>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
Lettera aperta a S. Santità Papa Francesco sul MDB
Stampa
  Text size
Santità,

molte centinaia di ammalati in cura con il Metodo Di Bella Vi hanno in questi giorni scritto, indirizzandoVi un comune appello, una supplica, pregandovi di interessarvi a loro, emarginati e contrastati dalle istituzioni sanitarie italiane, mentre l’informazione di regime cerca con ogni mezzo di disinformare sulle evidenze scientifiche che stanno pienamente confermando il razionale, le basi biochimiche e molecolari e l’efficacia antitumorale del Metodo Di Bella.

Parimenti disinformano sull’elevata tossicità non raramente mortale, e sull’incapacità della chemioterapia e delle attuali terapie mediche dei tumori, di guarire qualsiasi tumore solido, le uniche guarigioni sono attenute nel 29% dei casi circa dalla chirurgia.

Insieme alla documentazione scientifica da chiunque reperibile sulle banche dati medico-scientifiche mondiali , molti pazienti Vi hanno inviato la loro storia personale umana e clinica, con le inutili sofferenze causate dalle fallimentari terapie oncologiche istituzionali e le remissioni complete ,le stabili guarigioni ottenute col Metodo Di Bella evidenziate da esami ematochimici e strumentali. Di 767 di questi casi esistono già 11 studi clinici, delle varie patologie, pubblicate su 6 riviste scientifiche internazionali recensite da www.pubmed.gov — massima banca dati scientifica mondiale ufficiale. Questi dati sono stati anche pubblicati agli atti e presentati con relazioni a due congressi mondiali di oncologia , uno europeo e cinque nazionali.

Il Professor Luigi Di Bella, oltre a pubblicare 283 lavori scientifici ha presentato i risultati delle sue ricerche a 21 congressi internazionali e 10 nazionali con relazioni pubblicate agli atti. Ovviamente il MDB non pretende né può curare e guarire tutti i tumori in tutti gli stadi, ma è incontestabilmente il maggior progresso nella terapia dei tumori in termini di sopravvivenza e qualità di vita, riuscendo ad attenuare le sofferenze, prolungare l’esistenza e/o a salvare, non tutti, ma sicuramente tanti che diversamente perderebbero la vita.

Di queste evidenze scientifiche sulle banche dati mediche internazionali, Vi è stato inviato, Santità, in sintesi il riscontro. Vi hanno anche comunicato la documentazione particolareggiata di come sia stata manipolata e grossolanamente viziata da gravi e numerose anomalie la sperimentazione ministeriale del Metodo Di Bella del 1998, destituita pertanto di ogni dignità scientifica e indicazione clinica. Come ha affermato un giornalista, hanno dilapidato miliardi del contribuente italiano solo per diffamare il Prof Luigi Di Bella e bloccare il divenire di questa nuova, efficace e tollerata concezione terapeutica, che sicuramente avrebbe gravemente penalizzato il fatturato delle multinazionali del farmaco.

Vi abbiamo informato anche del pesante giudizio negativo della letteratura scientifica internazionale sulle irregolarità della sperimentazione ministeriale. Tanti ammalati che avevano ottenuto reali ed evidenti benefici, soggettivi e oggettivi dal MDB, per difficoltà economiche e l’ostracismo delle istituzioni, sono oramai costretti a sospendere il MDB e ad assistere impotenti ad una ripresa e progressione della malattia tumorale, che le cure oncologiche istituzionali non avevano potuto arrestare, e che il MDB aveva bloccato o fatto regredire.

La disperazione di questi ammalati emarginati dal sistema e costretti alla forzata sospensione della cura, li ha indotti a scriverVi confidando in quella grande e paterna sensibilità e carità che dimostrate con le parole e le opere per i poveri e i sofferenti, nella Vostra trasparente santità di uomo e di rappresentante in terra di nostro Signore Gesù Cristo.

Come avete detto all’Angelus del 3 agosto, “si girano dall’altra parte davanti al povero, al sofferente, all’indifeso, all’emarginato, (all’ammalato) con fastidio; è un modo ‘educato’ di dire ‘arrangiatevi da soli’”. Ma i poveri non sono un astratto, sono persone reali, uomini, donne e bambini che in questo caso non hanno che il dolore e la disperazione e sperimentano la solitudine e l’abbandono, non hanno di che curarsi vittime della “logica del mondo” che ha burocratizzato e reso autoritaria e dogmatica una medicina volta unicamente a mantenere e incrementare il profitto di che specula sul dolore e sulla sofferenza. All’Angelus del marzo 1998 un altro pontefice, oggi santo, si rivolse agli ottantamila che si erano riuniti in piazza S Pietro per il Metodo Di Bella, con parole di affetto e incoraggiamento.

ìAlcuni casi tra quanti si sono rivolti a Voi: un bimbo di 15 mesi, affetto da retinoblastoma, dopo numerose iniezioni dentro gli occhi di potenti chemioterapici, fortemente tossici per il tessuto nervoso, aveva perso l’udito, e parzialmente compromesso la funzione visiva. Il bimbo era diventato sordo per la chemio, e protesizzato. Dopo una temporanea regressione della malattia, si è avuta una ricaduta che aveva portato a prospettare alla madre l’enucleazione di entrambi gli occhi , per evitare che dalla retina il tumore si propagasse al cervello. Si prospettava un futuro senza occhi e una grave compromissione della funzionalità uditiva. Questo ha portato la famiglia a chiedere e iniziare a sue spese) il MDB, che ha gradualmente portato alla completa e totale scomparsa (documentata dall’esame obiettivo e dalla risonanza magnetica), di ogni traccia di tumore. È stata evitata l’asportazione degli occhi e per l’effetto anti-degenerativo del composto dei retinoidi del metodo Di Bella, si è recuperato il neuroepitelio cocleare e l’udito, oggi a livello fisiologico.

Questo risultato non ha prodotto alcun interesse umano o scientifico, né un minimo di collaborazione, ma l’ostilità degli oncologi che minacciano i genitori di far togliere la patria potestà perché hanno abbandonato le cure ufficiali “di provata efficacia”. Il risultato pertanto non conta nulla, l’evidenza, il dato di fatto documentato e verificabile non contano nulla.

Altri 2 casi emblematici tra i tanti: In un linfoma e in un Mieloma dopo il conclamato e documentato fallimento delle terapie oncologiche, era stata certificata con esami ematochimici e strumentali la completa e stabile guarigione col MDB. In base a perizie giurate di CTU il giudice aveva concesso il MDB. Per l’opposizione delle ASL, non solo è stata revocata la concessione del MDB, (ignorando il fallimento delle terapie oncologiche, la documentata guarigione e sostenendo che in base alla sperimentazione il MDB è inefficace) ma le pazienti sono state condannate a restituire quanto avevano ottenuto per curarsi e guarire. Entrambe sono indigenti, quella ammalata di Mieloma avrebbe dovuto continuare per almeno 1 anno la cura, per consolidare il risultato ed evitare recidive. Per la forzata e improvvisa interruzione vi è una progressione tumorale con gravi sofferenze, è disoccupata e ha difficoltà a curarsi.

Nel quarto stadio (plurimetastatico) di carcinoma della mammella, l’oncologia è dichiaratamente impotente , non vi è in tutta la letteratura un caso di guarigione. Alcune donne al 4° stadio sono in completa remissione con MDB, ma anche documentando in maniera ineccepibile la guarigione in ricorsi per ottenere il MDB non ottengono la cura, perché le istituzione sanitarie italiane non considerano minimamente l’evidenza, la realtà, il dato di fatto documentato, ma anche di fronte a questi casi, si ostinano a dichiarare inefficace il MDB in base alla sperimentazione del 1998.

Non sappiamo se e cosa la Santità Vostra vorrà o potrà fare ci basta averVi informato, e ottenere la Vostra benedizione e il Vostro conforto.

A nome di quanti Vi hanno scritto, ringraziando la Santità Vostra dell’attenzione

Giuseppe Di Bella


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# goligo 2014-08-04 19:16
Il Papa non leggerà questa lettera, e anche se dovesse per puro caso leggerla, non farà nulla da lei richiesto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bruno Zanella 2014-08-04 22:36
era meglio scrive a goligo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Tan 2014-08-05 01:21
Gentilissimo goligo,
Da quanto afferma si direbbe quasi che lei preveda il futuro, potrebbe suggerirmi i numeri del lotto? Gliene sarei immensamente grata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gianluca 2014-08-06 08:20
Prevede il presente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cesarino 2014-08-05 08:44
basterebbe che TUTTE le persone coinvolte dalla cura Di Bella inviassero continuamente al primo di ogni mese le loro esperienze a loro volta al Papa con mail o lettere tramite le loro parrocchie e credo proprio che all'0recchi del Papa qualcosa arrivi
siete tutti d'accordo???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mariagrazia+ 2014-08-05 17:45
Bisogna affidarsi al Signore Supremo, l'Eterno, nel nome del Signore Gesù Cristo,
Lui esaudirà certamente la richiesta perchè il dr, Di Bella è stato certamente aiutato da Dio nella ricerca del suo metodo; Bisogna saltare i gregari e andare alla fonte. Dio Vi benedica e vi esaudisca
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# san 2014-08-06 16:42
Poveretto non conosce certi"cattolici".Ci sono cosiddetti cattolici,ne ho conosciuto parecchi, che esibiscono la loro presunta santità,del prossimo non gli interessa nulla,leggono Avvenire tutti i giorni.Alcuni preti laici,molti dei quali insegnanti universitari,di rigenti di aziende pubbliche e private,che considerano la loro fede un'assicurazione sulla loro vita e la loro carriera.
Altro che prossimo,questo elemento in Vaticano ne è l'esempio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2014-08-04 20:23
Esistono alcuni pazienti che non è possibile aiutare, però non c'è nessun paziente al quale non si possa creare un danno. Salute-Malattia non sono le stesse facce della medaglia, non è una dicotomia dell'Hamlet perchè nella salute esistono momenti nei quali se si interviene a tempo si possono modificare i risultati. Il senso comune popolare raccomanda trovare la malattia nella tappa asintomatica, ma non tutte le malattie meritano essere rastrellate prima. E negativo andare a cercare malattie con il criterio perchè lo siano, come è negativo cercare prima patologie senza l'evidenza che le avvalli oppure l'evidenza sia contraria a realizzarsi. La sovraprestazion e inadeguata non è esente dal generare eventi avversi, perchè un paziente accede a prestazioni che non necessita. Sorge così la prevenzione quaternaria, per cui il medico lavora sulle misure che dovrà implementare per attenuare o evitare le conseguenze di altri interventi non necessari che un altro medico ha generato. Quindi oggi siamo andati così lontani che si previene la prevenzione innecessaria. Il principio basico della Medicina: Primum no nocere, la verità in medicina è solo temporanea. Più pratiche vengono sollecitate più chanses ci sono di avere falsi positivi, cioè un risultato compatibile con la "malattia" anche quando la persona non patisce la malattia. Davanti ad un falso positivo, cioè a quel risultato, la condotta non sarà più rivisitare la vera necessità d'origine, ma appariranno sulla scena ripetizioni dello stesso, studi sempre più invasivi, inutili circa quanto quello che fu richiesto all'inizio. Molte sono le ragioni e combinate fra loro, purtroppo ci si fa l'abitudine sopratutto per le pressioni continue che il sistema salute obbliga a ricevere al medico e a cui deve obbedire, e guidare contromano non è la maniera di aiutare un paziente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Em 2014-08-04 20:45
Dottore, se non si chiama Scalfari o se non è un progressista non avrà risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# R 2014-08-04 21:07
Le devo la vita Dottor Di Bella,non c'è giorno che io non pensi a ciò che ha fatto per me.GRAZIE DI CUORE.Riguardo al commento sopra vada a sputare il suo veleno altrove e abbia rispetto per le persone che stanno soffrendo per questo male,il suo parere mediocre non interessa a nessuno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bruno Zanella 2014-08-04 22:32
Riporto la lettera al Papa di cui si parla, sottoscritta da più di 400 persone.
---------------------
Fregona 01 luglio 2014

A Sua Santità Francesco
città del Vaticano


Buon giorno Santità
sarò sintetico per non sottrarle più tempo del necessario.

lo hanno chiamato "Il Poeta della Scienza"
li curava gratuitamente
qualche volta pagava loro anche le medicine
un peccato m o r t a l e per il “mondo” che conta
è stato un caso mediatico a fine anni 90 il prof. Luigi Di Bella
studiava sotto i lampioni dell'illuminazione pubblica per risparmiare
quanta povertà ha vissuto
tre lauree
due docenze universitarie
concorsi vinti... sempre primo
collaboratore ed allievo di un candidato al premio Nobel per 8 anni
la commovente lettera di separazione tra i due
Marconi lo vuole all'istituto che dirige
un bimbo gli muore tra le braccia
nasce il suo Metodo per combattere il cancro
costa molto agli ammalati
se lo devono pagare
costa poco alla sanità pubblica
molto meno dei protocolli ufficiali
la vergogna di una sperimentazione fasulla
una decina i componenti del Metodo
ogni componente si rivela antitumorale nei 30 anni che seguono
come non chiedersi come abbia precorso la scienza di trent'anni
immensa letteratura scientifica conferma questo
le hanno provate tutte per fermarlo
ci manca dal 2003
l'opera indefessa dei due figli per non disperdere il suo tesoro
17.000 gli iscritti al gruppo di sostegno Facebook
crescono al ritmo di 300 nuovi iscritti al mese
non si contano le testimonianze a favore
di persone guarite, compresa la mia
di parenti di persone che hanno salutato la vita con dignità
senza la devastazione delle cure imposte dai protocolli ufficiali
prolungando la vita ben oltre le medie statistiche
Don Alessandro Pronzato su di lui:
"Credo noi dobbiamo ringraziare il Signore per averci fatto dono
di una creatura come questa..."

e c c o

siamo di nuovo sotto attacco mediatico
con evidenze di coordinamento
preludio di azioni ancora più restrittive
per gli ammalati stremati per sostenere le spese

chiediamo accoratamente un suo autorevole intervento
si tratta di milioni di ammalati nel mondo


non sappiamo come lei possa agire
sicuramente con la preghiera che agisce sul cuore di Dio
che le chiediamo perché questa verità non venga soffocata
non vogliamo "farci rubare la speranza"
Grazie infinite per la sua attenzione.
Un ammalato di cancro in remissione di malattia,
anche a nome di alcuni del gruppo Metodo Di Bella di Facebook e amici.

Bruno Zanella
Fregona TV
30 giugno 2014
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Tan 2014-08-05 01:17
un sentito ringraziamento alla redazione Effedieffe per aver pubblicato questa bellissima lettera a Sua Santità, Papa Francesco, del Dottor Giuseppe Di Bella così come un grazie, sentito e di cuore, al Professor Luigi Di Bella per il suo Metodo e al figlio, Dottor Giuseppe Di Bella con immensa stima e gratitudine per portare avanti l'Opera di suo padre e salvare centinaia e centinaia di vite da un destino infausto;
Sono guarita da linfoma dopo recidiva causata dalle terapie "ufficiali" e come le molte centinaia di ammalati che in questi giorni hanno scritto a Papa Francesco, ho inviato il mio accorato appello affinché S. Santità possa venire a conoscenza delle enormi e gravose difficoltà con cui ho dovuto fare i conti (difficoltà che accomunano tutti i pazienti in cura con il MDB) causate dai forti contrasti da parte della medicina ufficiale fino al totale abbandono e all'indifferenza; difficoltà economiche nel trovarmi a sostenere il costo della Cura essendo a totale carico dell'ammalato che sceglie appunto, di curarsi con il MDB; seppure, qualora fosse a carico del SSN, contribuirebbe ad apportare un enorme risparmio per le casse dello Stato (quindi per le tasche di tutti i cittadini) in quanto infinitesimamen te inferiore a quanto lo Stato sborsa ogni giorno per ogni singolo paziente trattato con chemioterapia;
sia del "caso" MDB, del'"opera" costante di disinformazione e diffamazione del Metodo stesso nonostante le sempre più numerose evidenze scientifiche e le guarigioni anche da casi di tumore che solo a pronunciarli vengono i brividi, di cui non esistono casi in tutta la letteratura medico scientifica mondiale; come i casi di quarto stadio di tumore alla mammella ed il caso del bimbo di 15 mesi affetto da retinoblastoma al quale l' onnipotenza della medicina COSIDETTA "Ufficiale" non prospettava altro se non l' enucleazione di entrambi gli occhi dopo avergli causato la perdita del l'udito e compromesso la funzione visiva.
Con la speranza nel cuore che questi scritti arrivino a Sua Santità, rivolgo un sentito ringraziamento alla redazione Effedieffe per aver pubblicato questa bellissima lettera a Sua Santità, Papa Francesco, del Dottor Giuseppe Di Bella così come un grazie, sentito e di cuore, al Professor Luigi Di Bella per il suo Metodo e al figlio, Dottor Giuseppe Di Bella con immensa stima e gratitudine per portare avanti l'Opera di suo padre e salvare centinaia e centinaia di vite da un destino infausto
Cordialmente
Tania
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maria rita mastrogiu 2014-08-05 07:35
Tu che hai scritto sei il diavolo in persona sei come gli agnostici che anche vedendo non credono cino alla morte.per fortuna che Dio c'e' . Comunque abbi il coraggio di firmarti e aggiungo che conosco DiBella da 30 anni mi ha curata con la professionalità e l'amore che solo un santo può avere VERGOGNATI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maria rita mastrogi 2014-08-05 07:54
Il diavolo si presenta in mille modi tu sei uno. Sappiamo tutti che il dot. Di Bella e' scomodo per quelli che hanno come Dio il danaro.Per fortuna che il vero Dio sa come, quando e con chi agire.Io conosco il dottore da 30 anni mi ha curata con amore e professionalità cosi come solo un santo puo' fare vergognati Maria Rita Mastrogiuseppe. Firmati anche tu.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giovanna 2014-08-05 08:08
Spero con tutto il cuore che questa cura possa essere fatta da tutti i malati di tumore ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# noemi agosto 2014-08-05 09:05
Speriamo che il papa possa qualcosa contro le multinazionali del farmaco.Non solo l'oncologia ne è ostaggio ma anche il nuovo trattamento contro le epatiti virali che potrebbe debellare per sempre i virus dell'epatite e causare milioni di dollari di risparmio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Cesare 2014-08-05 09:23
"Non sappiamo se e cosa la Santità Vostra vorrà o potrà fare ci basta averVi informato, e ottenere la Vostra benedizione e il Vostro conforto".

Ci "basta averVi informato"! Frase di una finezza stupefacente e al tempo stesso un invito severissimo a prendersi, ognuno, le proprie responsabilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# claudia55 2014-08-06 12:45
Sottoscrivo con fermezza ogni tua parola, Cesare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# brovedan 2014-08-05 10:41
Nel lontano 1996/97 SAPEVO che prof. Luigi Di Bella aveva ragione.
Bastavano anche pochi indizi, fra cui “lo spettacolo” che i servitori del Cane avevano dato nei media: solo i ciechi potevano non accorgersi cosa difendevano di fatto .
Oggi però non serve più ciò che certamente serviva decenni fa.
Oggi si sa che … basta astenersi dal consumo di animali ( compresi i latticini e le uova ) per uscire sia dal cancro che da tutti i guai.
Lo ha dimostrato perfino la TV “pubblica” nei programmi più seguiti ( mi riferisco a “le Iene” ).
Quindi basta rispettare il DIRITTO alla Vita dei nostri fratelli minori - il concetto purtroppo lontanissimo dalla comunità dei così detti “credenti”-
per essere VIVI. 
Saluti – E.V.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# dr.Paolo Bricchi 2014-08-05 11:14
Sono convinto che se solo Sua Santita' Papa Francesco venisse a conoscenza diretta delle vere e indiscutibili guarigioni del MDB farebbe sicuramente qualcosa. Purtroppo la medicina e chi la usa non per scopi umanitari, mentira' sempre in nome della lobby farmaceutica!! Coraggio andiamo avanti nel divulgare la verita' sull'efficacia del MDB.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# R 2014-08-05 12:19
Dottor Di Bella la ringrazio immensamente per la sua onestà e la sua professionalità impareggiabili ,per il bene elargito alla mia famiglia ,persone come lei sono un dono prezioso.Le devo la vita ,grazie di cuore .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Dott.aurelioMorganti 2014-08-05 12:22
Mio pzt dimesso perché morisse a casa per cancroe pancreatico e' vissuto acote tre masi con. MtdB ( Paderno dugnano).e morto in H..di Garbagnate in attesa di riiniziare terapia iniziata a domicilio da circa 2 mesi.ERA ANDATO IN H.GUIDANDO LA SUA AUTO IVI RITIRATA. DAGLI EREDI DOPO INTERRUZIONE. TERAPIA MDB DI CIRCA UNA SETTIMANA. Altro a Desio vissuto abbondanti 2 mesi in buona salute fino ad interruzione di MtdB in attesa di riconoscimento( ca pancreatico)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nova 2014-08-06 06:44
Fu stupefacente l'allarme lanciato da papa Wojtyla nel 1985 contro il virus 'papova' incolpato di provocare il cancro alle parti genitali e di essere pertanto legato a peccati di natura sessuale.
Si doveva trattare verosimilmente del virus HPV papilloma che non è in fondo agente eziologico diretto del cancro. Ma forse da allora BigPharma si lanciò verso lo sviluppo del discutibile vaccino anti-HPV, il cui costo è di 350.-. euro, il quale viene somministrato alle bambine di 12 anni e a breve anche ai maschietti, ritenuti veicoli asintomatici di contagio.
http://www.youtube.com/watch?v=0gCVCP8BFrU
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Elda tava 2014-08-06 10:35
Non riesco a capire i vari commenti quando per queste persone la realtà di quanto a fatto per l umanità a lavorato con Grande umiltà il Proffessor.Dottor LUIGI DI BELLA come dico io nella mia piccola filosofia ognuno e è deve ESSERE libero di curarsi come vuole,anche LA COSTITUZIONE ci da questo diritto io ho avuto modo di conoscere il metodo di cura e non si può giudicare se non conosci e poi viviamo forse ancora in democrazia allora io dico lasciate a tutti la scelta di cura questo e un diritto sancito dalla COSTITUZIONE un caro salto hai figli del GRANDE prof.dott.LUIGI DI BELLA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gablee 2014-08-06 13:07
In cura con MDB con esiti positivi. Sconsigliato da tutti i dottori, mi sono preso la mia piccola rivincita tornando dall' oncologa che voleva farmi fare 3 cicli di chemio con la PET che certificava la morte della massa tumorale e che mi disse che credere al MDB era come credere agli stregoni....
Aiuto il Dottore con la raccolta firme per l' erogazione gratuita della somatostatina. Vorrei estendere l' invito a quanti frequentano questo sito.
Il modulo è scaricabile dal sito Fondazione Di Bella. Non finirò mai di ringraziare il Dottore ed il suo Staff e continuerò sempre a pubblicizzare la sua cura presso la gente perché spesso si muore per ignoranza ....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# caccamo 2014-08-06 13:31
Buongiorno. vorrei sapere dove si possono trovare le 283 pubblicazioni del dottor L. Di bella, visto che su Pubmed non ci sono (appaiono solo le sei pubblicazioni su Neuroendocrinol ogy letters...).
Cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Bruno Zanella 2014-08-06 15:59
qui ce ne sono 36
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=%22Di+Bella+L%22
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Coralli Mario 2014-08-07 00:26
Il MDB durante la sua attuazione sul paziente segue una curiosa tempistica: diventa via via più incalzante proprio per controbilanciar e l'imminente effetto domino (metastasi) che inesorabilmente potrebbe innescarsi alla sprovvista nel soggetto, ricordandomi il famigerato fenomeno della reazione a catena nel campo atomico-nucleare. Questo particolare mi fà sorgere un ipotetico sospetto che potrebbe essere interpretato in chiave stravagante, ma tant'è. E se a temere il MDB e a favorirne il deterrente non fossero solo le multinazionali-farmaceutiche ma anche le Potenze nucleari? Mi spiego meglio: dal momento che l'insorgenza dei tumori si è manifestata certamente da quando si è cominciato a giocare con l'atomo (ordigni nucleari, Chernobyl, armi all'uranio impoverito...), vincere il cancro potrebbe anche equivalere a escogitare l'antidoto alla bomba atomica, cosa questa sicuramente sgradita alle potenze nucleari.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2014-08-14 21:59
Hanno deciso di togliere l'esame a quiz per entrare alla Facoltà di Medicina. Visto lo scenario apocalittico che si presenta da anni a questa parte in molte zone del mondo, compreso il nostro paese per via dell'immigrazione e le guerre arabe, si sarebbero dovute fare radicali riforme o cambiamenti all'interno della Facoltà per fomentare gli aspiranti a diventare non medici in tempi di crisi abili a gestire le menzogne dei protocolli per tutti, ma indirizzarli verso la carriera infermieristica professionale.
Questo risponde alle necessità non solo della popolazione multietnica, ma anche a quelle dei medici stessi. Nessuna cura medica negli ospedali o case di cura sarà effettiva se non esiste il compromesso di un professionista che integri il servizio dell'infermieria. Sono gli infermieri quelli che sono a contatto con il paziente, una volta erano le suore , persone in grado di amministrare la cura medica stabilita dal primario, sono gli infermieri che contengono le angustie, il dolore, la sfiducia. Il MDB per dimostrare e diffondere il livello di efficienza che umanamente ci si aspetta, avrebbe bisogno anche di un personale infermieristico dentro l'equipe, congruente e coerente. Da noi i medici sono molti di più degli infermieri, e spesso il lavoro manca sia per il medico che per l'infermiere. La carriera infermieristica non piace, perchè è pesante, ha turni duri, ed è malpagata. Lo stato in Germania, ad esempio, paga gli studi ai medici, ma con questo non è che l'infermiere non vanga stipendiato per la formazione che riceve. Il nostro governo ha un debito pubblico forse maggiore di quello che annuncia in Tv o ufficialmente, ma anche il numero dei morti per chemioterapia in certi tipi di neoplasie, non si sono placati. Allo stesso tempo, annunci eclatanti, scoperte, promesse, speranze, ed aumento dei morti, abbiamo raggiunto il default, un debito accumula interessi ed anche morti, ed ogni volta ce ne sono di più, che sono persone che dovrebbero vivere, e lo potrebbero fare, se avessero la possibilità di scelta, ma anche il personale che segue la cura. il nome di un essere caro non si dimentica più, ciò che resta è l'impotenza, la paura, l'insicurezza di doversi curare cadendo in mano a gente che guarda solo il business, all'imperativo selvaggio del denaro prima del sentimento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# titti 2014-08-31 15:50
lettera bella ma totalmente inutile, parole buttate al vento!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# tittiri 2014-09-03 16:00
Bisogna sempre tentare, cara Titti, e mentre si tenta, pregare!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lucia claudio 2014-09-12 20:39
chi non ha soldi muore
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


La Dittatura Terapeutica
L’unica ed estrema forma di difesa da questo imminente, sottovalutato, tragico pericolo particolarmente grave per l’Italia, è la presa di coscienza
Contra factum non datur argomentum
George Orwell con geniale e profetico intuito, previde l’oscuramento delle coscienze, il tramonto della civiltà, l’impostura e apostasia dalla verità che viviamo, quando scrisse “nel tempo...
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità