>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-139

RSS 2.0
menu-1
icke.jpg
Mondialismo, illuminati, Rettiliani, David Icke e altro
Stampa
  Text size

A chi legge siti internet di controinformazione, prima o poi capita di imbattersi in concetti come questi: mondialismo, nuovo ordine mondiale e via dicendo; ai più assidui ricercatori succederà anche di trovare scritti afferenti alla setta degli «illuminati», fino a giungere alla teoria dei «rettiliani»!
Ai più non sarà ignoto il nome di David Icke.
Chi è costui?

Già giornalista BBC, esponente del Partito Verde Britannico, scrittore e conferenziere divenuto famoso, a partire dagli anni ‘90 per aver diffuso l’idea che il mondo sia sotto il controllo di un governo segreto.
In realtà tale credenza non è nuova e la paternità di essa non può essere ricondotta al giornalista inglese.
Ma facciamo un passo alla volta.

Secondo David Icke l’alta finanza, padrona della politica, è a sua volta controllata dalla setta degli illuminati, al cui vertice non starebbero propriamente degli umani, ma i cosiddetti, Rettiliani.
«Nel 1999, Icke scrisse e pubblicò ‘The Biggest Secret: The Book That Will Change the World’, nel quale descrisse come il pianeta fosse controllato da un Nuovo Ordine Mondiale, manovrato da una razza di umanoidi rettiliani chiamati la ‘Fratellanza di Babilonia’ (‘Babylonian Brotherhood’). Scrisse: ‘Le mie ricerche [nota: scritto ‘resaerch’ nel testo originale] suggeriscono che sia da un’altra dimensione, la quarta dimensione inferiore (‘lower fourth dimension’), che il controllo e la manipolazione sono orchestrati. Altre persone sanno che è dalla dimensione astrale (‘lower astral dimension’), la leggendaria casa dei demoni e delle entità [nota: scritto ‘antities’ nel testo] nei loro rituali di magia nera... » (David Icke, «The Biggest Secret: The Book That Will Change the World»).

Secondo Icke, il DNA «ibrido rettile-umano» dei rettiliani permetterebbe loro di cambiare dalla forma originaria a quella umana se questi consumano del sangue umano.
Icke stese un parallelo con la miniserie TV degli anni ottanta V - Visitors in cui la Terra è conquistata da rettiloidi alieni camuffati da umani.
Il gruppo rettiliano secondo Icke comprenderebbe molti personaggi importanti e in pratica ogni leader mondiale dalla defunta regina madre inglese a George H.W. Bush, Bill Clinton, Harold Wilson, Tony Blair, e persino Bob Hope.
Queste persone o sono essi stessi rettiliani, o lavorano per loro in quella che Icke chiama «sindrome dalla personalità multipla simile a schiavitù»: «I Rothschild, i Rockefeller, la famiglia reale inglese e le famiglie dominanti della politica e dell’economia negli USA e nel resto del mondo vengono dalle stesse discendenze. Non è perché sono snob, è per mantenere al meglio la loro struttura genetica: il DNA rettiliano-mammifero che gli permette di cambiare forma («shape-shifting»)» (David Icke).
Icke ha scritto che la famiglia Rothschild avrebbe pianificato l’ascesa al potere di Adolf Hitler, e che lo stesso Hitler era un Rothschild.

I personaggi-rettilianti, secondo Icke sarebbero dediti a sacrifici umani, avidi di sangue umano e di violenze carnali su dei minorenni,e manipolerebbero la gente con riti satanisti e con ingegneria sociale.
Icke descrisse lo «shape-shifting» come un «Fenomeno riportato da testimoni che hanno visto persone (molto spesso in posizioni di potere) trasformarsi di fronte ai loro occhi, da una forma umana a una forma rettiliana e poi ritornare a quella originale».
Secondo Christine Fitzgerald, una confidente della principessa Diana, Diana stessa credeva che la famiglia reale inglese fosse collegata ai rettiliani e che loro stessi fossero in grado di trasformarsi. Icke da allora ha pubblicato un gran numero di altri testi sugli stessi temi.
I suoi ultimi lavori vedono in George W. Bush, anch’egli un rettiloide, uno dei ruoli centrali in quella che Icke definisce la Cospirazione dell’11 settembre («9/11 conspiracy»)» (1).
In questa cospirazione planetaria, storicamente risalente alla grande Babilonia (per poi passare attraverso l’Impero Romano e giungere al Commowealth inglese, fino alla City di Londra e al dominio USA) non vi sarebbe aspetto rilevante della vita politica ed economica mondiale ad essere escluso: l’idea è quella di un controllo che passi di generazione in generazione per specifiche linee di sangue.

Nel complotto, neanche a dirlo, sarebbe parte attiva anche la Chiesa, dal momento che il cristianesimo si presenta niente meno che come la camuffata e rinnovata versione del «culto del dio sole»; la religione sarebbe, pertanto, solo un instrumentum regni, adatta a tacitare gli animi e gli intelletti, attraverso la paura e le minacce.
Gesù è un personaggio mitico, mai esistito veramente.
Questa, in sintesi, l’esposizione della teoria cospirazionista di Icke! (2).
Premettiamo che non tutto quello che sostiene sia passibile di critica, ma il filtro applicato per osservare la realtà, non è di quelli in grado di coglierla nella sua pienezza.
C’è un misto di verità e menzogna: il risultato è un grosso pasticcio, capace di generare solo confusione.
Cosa non convince?

In primo luogo possono avanzarsi molte riserve in merito alla teoria dei «rettiliani»: essa invero non è supportata da alcuna reale prova.
Se a questo si aggiunge il fatto che David Icke sostenne di aver appreso da una medium di essere stato prescelto come una sorta di profeta per svelare la verità al mondo intero, allora le perplessità aumentano.
Tuttavia quello che più stona nel Matrix costruito da Icke è la totale assenza di cenni soprannaturali. Egli pretende di leggere la storia e gli accadimenti, trascurando assolutamente ogni riferimento e motivazione occulta.
Attenzione!
Egli si riferisce a pratiche magiche, a riti segreti, a simbologia esoterica antica ed ostinatamente riproposta; parla di occultismo e di satanismo, ma rifiuta contraddittoriamente di dargli una connotazione ed una valenza spirituale; il lettore può intuire la contraddizione forte: a cosa giova, per esempio, utilizzare simboli di evocazione satanica, mediante il convincimento occulto - magari attraverso messaggi subliminali (nella musica, nel cinema, nelle pubblicità) - se poi a quei simboli non si crede o si pensa se ne possa prescindere?

Al contrario, a ben vedere, tutto concorre a dare invece l’idea di una sorta di «marchio della bestia», un simbolo di appartenenza.
Perché corrompere i giovani al satanismo, soltanto per dominarli come conviene?
Ma se questo fosse soltanto strumentale alla finalità di potere politico sul mondo, perché non sponsorizzare invece la religione cristiana, considerata proprio da Icke uno dei più potenti strumenti di governo?
Proprio qui la teoria di Icke comincia a fare acqua da tutte le parti.
In realtà, lungi dal distaccarsi dalla mentalità comune e dominante la cultura voluta dai poteri occulti, Icke si dimostra schiavo della stessa.
Non si accorge che il pensiero cattolico è per definizione l’unico ad essere contrario al movimento mondialista; l’unico ad averlo previsto nella Rivelazione (vedi Apocalisse).
L’affermazione è presto dimostrata.
Anche qui vale la parola di Gesù: l’albero si conosce dai frutti.
Il Nuovo Ordine Mondiale, del quale, secondo Icke, anche la Chiesa sarebbe complice, spinge verso un totale sincretismo religioso, una visione gnostica (se non satanica) del mondo, combattendo apertamente e su più campi proprio la Chiesa cattolica.
La fede subisce la degradazione relativista, la morale precipita nella spirale indifferentista: il bene ed il male sono accidenti di un’unica sola realtà, oltre ogni definizione e possibile percezione.

Il Dio personale del cristianesimo è dimenticato da un incalzante ateismo pratico e da un agnosticismo diffusissimo anche tra le masse.
L’impersonale New Age pretende di soddisfare la mente e i cuori di chiunque; la reincarnazione - falsa teoria! - viene creduta come vera dal comune spettatore del Maurizio Costanzo Show.
David Icke, uditore di medium, arriva a dire: «La strada che conduce verso casa è sapere che noi siamo già a casa e che lo saremo sempre. Ed è anche smettere di identificare ciò che noi siamo con la forma, il bisogno di ‘evolvere’, di imparare da esperienze di reincarnazione infinite, e di sottometterci al volere di qualche ‘Dio’. Sono tutti fili della ragnatela del controllo, intrecci secondari nella trama del film. Invece possiamo sapere di essere Unità e di vedere questa illusione per quella che è , uno stupido gioco creato dalla nostra stessa paura. Se vivete la vostra vita sapendo di essere l’Uno, tutta la vostra prospettiva viene trasformata. […] L’Uno condannerebbe le preferenze sessuali? L’Uno si arrabbierebbe se una squadra sportiva non vincesse? L’Uno andrebbe a votare o sosterrebbe un partito politico? L’Uno seguirebbe una Religione o contemplerebbe i potenziali pericoli di un Cheese Danish? L’Uno dovrebbe proteggersi da una illusoria ‘Oscurità’?  L’Uno si preoccuperebbe della sua posizione astrologica o del karma o di ciò che era in una vita precedente? L’Uno sentirebbe il bisogno di avere successo o di ‘diventare’ qualcuno? L’Uno andrebbe in guerra e combatterebbe per la pace? L’Uno si preoccuperebbe di qualcosa, rimpiangerebbe il ‘Passato’ o avrebbe timore per il ‘futuro’?  L’Uno sarebbe terrorizzato dalla ‘morte’, quando la morte non esiste? La risposta è sempre no, perché sono tutte illusioni. E allora, perché mai noi facciamo queste cose, dal momento che noi siamo l’Uno? L’unica differenza è tra l’Uno auto-consapevole e l’Uno che ha dimenticato cosa esso sia. Noi agiamo in piccolo perché crediamo in piccolo, e crediamo in ciò che siamo programmati a credere. Ma non deve essere per forza così. Possiamo lasciare cantare la nostra coscienza e sapere che siamo Tutto Ciò Che E. Abbiamo vissuto uno falsa identità, un falso nome che non siamo noi. 
Ma possiamo guardare nello specchio illusorio e ri-valutare quello che pensiamo di essere. Noi non siamo il nostro nome, il nostro corpo, la nostra famiglia, la nostra razza, la nostra nazione o la nostra religione. Non siamo i nostri possedimenti, il nostro lavoro, il nostro status, la nostra fama, il nostro successo o il nostro fallimento. Non siamo nemmeno la nostra personalità, i nostri pensieri o le nostre emozioni
» (3).

Il lettore attento avrà già compreso: siamo in pieno New Age.
In realtà quanto riportato è chiaramente frutto di una visione monista, tipica dell’Advaita Vedanta o della Cabala spuria (ebraica); l’elemento New Age è nella pretesa di non doversi tuttavia riconoscere in nessuna corrente religiosa.
Quindi quello che Icke esclude aprioristicamente ed arbitrariamente, facendolo uscire dalla porta, lo fa entrare dalla finestra; lui che si proclama libero battitore contro ogni asservimento religioso, è completamente omologato all’esoterismo imperante in questa epoca di confusione, e sponsorizza niente meno che una visione spirituale orientaleggiante, anzi (magari lo fosse!), francamente molto qualunquista!

Un ultimo spunto possiamo trarlo ancora da quanto sostenuto dal giornalista inglese, a proposito della non esistenza storica di Cristo e della presunta adorazione del sole nella religione cristiana. Neppure gli studiosi più atei sono disposti a sostenere la non esistenza di Gesù: troppe sono le conferme storiche, documentali, archeologiche ed epigrafiche.
Quanto al culto del dio sole, che Icke desumerebbe, per esempio, dall’adorazione della santa Croce, lo scrittore Icke dimentica che il cristianesimo è la religione dell’Incarnazione.
Tutto quel che esiste, l’umanità tutta (le sue tradizioni, si suoi ricordi, la sua simbologia) viene assunto da Cristo, purificato e divinizzato per la potenza del suo Spirito.
La croce, simbolo della luce e del sole, diviene veicolo della Vera Luce e simbolo dell’unico Sole! Questo è un criterio che deve essere utilizzato in ogni circostanza per comprendere che il cristianesimo si avvalse di molto di ciò che gli era preesistente, per rivestirlo, però, di un nuovo significato.
E’ il miracolo della transustanziazione che vive ed opera in ogni dove.
Se uomini-rettili, quindi, esistono, lo sono di certo spiritualmente, coloro che, dediti a Satana, ricevono da lui, quello che miseramente può dare loro: potere, successo, denaro; mezzi con i quali - complice il crollo della fede dei cattolici!!! - riescono a dominare il mondo.

Già Leone XIII supera David Icke in «Inimica Vis», sulla massoneria.
«La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti» (Ef 6,12).

Stefano Maria Chiari



1) Da http://it.wikipedia.org/wiki/David_Icke#_note-0
2) Tale esposizione è conforme a quanto è possibile rinvenire anche su «youtube», dove sono presenti numerosi video dello scrittore inglese
3) Dal suo libro: «L’Amore Infinito è l’unica verità - Tutto il resto è illusione» in www.tarocchionline.net/reserved/illusione2012_davidicke.htm; ci si chiede come possa una concezione del divino, così vaga ed evanescente, priva di reale personalità, ad essere «amore». L’amore suppone in primo luogo la persona, sia in Dio sia nell’altro (amato). La visione orientale, come la New Age, banalizza il concetto e non si rende conto di affermare, da un lato, un assurdo, pensando di poter definire Dio amore, negando a Lui la Persona, e dall’altro di ammettere un’impossibilità, perché se tutto è Dio, allora Dio non ama niente altro che se stesso; manca il secondo imprescindibile termine di relazione.


Home  >  Recensioni                                                                                        Back to top


 
Nessun commento per questo articolo

Aggiungi commento


Altre notizie in questa sezione :
Giosuè, Giudici, Ruth, I-II Re
EFFEDIEFFE.com
I libri storici dell'Antico Testamento sono teologicamente impressionanti e da un punto di vista...
In Cristo Gesù
EFFEDIEFFE.com
Il Reno si getta nel Tevere
EFFEDIEFFE.com
Dizionario Biblico (mons. Spadafora)
don C. Nitoglia
Paolo Apostolo, dominatore del tempo
Lorenzo de Vita
Il Cuore di Gesù — salvezza per il mondo
Lorenzo de Vita
Mentre l’umanità, dimenticando i suoi alti destini, è caduta nella rovina e nella morte, il S....
Il Pentateuco di Mosè

Il cattolico che legge il Pentateuco può fiduciosamente cercare nelle sue pagine venerande la...
Il ritorno di Padre Pio
Gedeone la Spada
In queste righe leggerete il prodigio del corpo e del cuore di padre Pio. Evidenza storica...
La Teologia Morale

Il Vangelino di padre Sales

Ultime notizie in questa sezione :
I Lubavich e i Potenti del mondo
Edizioni EFFEDIEFFE
Il nuovo libro EFFEDIEFFE dà ragione della lotta interna al giudaismo, che in questo periodo sta...
III-IV Re, I-II Paralipomeni
Edizioni EFFEDIEFFE
La Sacra Scrittura ci è stata data per farci da guida ed essere strumento per interpretare i...
Una campana in cima ad una torre
Edizioni EFFEDIEFFE
Il Compendio del Tanquerey in una nuova edizione
Edizioni EFFEDIEFFE
Roma Antica, Giudaismo e Cristianesimo
Lorenzo de Vita

Articoli piu' letti del mese nella sezione Recensioni

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità