>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-200

RSS 2.0
menu-1
Meccanismi d’azione nella prevenzione farmacologica dei tumori
PDF
Stampa
  Text size
Chi è interessato alla spiegazione dei meccanismi d’azione delle molecole biologiche alla base della prevenzione farmacologica dei tumori, e non è riuscito a vedere l’ultima puntata sulla prevenzione, può vederlo qui:



“Speciale medicina amica”


Durante la trasmissione viene spiegatal’applicazione dei principi basilari del Metodo Di Bella nei molteplici e complessi aspetti della prevenzione dei tumori che saranno diffusamente trattati nel libro di ormai prossimo completamento “La prevenzione farmacologica dei tumori”. Nella puntata, oltre a diversi aspetti della prevenzione ho cercato di chiarire e spiegare il ruolo fondamentale e il punto essenziale dei meccanismi della crescita e proliferazione neoplastica, la cui conoscenza porta all’impiego delle contromisure terapeutiche determinanti e primarie, valide sia nella prevenzione secondaria e terziaria, che nella terapia dei tumori. Procedono di pari passo da una parte le evidenze sul ruolo fondamentale dell’ormone della crescita, il Growth Hormone (GH), nella proliferazione, espansione e metastatizzazione neoplastiche, e dall’altra la censura, il blocco, il contrasto alla diffusione, divulgazione, pubblicazione, e pertanto agli sviluppi clinici di questi dati di fatto matematici nella loro scientificità e incontestabili su un piano logico e razionale. Dal mese di luglio a oggi, ho ordinato e inviato una pubblicazione a riviste scientifiche recensite su www.pubmed.gov seguendo dettagliatamente e fedelmente le richieste di ogni rivista per la pubblicazione. Per non avere contestazioni sull’inglese ho fatto tradurre la pubblicazione da una professoressa madrelingua inglese che da anni collabora come traduttrice di pubblicazioni medico-scientifiche con la nostra università. Ogni affermazione nel testo è stata confermata con i relativi riferimenti bibliografici ordinati secondo le richieste della rivista. Una dopo l’altra tre riviste hanno immediatamente respinto la pubblicazione, a stretto giro, senza alcuna spiegazione scientifica, senza una ragione logica, ma con la motivazione generica che sono interessati adaltri tipi di pubblicazioni. Una quarta rivista da oltre 2 mesi e mezzo ha ancora in revisione il lavoro. La pubblicazione inviata riporta il risultato di uno studiofinanziato dalla Fondazione Di Bella edeffettuato nell’istituto di anatomia patologica di un’università italiana. Su 59 donne operate di neoplasia mammaria, abbiamo evidenziato nelle cellule tumorali del seno, un’elevata concentrazione dell’ormone della crescita, il GH,e del suo recettore, GHR, in concentrazioni molto superiori a quelle dei tessuti sani limitrofi. Si è accertato un rapporto direttamente proporzionale traconcentrazione di GH, GHRe aggressività, velocità di crescita del tumore, determinato immunoistochimicamentecol Ki 67 che è tanto più elevato quanto maggiore è la velocità di crescita neoplastica. I livelli di GH erano anche perfettamente coerenti con l’alta concentrazione di un pannello di geni che vengono regolarmente espressi ed evidenziati nei tumori più aggressivi. In sintesi più una cellula tumorale è in grado di utilizzarel’ormone della crescita,più ne utilizza, più veloce è la sua crescita ed espansione neoplastica, favorita e accelerata dalla cascata di reazioni proliferative (espressione di geni oncogeni e fattori di crescita tumorali) attivate e promosse dal GH. E’ ormai accertato, documentato, lo stretto sinergismo proliferativo oncogeno tra il GH e i tre più potenti fattori di crescita tumorale GH-dipendenti, la somatomedina ( IGF1), il fattore di crescita epidermico (EGF) il fattore di crescita vascolare,(VEGF), oltre all’interazione sinergica proliferativa e mitogena con la prolattina, inibita nel Metodo Di Bella , come il GH, in funzione antitumorale.

Una volta accertata questa proporzionalità e interdipendenza tra quantità di GH, fattori di crescita - geni GH-dipendenti e aggressività del tumore , risulta ovvio l’impiego in funzione antitumorale dell’antidoto naturale , efficace e non tossico del GH ,la Somatostatina e del suo analogo l’Octreotide, il loro impiego però comprometterebbe decisamente il florido, crescente fatturato dei costosissimi farmaci biologici di nuova generazione , in piena espansione nel mercato del cancro tanto elevati nei costi quanto limitati nell’efficacia e nella durata della risposta terapeutica non raramente associata a tossicità. Le riviste pubblicano contributi scientifici allineati ai paradigmi del pensiero unico globale, sempre in perfetta sintonia con la dittatura ideologica della cosiddetta comunità scientifica e con gli interessi delle multinazionali. Recentemente il Britisch Medical Journalha pubblicato a firma dei ricercatori del King’s College di Londra,una revisione, una verifica dei nuovi farmaci oncologici approvati e immessi in commercio, affermando che di quasi tutti manca la conferma della reale efficacia in termini di incremento dell’aspettativa di vita e miglioramento della sua qualità. Non vi è alcuna prova che servano realmente a qualcosa, e nessuna documentazionescientifica e clinica, nessuna certezza di una loro reale efficacia malgrado gli altissimi costi. Stanno ormai completando un blocco ermeticodella libertà di ricerca, ponendo fine alla sua indipendenza da una pseudoscienza asservita alla nuova medicina speculativo-commerciale. Qualche bieco complottista, qualche perfido populista, immediatamente scoperto, censurato, demonizzato dai blog e mainstream di regime, potrebbe malignamente insinuare che ci sia un conflitto d’interesse ideologico e finanziario alla base del deciso e immediato blocco e immancabile censura di questi studi indipendenti come quello che inutilmente ho cercato di pubblicare. Questi illuminati guardiani dell’ortodossia della ricerca, questi zelanti custodi della verità, censurano le scomode evidenze scientifiche per potere poi affermare indignati, a stretto giro, in coro con le immacolate e disinteressate vestali della comunità scientifica di regime, che non esiste alcuna evidenza scientifica sull’efficacia del MDB. Nella trasmissione sono citate due autorevoli e significative conferme e testimonianzefuori del coro. Da parte del premio Nobel Randy Schekman, sui reali e inconfessabili meccanismi che regolano l’accettazione,la pubblicazione e l”impact factor” delle riviste scientifiche più accreditate. Da parte di Richard Horton “Editor-in-Chief” di The Lancet una storica eprestigiosarivista medico scientifica, il quale su The Lancet ha pubblicato gli esiti di una ricerca in base alla quale la metà circa dei dati pubblicati dalle grandi riviste è falso e truccato. Questo meccanismo , consentirebbe poi la registrazione e l’erogazione di farmaci almeno per il cinquanta percento inutili.

Vi ringrazio
Giuseppe Di Bella

 

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Marina Cavallini 2017-11-24 15:54
Sono onorata di conoscere il Dott. Giuseppe Di Bella perché sua paziente. Devo la salute alla Terapia Di Bella e confermo la sua validità scientifica.Le persone che rifiutano questa verità sono offuscati da false ideologie. Invito tutti coloro che, come me, stanno bene grazie al Metodo Di Bella di manifestare in pubblico per il Prof. DI BELLA. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Ultime lettere pubblicate:
Meccanismi d’azione nella prevenzione farmacologica dei tumori
Gli illuminati guardiani dell’ortodossia della ricerca censurano le scomode evidenze scientifiche per potere poi affermare in coro con le immacolate e disinteressate vestali della comunità...
La relazione su 297 casi trattati con MDB al New Zealand Breast Cancer Symposium di Auckland
È stata accettata, pubblicata agli atti e inserita nel programma questa relazione sul MDB. Il dato che ha destato maggiore interesse è la sopravvivenza a 5 anni del 4° stadio del tumore del...
In memoria del Prof Luigi Di Bella
Non ho il benché minimo merito né parte nelle ricerche e nelle scoperte di mio padre, mia unica ambizione è diffondere il suo Metodo, la sua concezione terapeutica, proseguire nella realizzazione...
Disinformazione di “regime”
Nell’ultima trasmissione televisiva di Telecolor (https://youtu.be/tG0DnjrL0o0), reperibile anche nella rassegna stampa del sito "Metodo Di Bella", ho spiegato i meccanismi d'azione base...
Sull’India e la cultura della dissoluzione
Non solo gender: la dissoluzione dell’educazione degli infanti ha da anni anche questo coté di liturgia pagana
Espulso da un convegno di single cattolici
Dall’amico Francesco Ruggeri ricevo questa lettera amaramnente divertente
Perché soffrono i bambini? Il Papa non lo sa
Caro Maurizio, a proposito del tuo articolo “La Chiesa è seme o pianta?”, ho paura che la risposta sia già nel Catechismo, Ti ricopio il punto 675:
il Papa e il Giubileo 2016
Cara Redazione, caro Blondet, e così il papa Francesco è riuscito nell'ennesimo colpo da maestro. Il Papa della Misericordia indice l'Anno Santo della Misericordia, a partire dall'8 dicembre di...
Satana sdoganato alle elementari
Mentre ci distraggono con la crisi (o meglio: la guerra) economica-finanziaria guidata e attuata dalle lobbies bancarie accade sempre peggio una vera e propria crisi delle e nelle anime e cresce...
Ecco cos’è il vero cattolicesimo
Gentili lettori, pubblichiamo questa lettera mettendo da parte la nostra piccola soddisfazione nel leggere che il nostro lavoro continua ad essere utile per le anime di qualche lettore.
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità