>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
fdffree99

Deporre il Papa?
sì sì no no
Lo scettro passa da Israele ai Pagani
Don Curzio Nitoglia
Gli Ebrei a Roma e di Roma
Don Curzio Nitoglia
Il poeta della scienza
Luca Iezzi
Lo studio sul “Papa eretico”
Don Curzio Nitoglia
Giuseppe Flavio - Storico giudeo/romano
don C. Nitoglia
LA VITA E LE OPERE / 2
Giuseppe Flavio - Storico giudeo/romano
Don Curzio Nitoglia
LA VITA E LE OPERE / 1
In memoria di Robert Faurisson
Don Curzio Nitoglia
“La vita di Cristo” di Giuseppe Ricciotti
Don Curzio Nitoglia
INVITO ALLA LETTURA
Maccabei 2
don C. Nitoglia
SECONDA PARTE
“Il Libro dei Salmi” commentato da padre Sales
don C. Nitoglia
INVITO ALLA LETTURA
Maccabei 1
Don Curzio Nitoglia
Ponzio Pilato, Cesare e il Sinedrio
Don Curzio Nitoglia
L’attacco dei troll israeliani
Roberto Dal Bosco
Emerge con sempre più forza l’esistenza di uno scenario dove le campagne di disinformazione su internet vengono gestite da società di manipolazione impegnate nella corsa alle elezioni presidenziali di tutto il mondo. Gruppi né iraniani né russi. Allora perché nessuno vuole parlarci di Israele, nemmeno quando viene beccato in flagrante?
Mangeremo i nostri morti. Per legge.
Roberto Dal Bosco
Il progetto di annientamento del 90% della popolazione sta già cominciando a produrre i suoi corollari. Una società che promuove l’omosessualità e il transessualismo. Uno Stato, cioè, volto alla negazione della vita in ogni senso possibile: sino alla disumanizzazione della persona, fino al necrocannibalismo agricolo. L’orchestra della sinistra globale suona per gli umani una musica di annientamento.
La CIA ucciderà Guaidò?
Benedetto Falchi
La mossa di indire una mobilitazione militare pare più un azzardo che la parte di una precisa strategia. Guaidò si muove a caso, confidando in qualche manna dal cielo americano. Ma abbiamo memoria di molti casi di suoi colleghi assassinati senza pietà. Non ci sono barriere alla capacità di uccidere della CIA. E la CIA non ha problemi a disintegrare le sue stesse fila.
Da Notre Dame all’Ultima Cena
Klaus Foresti
Gli incoscienti ben pagati non demordono; la sinistra se ne serve per tentare di mettere in piazza la cinica indifferenza alla sofferenza degli italiani – nuovamente accusati di essere razzisti dopo il fascismo – e l’incapacità dell’esecutivo a risolvere i problemi. Ma tutta l’accozzaglia dei Lévy e Lévinas, delle Sciurba, dei Saviano dimentica che non esiste alcun diritto – men che meno trascendente – che possa imporre ad un Paese ad aprire i confini del suo mare.
Morte a Montmartre, guerra vera
Roberto Dal Bosco
Quello di Massimo Insalata è un evento unico: per trovare un’altra morte di agente AISE sui giornali bisogna tornare indietro di 10 anni e volare in Afghanistan. Il giochino della spia morta casualmente lo abbiamo già visto, e il balletto pudìco di tutte le parti interessate – Ambasciate, Governi, agenzie di spionaggio – pure. L’unica cosa che ci manca è una parvenza di verità in quella che è una guerra continua.
L’Io di Cristo
Lorenzo de Vita
Si indaga il mistero più grande: in che modo la perfetta immaterialità della generazione Verbo si unisca in un dato momento alla natura umana dell’uomo Gesù, facendolo Dio di conseguenza. Un mistero sul quale inciamparono i giudei, cozzarono gli eretici, negarono gli irreligiosi. È per l’uomo il mistero per eccellenza. Il mistero salvifico. La Salvezza stessa. Ed è argomento di grande e tragica attualità.
Esorcismo alla Casa Bianca?
Roberto Dal Bosco
Una storia della geopolitica vista secondo la demonologia è ancora da scrivere. Nel frattempo lo spiritual cleansing (esorcismo) della Csa Bianca sarebbe avvenuto con una vera e propria pulizia degli «idoli» contenuti nella dimora presidenziale. Suppellettili e manufatti collezionati dai presidenti precedenti, i demoni di Obama e i vudù dei Clinton, sarebbero stati portati via a forza dalla squadra esorcistica.







Chi siamo
La casa editrice EFFEDIEFFE

«Evviva la rinascita della cultura cattolica!»: così conclude una mail di auguri un lettore di Trieste.

Nella breve frase è stato, sinteticamente, colto il senso dell’azione che stiamo sostenendo contro i nemici della nostra civiltà occidentale [che è cattolica, con rilevanti recuperi di cultura greca e romana].

Questo è l’obiettivo dell’Associazione EFFEDIEFFE.

Questo è l’obiettivo per il quale mi impegno dalla fine degli anni sessanta [per la precisione dall’ottobre 1968] quando all’Università Cattolica di Milano giravo con una valigetta di cuoio importunando gli amici per proporre loro libri che ritenevo potessero ostacolare la sovversione montante.

Oltre quarant’anni fa diffondevo in prevalenza quello che oggi definirei «pattume» e cioè testi di Evola, Guenon, testi pagani e scemenze di un inesistente neopaganesimo, testi di esoterismi vari, compresi quelli di «esoterismo cattolico» (un evidente ossimoro), testi buddisti, induisti, islamici, di tradizioni pellerossa, e via dicendo [che Dio mi perdoni se ho, involontariamente, per ignoranza, rovinato anime e quindi esistenze].

L’incontro con persone e la riflessione personale mi riportavano, all’inizio degli anni settanta, alla vera ed unica religione, quella della mia infanzia, la religione cattolica, e da allora, pur in modo dilettantesco, non professionale, negli spazi di tempi sottratti all’attività lavorativa, ho diffuso decine di migliaia di libri che, anche se sono una goccia nel mare dell’aggressione al cattolicesimo, forse hanno concorso a frenare, di qualche centimetro, la scristianizzazione e quindi la desertificazione e la disumanizzazione della società.

E’ una vocazione analoga a quella di don Bosco (che diffuse milioni di libri) e di Pio Brunone Lanteri, anche se il paragone è irriverente e su scala 1 (i miei modesti tentativi) a migliaia di miliardi (don Bosco e Lanteri).

I libri editi e proposti sono frutto di una selezione molto severa; si tratta di libri o letti personalmente, o suggeriti da persone di fiducia; qualcosa è di certo scappato; se individuato viene prontamente eliminato.

L’orientamento è cattolico, senza cedimenti o concessioni alle derive vaticanosecondiste [non dimentichiamo che si è trattato di un Concilio pastorale e non dogmatico]; nell’ampia parte che riguarda il XX secolo ci sono testi fascisti o nazisti, ma si tratta di testi di storia, non c’è niente di dottrinario.

Non perseguiamo un obiettivo economico, tentiamo di formare e di informare; non metteremmo in vendita libri, se dannosi per le anime, anche se si trattasse di best seller destinati a vendere milioni di copie.

Non troverete nella selezione testi di antroposofia o di ufologia, o florilegi del tipo «Liberi pensatori bruciati a Roma», «Anticatechismo», «Storia critica della Chiesa», «Via col vento in Vaticano», «Il pastore tedesco», «Il libro nero del cristianesimo. Duemila anni di crimini», «La Chiesa che mente», etc: questa è Disinformazione!

Negli anni sono invece stati proposti o pubblicati libri straordinari [merito di chi li ha scritti], che hanno formato numerosi cattolici controrivoluzionari; tra i quali per esempio «Iota unum» di Amerio, «La Sacra Bibbia» commentata da Ricciotti (ristampata da EFFEDIEFFE), «Spiegazione del catechismo di San Pio X» di Dragoni, «Fenomenogia dellautodistruttore», «La grande eresia», «Lintelligenza in pericolo di morte», di De Corte (oggi ristampate da EFFEDIEFFE), «Cristianesimo vissuto», di Pollien, «Lanima di ogni apostolato», di Chautard, «Per una teologia della storia», di Calmel, «Come pregare sempre», di Plus, «Leresia del XX secolo», di Madiran, «Il cavallo di Troia nella città di Dio» di von Hildebrand (ristampato da EFFEDIEFFE), «Nichitaroncalli», di Bellegrandi, «Trattato demonologia» di padre Calliari (ristampato da EFFEDIEFFE), «Il suicidio della rivoluzione», di Del Noce, «La controrivoluzione», di Molnar, «Pena di morte e Chiesa cattolica», di Zoffoli, «I protocolli dei savi anziani di Sion» [con buona pace per i fegati di Introvigne e di Sergio Romano], «La tecnocrazia», di Damenie, «Il montaggio», di Volkoff, «Lenin a Zurigo», di Soltgenitsin, «Gli ultimi in grigioverde» (4 volumi), di Pisanò, «I giorni dell’odio», di Giovannini [il libro identico a quello di Pansa, ma scritto 25 anni prima], «Vita di Cristo», di Ricciotti, «Per padre il diavolo» (ristampato da EFFEDIEFFE) e «Nel mare del nulla» di don Curzio Nitoglia, «La teologia di Giovanni Paolo II e lo spirito di Assisi» (4 volumi) di Dormann, l’«Opera omnia», di de Montfort (2 volumi), «Leducazione cristiana», di Delagneau e, per chi fosse interessato all’arte, «Perdita del centro», e «La rivoluzione nellarte moderna», di Sedlmayr.

Giornali e riviste stanno lentamente morendo, soppiantati da internet; ogni investimento in quel settore è denaro sprecato (1); il libro, invece, durerà ancora qualche decennio, anche perché soddisfa tante altre esigenze quali la gestualità, la comodità, il prestigio, etc.

Niente forma meglio di un libro, anche per il radicamento e la durata del contenuto nel nostro animo (cinema e televisione condizionano superficialmente); la diffusione di libri è ancora pertanto importantissima; i giovani che non leggono sono cretini e privi di fantasia e di creatività in quanto l’abuso di immagini a cui sono sottoposti, soprattutto in una età che va dai 3 ai 15 anni [periodo in cui l’essere umano crea l’hardware, su cui poi farà girare i programmi (i software)] impedisce ogni sforzo di riflessione e di ricostruzione, con la fantasia, di quanto è stato letto [pensiamo in questo senso al beneficio prodotto sulle generazioni passate dai romanzi di avventura].

Tuttora il livello dello scontro è essenzialmente culturale – è la battaglia delle idee (2)contro una elitè che certo dispone di mezzi economici illimitati, è collaudata da due millenni di complotti sotterranei che hanno inoculato nella cristianità idee perverse, che si sono trasformate in fatti perversi, beneficia di vastissime complicità fondate sull’ignoranza, sul condizionamento mentale, sulla paura, sull’ambizione, sull’ interesse e sull’avidità.

Osservando superficialmente, l’esito negativo sembrerebbe quindi per noi scontato, per la sproporzione delle forze in campo.

La nostra società è disperatamente ammalata sul piano morale, le famiglie rimangono unite ormai pochi anni, circolano milioni di donne che hanno ammazzato i loro figli, indifesi, con l’aborto, la follia satanica dell’omosessualità e della droga dilagano.

E’ un crollo di civiltà analogo a quello che si è verificato nell’America precolombiana prima dell’arrivo degli spagnoli, come intelligentemente mostra Mel Gibson nel suo film «Apocalypto now» (in più, rispetto a noi, lì venivano praticati sacrifici umani nell’ordine delle decine di migliaia di vittime all’anno); era molto difficile che una società siffatta trovasse la salvezza dall’interno, così come è difficile che la nostra società trovi all’interno la forza di risollevarsi.

Da noi, purtroppo, non compariranno all’orizzonte galeoni spagnoli a salvarci; dobbiamo tentare di salvarci con le nostre forze.

Attorno all’élite sopra descritta, una polarità magnetica, è avviluppata quasi tutta la società umana, in prevalenza quella occidentale, con un livello di coinvolgimento tanto più forte quanto più è la vicinanza al nucleo centrale; possiamo provare, con l’azione culturale, a iniziare a dipanare quel nucleo formando più persone possibile attraverso il ritorno ad una vera cultura cattolica antisovversiva.

Fabio de Fina
(1949 - 2013)



1)
E’ il motivo per il quale abbiamo chiuso la rivista Certamen; fatiche da ernia per vendere 1.000 copie a trimestre. Col giornale online abbiamo centinaia di migliaia di lettori al mese, in ogni parte del mondo (tra i vantaggi di internet c’è l’azzeramento del costo di distribuzione) che hanno a disposizione migliaia di articoli, tutti inediti.
2)
Ploncard d’Assac sosteneva che quando la rivoluzione è in piazza è perché ha già vinto, sta raccogliendo i frutti di una seminagione culturale; l’esempio è l’esplosione della Rivoluzione Francese, preparata per quasi un secolo con migliaia di pubblicazioni e nei salotti.

 

Europa
I soliti dietro ad Haftar
Maria Orsola Bruni
Chi può aver spinto Haftar nella sua azione sconsiderata? La prima risposta è politica e, visto che di mezzo c’è la mediazione delle Nazioni Unite, transnazionale. E nei prossimi giorni la situazione può divenire infinitamente più pericolosa e destabilizzante. Non solo per la Libia. Per...
La Francia come nemico
Roberto Dal Bosco
La Francia è un nemico che è in guerra con noi, praticamente da sempre. Parliamo di un vero e proprio attacco violento di uno Stato che dovrebbe essere alleato, oltre che vicino, e «cugino». Alla guerra economica e geopolitica, difatti, si arriva facilmente alla guerra con bombe vere.
Politica Interna
Da Notre Dame all’Ultima Cena
Klaus Foresti
Gli incoscienti ben pagati non demordono; la sinistra se ne serve per tentare di mettere in piazza la cinica indifferenza alla sofferenza degli italiani – nuovamente accusati di essere razzisti dopo il fascismo – e l’incapacità dell’esecutivo a risolvere i problemi. Ma tutta...
Accerchiamento
Klaus Foresti
Come abbiamo più volte ripetuto, l’accerchiamento al pur debole fronte sovranista italiano si fa sempre più stretto ed incalzante. Gli esempi che riportiamo in questo articolo, non sono che una piccola parte di quelli disgustosamente presenti su tutti i media nazionali ed internazionali ...
Scienze
Il poeta della scienza
Luca Iezzi
La religione climatica dei sacrifici umani
Roberto Dal Bosco
In condizioni di grave disastro climatico, in Perù, il sacrificio dei bambini venne impiegato come mezzo più potente di placazione con il soprannaturale. Anche oggi, nella nuova religione mondiale del Cambiamento Climatico – religione che ha i suoi dogmi, il suo decalogo e la sua apocalisse...
Cattolicesimo
“Emmanuel”: Dio con noi
EFFEDIEFFE.com
Fra le eresie del nostro tempo c’è anche questa: finita la S. Messa, Gesù non sarebbe più presente nell’Eucaristia. Ma Gesù continua il mistero della sua Incarnazione, della sua nascita, del suo Natale nella SS. Eucaristia, la quale è il prolungamento della sua Incarnazione, l’Incarnazione che dura nei secoli, fino alla fine del mondo.
I “segreti” di Fatima. Il messaggio doveva rimanere in Portogallo
Alfonso Marzocco
Russia
Ebrei russi della CIA contro ebrei russi del KGB?
Roberto Dal Bosco
La faccenda Deripaska (l’industriale preferito di Putin) esplosa sul New York Times è grande e complessa: è una faglia di una zona di confine dove agiscono valvole di comunicazione tra...
La Russia è innocente, lo dimostra se non altro la sua condotta
La Redazione
Il Governo britannico ha già commesso gravi errori nella sua ricostruzione (fasulla) sul caso Skripal. Le accuse politiche non riescono ad essere sorrette da prove oggettive e scientifiche, ed il...
Costume & Società
Realtà virtuale, i Veda, la Cabala: il sistema della morte
Roberto Dal Bosco
Il virtuale è più che una tecnologia: è un credo. Una religione dove niente è reale, e dove puoi essere quello che vuoi. La VR non a caso è spesso l’apoteosi del gender. Le droghe, la spiritualità orientale, la pornografia, i videogiochi, hanno tutti lo stesso fine : spossessare il...
Supereroi anticristiani
Roberto Dal Bosco
La Marvel è riuscita a costruire una nuova mitologia dove anche i mistici (maghi come il Dottor Strange, dèi come Thor) non hanno più nulla di sacro, o anche solo di soprannaturale. Raccontiamo l’incredibile processo (con la sua filosofia neomalthusiana) che ha portato, dopo miliardi di...
Altre Religioni
La duplice sfida dell’invasione islamica
Lorenzo de Vita
Se da una parte bisogna guardarsi dal cadere nel tranello della tesi neocon dell’Islam quale minaccia per la giudeo-cristianità – quell’insopportabile impasto di revival per una nuova Lepanto – dall’altra la verità teologica, e la conseguente presa di coscienza del problema che ci...
Il papa del vudù haitiano muore. Il papa del vudù cattolico vive
Roberto Dal Bosco
Il papa del vudù, riconducendo gli zombi ad Haiti, e dando al culto una patina hollywoodiana e perfino harvardiana, ha prodotto lo sdoganamento di questa terrificante pseudo-religione. Non più culto oscuro e maledetto, ma vera religione, vera espressione etnica, vera forma di medicina. Vera forma...
Opinioni
Salvini, cherchez la femme
Roberto Dal Bosco
Nell’ultima trasformazione di Salvini che indossa la “felpa” cattolica per captare gli eurovoti dei cattolici ebeti, c’è qualcosa di sbagliato. Vieppiù, l'affaire con la sorella di Verdini appare come una mossa politica, un calcolo che tiene conto di una parte profonda del potere...
Christchurch e la globalizzazione degli spostati
Roberto Dal Bosco
Gli algoritmi, è il caso di rendersene conto, hanno portato il mondo alla follia. Piattaforme come YouTube e Facebook sono pensate per condurre le persone verso posizioni sempre più estreme. E, ogni tanto, uno di questi individui esplode. È dunque significativa la connessione tra il disagio –...
Americhe
Israele e Sauditi fanno la ciberguerra insieme (anche contro amazon?)
Roberto Dal Bosco
Il Venezuela è il disgelo tra USA e Russia?
Roberto Dal Bosco
Maduro è indifendibile, e questo è un fatto. Allo sciocco guevarismo turistico da T-shirt di Di Battista, è più attendibile la realpolitik delle profughe-cameriere del Café con piernas del Cile (Paese in cui mi trovo). Ci permettiamo, dunque, di dare una nostra lettura di quello che sta...
Economia
Carlos Ghosn e la lotta per il paradigma
Roberto Dal Bosco
Ghosn, a cui i giapponesi chiedevano l’autografo al supermercato, è stato fatto fuori (arrestato) perché, nel rilanciare la Nissan, aveva creato i presupposti per cambiare il settore automotive...
Lo schema Ponzi d’America
Paul Craig Roberts
Paul Craig Roberts spiega il bluff montato da Trump (la guerra commerciale con la Cina) mentre i veri colpevoli dell’impoverimento (non solo dell’America) rimangono impuniti. Il tutto coperto e...
Ebraismo
Israele alleato dei nazisti rapisce i bambini e vola sulla luna
Roberto Dal Bosco
Ci rendiamo conto che il titolo di questo articolo pare essere di questa matrice. Invece, è tutto vero. Prendiamo queste storie, dalla stampa mainstream, in particolare dal New York Times, da cui attingiamo ad abundantiam.
Traffico d’organi: indovinate chi lo dirige
Roberto Dal Bosco
Alla base del traffico d’organi mondiale ci sarebbe un suprematismo religioso e/o biologico. Di fatto il quartier generale per la raccolta di organi umani è Israele, organizzato secondo un sistema piramidale di lavoro assolutamente perfetto. Ma quali sono le reali motivazioni dei trafficanti...
Asia & Africa
La guerra tra Cina e USA è per chi spia i vostri telefonini
Roberto Dal Bosco
USA e Cina combattono da almeno 15 anni una guerra elettronica ad alta intensità, una prospettiva simile a quella delle armi nucleari. Sottostante al dramma della principessa imprigionata ci sono le paure dell’intelligence anglofona per l’egemonia dello spionaggio planetario, vero sistema...
Cina Babilonia. Mondialista
Roberto Dal Bosco
L’interesse dei cinesi per Israele cresce costantemente. E non sarà un caso che la Cina è il più grande, spudorato laboratorio sulla Terra di capitalismo di sorveglianza. Con un miliardo e mezzo di cittadini, ha carne da cannone per esperimenti di ingegneria sociale in quantità pressoché...
Medioriente
Un pedofilo alla guida degli assassinii sauditi
Roberto Dal Bosco
Un pedofilo conclamato vicino non solo al vertice di due monarchie del Golfo ma persino alla Casa Bianca (e al Cremlino). George Nader è il classico personaggio che opera nel mondo oscuro della comunità para-diplomatica. Nella sua rete ricade tutta la geopolitica mondiale, fatta di corruzione,...
Cronache dello squartamento saudita
Roberto Dal Bosco
Equilibri enormi sono stati fatti saltare con lo squartamento di Jamal Khashoggi. Per la nuova Turchia islamizzante, la distruzione saudita rappresenterebbe un’occasione non indifferente. L’ulteriore vittima del disastro, oltre a MbS, potrebbe essere Jared Kushner. E con lui l’intero...
Storia
Il peggior uomo della storia moderna
La Redazione
L’utopia che partì da Marx e dai circoli di cui faceva parte provocò la morte di non meno di cento milioni di persone, perpetrata da coloro che ispirò, così come la schiavitù della maggior parte della popolazione della regione eurasiatica. Ciononostante ancora oggi esistono professori,...
L’ora più buia (per noi)
La Redazione
Il sistema finanziario mondiale, controllato dalle medesime persone dell’epoca di Churchill, ancora una volta si vede minacciato da alcuni Paesi che tentano di divincolarsi dalle sue strette. Le ragioni di ieri sono le stesse di oggi, sia in termini di gestione degli eventi sia in termini di...
Pedagogia
Gli Indomabili
EFFEDIEFFE.com
L’uomo sta perdendo la capacità del Fare. Ma la nostra intelligenza si basa fondamentalmente proprio sulla capacità di manipolare gli oggetti e architettare strategie sulle loro reazioni. Oggi usiamo (male) strumentazioni che richiedono l’utilizzo di appena due o tre dita, generalmente i...
Facciamo il punto sul gender a scuola
Elisabetta Frezza
Emanuele Vittorio Brunatto
La più grande blasfemia (2)

Suggeriamo :



FILM-DOCUMENTARIO SU METODO DI BELLA
È uscito un film–documentario dal titolo “Metodo Di Bella - 20 anni dopo (1997-2017)”. Per la realizzazione di quest’opera è stata condotta un’indagine di oltre 4 anni sul Metodo Di...
Metodo Di Bella e diffamazione
È stato creato dall’AIOM (Associazione Italiana Medici Oncologi) il sito “Tumore, ma è vero che?” generosamente, capillarmente diffuso con grande, zelante impegno e generale mobilitazione a...

CATALOGO EFFEDIEFFE:

ULTIMI LIBRI EFFEDIEFFE:

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità