http://www.oggi.it/attualita/files/2011/12/david_mills_645.jpg
Mills: mi vergogno, Berlusconi è "totalmente innocente"
Stampa
  Text size
MILANO - L'avvocato inglese David Mills, sentito oggi come testimone al processo dove Silvio Berlusconi è imputato di corruzione giudiziaria, ha detto che il denaro con cui, secondo l'accusa, sarebbe stato corrotto dall'ex premier proveniva da una persona diversa e che si vergogna di averlo attribuito in passato ad un dirigente del gruppo Fininvest.

Berlusconi è accusato di aver pagato 600.000 dollari all'avvocato britannico affinché rendesse testimonianze reticenti in processi in cui lui era precedentemente imputato. Accusa che il Cavaliere ha sempre respinto.

Il pm di Milano Fabio De Pasquale ha chiesto conto all'avvocato inglese, collegato in video da Londra, della versione che aveva fornito nel 2004 al fisco inglese, secondo la quale quei 600.000 dollari li avrebbe ricevuti dall'ex manager del gruppo Fininvest Carlo Bernasconi per conto di Berlusconi.

Mills ha ribadito che i soldi in realtà provenivano dell'armatore Diego Attanasio, ma che non voleva tirarlo in ballo perché all'epoca Attanasio era nei guai con la giustizia italiana e anche lui temeva di finire sotto inchiesta.

"Ero nel panico, avevo bisogno di presentare una storia al fisco inglese. Visto che la vera storia di Attanasio non potevo utilizzarla, dovevo collegarla a qualcun altro", ha detto oggi ai giudici italiani.

"BERLUSCONI NON HA NIENTE A CHE FARE CON I 600.000 DOLLARI"

Nascerebbe così, secondo l'avvocato inglese, la versione dei soldi ricevuti da Bernasconi -- defunto nel 2001, ben prima quindi della deposizione -- di cui ora dice di pentirsi amaramente.

"Tutto quello che riguarda Silvio Berlusconi e Carlo Bernasconi è fittizio, è un'invenzione pericolosa", ha detto oggi Mills. "Mi vergogno profondamente di avere collegato questa storia a Bernasconi".

"Voglio attestare la totale innocenza del dottor Berlusconi. Lui non ha niente a che fare con in 600.000 dollari", ha aggiunto l'avvocato inglese, dicendo di sperare che "nel prosieguo tutta la linea della pubblica accusa" venga smontata.

Mills, in un processo gemello, è stato condannato in primo e secondo grado come corrotto a quattro anni e sei mesi, per essere poi prosciolto dalla Cassazione per intervenuta prescrizione del reato.

Soddisfatto, ovviamente, Berlusconi che ha ascoltato la testimonianza di Mills dall'aula del processo.

"E' stata una ottima udienza, mi sento molto sollevato per il riconoscimento dell'avvocato Mills sui 600.000 dollari, che che secondo me conclude questa vicenda", ha detto l'ex premier.

Le prossime udienze del processo a Berlusconi sono state fissate per il 16 e 20 gennaio - date entro cui dovrebbe svolgersi l'interrogatorio di Mills da parte della difesa - e a seguire 21 e 26 gennaio.

Emilio Parodi

Fonte >  Reuters


Home  >  Worldwide                                                                               Back to top