RESTO SONO PUTTANATE BUONISTE DEL CAZZO,CHE INQUINANO I MODI DI VIVERE,LE TRADIZIONI,LA CULTURA DEI NOSTRI POPOLI EUROPEI.
E se la vostra storia e cio' che siete,cari imbecilli,non vi sta' bene,perfetto,C AMBIATE ARIA,TRADITORI.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# brenno 2013-05-10 01:39
amen
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# shado 2013-08-03 14:46
embè??? Berlusconi lavora per se stesso, i leghisti per la padania, i fascisti per il nazionalismo... non so chi è meglio tra tutti ma evidenziare solo una parte è scorretto!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# bruto 2013-08-10 20:53
Ben Detto ,Ben . fa comodo fingere di non vedere o sentire . Penso solo a tutti i paesi africani che erano colonie e bene o male vivevano decentemente . Per non parlare delle colonie italiane (Libia,
Eritrea , Somalia ) dove erano state compiute grandi opere e si vede cosa ne ò stato fatto . L'invasione dell'Europs da parte della merda di tutto il mondo , ci
sta rendendo una cloaca renderà una cloaca .Lia artefici di questa schifezza dovrebbero essere messi al muro per alto
tradimento ......
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# arden 2013-08-27 04:16
Non credo nella superiorità di una razza sulle altre, ma anche se fosse vero che una è meglio delle altre riguardo una qualità umana o un'altra, non vorrebbe dire nulla. Anni fa, venne fuori una statistica, ripresa da diversi quotidiani, che aveva stabilito che il maggior tasso di intelligenza si riscontrava fra cinesi e giapponesi; poi, gli ebrei; quindi, i nord-americani; poi, gli europei; e via via, gli altri. Le differenze erano minime, non significative. Valeva quanto altre statistiche giunte a risultati diversi. Il punto è che, anche distribuendo qualità e difetti in modo che siamo tutti contenti di noi stessi, negare che le razze esistano è una bugia. L'idea che una bugia, in un argomento che ha a che fare con le trasformazioni globali in corso, non tutte o non proprio tutte spontanee, possa essere giustificata da qualche nobile fine la trovo bizzarra, anche perché chi mi dice questa bugia potrebbe mentire anche sui nobili fini che dichiara di voler raggiungere così, criminalizzando chi dissente o anche solo, per es., ha idee diverse sul diritto di cittadinanza (che non è un diritto umano, attiene la politica: è la polis che stabilisce se e in base a quali criteri si diventa cittadini. sulla base di un libero dibattito in cui le opinioni pro e contro hanno apri dignità. Diversamente, abbiamo già espropriato di una parte della libertà quel diritto che si vorrebbe concedere). Io, comunque, trovo giusto, che devo dirvi, perfino naturale difendere la propria identità: definitela come volete, storica, antropologica demografica, se vi disturbano parole e opinione contrarie a quelle da molti qui espresse. Per es., l'accoppiamento fra un individuo di razza nera e uno di razza bianca genererà prole con caratteristiche somatiche all'80% del genitore nero.
Non vorrei sbagliare sulle date, ma i bianchi eravamo il 33% della popolazione dopo la fine della II guerra mondiale; oggi, siamo il 9%. Questo, non solo per caso o per fatalità, ma perché lo sfruttamento dell'Occidente ha portato, per es., la Nigeria dai circa 15 milioni di abitanti del censimento O.N.U. del 1961 alla cifra esplosiva di oggi. Quindi, siccome le razze esistono, è chiaro che dalla faccia della terra e dell'umanità futura spariranno i tratti dei nostri progenitori, altro che United Colors!, sarà una umanità unica tinta, non certo più varia. Tuttavia, visto che sarà così, non trovo cosa ci sia di bello o di auspicabile in una prospettiva del genere; né capisco perché sarebbe razzista desiderare di mantenere un 'paesaggio umano' quale vediamo nei film d'epoca (gli anni '60!): in cui, sì, effettivamente, la gente era scandalosamente solo bianca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Roberto01 2013-10-07 15:20
?!?! qui non si parla di una "razza" meglio di un'altra.. RILEGGETE BENE L'ESSENZA DEL PIANO KALERGI, attualmente in ESECUZIONE sull'EUROPA...

è necessario incrociare i popoli europei con razze asiatiche e di colore, per creare un gregge multietnico senza qualità e facilmente dominabile dall’elite al potere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gigetto65 2013-12-25 00:14
è veramente patetico da parte dei traditori della razza citare Evola a proprio tornaconto in quanto fiero avversario di ogni meticciato,esal tatore del progetto lebensborn e collaboratore dell'istituto Anenherbe .E' vero che la civiltà è superamento della biologia,ma tale superamento è possibile solo con un popolo integro e sano dal punto di vista genetico.evola pertanto esaltava l'eugenetica e disprezzava a fondo la socità USA ,ebraizzata e negrizzata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Articoli piu' letti del mese nella sezione Worldwide

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità