>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
mon.jpg
Diverse percezioni dell’orrore
Stampa
  Text size
GERUSALEMME: «Occhio per occhio, e tutto il mondo è cieco»: è necessario porre questo detto di Gandhi ad ogni commento sull’eccidio di otto israeliani nella scuola rabbinica Mirkaz Ha’rav. E tuttavia, nemmeno sarà possibile tacere la sproporzione della condanna e dell’orrore, nella percezione mediatica.

I 130 palestinesi, di cui cinque lattanti, massacrati a Gaza dall’esercito israeliano in una settimana, non hanno avuto i titoli cubitali in prima pagina, né le aperture agghiacciate dei TG mondiali che hanno avuto gli otto morti israeliani. Nessun reportage abbiamo visto dal carnaio di Gaza.

Gli uccisi israeliani erano civili; anche una sessantina di palestinesi erano civili. Per i media, un azione è «terrorismo», l’altra «autodifesa». E come tali resteranno etichettati nelle menti delle masse. Le diplomazie occidentali condannano ad una sola voce il «terrorismo»: uno solo, naturalmente. Il sottinteso è che ci sono vite umane più sacre di altre. Le altre, quelle dei prigionieri di Gaza, diventano sempre meno sacre, pesano sempre meno.

Dal 2000 al 2005, sono caduti in media 4 palestinesi per ogni israeliani ucciso; nel 2006, erano 30 ad uno; nel 2007 la proporzione è stata 40 ad uno. Nei tre mesi passati dalla «conferenza di pace» di Annapolis, Israele ha già ammazzato 323 palestinesi; gli israeliani uccisi sono stati 7, cinque dei quali soldati di Tsahal impegnati nelle incursioni contro la gente palestinese, due i civili.

Il massacro di arabi è «giustificato» perché a Gaza governa Hamas «terrorista», e da Gaza partono i razzi Kassam. Ma nessuna tv né alcuno giornale ha detto che in Cisgiordania, da cui non parte un solo razzo, e su cui governa Fatah che ha accettato una tregua permanente, negli ultimi tre mesi l’armata israeliana ha condotto 480 operazioni militari, uccidendo 26 palestinesi.

I lanci di razzi da Gaza hanno ucciso in tutto 14 persone in 7 (sette) anni. Di ciascuno di quei morti da Kassam è stata data notizia con il dovuto rilievo. Dei dei 323 morti di Gaza, dei 26 palestinesi della Cisgiordania i grandi giornali non hanno mai parlato. Pesi diversi. Le notizie delle atrocità israeliane commesse a Gaza, sotto l’etichetta «autodifesa», sono apparse al massimo sotto piccoli titoli in pagine interne. I morti sono stati per lo più definiti «militanti di Hamas». Nella scuola rabbinica di Gerusalemme, sono «civili» e «studenti».

Ma se è difficile distinguere tra «militanti» e «civili» fra i palestinesi, anche qui dovrebbe esserlo: quella «scuola» è, come ha spiegato un editorialista di Gerusalemme, Khalid Amaryeh, «il sistema nervoso centrale del sistema studenti-coloni-soldati», da lì vengono i persecutori formati «religiosamente» a considerare gli arabi esseri inferiori. E quegli «studenti rabbinici» sono militanti del Gush Emunim, il «Blocco dei Fedeli», il cui motto è: «L’integralità della terra per l’integralità dell’ebraismo».

Il Gush Emunim proclama la necessità dell’espulsione totale (pulizia etnica) degli arabi dalla terra «santa» che dio ha donato a Giuda. La yeshivah colpita è stata fondata da rabbi Avraham Kook, primo rabbino di Israele, che formò i militanti dei gruppi terroristico-religiosi noti come Irgun e Lehi o Banda Stern, che nel 1948 massacrarono senza provocazione 500 palestinesi a Deir Yasin provocando la fuga di centinaia di migliaia di terrorizzati arabi (1). Un capo della banda stern Ytzak Shamir, divenne poi primo ministro.

Per rabbi Kook, le azioni degli ebrei, «qualunque sia la forma, sacra o profana che assumono, attestano il disegno di Dio». Anche il massacro. Perché accelera la venuta del Messia, e la ricostruzione del Tempio. Ragion per cui invitava gli ebrei religiosi «a collaborare attivamente al progetto sionista, che è di ispirazione messianica». Difficile dire qui se lo «studente  talmudico» è un «militante». Difficile negarlo.

L’attentato alla scuola rabbinica offre ora la «giustificazione» per il progetto che Ehud Barak, ministro della guerra israeliano, aveva in realtà già reso noto il 5 marzo, come ha rivelato il Canale 2 della tv israeliana: farla finita con il lancio di Kassam evacuando a forza tutti i palestinesi che abitano nella zona nord di Gaza, da cui apparentemente vengono lanciati i razzi.

Ottenute le autorizzazioni «legali», ha detto la tv israeliana, l’operazione comincerà immediatamente: dapprima con lancio di volantini per avvisare i residenti ad abbandonare le case, poi – su quelli che restano – i bombardamenti aerei per distruggere le case e costringere tutti a fuggire. Dove andranno, in una striscia di terra sovraffollata di un milione e mezzo di abitanti, queste decine di migliaia di civili, non è cosa che interessi le nostre coscienze dalla percezione sproporzionata: sono «terroristi», hanno massacrato degli «studenti religiosi».

Non si parlerà di deportazione di massa, sarà un atto di giustificata autodifesa. Resterà una striscia di terra bruciata, di terra desolata e quindi purificata. La pace e sicurezza, finalmente.




1) Da Wikipedia:
Nel 1940 e nel 1941, il Lehi propose d’intervenire nella Seconda guerra mondiale accanto alla Germania nazista per ottenere il suo aiuto nella cacciata della Gran Bretagna dalla Palestina sotto Mandato e per offrirle assistenza nell’«evacuare» gli Ebrei dell’Europa in base all’argomento che «comuni interessi potrebbero esistere fra l’insediamento di un nuovo ordine in Europa in conformità con le concezioni della Germania, e le reali aspirazioni nazionali del popolo ebraico.» Alla fine del 1940, il rappresentante del Lehi Naftali Lubenchik fu inviato a Beirut dove incontrò il funzionario tedesco Werner Otto von Hentig cui consegnò una lettera in cui il Lehi offriva di »prendere parte attiva alla guerra dalla parte della Germania» in cambio del sostegno germanico per «l’instaurazione di uno storico Stato ebraico su una base nazionale e totalitaria, connesso a un trattato con il Reich germanico». Il Lehi provò a stabilire contatti con la Germania ancora nel dicembre 1941, ancora una volta senza successo. […] Un articolo intitolato «Terrore» su He Khazit («Il Fronte», un giornale del Lehi in clandestinità), n. 2, Agosto 1943, portava le seguenti argomentazioni [1]:
Né la moralità, né la tradizione ebraica possono negare l’uso del terrore come mezzo di battaglia. Noi siamo decisamente lontani da esitazioni di ordine morale sui campi di battaglia nazionali. Noi vediamo davanti a noi il comando della Torah, il più alto insegnamento morale del mondo: Cancellate - fino alla distruzione.nNoi siamo in particolare lontani da ogni sorta di esitazione nei confronti del nemico, la cui perversione morale è accettata da tutti».


Home  >  Medioriente                                                                                        Back to top


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# licio 2008-03-07 20:05
I PALESTINESI SONO FIGLI DI UN DIO MINORE...! QUINDI... SI POSSONO ANNIENTARE...!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Francesca 2008-03-07 20:07
Provo una grande rabbia e un profondo disgusto,ma soprattutto un enorme sconforto perchè la gente fa finta di non vedere...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-07 20:24
Interessante articolo. Rabbi Kook invita gli ebrei religiosi a collaborare attivamente al progetto sionista che è di ispirazione messianica....aggiungo io \"di concretizzazion e massonica\". L'obbiettivo è accelerare la venuta di \"un\" messia non ben definito : a questo punto ai fratelli \"minori\" andrebbe bene anche il nostro Anticristo. Purtroppo l'esegesi rabbinica ha già previsto che i giorni del messia saranno intrisi di dolore e disperazione. Purtroppo i vari commentarii talmudici hanno già decretato la fine ed il soggiogamento delle nazioni \"gentilizie\" con l'apparizione del salvatore \"terreno\". Siamo in buone mani. Immagino che i goym del G.O.I. (Grande Oriente d'Italia) insieme agli altri edificatori del tempio dell'umanità, non si faranno sfuggire un'occasione del genere : finalmente un dio a loro immagine e somiglianza. Crudele e vendicativo, bestiale e raffinato, perverso ed ingannatore. A Rabbi Kook & company andranno gli animali da sacrificare sull'ara di codesto novello tempio dell'umanità - con spruzzi ed effluvi salutari di sangue - e ai solerti, instancabili e fedeli servi della massoneria mondiale la fantastica opportunità di fare da sgabello per i loro piedi. Meno male che a quel punto il Cristo apparirà. Con buona pace del falso messia e nostro Anticristo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Riccardo 2008-03-07 20:38
'Quando diranno pace e sicurezza...' grande il nostro Blondet!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giacomo 2008-03-07 20:56
L'articolo che in questo momento avrei voluto scrivere. Forse mi ripeto: grazie Blondet per tutto ciò che fai.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Svevus 2008-03-07 21:27
Gentler Names to Inhumane Israeli Practices Translating Israel and media language The occupied territories are the \"disputed\" territories; Colonies are \"settlements\" or even \"communities\" ; Occupied southern Lebanon is Israel's \"security zone\"; Expanding settlements is \"unhelpful\" (Clinton/Albright) instead of illegal; Expanding settlements (25-50% of which are empty according to the Associated Press and NY Times) is \"necessary natural growth\"; A settlement established in occupied East Jerusalem is a \"neighborhood\" Expulsion of Palestinians is \"transfer\"; Conquest of Jerusalem in 1967 is \"liberation\"; Torture of Palestinian prisoners is \"moderate physical & psychological pressure\"; Al-Khalil is \"Hebron, Jabal Abou Ghoneim is \"Har Homa\", The West Bank is \"Judea and Samaria,\" Gaza is \"Yesha\"; Rubber-coated steel bullets are just \"Rubbet Bullets\"; A 12-year old Palestinian rock thrower is a \"terrorist\"; An Israeli terrorist is an \"extremist\" or a \"mentally unstable\"; Palestinians' rightful resistance to occupation is \"terrorism\"; Confiscating Palestinian land in Jerusalem for Jewish use is \"uniting Jerusalem\"; Confiscating/purchasing Palestinian land is \"redeeming\" it; Land reserved for the sole use of Jews is \"state land\"; Returning occupied land to the Palestinians is \"giving up\" land; Racism and racial exclusivity is a \"demographic problem\"; Locking up Palestinians without charges or due trial is \"administrative detention\" Locking up and suffocating the Palestinians in the W. Bank is \"closure\"; Ethnic cleansing of Palestinians in Jerusalem is \"meeting a quota\"; A Lebanese civilian site raided by Israel is a \" (suspected) guerilla/terrorist site\"; Israeli raids are always \"retaliations\"; Establishment of an Israeli-puppet regime in Lebanon is \"normalization\" Israeli prisoners of war are \"hostages\" (e.g. Ron Arad); Invading and destroying Lebanon in 1982 is \"Peace for Galilee\". All or most of this terminology, which sometimes appears in headlines, has been adopted by U.S. media hence perpetuating public ignorance of Israel's real actions.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# edoardo 2008-03-07 21:59
Appare quanto mai pietosa la prostituzione animale (nel senso di anima), dei \"giornalisti\" (leggi prostitute) mainstream.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alex 2008-03-07 22:25
Licio spero tu lo dica ironicamente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro Serra 2008-03-07 22:42
Preghiamo per la pace nel Medio Oriente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gian 2008-03-07 23:23
Si usa anche una doppia misura nel giudicare la messa in mostra delle foto dei morti : quando si mostrano i morti palestinesi , soprattutto se bambini , il fatto è stigmatizzato come una strumentalizzaz ione : e poi si sa , se sono morti è colpa di Hamas. Addirittura nel 2006 dopo la strage di Qana fu organizzata la diceria della messa in scena , e su molti blogs cristianisti o comunque filo-usraeliani si sosteneva che erano cadaveri di bambini già morti e riesumati. Siti come \"informazione corretta\" sono artisti della calunnia e della menzogna.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nicola 2008-03-07 23:39
Da una sopravvissuta alle foibe in un intervista di qualche sttimana fa: \"Se ne parla tantissimo (nel giorno della memoria) per commemorare le vittime ebree durante la II guerra mondiale, con speciali tv, film, celebrazioni... Ma perchè si è parlato e si parla così poco delle vittime nelle Foibe? ci sono morti di serie A e morti di serie B\"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Silvia K.C. 2008-03-08 01:29
In ogni caso,i Palestinesi e gli Israeliani non sono paragolnabili nemmeno nella tipologia degli attentati: non si può mettere a confronto il coraggio e la fierezza di Chi,non avendo altri mezzi,per la sopravvivenza della propria gente,è pronto a sacrificare la propria vita insieme a quella del nemico,con la vigliaccheria di chi,ben protetto ed equipaggiato con mezzi super-tecnologici dell'aviazione,bomba rda dall'alto dei cieli o trincerato dentro i carrarmati senza correre altri rischi!!! L'avessero fatto a suo tempo anche gli Indiani d'America,forse a quest'ora non sarebbero ridotti nelle \"riserve\"!!! Che Dio L'Altissimo benedica e protegga i Palestinesi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# C.F. 2008-03-08 01:44
Ormai neanche le quotidiane stragi a Bagdad fanno più notizia... Onu: nel 2006 i civili morti in Iraq sono stati 34.452 (si avete letto bene)...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi 2008-03-08 02:07
In questo momento mi trovo in Brasile, ma anche qui la musica non cambia: son due giorni che i telegiornali danno ampio conto del \"feroce attentato contro la scuola religiosa\". Sottolineano ripetutamente che il terrorista era l'autista della scuola, come a dire, \"guarda 'sti palestinesi, gli dai un lavoro e loro, ingrati, fanno la strage. Non si può discutere con gente così\". Insomma, il Pensiero Unico m'insegue anche a 11 ore di volo da casa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nicola 2008-03-08 02:07
Ciao Silvia proprio oggi pensando a fare un paragone su quello che possono provare i palestinesi il pensiero è andato subito agl'Indiani d'America. Anche se non si può dire che non abbiano lottato anch'essi fino alla fine. Anche se alla fine un intero popolo un'intera cultura spazzata via! ed al loro posto adesso chi abbiamo? esportatori di democrazia!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Los Kitipiño 2008-03-08 06:03
E' incredibile la disgrazia del popolo palestinese. Dio gli stà riservando un ruolo molto particolare: perche' essi soffrono per mano di chi ha tradito Dio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# AF 2008-03-08 07:43
Ottimo articolo come al solito di Blondet, se dobbiamo invece guardare cosa scrivono gli altri giornalisti... meglio lasciar perdere, quella massa di mercenari delle Lobby. Segnalo comunque un articolo interessante, a quanto pare le vittime israeliane facevano parte di una sorta di \"madrassa ebraica\". Cioè, si preparavano ideologicamente per la loro \"guerra santa\" (giudica) contro i Palestinesi. ps. concordo al 100% col messaggio di Silvia K.C. qui sopra... ------------ Settler Criminals Not Innocent Civilians by Joachim Martillo (ThorsProvoni@a ol.com) In the Occupied Territories Palestinians are squeezed between the mostly off-camera aggressive anti-Arab violence of the settlers and the official theoretically defensive violence of the IDF. Jews in Occupied Poland circa 1940 had a similar situation, for they were subject to alternating and sometimes combined SS and Wehrmacht violence. Yeshivat Merkaz haRav is the flagship educational institution of Gush Emunim nowadays called Faithful of the Land of Israel (ðàîðé àøõ éùøàì , neemanei eretz yisrael). It is the ideological command center for the Settler Movement The ideology of Yeshivat Merkaz haRav is generally called religious nationalist, but it really educates its students in the occult mystical intellectual current of Zionism. This Yeshiva is essentially a college level seminary with a large graduate (kollel) program. The students eventually develop an almost mythographic mentality that rewrites reality to support a nearly psychotic set of extremist fanatic beliefs and that puts them beyond any rational persuasion. The students are often in combined military-talmudic study programs. Many carry weapons and are involved in brutalizing or in abusing the native population in the Occupied Territories. Yeshivat Merkaz haRav under US law would be considered a combined terrorist training and indoctrination center if the same laws applied to Jews that apply to everyone else. Traditionally in Eastern Europe the best students were already immersed in deep Talmud study by bar mitzvah (13), but combined \"religious nationalist\" military-talmudic study programs usually run for about 5-6 years, generally start at around age 15-16, and involve about 16 months of official military service with some physical and military training before official induction. Here is the list of the students killed: * Doron Meherete, 26 years old, * Yonadav Haim Hirschfeld, settler, 19 years old, * Yohai Lifshitz, settler, 18 years old, * Roee Roth, settler, 18 years old * Yonatan Yitzhak Eldar, settler, 16 years old, * Avraham David Moses, settler, 16 years old, * Neria Cohen, settler, settler, 15 years old, and * Segev Peniel Avihail, settler, 15 years old. These students were settler terrorists either already or in training. They almost certainly had already taken part in humiliation, brutality and other crimes against the native population. They cannot be considered innocent civilians in the same category as the women, children and babies that the IDF routinely murders. In his completely legitimate act of resistance against the Zionist state currently breaking all just war standards in Gaza, Alaa Abu Dhein unlike the IDF carefully chose targets among willing participants, activists, and trainees in the commission of atrocities. He is to be commended for choice of target and for tohar haneshek (Hebrew: purity of arms).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# domenico 2008-03-08 09:03
Il problema e che i sionisti controllano i giornali e le tv,non comprate i giornali e non guardate i programmi di propaganda sionisti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andrea 2008-03-08 10:08
tv e giornali continuano a ripetere che i feroci terroristi palestinesi di gaza si rifugiano fra i civili costringendo gli ebrei a massacrare 100 innocenti per ucciderne uno.ma lo sanno che gaza ha una densità di4232 abitanti per kmq? pERCHè NON ENTRANO IN GAZA E LI ARRESTANO? perché sanno che i palestinesi combatterebbero come leoni e verserebbero un po' di sangue giudaico!Dio protegga i palestinesi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# licio 2008-03-08 10:33
VOLEVO RASSICURARE ALEX FORSE CI RIMANE SOLO L'IRONIA...AMARA QUANTO VUOI... MA PUR SEMPRE IRONIA...! CHE FARE DI FRONTE A TANTO STRAPOTERE?! POI C'E' SOLO SPAZIO PER LA FOLLIA...!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giuseppe Maneggio 2008-03-08 11:24
Riprovevole il commento di Gianfranco Fini, leader di questa presunta destra filo atlantista che ammicca al pensiero neocon di matrice sionista, che giustifica l'autodifesa di Israele e accusa Hamas, in quanto entità terroristica, di farsi uso di scudi umani tra i civili inermi. Fortuna che la memoria non mi ha ancora lasciato e ricorda lucidamente le opposte prese di posizione dell'esimio Gianfranco ai tempi in cui era segretario del Fronte della Gioventù. Che dire di quest'uomo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# claudio 2008-03-08 12:47
c.f. io ho letto una cifra ben piu' grave, anche se un morto é sempre di troppo visto che potremmo essere noi... www.justforeignpolicy.org/iraq/iraqdeaths.html
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cloro 2008-03-08 12:51
I morti iraqueni , dall'inizio della guerra, sono stati contati in 1200000. OT ti ho linkato il post :-) ciao
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nicola De Giorgio 2008-03-08 13:03
Signor Blondet, ho fiducia nella sua capacità di analisi. Le chiedo se è possibile sospettare che questo attentato sia stato tollerato dagli efficientissimi sionisti per poter giustificare il loro forsennato bisogno di colpevolizzare i disperati palestinesi. In fondo un po' di sangue dei propri insignificanti fanatici val bene l'epurazione dell'odiata palestina!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gianluca 2008-03-08 13:53
Grazie Blondet. Da circa 7 anni sono riuscito a staccarmi dalla propaganda sionista. (tele)giornali ormai mi fanno solo ridere per quanto è palese la loro corruzione ed il controllo esercitato su di loro. L'unico rimedio che può salvarci è questo: chiudere giornali, spegenere televisioni e sensibilizzare più persone possibili anche grazie a siti come questo. Si può fare, non è utopia. Blondet ce lo dimostra ogni giorno. Grazie ancora, sig. Blondet.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Caterina 2008-03-08 14:53
\"Solitudinem faciunt et pacem appellant\", è il caso di dirlo..certo se il processo evolutivo dell'uomo c'è mai stato si deve essere fermato più o meno al tempo di Tacito, visto che da allora progressi in questo senso non se ne sono visti. X Nicola De Giorgio: credo che il suo sospetto sia estremamente condivisibile. In fondo sarebbe tutto sangue versato per la Patria, che in questo caso coincide in modo malsano con la propria fede =°(
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Enrico 2008-03-08 15:26
I morti sono sempre morti; bisogna averne rispetto. Le ingiustizie ci sono sempre e contro queste bisogna combattere, senza mai abbassare la testa. Poi ci sono le persone come Fini, semplicemente indegne.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea Taxi 2008-03-08 15:48
Scusate il fuori Post questo è Tremonti(attacc ato da tutti di protezionismo) ma nessuno chiede chi sono gli illuminati?! Un termine nuovo(non per la rete) spunta nei media italioti e nessun giornalista di nota fa domande?! http://it.youtube.com/watch?v=CMNQLTEAWZ8 Tra un po metto il video di Magdi Allam che invita la pubblicazione del contrometraggio sull islam...ma come è un nazista l'uomo che vuole pubblicarlo! No i nazisti e antisemiti sono solo quelli che provano a fare informazione sulla situazione della striscia di Gaza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Fabio 2008-03-08 15:52
La scusa che portano avanti gli israeliani per le loro azioni terroristiche è il continuo lancio di razzi verso il territorio israeliano. Ma io mi domndo: -Israele controlla il territorio via satellite. -Non riescono ad entrare medicinali e cibo. -Sono senza acqua e luce. La domanda semplice è: COME FANNO A FAR ENTRARE L'ESPLOSIVO PER I RAZZI?? Possibile che solo l'esplosivo riesca ad entrare tranquillamente ? Possibile che qualcuno faccia una selezione delle merci che devono entrare a gaza? E se si, chi? Tempo fa leggevo che dopo il lancio di un missile israele ha reagito tentando di uccidere i presunti \"lanciatori\" ma stranamente li ha mancati ed ha ucciso 7 bambini. Cavoli, ma non ci dicevano che utilizzavano armi \"intelligenti\"? Allora le cose sono 2: - o chi le usa è un deficiente - o si vuole colpire proprio chi viene colpito. Secondo voi quale ipotesi è giusta?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alex 2008-03-08 16:50
\"VOLEVO RASSICURARE ALEX\" Grazie Licio ;) ed in effetti non posso che darti ragione . Per Gian di Padova ... \"Si usa anche una doppia misura nel giudicare la messa in mostra delle foto dei morti : quando si mostrano i morti palestinesi , soprattutto se bambini , il fatto è stigmatizzato come una strumentalizzaz ione : e poi si sa , se sono morti è colpa di Hamas\" Be le immagini sono la realtà dei fatti ... se da una parte usano 4 mitra 2 razzetti e delle pietre i danni saranno inferiori che se si viene attaccati con carriarmati ed armi tecnoligicament e avanzate (le piu avanzate del mondo ) se i morti sono civili e bambini dilaniati , contro i morti Soldati . cmq qui si discute sulla Pace in generale , ed allo stato attuale chi ha un esercito organizzatissim o quella è Israele . Poi io ho amici Ebrei e sappi che anche loro sono i primi a non ritrovarsi e condannare quelo che succede laggiù per colpa di qualche malato deviato del governo . E' come dire che se si parla di Americani si debba parlare perforza del popolo ... come dire che i tedeschi son tutti nazzisti e gli italiani tutti fascisti .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Andrea Taxi 2008-03-08 17:09
Diversi parametri di giudizio di Magdi Allam http://it.youtube.com/watch?v=vg8d-E60VQE
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Tommaso 2008-03-08 17:26
Grande Blondet, come vorrei che ci fossero più giornalisti come lei.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# roberto 2008-03-08 17:39
pensiero sionista,golem americano,tenta coli massonici mondiali.la piramide è perfetta e non sembra lasciare fessure...però il sangue di innocenti-di qualsiasi popolo siano-sono convinto che sia preghiera a Dio perchè questi orrori finiscano.anche se sappiamo benissimo dove sta la ragione e dove la maggior parte del torto.ringrazio il Dr.Blondet per la sua coraggiosa e appassionata opera di verità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Marco 2008-03-08 17:45
Salve, contro l'infamia e la viltà ebrea, leggete 'Cento anni di cultura palestinese' di Isabella Camera d'Afflitto, edito da Carocci. Poi ne discutiamo su questo meraviglioso giornale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gian 2008-03-08 18:35
Per Alex : forse non mi ero spiegato bene : la frase \"se sono morti è colpa di Hamas\" era chiaramente ironica (scusa , vedi di fare attenzione quando leggi i commenti : già con licio hai capito male. Cerca di cogliere l'ironia !)Inoltre per me la responsabilità è sempre personale. Dove mai ho colpevolizzato tutti gli israeliani ? Ho semmai stigmatizzato il sito \"informazione corretta\" (con grappa). Il mio intervento era teso a mostrare come si possono manipolare anche le testimonianze.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alessandro 2008-03-08 21:09
Davide contro Golia, a parti rovesciate. Vincerà Davide, per quanto questo sembri attualmente impossibile. TV, giornali e radio in mano alla nota lobby mi fanno venire il voltastomaco e infatti non li seguo più da circa sette anni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lestaat 2008-03-08 21:23
Sempre ottimo Blondet. Volevo aggiungere un dettaglio alla notizia che fa da sfondo all'articolo. Io, pur conscio che potrebbe essere una forzatura, rifletterei anche molto bene sull'identità, sulle bizzarre conseguenze del gesto e soprattutto su quello che \"era\" il lavoro dell'attentatore, così, non per farne una vera e propria notizia, ma ci penserei un po' su sulla questione, visti i tempi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Edoardo 2008-03-09 00:10
Votare il Berlusca vuol dire votare FRATTINE e NIRENSTEIN ! NO CARO BLONDET! QUESTO MAI!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# claudia 2008-03-09 00:22
Per Tommaso di Firenze. Ci può sempre solo essere UN \"primus inter pares\". E meno male,dati i quotidiani choques di andrenalina che il nostro coraggioso Blondet ci fornisce quotidianamente . ciao
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Nemo 2008-03-09 13:58
Fabio Venezia 08-03-2008 La scusa che portano avanti gli israeliani per le loro azioni terroristiche è il continuo lancio di razzi verso il territorio israeliano. Ma io mi domndo: -Israele controlla il territorio via satellite. -Non riescono ad entrare medicinali e cibo. -Sono senza acqua e luce. La domanda semplice è: COME FANNO A FAR ENTRARE L'ESPLOSIVO PER I RAZZI?? Possibile che solo l'esplosivo riesca ad entrare tranquillamente ? Possibile che qualcuno faccia una selezione delle merci che devono entrare a gaza? E se si, chi? Tempo fa leggevo che dopo il lancio di un missile israele ha reagito tentando di uccidere i presunti \"lanciatori\" ma stranamente li ha mancati ed ha ucciso 7 bambini. Cavoli, ma non ci dicevano che utilizzavano armi \"intelligenti\"? Allora le cose sono 2: - o chi le usa è un deficiente - o si vuole colpire proprio chi viene colpito. Secondo voi quale ipotesi è giusta? Vogliono essere colpiti per poi poter colpire
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# piersabatino deola 2008-03-09 15:36
Mando l'articolo a Furio Colombo.Grazie per denunciare la schifezza sostenuta dai sionisti;dico sionisti non israeliani.Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Corrado 2008-03-09 18:01
vorrei fare i miei complimenti al prof. Tremonti; detto da uno che non lo ha mai amato e lo ha sempre aspramente criticato. Professore continui così
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pino 2008-03-09 18:01
Fabio - Venezia, Nemo - Pistoia \"Vogliono essere colpiti per poi essere colpiti\" Avete ragione, può essere come voi dite. Al mio paese si dice: \"Toccami Ciccio. Mamma, Ciccio mi tocca...\" Traduco. Le ragazze, sempre più intraprendenti dei maschietti, sfrocoleano (è italiano?) quet'ultimi che infine allungano le mani, ma vengono prontamente accusati da quelle che vogliono passar per santarelline. Se è così la condanna per gli israeliani è duplice. Non si degnano di piangere e avere pietà nemmeno della loro stessa gente. Quella per la quale dicono di cercare pace e sicurezza. N.B. si legge spesso nei commenti e nelle lettere che Gesù era ebreo. Solo una volta, però mi sembra di aver letto, non ricordo se su effedieffe, che Gesù era palestinese.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# GIORGIO SCOTTI 2008-03-09 18:59
Gli studenti delle scuole coraniche si chiamano telebani.. Quelli delle scuole rabbinche: giovani civili. Il problema e' che Israele sta diventando sempre piu' simile all'Iran ed all'Arabia Saudita ma in versione ebraica. Ma bisogna vederci chiaro su questa martellante propaganda. Fino a pochi anni fa la RAI TV era filopalestinese . Cosa e' successo nel frattempo? Pure Berlusconi su suggerimento di Craxi diceva di sostenere i palestinesi e comunque risulta avere anche soci arabi. Mi sembra che avesse pure proposto un piano marshall per i palestinesi. Ora vuole mettere il micidiale Frattini - aspirante censuratore di internet e schedatore di tutti i cittadini - agli esteri o agli interni e F.Nirenstein in senato probabilmente qualche incarico importante lo avrà. Eppure Tremonti predica l'antiglobalizzaz ione. Anche il CD sta diventando come il CS Perchè Berlusconi - ancora amico di Putin? - vuole ancora farsi sponsorizzare dalla decadente lobby USA- Israele? Perchè i suoi giornalisti simpatizzanti - pur essendo di formazione ben diversa- continuano ad appoggiare una politica che puo' molto danneggiarci sui mercati esteri dove ancora riusciamo ad esportare? (Russia e Mondo Arabo) Chi consiglia oggi il CAV.? Ferrara-Huckabee penso sia saltato - Baget Bozzo non so che credibilità possa avere. Chi ci capisce e' bravo..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Silvia K.C. 2008-03-10 01:57
Al Sig.Scotti di Milano,vorrei chiedere: ...ma perchè in Italia c'è sempre questa idea che l'Iran sia un paese terribile...sono stati proprio convincenti i nostri media!Il fatto stesso che Bush e Olmert non perdano l'occasione di minacciare l'Iran per i loro scopi,non le fa venire qualche dubbio?! Mi creda,anche quel che si dice sull'Iran e sugli Ayatullah fa parte della solita propaganda politica...io ci ho vissuto e le assicuro che è un paese DEGNISSIMO...e MOLTO UMANO...fino al punto che la socievolezza e la correttezza degli iraniani(mi riferisco soprattutto a quei religiosi osservanti che da noi sono erroneamente temuti)supera di gran lunga ogni aspettativa... Lei dice:\"il problema è che Israele sta diventando sempre più simile all'Iran\"...MAGARI,dico io,a quest'ora non ci sarebbero più problemi in Medio-Oriente!!! Gli piacerebbe ad Israele essere uno paese a misura di ESSERE UMANO come l'IRAN...con la SUA storia e la SUA cultura... Israele non è nemmeno uno Stato che si è formato in modo naturale...non ha nemmeno confini,visto che via-via si espande,quindi figuriamoci il resto!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# carlo 2008-03-10 10:46
L'articolo è titolato \"Diverse percezioni dell'orrore\". Leggendo i post si constata che la percezione è unica: ben gli stà a Israele! A Gaza dopo l'attentato alla scuola rabbinica si manifestava come a Capodanno, ma questo non scalfisce nemmeno di 1 mm la tetragona certezza di molti. Addirittura qualcuno sospetta connivenze interne (Mossad evidentemente) per indurre lo sdegno e bilanciare le proprie nefandezze. Siamo alla dietrologia della dietrologia. Si paragonano poi le scuole rabbiniche a quelle talebane, esattamente come Pannella con il Vaticano (No Vatican, NO Taleban), facendo quindi un unico fascio di quanti decidono di spendere la vita nello studio filologico del testi sacri. Secondo le tesi dietrologiche, quei giovani studenti rabbinici avrebbero ben presto imbracciato il mitra per andare a Gaza a sparare. Ben gli stà a questi talebani.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# FAbio 2008-03-10 11:02
Ha ragione Silvia, non si paragoni l'Iran all'arabia saudita perfavore!!! Israele é simile all'arabia saudita questo si ma l'Iran si distingue in meglio da questi 2 paesi fondamentalisti !!! E poi in Iran c'é Ahmadinejad, che io adoro :OPPP; perché ha 2 bocce cosi e non ha paura di denunciare i crimini sionisti e soprattutto ha indetto una conferenza mondiale dedicata alla confutazione delle cifre dell'olocausto unico e sacro!!! cosa che nessun altro paese al mondo ha il coraggio di fare!! Sull'attentato alla scuola di terror...ehm milit..ehm bravi studenti askenaziti non mi esprimo, a me interessa la libertà della Palestina e degli arabi di palestina, Palestina libera!!!!!!!!! !!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-10 12:32
Ricollegandomi all'intervento di Carlo d'Albino e rispondendo a Fabio e Silvia K.C., vorrei dire che c'è ben poco da tifare sperticatamente per un paese, l'Iran, così lontano dai valori espressi dal Vangelo di Cristo. Come vedete, cari signori, non sto emettendo l'ovvio panegirico pro-occidente alla Giuliano Ferrara; non sto nemmeno parlando di esportare la demo(no)crazia in quel lontano paese mediorentale. Ma mi indigno - e non poco - quando vedo risventolare certe becere bandiere antisemite insanguinate da decenni di ottusità ed interpretazioni capziose. Facciamo il punto e raccontiamoci la Verità : non sarà certo l'Islam a salvare il Cristianesimo. Il Cristianesimo non annegherà grazie al Figlio di Dio, a Sua madre, al Suo Vicario ed ai veri e sinceri cristiani. Il resto sono teorie esotericheggian ti da strapazzo. Il tifo da stadio per Akhmadinejad - così ben espresso da Fabio - testiomonia come in Italia esista, sia pure sotto la sottile superficie di perbenismo, l'idea viscerale che è meglio parteggiare per i musulmani piuttosto che cercare di convertire gli Ebrei al Verbo di Nostro Signore. E' la stessa solfa che circola nei \"soliti\" blog gestiti dai \"soliti\" noti : arruoliamoci nelle truppe libanesi per combattere Israele. Niente di più lontano dal Vangelo. In quanto Cristiani - forse l'avete dimenticato o peggio rinnegato - siamo tenuti a portare il Vangelo ovunque e da chiunque : in Israele come in Iran; da Olmert come da Akhmadinejad. Sia chiaro un punto : ciò va fatto non per volontà di dominio o per futile orgoglio personale, ma per avvicinare quanto più anime alla Croce del Signore e quindi, si spera, salvarle. E' inutile continuare a confondere il cattolicesimo con le fesserie fasciste o con la lotta di classe marxista. E' una perdita di tempo sperare di trovare nell'Islam, una purezza che - a detta di certe aree di pensiero - il Cattolicesimo ha smarrito. Valuto il Corano per ciò che è : un libro scritto da uomini per uomini, come del resto il Talmud. Nel Cristianesimo è Dio che si fa uomo e viene ad abitare in mezzo a noi parlando in prima persona; nel Giudaismo è l'uomo che deve divinizzarsi amando la Torah e i suoi arbitrari commenti più dello stesso Dio; nell'Islam un uomo, Maometto, riceve notizie ed illuminazioni da un angelo : non ho mai capito - visti gli sviluppi aggressivi avuti da codesta rivelazione - se l'angelo apparso fosse ciò che diceva di essere oppure il Demonio in persona, manifestatosi nella sua ongannevole forma di angelo di luce.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Paolo 2008-03-10 13:02
Quello che piu' mi ha colpito sono gli sguardi gonfi di odio e vendetta dei parenti delle vittime e degli altri studenti. Oltre alle lacrime e al normale dolore, percepivo in quei volti una sete di sangue da soddisfare quanto prima... La rabbia già aveva preso il posto del dolore, volti carichi di vendetta...forieri di nuovo sangue, di altro dolore, di nuove lacrime. Il perdono non è nemmeno evocabile in questa situazione...questo è quello che più mi colpisce al di là dei torti e delle ragioni. Solo il sangue sembra essere l' unica certezza e l'unica \"salvezza\". Da brividi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pino 2008-03-10 14:06
L'impossibilità fisica(muro)di portare aiuti a Gaza e la manipolazione dell'informazione che trasformano la vittima in carnefice, sommata al poco coraggio della moltitudine(io fra questi)coglie due bersagli. Dovrebbe essere chiaro per un cristiano che il nostro prossimo è il popolo palestinese. Una strage di anime musulmane ed una di anime cristiane. Alle politiche de 13 e 14 aprile voterò: BASTA EMBARGO A GAZA!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alessandro 2008-03-10 15:11
Ma come è possibile che non vi sia un solo quotidiano che riporti le notizie correttamente? Capisco le Tv di Rai e Mediaset, ma anche tutte le altre centinaia di private sparse su tutto il territorio nazionale non fanno di meglio. E' vero che la carta stampata è in fase calante a favore di internet ma se esistesse un quotidiano o un settimanale del genere io credo che andrebbe a ugualmente a ruba. Non è ora che qualcuno pensi a colmare questa lacuna?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# AF 2008-03-10 20:55
Importante articolo sui fatti successivi all'attentato contro la scuola rabbinica: Gerusalemme: Nel fine settimana sono state arrestate a Gerusalemme-est otto persone tra cui due fratelli, due cugini e il padre di Ala Abu Dhaim, 25 anni, ucciso giovedì scorso dopo aver ucciso a colpi d
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pinco 2008-03-10 21:43
.....anche con questa disparita` \"un israeliano contro dieci arabi\" se la matematica non e' una opinione alla fine del gioco resteranno solo arabi... non mi sembra che convenga ad Israele proseguire sulla strada della faida. Ma non dicevano che sono tutti dei genii della matematica? Bho...mi sfugge qualche cosa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# FAbio 2008-03-11 11:15
Caro Alessandro io non sono cattolico ne cristiano quindi nel mio intervento la salvezza nel nome del vangelo non è nemmeno lontanamente contemplata!! io non sono religioso!! il mio intervento è squisitamente politico, a livello politico io faccio il tifo per Ahjmadinejad che di coraggio politico ne ha da vendere, ripeto a me interessa solo che la palestina sia libera e chi la difende con interventi e azione politica rientra nelle mie grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Silvia K.C. 2008-03-11 13:59
Salve Sig.Alessandro, lei dice:\"non sarà certo l'Islam a salvare il Cristianisimo\"...Beh,vista la situazione internazionale, io girerei il concetto per renderlo più aderente alla realtà dicendo:\"non sarà certo il Cristianesimo a salvare l'Islam\"...perchè mi sa tanto che dovranno cavarsela da soli 'sti poveri musulmani,visto che nessuno li aiuta!Essere contro il sionismo non significa \"far sventolare becere bandiere antisemite...\",bensì vuol dire essere consapevoli che un movimento distruttivo ed impunito sta prendendo forza nel mondo...oggigiorno,il sionismo attacca i palestinesi ed i libanesi,ma se nessuno lo ferma...un domani chissà...?! Lei dice che sarebbe il caso di portare il Vangelo in Iran...mah,a mio avviso non ce n'è bisogno,perchè ce l'hanno già,difatti ci sono molti cristiani armeni in Iran ed anche molte chiese...e poi,l'Islam non rinnega certo il Vangelo,infatti nello stesso Corano si parla di Esso come di Rivelazione da Dio come misericordia per gli esseri umani...quindi,mi sa che chi non vive secondo i dettami del Vangelo non è certo Akhmadinejad,ma Olmert.Comunque,anch'io non capisco perchè le considerazioni che abbiamo fatto sulla realtà sociale e politica dell'Iran,siano per lei come \"continuare a confondere il Cattolicesimo con le fesserie fasciste o con la lotta di classe marxista\"...del Cattolicesimo ne ha parlato lei,ma nessuno lo ha messo in discussione,nel senso che la situazione che c'è attualmente a Gaza è disumana e non mi pare che ci sia alcun paese(Iran e Libano a parte)ad aiutare i palestinesi...prima di essere ebraica,cristia na o islamica,la questione è UMANA...ma siamo proprio sicuri che un giorno non dovremo vergognarci tutti difronte a Dio l'Altissimo per non aver impedito che un intero popolo venisse massacrato?! Inoltre lei parla del Santo Corano in maniera alquanto spiacevole...Lei è liberissimo di credere quel che vuole,ma il fatto stesso che il Corano sia per i musulmani la Parola di Dio,non le fa avere almeno quel minimo dubbio e di conseguenza quel minimo rispetto che è dovuto a ciò di cui non si ha conoscenza alcuna? Secondo l'Islam è stato Dio l'Altissimo a rivelare a Muhammad(su di Lui la pace)il Santo Corano tramite l'Arcangelo Gabriele...proprio come il Vangelo è stato rivelato direttamente da Dio(SwT)a Gesù(su di Lui la pace)... Sia voi cristiani che noi musulmani attendiamo la Parusìa del Messìa Gesù...che dovrà tornare\"con la spada\"per combattere l'anticristo,quin di dov'è tutta questa distanza?!...e come diceva il Profeta Muhammad(s)perc hè invece di parlare di ciò che ci divide,non parliamo di Ciò che ci unisce:cioè Dio?! IL Giorno del Giudizio ebrei,cristiani ,musulmani...e persino i non credenti,insomm a TUTTI NOI dovremo render conto a nostro Signore per ciò che sta accadendo nel Creato TUTTO! Cordiali Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Fabio 2008-03-11 18:08
Alessandro di castelfiorentin o @Ma mi indigno - e non poco - quando vedo risventolare certe becere bandiere antisemite insanguinate da decenni di ottusità ed interpretazioni capziose Vorrei capire da lei cosa intende per antisemita. Vorrei capire perchè quando si parla di israele e non di ebrei viene fuori questa parola. E' un po come se invece di parlare di italia si parlasse di mafia o pizza.Cosa c'entrano? Il sionismo, l'ebraismo e israele sono concetti completamente diversi, quindi non generaliziamo. Quali sarebbero le \"interpretazioni capziose\"? Attendo una sua risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# luigi 2008-03-11 19:49
Giustizia è fatta: Brevi Belgio - 11.3.2008 18:33:00 Governo dispone risarcimenti per ebrei vittime dei nazisti Il governo belga, in accordo con le banche del Paese, ha deciso di versare 170 milioni di dollari, di cui 60 milioni giungeranno dalle autorità belghe e 85 dagli istituti di credito, come risarcimento ai sopravvissuti dell'olocausto, e ai familiari delle vittime che negli anni della seconda guerra mondiale hanno perso tutti i loro beni. Eli Ringer, il vice presidente del comitato di restituzione dei patrimoni ebraici, ha dichiarato che \"in un certo senso, giustizia è stata fatta\". Cinquantaquattr o milioni di dollari saranno destinati a risarcimenti individuali, mentre il resto andrà alle associazioni ebraiche rivolte ai poveri e al mantenimento della memoria storica degli orrori dell'olocausto. Circa 50 mila sono gli ebrei che risiedevano in Belgio nel 1930 e la metà è stata uccisa dai nazisti. http://www.peacereporter.net/default_news.php?idn=48933
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-11 23:16
Rispondo ai concetti espressi da Fabio e Silvia cercando di essere il più chiaro e conciso possibile. Fabio, io mi sforzo di inquadrare i problemi mondiali tenendo fra le mani il Vangelo : non è un paraocchi perchè è Parola di Vita, nonostante gli sbagli di diversi membri della Chiesa di Roma. Ecco perchè non tributo nessun obolo di simpatia verso qualunque regime politico. Ecco perchè i Cristiani hanno patito secoli e secoli di persecuzioni. Il black out avuto dall'ekklesia durante il periodo dell'Inquisizione o durante il Concordato non trasforma - de jure - il Cattolicesimo in un rimasuglio religioso debole, gretto ed inadatto a guidare le anime verso la salvezza. Non dimentichiamo che la Chiesa passerà - nel maggior acme di potere luciferino - con la venuta dell'Anticristo una passione ed una persecuzione violenta come il suo fondatore. Non possiamo, noi cristiani, accettare il guanto della sfida ai vertici dei poteri del mondo; non dobbiamo usare le stesse armi del Nemico di sempre; non vogliamo terre, medaglie o scenografie da Soviet supremo : cerchiamo, in fondo, in Gesù Cristo il coronamento di tutte le umane - sia pure imperfette - aspirazioni alla Verità, alla Giustizia, al Perdono e all'Amore verso il nostro prossimo. Il mio intervento nei suoi confronti, Fabio, ha queste basi; i miei pilastri - anche se lei crede diversissimi dai suoi - sono quelli che hanno tenuto insieme gli uomini che hanno da sempre creduto e sperato in un Dio veramente grande da abbracciare il Cielo e la Terra. Ma questo Dio, incognita insondabile per millenni, ad un certo punto sceglie delle persone - variamente chiamati Ebrei ma realmente somma di diverse estrazioni etniche soggiornanti in Egitto -, li conduce mediante Mosè - tardo di lingua ed umile nel cuore - in un'altra terra e la concede loro. L'errore più grave fatto fin dagli inizi da parte di codesto popolo, è stato quello di accovacciarsi arrogantemente su stesso escludendo altri meritevoli dell'alta rivelazione sinaitica; l'altra macchia è quella legata all'aver spostato la devozione e la fede, da Dio al Talmud. Tutte e due assieme portano alla non più procrastinabile discesa dell'Emmanuel - Dio è con noi - nella Galilea di 2.000 e passa anni fa. L'infedeltà di scribi e farisei tollerata da Dio è stata tanta; ciononostante con l'apparizione del Suo Figlio prediletto egli da ancora una chances a coloro che gli sarebbero dovuti stare più vicini grazie alla vecchia Allenza. Trovato un diniego cieco, occluso da secoli di malversazione e apparentamento con dottrine e poteri secolari di squallida natura, Domeniddio ha mostrato che la via per giungere a Lui transita SOLO PER SUO FIGLIO. Come si può quindi sventolare la bandiera dell'Iran in alternativa ad altre che sarebbe meglio non tenere nemmeno nella cassapanca?! Come si può ancora sdoganare l'Islam attutendo l'irascibile sdegno, quando va bene, dei vari ulema quando li si pone di fronte alla Verità suprema della Resurrezione di Cristo?! Vedete, cari signori, io sono cristiano e non ho necessità di integrare il mirabile ed intangibile Verbo Divino del Cristo con le fascinazioni, sia pure filosoficamente ben strutturate, del Sufismo o di certo islamismo di frangia. Non porto alla sbarra il Vangelo per decretarlo colpevole di mancanze \"terrene\" di cui Nazismo, Fascismo e Comunismo sono così ben provvisti. La zavorra che si porta addosso il fenomeno maomettano è sempre stata la stessa sin da principio : l'uomo Maometto pretende di correggere e completare la rivelazione del Dio fatto Uomo Gesù di Nazareth. Aveva ben donde, il buono ed eccellente Dante, a porre \"il Profeta\" fra i fomentatori di discordie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luca L. 2008-03-12 00:32
Antisionismo = Antisemitismo leggete e deliziatevi: http://www.keshet.it/rivista/sett-ott-03/pag2.htm Che gente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Silvia K.C. 2008-03-13 00:07
Sig.Alessandro di Castelfiorentin o, lei pur di non parlare di sionismo,sposta sempre l\`argomento sul piano religioso...mi pare che non prenda minimamente in considerazione la crudele realtà sionista che i pelestinesi sono costretti ad affrontare ogni giorno,quindi le cose sono due:o non è informato,oppur e secondo lei è del tutto irrilevante e chissà,magari i palestinesi se lo meritano pure quello che accade,visto che \"l\`uomo Maometto-fomentatore di discordie\" ha osato \"correggere e completare la rivelazione del Dio fatto uomo Gesù di Nazareth\"... Lei svilisce l\`Islam riducendolo nella definizione:\"fascinazioni,si a pure filosoficamente ben strutturate del sufismo o di certo islamismo di frangia\"...il sufismo,ma figuriamoci!...come se ogni giorno non fossero da esempio di \"eminente qualità islamica\" dei perfetti campioni di lotta antisionista come:Ahmadineja d,Khamenei,Nasr ollah,Fazlollah ...ecc.ecc,mi fermo qua perchè la lista è lunga!!! Lei dice di essere cristiano e parla di Verità,Giustizi a,Perdono,Amore ...Vangelo,eppure nella sostanza dei suoi concetti,non c\`è il benché minimo riflesso della tanto luminosa e pregevole piètas tipica dei cristiani...chissà se l\`\"INFORMAZIONE\" che lei ha del Cristianesimo è realmente \"CORRETTA\"... Non attendo una sua risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Igor Mangano 2008-03-14 21:17
Il numero di commenti da l\`idea dell\`importanz a dell\`argomento ... Dio nel Sacro Corano dice che le profezie si compiranno così come sono state rivelte. Verrà l\`Anticristo contemporaneame nte al Cristo. Il primo AVRA\` UN SOLO OCCHIO (singolare il collegamento con il famoso simbolo massonico statunitente di ben più remotra matrice...) e avrà il potere di fare magie al di là della concezione umana. Presenterà all\`uomo il paradiso sulla terra e si rivendicherà Dio, e vorrà essere adorato nel Tempio. Il Cristo, perfetto musulmano (ricordiamo che \"muslim\" significa \"sottomesso a Dio\") sarà alla testa di coloro che avranno un segno sulla fronte e saranno tra i puri (il musulmano sviluppa un segno naturalmente negli anni come conseguenza della sua preghiera..), combatteranno la Bestia e Dio farà scendere schiere di Angeli che squarceranno i sette cieli e sconfiggeranno Satana. Tutto quello che accade serve per avverare le profezie. Allah dice: \" Essi (i malvagi) tramano, ma Io sono il migliore ad ordire trame!\". Ciò significa che tutto convolgerà matematicamente alla venuta dell\`Anticrist o e del Cristo salvatore, ed alla vittoria certa di Dio. Egli sa, e noi non sappiamo. Mi sottometto umilmente al Suo volere...!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-17 18:16
Rispondendo A Silvia K.C. ed allargando l\`orizzonte del discorso, noto con sommo dispiacere che le risposte di giudei, musulmani, esoteristi ed amanti dell\`Oriente asiatico si somigliano tutte in maniera pedissequa. Ogni volta che si dice che Gesù è il Figlio di Dio ed il Vangelo è l\`unica rivelazione, in perfetto e totale spirito di verità, proveniente da Dio salta subito per aria la \"santabarbara\" dell\`anticrist ianesimo. Io, forse ha letto male o distrattamente, sono contrario al sionismo ma parimenti, con lo stesso ardore fideistico ed appassionato, combatto contro il ritorno del califfato e/o la manifestazione del 12° imam sciita. Pur con le dovute differenze, voi musulmani lottate come gli erbei spinti da un pericoloso e satanico messianismo terreno. I musulmani immaginano un Cristo in palandrana verde come Muhammad, armato di scimitarra per far fuori quanti più peccatori possibile; gli Ebrei sognano ad occhi aperti un messia terreno che gli porterà il regno delle fiabe dove la morte non sarà più e ci sarà abbondanza di cibo per tutti. Neanche avesse la pentola d\`oro sotto il braccio. Giudei e Musulmani devono aprire il loro cuore a Cristo chiedendogli perdono ed abbandonare le false vie che portano all\`errore e alla divisione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Contra factum non datur argomentum
George Orwell con geniale e profetico intuito, previde l’oscuramento delle coscienze, il tramonto della civiltà, l’impostura e apostasia dalla verità che viviamo, quando scrisse “nel tempo...
I luminari non contaminano la loro purezza istituzionale col MDB
Facendo una ricerca sulla massima banca dati biomedica www.pubmed.gov sul tema “somatostatin and somatomedin“ (somatomedin o IGF1 è il principale fattore di crescita tumorale direttamente...
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità