>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-152

RSS 2.0
menu-1
La Russia vieta la propaganda gay
Stampa
  Text size
A San Pietroburgo la norma che la Chiesa ortodossa vuole estendere a tutto il Paese

L’Europa non è solo quella di Strasburgo, dove si sfida la logica, la natura e pure l’etimologia, sollecitando la legalizzazione di «matrimoni omossessuali». O quella della Milano progressista e progredita dove si adottano per le scuole elementari libri che esaltano le famiglie con due «papà». Ed esiste un altro tipo umano europeo, rispetto a quello rappresentato da sobri e tecnocratici politici che, come la Fornero, lamentano «gravi ritardi culturali e di apertura mentale», premendo affinché «la diversità» debba essere «fra le cose che i bambini imparano da piccoli».

Ecco, che l’omosessualità, essendo «un valore», vada insegnata a scuola, perché «i semi si gettano fra i bambini» (affermazione un po’ infelice), è un’idea che in certe zone «arretrate» e ancora «incivili» del nostro continente trova una certa resistenza.

A San Pietroburgo, ad esempio, seconda città della Russia, dove è stata varata una norma che mette al bando ogni forma di propaganda dell’omosessualità tra minori. Legge accolta con grande apprezzamento dalla Chiesa ortodossa russa, che ne ha sollecitato «l’estensione subito a tutto il Paese, a vantaggio dei giovani».

Nella stessa normativa – come ha riferito Radio Vaticana – sono contenute misure anche contro la pedofilia. Le disposizioni hanno già scatenato le reazioni contrarie delle sparute organizzazioni di omosessuali, sostenute ed eterodirette da ambienti occidentali, al pari di quei gruppi e ong che - sponsorizzati da organizzazioni come l’americana «National Endowment for Democracy» (finanziata dal Congresso) e la Open Society del narco-speculatore George Soros - hanno inscenato gazzarre di protesta a Mosca e in altre città del Paese, dopo la vittoria di Vladimir Putin alle recenti elezioni presidenziali.

La Chiesa ortodossa, al contrario, considera la legge «uno strumento in più a protezione dei minori». Lo ieromonaco Dimitry Pershin, responsabile dei giovani ortodossi ed esperto della commissione della Duma per la famiglia, le donne e l’infanzia, ha sostenuto — come ha riportato l’agenzia Interfax — che la normativa adottata a San Pietroburgo è «necessaria» e che «dovrebbe urgentemente ricevere lo status federale», venendo applicata, cioè, e «senza indugio», in tutta la Russia.

Secondo l’esponente della gerarchia ortodossa, la legge recentemente approvata a San Pietroburgo «aiuterà a proteggere i bambini dalla manipolazione delle informazioni» sulla sessualità diffuse da organizzazioni da anni impegnate nel tentativo di organizzare a Mosca e in altre città russe manifestazioni e parate come quella del «gay pride». Iniziative che, come noto, hanno avuto ben scarso successo, incontrando l’ostilità, prima ancora che delle autorità, della gente comune, per non parlare della Chiesa ortodossa, che considera tali fenomeni «un attacco all’identità morale, culturale e spirituale russa».

Secondo la normativa adottata — un emendamento alla legge locale sui reati amministrativi, firmata dal governatore di San Pietroburgo, Georgij Poltavčenko — la propaganda dell’omosessualità, del transessualismo e della pedofilia verrà punita con multe varianti dai 5.000 rubli (per le persone fisiche) ai 500.000 (per quelle giuridiche).

Siro Mazza

Fonte >
  Secolo d'Italia


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Pierpaolo 2012-03-16 13:41
E la Chiesa Italiana?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-03-17 08:35
Stessa cosa. Solo che il popolo russo non è pronto per accettare il processo selettivo attraverso la liberà. La Chiesa è globale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2012-03-16 13:49
Santa Madre Russia... ci inchiniamo davanti alla tua profonda fede e profonda saggezza.
Una preghiera alla Santissima Vergine di Kazan Madre di Dio perché ti protegga.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# walter 2012-03-16 17:27
La Chiesa italiana e' un cadavere che puzza, attenti a voi "fedeli".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gianluca71 2012-03-16 18:37
Una suora profetizzava un tempo che i RUSSI avrebbero piantato la bandiera sul Cupolone e che .. l'Italia e l'Europa avrebbero navigato nel sangue! Che sia la Russia lo strumento scelto da Dio per punire questa fogna d'Occidente? Da cattolico ferito ma praticante, quanti cardinaloni vedrei bene infissi su tanti bei pali alla moda cosacca...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gianni 2012-03-16 18:51
Mai avrei pensato che il katechon di questo secolo venisse rappresentato dalla Russia. Una nazione senza se e senza ma; abbiamo molto ma molto da imparare a riguardo...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giulio 2012-03-16 19:18
Che la salvezza per la Chiesa venga dal tornare a respirare "a due polmoni"?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# urbano 2012-03-16 21:51
Ai russi ci sono Voluti settanta anni per arrivare a questo. Non preccupatevi tra settanta anni la nostra Chiesa si sveglierà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2012-03-16 23:29
Si sta solo ripetendo uno schema democratico. I gay anche in Russia si appelleranno ai diritti umani e quando la tensione sarà massima otterranno quel che vogliono. Non potranno sposarsi ma potranno unirsi e così pian piano si estingueranno. Dal caos al cosmo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ClodoveoX 2012-03-18 17:58
Grande e saggia Madre Russia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giorgio SCOTTI 2012-03-19 07:40
Dunque la Fornero vorrebbe far diventare gay i nostri figli? QUESTA LURIDA CANAGLIA INFAME CHE CI STA APPESTANDO DEVE ESSERE CACCIATA SUBITO. Basta chiacchere, questa feccia che ci governa va spazzata via senza nessuna pietà che ci finiscano loro nei campi di sterminio, se lo strameritano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Ultime 10 traduzioni FDF:
L’agenda della Bestia
Peter Koenig
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Black Lives Matter — un nuovo culto religioso
Dr. Peter Hammond
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
“Great Reset” — il piano radicale per trasformare l’economia
The Hill
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
USA e Israele: operare al di fuori dello stato di diritto
Philip Giraldi
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Ombre del mondo reale
Israel Shamir
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Nuove storie “israeliane”… senza Israele
Philip Giraldi
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Israele annette l’America
Philip Giraldi
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Filantropo o Mostro?
Ray Jason
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Shockdown Doctrine COVID — e come sconfiggerla
Julian Rose
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Abolire la famiglia, mangiare insetti, iniettare ormoni femminili: il CV è Natale per i comunisti liberali
Graham Dockery
TRADUZIONE EFFEDIEFFE

Articoli piu' letti del mese nella sezione Worldwide

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità