>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
In memoria di Fabio de Fina
Stampa
  Text size
13 FEBBRAIO 2015
Per ricordare l’uomo che ha creato questa casa editrice e realizzato tutte le opportunità che hanno reso possibile EFFEDIEFFE, a due anni dalla morte voglio condividere con i suoi lettori questo biglietto, che casualmente ho da poco scoperto infilato tra le pagine di un libro che Fabio stava leggendo poco prima di morire:



Questo messaggio di affidamento al Cielo, dopo decenni di battaglie e speranze “storiche” e “politiche”, può essere per noi di aiuto, per gli amici che in quelle battaglie lo hanno seguito, per capire fin da ora cosa sia veramente importante per la vita di ogni uomo. Fabio giunse perfettamente preparato, sia spiritualmente che fisicamente (per la dura lotta contro il dolore) al momento più importante della sua esistenza.

L’umanità e la simpatia di Fabio, e il ricordo dolce della sua persona si uniscano sempre al suo esempio di fedeltà alla Verità, nella strenue difesa dell’immutabile autorità del cattolicesimo che fino all’ultimo lo ha animato.

Grazie di tutto amico mio, a presto.

Lorenzo





13 FEBBRAIO 2014
«Qualis vita, finis ita»
[Quale è la vita, così è la morte]

Un anno fa, Fabio de Fina, fondatore di queste edizioni e di questo sito, andava a Dio. Domandiamo a tutti i lettori, credenti e non, un ricordo ed una preghiera, sempre fiduciosi di quanto ha potuto dirci il suo confessore, sicuro dell’eterna beatitudine di cui gode ora dopo una vita spesa per la cultura cattolica tradizionale ed una morte affrontata con dura abnegazione e silenzio.

La sua “presenza” ci ha sempre aiutato e confortato in questi mesi di cristiana rassegnazione davanti ad una morte troppo dolorosa e troppo prematura. Riteniamo non ci siano parole più sentite di quelle espresse dai suoi lettori in calce a questo articolo, scritte durante i giorni della sua morte, a cui siamo certi vorrete aggiungere ancora qualche edificante ricordo, come già un lettore ha fatto in questi giorni:

«È il primo anno della dipartita al cielo del nostro Fabio de Fina. Ricordo la prima volta che visitai la libreria... […] che emozione l’incontro con Fabio de Fina — il passo appesantito da una borsa piena di testi, lo stile quasi militare — sarei voluto rimanere a parlare per ore. […] E poi... quei libri, quelle case editrici sconosciute, censurate, quei santi quasi dimenticati […]  il simbolo del sito con la Croce di Gerusalemme, le battute taglienti […] Quando esco di lì, dopo lo spazio umbratile della libreria Ritorno al reale ecco il sole inquinato della periferia milanese. La città ex lombarda, immigrati musulmani, milanesi poco longobardi, lo squallore di una metropolitana, ma un pensiero sereno, gioioso, tragico eppure lieto: QUESTO È IL VERO CATTOLICESIMO, non le melasse di Famiglia Cristiana, delle Edizioni Paoline, delle Messe neocatecumenali, delle omelie barbose. […] Nell’aria sporca di una periferia di una città ex cattolica ho respirato il balsamo della sana dottrina. Grazie Dott. De Fina».  

Sì, grazie di tutto caro Fabio. Per noi sei stato un padre, un amico ed una guida sicura che continua, malgrado le nostre debolezze, ad ispirarci tutti i giorni.

Lorenzo





13 FEBBRAIO 2013
«Un’elegia di lacrime riga il mio volto»
(Piero Vassallo)

Il funerale si è svolto il 14 febbraio a Proceno, Viterbo; ringraziamo tutti i presenti e tutti i lettori che gli sono stati vicino nella preghiera

Comunichiamo agli amici di una vita ed ai lettori del suo amato sito che Fabio de Fina si è spento la mattina del 13 febbraio all’ospedale di Acquapendente, dopo aver lottato strenuamente per più di 1 anno contro la sua malattia.

Ringraziamo il direttore Maurizio che la stessa notte della sua agonia, era in preghiera a vegliare per gli agonizzanti. Maurizio, le tue preghiere hanno accompagnato Fabio all’incontro con il Signore. E ti ringraziamo per tutto quello che hai fatto per Fabio in questi 20 anni di amicizia.

Ringraziamo il dottor Di Bella che per 1 anno ha assistito Fabio in amicizia e sapienza. Ha fatto quanto ha potuto per la salvezza del suo corpo, irrimediabilmente corroso dal cancro che lo aveva colpito.

E ringraziamo specialmente il nostro parroco, don Marius, che per mesi si è recato nella nostra casa a portare i Sacramenti a Fabio, fino all’ultimo.

Più di tutte le parole che potrebbe dettarci il nostro affetto per lui, preferiamo ricordarlo per quanto ha fatto negli anni di battaglia culturale: nei suoi libri, da quando ha fondato la EFFFEDIEFFE nel 1989 (e in tutti quelli che ancora mi diceva di voler continuare a stampare); e nei suoi articoli, pubblicati su questo sito, come

«Una casa senza libri è come una fortezza senza armi»


che meglio di tutti riassume la sua vocazione, come lui stesso umilmente scrisse:

«Una vocazione analoga a quella di don Bosco (che diffuse milioni di libri) e di Pio Brunone Lanteri, anche se il paragone è irriverente e su scala 1 (i miei modesti tentativi) a migliaia di miliardi (don Bosco e Lanteri)».

Chiediamo a tutti i lettori del sito che tanto amava di pregare per lui.

A presto Fabio, tu che sei stato per me come un padre, ora anche tu puoi camminare per i cieli insieme a Romano.

Lorenzo de Vita


All’alba di mercoledì delle Ceneri, Fabio De Fina, l’editore e l’amico, ha compiuto il suo transito, munito dei sacramenti. Da tempo era malato. Aveva subito l’amputazione di una gamba, senza che ciò arrestasse il tumore, che anzi s’era manifestato nei polmoni. Soffriva molto. È stato lucido fin quasi all’ultimo. Lunedì, brevemente (era diventato laconico) mi ha detto al telefono: “Mi sto preparando”. Ho capito che voleva dirmi di aver superato tutte le fasi inevitabili alla nostra povera carne umana – la rabbia, il rifiuto, la disperazione, e infine anche la paura – ed ora accettava il passo più difficile, deliberatamente, con coraggio.

È andato da bravo soldato, e come tale lo saluto: sull’attenti.

Maurizio Blondet



 
Nessun commento per questo articolo

Aggiungi commento


Lettere Maggio:
Perché soffrono i bambini? Il Papa non lo sa
Caro Maurizio, a proposito del tuo articolo “La Chiesa è seme o pianta?”, ho paura che la risposta sia già nel Catechismo, Ti ricopio il punto 675:
il Papa e il Giubileo 2016
Cara Redazione, caro Blondet, e così il papa Francesco è riuscito nell'ennesimo colpo da maestro. Il Papa della Misericordia indice l'Anno Santo della Misericordia, a partire dall'8 dicembre di...
Satana sdoganato alle elementari
Mentre ci distraggono con la crisi (o meglio: la guerra) economica-finanziaria guidata e attuata dalle lobbies bancarie accade sempre peggio una vera e propria crisi delle e nelle anime e cresce...
Ecco cos’è il vero cattolicesimo
Gentili lettori, pubblichiamo questa lettera mettendo da parte la nostra piccola soddisfazione nel leggere che il nostro lavoro continua ad essere utile per le anime di qualche lettore.
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità Podere Piscino - Proceno (VT) - Tel. 0763-710069