>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-200

RSS 2.0
menu-1
Fumo di satana?
PDF
Stampa
  Text size
Spettabile redazione EFFEDIEFFE,

vorrei portare alla Vostra attenzione alcune riflessioni in merito alla recente lettera di Mario Palmaro ripresa da diversi siti cattolici. Rispondendo alla lettera del professor Palmaro, il direttore Riccardo Cascioli  apre ad altri contributi, su invito suppongo, e questo mio non invitato che nemmeno è un contributo rischia di essere importuno, ma spero almeno non inopportuno. In realtà Palmaro e Cascioli sono d’accordo su molti punti, e io sono d’accordo con loro, quindi non è in corso un  dibattito, ma solo una pluralità concorde.

La lettera di Palmaro non è lunghissima. Tutti i direttori qualificano così i contributi esterni alla loro redazione, sottacendo che una lettera una tantum non eguaglia mai la mole degli scritti interni che vengono pubblicati con regolare frequenza. Imputare alla lettera di Palmaro (certamente non alla persona di Palmaro) dubbi (o almeno reticenze) sul Capo della Chiesa che è Cristo, è un artifizio retorico tipico di chi anziché l’interlocutore reale ne preferisce uno costruito a propria misura.

Cristo (Gesù Cristo) non è la guida della Chiesa, egli ne è il Capo. Egli ne è Via, Verità, Vita. Ma appunto la Via, in sé perfetta e infallibile, richiede una guida sicura, senza sbandamenti e deviazioni e inversioni. Alla  guida della Chiesa Egli ha messo Pietro con il mandato di “confermare nella fede i fratelli”. Noi crediamo che il Papa successore di Pietro conferma indefettibilmente la Chiesa nella retta Via che è Cristo, mediante il suo magistero indefettibilmente aderente alla Verità.

Ma non tutto è magistero. Se “Il pensiero della Chiesa è quello del Magistero, è quello del Catechismo”, allora è perfettamente giusto non accodarsi agli scodinzolamenti telecomandati mediante una bolla gigantesca di sovraesposizione mediatica. Ditemi che senso ha, ascoltare dal proprio televisore un messaggio lasciato da un chiamante, per quanto autorevole, nella segreteria telefonica di un convento di clausura.  È sbagliato (non da adesso ma da sempre) parlare di “questo Papa”, con curiosità insaziabile per ogni minuzia, con frenetica ricerca di titoli a effetto. E intanto viene oscurato e silenziato “il Papa”, si scambia per magistero ogni starnuto, si scambia per catechismo ogni idea estemporanea.

E quindi gli starnuti e le idee estemporanee diventano le corsie di scorrimento a senso unico per troppi cattolici, di alta e di bassa condizione. Gli autentici cartelli indicatori (magistero e catechismo) della Via maestra, vengono imbrattati e resi illeggibili, sostituiti da indicazioni posticce e artefatte, verso strade senza sbocco o precipizi. È possibile che i cattolici finiscano nel precipizio? Sì, è possibile. Anni fa un aereo di linea precipitò (tutti morirono), perché il comandante aveva permesso che un ragazzino si sedesse al suo posto; egli confidava nel pilota automatico, ma non si accorse che il ragazzino toccando i comandi lo aveva disinserito: l’aereo rimase senza controllo e fu la catastrofe. Il pilota automatico, nella Chiesa, è il Magistero perenne che ci mantiene con sicurezza sulla Via, ma se il comandante permette che chiunque  giochi a fare il pilota, il Magistero perenne viene dimenticato e non ci sorregge più. Noi crediamo che il Papa è il Papa, e gli chiediamo di fare il Papa.  Non una parola di più, non tocca a noi di insegnargli come si fa (non ci chiamiamo Scalfari, e neanche Martini).

Su singole questioni, qualche parere si può esprimere. Do atto alla NBQ dell’assiduità e della chiarezza sui temi collegati alla persona e alla famiglia; e tuttavia lo sforzo maggiore è volto a respingere, sempre meno efficacemente, gli attacchi sempre più massicci e virulenti, che non solo demoliscono a uno a uno i bastioni del cattolicesimo, ma penetrano nelle coscienze stesse di molti fedeli e pastori, e le inquinano e infettano. La chiamata di Palmaro a gridare dai tetti per indignazione, è necessaria, ma Cascioli  chiede “E dopo ?” . Se il grido salirà da singoli testimoni, votati al martirio, impallinati a uno a uno, sempre più isolati, sempre più soli, alla fine nemmeno ci sarà, un dopo.

No, questo non è possibile, l’inferno non può averla vinta sulla Chiesa. Ma le promesse indefettibili di Cristo e del Cuore Immacolato di Maria, non siano comodo alibi per la nostra passività. Se l’argomentazione razionale non ha più presa su uomini che hanno rigettato la ragione, ricorriamo a gesti forti, eloquenti per sé stessi.

La Chiesa dunque smetta di celebrare matrimoni concordatari, in Italia e in tutti i Paesi in cui il matrimonio civile è stato trasformato in altra cosa, incompatibile col sacramento.  Quando fu introdotto il divorzio in Italia, la Chiesa denunziò il vulnus al Concordato, ma lo Stato rispose picche, e la cosa sembrò finire lì. Gli ingenui (tra cui io) pensarono che piovesse, non si aspettavano il diluvio: il divorzio e i matrimoni plurimi e le unioni e disunioni senza limiti non sono più l’eccezione ma la regola, i figli vengono ammazzati, vengono fabbricati, vengono ordinati e rifiutati, vengono scambiati e venduti, la sessualità disordinata viene non solo liberata, ma promossa, ma esaltata, ma sacralizzata. Che cosa ha più a che fare, tutto ciò, con il sacramento del matrimonio ? Quale spettacolo più patetico e ridicolo, del sacerdote che legge dall’altare i 3 articoli del codice civile che non contano più niente, sia nella legislazione sopravvenuta, sia nella percezione e nell’aspettazione comune?

Strappiamo questa finzione di sposarsi in chiesa, solo per avere  un momento più scenografico e più elegante all’interno di una vita che di religioso non ha nulla, tranne qualche residua superstizione. Si sposi in chiesa solamente chi ci crede davvero, e poi la coppia vada in municipio, per altri adempimenti che il codice civile chiama ancora matrimonio, ma che non hanno più niente a che vedere con il sacramento. Oltre alla portata educativa, missionaria, della scelta, un altro positivo effetto della rinunzia ecclesiastica alla funzione impropria di ufficiale di stato civile, sarà la difesa contro la legge civile, che  non potrà più costringere i sacerdoti a adempimenti incompatibili con la coscienza, come tipicamente “la celebrazione del matrimonio omosessuale”.


Giulio Giampietro





 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# gianfranco56IT 2014-01-13 20:11
Avrete sicuramente tutti letto il titolo dei giornali che riportava la notizia sul governatore della sicilia, tale Crocetta, invertito dichiarato che, cito testualmente dal Corriere: "Sicilia, mutui agevolati alle coppie gay" (1)

Come risponde alle critiche mossegli dagli esponenti del centro-destra, il Pieddino Antonello Cracolici?

Ecco la risposta:
"Respinge le critiche uno dei pilastri del Pd siciliano, Antonello Cracolici parlando di "una norma di grande valenza sociale" e citando Papa Francesco: "Chi siamo noi per giudicare?"
Appunto, chi siamo noi?
Avanti così Francesco!!!



(1)
http://www.corriere.it/cronache/14_gennaio_12/sicilia-mutui-agevolati-coppie-gay-044d11c0-7b63-11e3-9133-a99f1617dd47.shtml
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catone 2014-01-14 10:23
Arrendiamoci, ormai in vaticano (minuscola voluta) satana si accende tranquillamente le canne... Altro che "fumo"!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gianni-84 2014-01-14 16:40
Citazione Catone:
Arrendiamoci, ormai in vaticano (minuscola voluta) satana si accende tranquillamente le canne... Altro che "fumo"!


AHAHAHAHA! Che genialata! Nella sua ironia ha colto perfettamente nel segno!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2014-01-14 18:43
Lei continua ingenuamente ad affermare
che il papa è il papa e poi lamenta diluvi... provi a fare una ipotesi di lavoro differente e provi a ragionare
in questi termini: e se il papa non fosse più papa? Magari si dimette, magari va dimesso... magari.... magari....

Ma se il papa è infallibile e viene eletto papa uno che invece sbaglia e smonta non solo la sua stessa carica ma persino la chiesa stessa, costui pur essendo stato eletto papa è ancora papa?

Se un papa è infallibile, un papa che sbaglia cessa di essere papa e noi sappiamo che il papato è infallibile quindi necessita la coerenza di andare fino in fondo.

Questo ovviamente non sottrae neppure una goccia al diluvio, ma almeno si comprende perché diluvia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# NominorLeo7 2014-01-15 04:03
Come insegna il catechismo più elementare, il Papa è infallibile quando insegna ex cathedra. Nella vita quotidiana è fallibile come chiunque altro. Per usare la sua immagine, mentre diluvia abbiamo a disposizione un'Arca di salvezza che è la Chiesa, ma con tre opzioni: a) starcene chiusi e sigillati all'interno, e rischiare l'asfissia, b) stare all'interno e al riparo, ma da lì chiamare e invitare dentro tutti gli uomini per salvarne il più possibile, e certo non mancheranno gli spruzzi, ma il capitano ci provvede il modo di asciugarci e riscaldarci c) starcene allegramente fuori, raccontare che siamo marinai dell' Arca ma il capitano ci spedisce in libera uscita in tutte le bettole, e prenderci addosso tutta l'acqua del diluvio senza sapere come scrollarcela di dosso. Preferirei (b).
La ringrazio per avermi spinto a un'estemporanea favoletta, con tutti i limiti delle favolette.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2014-01-15 11:01
In realtà il papa dovrebbe essere infallibile anche su quello che riguarda la morale ed il costume (il disposto del vaticano I io sono fra quei pochi fessi che veramente lo ha letto), a meno che non parli da uomo qualunque...
ora il punto è proprio questo... quando un papa pretende di fare l'uomo qualunque invece del papa, è ovvio che diventa un uomo qualunque ovvero non è più papa... ma uno che esprime una sua personale opinione peraltro dottrinalmente erronea, in quel caso più che essere seguito andrebbe ammonito.

Grazie a lei per lo spunto e tanto per ricordarLe quello che fece Noè che è quello che si è realmente trovato nella "favoletta" del diluvio, il suddetto si chiuse dentro sigillato rischiando d'asfissiarsi... e invece salvò tutta l'umanità... veda un po' lei... favoletta chiama favoletta???

Capitani coraggiosi che asciugano e riscaldano al momento non se ne vedono...
anzi vanno per periferie e potriboli come dice Lei...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2014-01-15 14:38
Per periferie e postriboli...e i tabernacoli sono vituperati e abbandonati, le sante Messe offese. Così periferie e postriboli sprofondano sempre più, perché a sacerdote onesto (se va bene) corrisponde popolo empio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2014-02-09 19:25
Citazione Policarpo:
Per periferie e postriboli...e i tabernacoli sono vituperati e abbandonati, le sante Messe offese. Così periferie e postriboli sprofondano sempre più, perché a sacerdote onesto (se va bene) corrisponde popolo empio.


E a sacerdote accannato esperto in postriboli che corrisponde?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# urbano 2014-01-16 18:56
Il vero problema e' che abbiamo dato credito ai teologi che sono spuntati come funghi dentro e fuori la Chiesa. Solo che questi funghi sono tutti velenosi chi più chi meno. Basterebbe aprire il Vangelo per capirne la semplicità, tutto il resto viene dal malignio. Le canne se le fa satana ma le passa ai teologi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALANODELLAROCCA 2014-01-16 19:39
Bergoglio uomo dell'anno per Time, Esquire, The Advocate (principale rivista omosessuale d'America) e Vanity Fair.
Alla luce dei criteri evangelici (Lc 6,26) mi viene qualche leggerissimo sospetto sul suo essere il vero Vicario di Cristo...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2014-01-17 07:02
A ciò s'aggiunga che il vero vicario di Cristo DEVE essere infallibile quando parla ex chatedra e quando propone insegnamenti di costume e/o morale. L'evidenza ci dimostra che con bergoglio non è così e premesso che ognuno deve fare i conti con la coscienza e premesso che chi sono io per giudicare, e premesso che i ramadan non danno alcun frutto spiritualmente si faccia coerentemente due più due, oppure al limite si sostenga la rivista che su bergoglio è entusiasta con un bell'abbonamento... invece di mandare due soldini ai francescani dell'immacolata che sono una banda di cattolici che pretendono di celebrare culto a Dio pregando persino in latino...(chissà quanto costa abbonarsi alla rivista delle kulatte sfonde, sicuramente meglio del settimanale di Padre Pio che è stato vietato e messo all'indice dalla censura "ex-audito" del tenero mario da buenos aires che chi è lui per giudicare)...

ebbbastaaaaaaa no!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# angelus 2014-01-20 12:00
Ieri, Domenica 19, all'Angelus il Papa ha definito Gesù un UOMO. Sic et simpliciter.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Carolan 2014-01-21 22:01
Citazione angelus:
Ieri, Domenica 19, all'Angelus il Papa ha definito Gesù un UOMO. Sic et simpliciter.


Precisamente, il Papa ha definito Gesù come "un uomo che Dio ha mandato nel mondo come agnello immolato". Un uomo oppure suo Figlio? Chiedo alla Redazione oppure a qualcuno che è esperto in teologia e dogmatica: questà non è una effettiva eresia?
Sbigottito, saluto.

Il testo del discorso del Papa (Angelus del 19.01.2014):
http://www.vatican.va/holy_father/francesco/angelus/2014/documents/papa-francesco_angelus_20140119_it.html

L'audio del discorso del Papa (Angelus del 19.01.2014):
http://209.172.44.13/vaticanradio-ca.org/webcast/angelus_1.mp3
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# dommivincenti 2014-01-25 00:06
Avvicinandosi la festa di san Tommaso d'Aquino leggiamo gli Opuscoli dove sul Credo ai napoletani in dialetto nella chiesa di san Domenico (dopo 8 secoli sento dire che viene chiusa...) diceva... "Il Cristo è Verbo intimo alla Trinità, della medesima natura del Padre e dunque Dio egli stesso. Nel prologo del suo Vangelo, parlandoci del Verbo, san Giovanni respinge con un'unica espressione le tre eresie fin qui esaminate: «In principio era il Verbo», contro quella di Fotino; «e il Verbo era presso Dio», contro Sabellio; «e il Verbo era Dio», contro la dottrina di Ario..."
Ma oggi siamo al rovescio di Isaia: il popolo che camminava nella luce vide una grande tenebra...
comunque le luci ci sono (state) basta cercarle...e che luci!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Maccabeo 2014-01-25 19:04
Satana, oltre il fumo, a questi deve aver lasciato anche le cartine
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Ultime lettere pubblicate:
La Dittatura Terapeutica
L’unica ed estrema forma di difesa da questo imminente, sottovalutato, tragico pericolo particolarmente grave per l’Italia, è la presa di coscienza
Contra factum non datur argomentum
George Orwell con geniale e profetico intuito, previde l’oscuramento delle coscienze, il tramonto della civiltà, l’impostura e apostasia dalla verità che viviamo, quando scrisse “nel tempo...
I luminari non contaminano la loro purezza istituzionale col MDB
Facendo una ricerca sulla massima banca dati biomedica www.pubmed.gov sul tema “somatostatin and somatomedin“ (somatomedin o IGF1 è il principale fattore di crescita tumorale direttamente...
Come la cura dei tumori sta funzionando sempre meglio
Il 13 gennaio in una conferenza stampa a Bologna parlamentari e candidati di "Fratelli d’Italia" hanno preso posizione in difesa della libertà di cura e di ricerca scientifica. Ciò per le ...
Attacco di gastrite istituzionale?
Alcuni organi di stampa hanno riportato il perentorio, categorico e rabbioso divieto del Prof Burioni, (burocrate del ministero della salute, eletto da politici) a Comune, Provincia e Università di...
La Scelta Antitumore
Ho pubblicato il libro sulla prevenzione dei tumori, da oggi in libreria, per documentare come i principi della prevenzione e cura del MDB (Metodo Di Bella)
Veritas filia temporis, e il reato di “guarigione indebita”
Tante tragedie non li sfiorano neppure, sono infastiditi se qualcuno cerca ripetutamente di coinvolgerli, interessarli, chiedere attenzione e aiuto, occupati, come sono, a celebrare i riti, i fasti,...
FILM-DOCUMENTARIO SU METODO DI BELLA
È uscito un film–documentario dal titolo “Metodo Di Bella - 20 anni dopo (1997-2017)”. Per la realizzazione di quest’opera è stata condotta un’indagine di oltre 4 anni sul Metodo Di...
Metodo Di Bella e diffamazione
È stato creato dall’AIOM (Associazione Italiana Medici Oncologi) il sito “Tumore, ma è vero che?” generosamente, capillarmente diffuso con grande, zelante impegno e generale mobilitazione a...
Sperimentazione del Metodo Di Bella
In questo articolo vengono sintentizzate le numerose e gravi anomalie che hanno destituito di ogni credibilità e dignità scientifica la sperimentazione ministeriale del MDB del 1998.
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità