>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-200

RSS 2.0
menu-1
Lettera al presidente del Consiglio
PDF
Stampa
  Text size
Signor Direttore,

in questi giorni orribili per l’Italia, sia sotto il profilo politico, sia finanziario, mi viene dal cuore scrivere questa lettera al nostro presidente del Consiglio.

tttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttt ttttttttttttttttt ttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttt ttttttttttttttttt ttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttttt
Politici ed economisti ci propinano mille soluzioni per risolvere il problema.

Si interrogano sesia buona cosa la patrimoniale, l’ICI anche sulla prima casa, la lotta all’evasione fiscale, l’aumento dell’Iva, della benzina, delle sigarette e tasse varie.

Io non sono nè un economista nè un intellettuale, ma un semplice persona che a lavorato 50 anni, ma  anche a mio livello risulta evidente che il problema dello Stato italiano è semplicemente che esso spende e sperpera troppo.

Presidente, pagherò volentieri il bollo di 100 euro sul mio conto corrente bancario se lei mette in cassa integrazione a 1.000 euro mensili la gran parte dei 4.600 dipendenti di Palazzo Chigi che sono molto di più dei 1.337 del Cabinet Office di David Cameron.

Pagherò volentieri l’aumento della benzina se lei eliminerà affitti per 35 milioni di euro l’anno che la Camera paga.

Pagherò volentieri l’aumento del contributo INPS se eliminerà le doppie e triple pensioni sono che sono migliaia e molte per importi di decine di migliaia di euro al mese.

Andrò volentieri in pensione 5 anni più tardi se lei dà una sforbiciata ai dipendenti di Camera e Senato che costano mediamente 137.525 euro. Cioè 19 mila più dello stipendio dei 21 collaboratori stretti di Barack Obama.

Paghero volentieri l’aumento dell’IVA se lei eliminerà le migliaia di enti inutili produttori semplicemente di consigli di amministrazione e di stipendi fuori da ogni logica.

Pagherò volentieri gli l’IMU sulla mia prima casa se lei metterà un tetto di 50.000 euro all’anno per le decine di migliaia di burocrati della pubblica amministrazione, dipendenti senza nessuna responsabilità manageriale o rischio di licenziamento.

Vede presidente, quando Angela Merkel le dice che l’Italia può farcela da sola, intende dire che lei può fare proprio quei tagli che io le suggerisco.

Presidente, non vada con il cappello in mano in giro per l’Europa a chiedere aiuti, non facciamo bella figura e mortifica tutti gli imprenditori che fanno valere nel mondo le proprie genialità e spirito di iniziativa.

Chiedo che il suo governo, prima di decidere nuove tasse, usi la scure e tagli questi sprechi e privilegi, senza raccontarci che non si possono toccare i diritti acquisiti; i privilegi non sono mai acquisiti, sono semplicemente un furto ai danni dei cittadini. Ascolti la voce di quei movimenti siciliani che sono spontanei e disperati, la disperazione e sempra cattiva consigliera.

Presidente, se davvero riuscirà ad ottenere questo risultato ritornerà la fiducia sull’Italia e lo spread verso i Bund si abbasserà immediatamente.

Presidente, ascolti la voce dei milioni di imprenditori che, sebbene abituati a lavorare sodo e a mai lamentarsi, si sentono schiavi di questo castello burocratico che lo Stato si è dato e che pesa come un macigno sulle spalle delle persone che lavorano davvero e che tirano la carretta con enormi sacrifici.

Maggiori tasse risolvono solo momentaneamente il problema, ma non lo eliminano alla radice.

Giuseppe Q.




 
Nessun commento per questo articolo

Aggiungi commento


Ultime lettere pubblicate:
La relazione su 297 casi trattati con MDB al New Zealand Breast Cancer Symposium di Auckland
È stata accettata, pubblicata agli atti e inserita nel programma questa relazione sul MDB. Il dato che ha destato maggiore interesse è la sopravvivenza a 5 anni del 4° stadio del tumore del...
In memoria del Prof Luigi Di Bella
Non ho il benché minimo merito né parte nelle ricerche e nelle scoperte di mio padre, mia unica ambizione è diffondere il suo Metodo, la sua concezione terapeutica, proseguire nella realizzazione...
Disinformazione di “regime”
Nell’ultima trasmissione televisiva di Telecolor (https://youtu.be/tG0DnjrL0o0), reperibile anche nella rassegna stampa del sito "Metodo Di Bella", ho spiegato i meccanismi d'azione base...
Sull’India e la cultura della dissoluzione
Non solo gender: la dissoluzione dell’educazione degli infanti ha da anni anche questo coté di liturgia pagana
Espulso da un convegno di single cattolici
Dall’amico Francesco Ruggeri ricevo questa lettera amaramnente divertente
Perché soffrono i bambini? Il Papa non lo sa
Caro Maurizio, a proposito del tuo articolo “La Chiesa è seme o pianta?”, ho paura che la risposta sia già nel Catechismo, Ti ricopio il punto 675:
il Papa e il Giubileo 2016
Cara Redazione, caro Blondet, e così il papa Francesco è riuscito nell'ennesimo colpo da maestro. Il Papa della Misericordia indice l'Anno Santo della Misericordia, a partire dall'8 dicembre di...
Satana sdoganato alle elementari
Mentre ci distraggono con la crisi (o meglio: la guerra) economica-finanziaria guidata e attuata dalle lobbies bancarie accade sempre peggio una vera e propria crisi delle e nelle anime e cresce...
Ecco cos’è il vero cattolicesimo
Gentili lettori, pubblichiamo questa lettera mettendo da parte la nostra piccola soddisfazione nel leggere che il nostro lavoro continua ad essere utile per le anime di qualche lettore.
La partita della noia
Se ha avuto un merito la partita bergogliana è stata quella di averci dato un fulgido esempio di cosa sia la Noia, il tedio, il vuoto, il patetico. Il
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità