>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Bombe su una popolazione inerme, senza nemmeno rifugi in cui nascondersi
Stampa
  Text size
Ecco cosa è accaduto realmente a Gaza

Pregate per le persone innocenti di Gaza... Che Allah li protegga.

I media ovviamente si guardano bene dal diffondere questo materiale

 

Autore > Mohammed Suleman Khan

Fonte >
YouTube


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# maxim 2012-11-23 09:06
Il piccolo satana ha le spalle adeguatamente coperte dal grande satana: ecco perchè agisce indisturbato. Ieri sera il ministro noachide dalla gruber ha detto testuale che bisogna garantire la sicurezza di israele a tutti i costi.
Stendiamo un velo pietoso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alberto48 2012-11-27 17:01
La stessa Gruber che chiede a Monti se è massone e lui cade dalle nuvole
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sierrapapa 2012-11-23 09:09
I media ovviamente si guardano bene dal diffondere questo materiale
I media fanno semplicemente schifo. Sono tutti in mano ai sionisti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Larry06 2012-11-23 11:56
Assassini!!! Che Dio Padre misericordioso benedica quei piccoli martiri innocenti e tutto il popolo di Gaza e Palestina!
Per quanto riguarda l'occidente terminale complice dei sionisti e i suoi media, scusate ma mi viene il VOMITO!
ma Dio vede e provvede!
Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Karl 2012-11-23 14:14
Nei commenti su Youtube (ma lo avevo notato anch'io) dopo il lancio della prima bomba la gente invoca Dio, subito ! Una scena che, aggiunta a quelle dopo strazianti, mi continua ad interrogare sulla mia Fede e sulla necessità di affidarsi totalmente a Lui !
L'Uccidente ormai ha rinnegato Dio e questi sono coloro che Lo testimoniano. Vicini a Cristo (anche se sono musulmani e che comunque venerano e pregano).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-24 02:07
Io mai invocherei un Dio dal quale è sorta questa gentaglia, dal quale sia stata partorita questa idea omicida. Mai! nel caso lo maledirei per le efferatezze che ha lasciato compiere all'uomo...e non mi si venga a dire che ci ha lasciato la volontà di decidere tra il bene ed il male, perché sia bene che male, visto che dio è creatore di tutte le cose, sono anche un suo prodotto così come il potere di decidere. Noi siamo creazione di dio, quel dio, ma allora io sono, come nel film di Allen un alieno!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zampano 2012-11-24 23:13
questo è un modo alquanto semplicistico e perciò stupido di affrontare la cosa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-25 02:57
Stupido... è colui che stupisce e non quello che subisce.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Danielbol71 2012-11-23 17:31
E' proprio il popolo maledetto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sultano 2012-11-23 18:47
Ricordiamoci di queste scene, quando vediamo i vari Tg, Pagliara in testa, con le sue vomitevoli menzogne. Siccome il "corrispondente" (pagato con soldi pubblici) ha pure i suoi "canali", ci si può rendere conto di come la sua versione (cioè quella che gli commissionano) sia lontana anni luce della verità.
Pagliara su YT: http://www.youtube.com/user/claudiopagliaravideo?feature=results_main
sito personale: http://www.claudiopagliara.it/
Twitter: https://twitter.com/ClaudioPagliara (da cui è possbile vedere alcuni suoi "capolavori" confezionati per il Tg1)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Axia 2012-11-23 21:52
Pregate, Pregate, Pregate !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2012-11-24 00:22
Israele si dichiara l'unica democrazia del Medioriente. Ha ragione, infatti mi risulta che i più infami bombardamanti sui civili siano da oltre 70 anni una specialità delle democrazie. Con qualche eccezione che conferma la regola.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-24 01:51
Per chi non lo sapesse, al quarto minuto del video, proprio quando si vedono tantissime persone che raggiunto un punto ben preciso si mettono a cercare in mezzo alle macerie, lo fanno perché sapevano che proprio in quel punto c'era un asilo!...E gli israeliani sapevano benissimo cosa avrebbero colpito!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-24 02:04
Ho pianto con i singhiozzi...nel vedere quei piccoli bimbi piangenti, sofferenti, innocenti, puliti, lindi, candidi, come dei fiocchi di neve in una mattina di inizio primavera...si sono sciolti, lacerati, scomparsi. Il loro destino s'è compiuto per mano di alcuni figuri, di criminali sostenuti anche dai nostri ebrei-sionisti italiani e dai nostri più infami giornalisti a cominciare da Pagliara, uno tra questi quell'infame di Pacifici che merita pene peggiori di quelle che hanno sofferto queste persone, poiché dal calduccio della sua casa si erge come giudice, come profeta di una genia di criminali, di gentaglia prezzolata, coperta da una banda di lazzaroni ricchi di denaro, ma poveri nell'anima. Auguro a lui, alla sua famiglia e a tutti i suoi discendenti fino alla sesta generazione, se mai l’avesse, che possano perire nel peggiore dei modi e nelle sofferenze che solo Dio può permettere.

Per quella gente di Gaza, colpevole solo di essere indicata da un dio infame omicida che anche la nostra religione indica come padre creatore di tutte le cose, ma della quale io mi dissocio completamente, non posso che condividere il dolore e la tristezza per questi eventi che non potranno essere cancellati solo con il sangue stesso dei loro aguzzini. Pietà zero!

Purtroppo, mio malgrado mi rendo conto che queste cose sono una infinitesima parte delle efferatezze che si compiono nel mondo in nome di un potere, di una religione, di un comando. In tutto il mondo, ora, succedendo queste cose e questo breve ma intenso filmato non rende giustizia a nessuno. Pensiamo ai paesi orientali lì dove i massacri si compiono nel silenzio totale della stampa, al Congo, alla Nigeria, allo Yemen, in Cile, in Perù. E solo per una cosa; denaro!

E’ uno schifo immane, odioso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zampano 2012-11-24 23:14
Dies Irae, Dies Illa...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# oriundo06 2012-11-26 19:13
Il 'dio' degli ebrei è solo il loro e per loro: non capire che Gesù e Maometto ( nonchè parte dei profeti della Bibbia ) tentarono una 'conversione' religiosa degli ebrei volendo allontanarli da questo 'dio' infame, indicando che il Vero ed Unico Dio è Bene ( Sommo Bene: Amore, Pietà, Compassione, Misericordia ) è non aver capito NULLA di duemila anni di storia umana. Marcione o non Marcione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2012-11-24 14:26
pelzen hai ragione, ma il denaro per costoro è solo un mezzo, il loro dio è altra abominevole cosa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Policarpo 2012-11-24 14:27
P.S. mandate anche questo video a Padre Livio Fanzaga.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sivispacemparabellum 2012-11-24 15:56
Basta con la DEMONOCRAZIA, il loro dio (minuscolo) è il diavolo e và ricacciato agli inferi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# saro 2012-11-24 22:10
Bisogna aspettarsi che questi mentecatti riserveranno lo stesso trattamento non solo verso i palestinesi ma anche verso tutta l'umanità intera che considerano "merda di dio".
Se le cose si volgeranno al peggio non esiteranno a sacrificare con un olocausto nucleare il mondo intero e ne hanno i mezzi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# saro 2012-11-24 22:10
Bisogna aspettarsi che questi mentecatti riserveranno lo stesso trattamento non solo verso i palestinesi ma anche verso tutta l'umanità intera che considerano "merda di dio".
Se le cose si volgeranno al peggio non esiteranno a sacrificare con un olocausto nucleare il mondo intero e ne hanno i mezzi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# saro 2012-11-24 22:10
Bisogna aspettarsi che questi mentecatti riserveranno lo stesso trattamento non solo verso i palestinesi ma anche verso tutta l'umanità intera che considerano "merda di dio".
Se le cose si volgeranno al peggio non esiteranno a sacrificare con un olocausto nucleare il mondo intero e ne hanno i mezzi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ric 2012-11-24 22:57
forse questo articolo potrà illuminare ulteriormente i residuali uomini di buona volontà

IL NEW YORK TIMES SPIATTELLA LA VERITÀ
I BOMBARDAMENTI AERONAVALI SU GAZA PER COLLAUDARE LE NUOVE ARMI ISRAELIANE IN VISTA DELL’IMMINENTE GUERRA ALL’IRAN

LA SANGUINOSA OPERAZIONE DI OTTO GIORNI COORDINATA DA MESI CON GLI STATI UNITI

di Lucio Manisco


“Per Israele il conflitto di Gaza è un “test” del confronto con l’Iran”. Questo il titolo dell’inchiesta pubblicata oggi dal New York Times sulle vere motivazioni che hanno indotto Benjamin Netanyahu a scatenare una pioggia di morte e di distruzione su un milione e mezzo di palestinesi (175 morti, 1.400 feriti): “Il conflitto che si è concluso, per ora, con la cessazione del fuoco tra Hamas e Israele ha avuto l’apparenza dell’ultimo episodio di una periodica prova di forza – scrivono David E. Sanger e Thom Shanker, autori dell’inchiesta – ma secondo funzionari americani e israeliani è stata evidenziata una seconda pianificazione strategica. Lo scontro è stato qualcosa di simile ad un preambolo pratico di ogni futuro confronto con l’Iran in cui hanno avuto un evidente ruolo dei razzi potenziati capaci di raggiungere Gerusalemme e nuovi sistemi antimissilistic i per neutralizzarli.”
L’articolo del quotidiano newyorchese stende un pietoso velo sulle finzioni propagandistich e di Gerusalemme, zelantemente condivise dai mass media occidentali, secondo cui l’ultimo eccidio di civili a Gaza sarebbe stato provocato da qualche razzo Kassan caduto sugli insediamenti ebraici nei territori occupati. “Nella realtà – si legge nell’inchiesta – il primo colpo del conflitto degli otto giorni tra Hamas e Israele a rigor di logica è stato sferrato un mese prima su Khartoum, capitale del Sudan, con un’altra misteriosa conflagrazione nella guerra di ombre contro l’Iran”. Viene così sottolineato come la denuncia sudanese secondo cui quattro caccia bombardieri israeliani avrebbero distrutto un deposito di missili a medio raggio Fajr di fabbricazione iraniana destinati ad Hamas sia stata poi convalidata da fonti ufficiose americane e di Gerusalemme. Sanger e Shanker citano poi una fonte insospettabile , Michael B. Oren, storico militare e ambasciatore di Israele a Washington: “Nella crisi missilistica cubana – ha dichiarato ieri l’altro il diplomatico a Washington – gli Stati Uniti non affrontarono Cuba, ma l’Unione Sovietica. Nell’operazione Pilastro Difensivo Israele non ha affrontato Gaza, ma l’Iran”.
Analogia impropria, si legge sul New York Times, perché allora l’Unione Sovietica stava cercando di trasferire a Cuba un arsenale nucleare, mentre a Gaza i razzi e alcuni loro componenti erano convenzionali, e per giunta imprecisi come hanno rivelato fonti israeliane.
Dall’inchiesta si desume che Israele ha deliberatamente provocato il lancio di missili a corta gittata Kassan e a media gittata Fajr sul proprio territorio per testare su un piano operativo di guerra il suo sistema antimissilistic o “Cupola di Ferro” basato nei pressi delle centrali nucleari di Dimona (con circa 400 ogive atomiche e termonucleari e altrettanti vettori intercontinenta li e a medio raggio) e intorno a Tel Aviv e Gerusalemme. Il sistema, composto da Patriot di nuova generazione del costo di 275 milioni di dollari, è stato fornito ad Israele dagli USA, facendo salire a circa tre miliardi e mezzo di dollari il finanziamento annuale del contribuente americano alla difesa dell’alleato mediorientale. Secondo fonti governative di Gerusalemme “Cupola di Ferro” avrebbe intercettato 350 razzi lanciati da Gaza, nessuno diretto su centri abitati, con la distruzione dell’88% dei bersagli (secondo fonti ufficiose di Washington il sistema avrebbe funzionato solo per il 30%, data anche la traiettoria imprecisa e imprevedibile dei missili di Hamas).
L’inchiesta del New York Times pone in luce la stretta collaborazione tra Washington e Gerusalemme nei preparativi dell’offensiva contro Gaza e di quella a più ampio raggio prevista per i prossimi mesi contro l’Iran: vengono citate le manovre aeronavali USA-Israele dello scorso ottobre con il rifornimento in volo degli aerei con la stella di David e quelle con il concorso degli Emirati Arabi e del Regno Saudita nel Golfo Persico.
Una finzione quindi la “energica mediazione” del Segretario di Stato Hillary Clinton per ottenere la cessazione del fuoco. Anche quella del presidente egiziano assume un significato diverso se è vero che gli obiettivi delle devastazioni e degli eccidi a Gaza sono stati temporaneamente raggiunti, che l’analisi dei risultati richiede un minimo di due settimane, che la mobilitazione di 75.000 riservisti israeliani e lo schieramento di 200 carri armati sulle frontiere meridionali non prevedevano l’invasione del territorio controllato da Hamas, ma facevano parte delle manovre militari in vista di un ben più catastrofico grande conflitto mediorientale.
Il tutto naturalmente nel diritto dello stato ebraico a difendere i suoi cittadini dall’aggression e dei terroristi della striscia di Gaza, un diritto esaltato dalla stampa e dalla televisione occidentali. Deliranti a questo proposito i titoli e gli articoli del Corriere della Sera del 22 novembre u.s.: “Gaza, stop alle incursioni e apertura dei valichi”, “La firma dell’Egitto sulla pace di Obama”, “Essere padre in un paese (n.d.r.: Israele) eternamente vulnerabile”, “…sangue e terrorismo”, “Israele è più sicuro. Hamas è a un bivio” e poi a pagina 40 più di ogni altro dissennato anche se prevedibile l’intervento di Bernard-Henry Levy che se la prende con quei pochi che criticano Israele. Il titolo: “Hamas, un drappello di eroi per i soliti indignati d’Europa”.


Lucio Manisco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-25 03:00
Interessante questo: http://4realinf.wordpress.com/2012/11/24/war-game-of-gaza/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2012-11-25 03:26
Vi confesserò una cosa sulla quale ho molta vergogna. Non ho figli mio malgrado. L'unico che ebbi lo uccisi con un semplice aborto (ero giovane e stupido). Ora non ho che me stesso, la mia donna, e avevo tre gatti, una femmina e due maschi. La gattina si è ammalata ed è morta di linfoma. Era la mia bambina, la mia piccola ed adorata bimba. Lei capiva ogni cosa del mio umore, molto più della mia compagna, sapeva leggere lì dove gli umani hanno perso ogni concezione di natura ed amore. Sapeva aspettarmi e pazientemente mi redarguiva, anche sguaiatamente, quando a volte ritardavo. Ma era la mia adorata bestiola sulla quale mai avrei pensato di soffrire, mai!
La accompagnai nel suo ultimo tragitto di vita che le era rimasto. Era dimagrata di molto e i veterinari insistevano che non c'erano più speranze. Mi appellavo alle conoscenze medico che avevo e condividendole con i veterinari capivo che la speranza era la mia ultima delle illusioni.
Ci guardavamo negli occhi ed i suoi erano sempre più assenti, opachi, lontani, ma a volte furiosamente vicini ai miei: aveva l'ardore di vivere, di sopravvivere alla malattia che la stava consumando. Un giorno di luglio, esausta e spossata dall'incapacità di respirare per un ennesimo versamento polmonare, decidemmo di "ammazzarla". Mai e poi mai voragine di dolore si aprì così dolorosamente nella mia mente e nella mia vita come da quel momento; fu come accoppare parte della mia vita, della quale ero disposto anche a rinunciare pur di averla in vita, quella piccola e innocua bestiola che sempre mi aveva dato il suo caloroso affetto. Mi chiesi più volte: ma un figlio, se avessi avuto avuto veramente un figlio, l'avrei ammazzato? Perché ho fatto questo per questa creatura infinita e buona come lo era la mia piccola?

Ora, visto quel video, ho pianto ancora, ho visto quei bimbi straziati, doloranti e spiranti dalla vita alla morte, senza soluzione di continuità. Ho visto quei genitori, quelle mamme, quelle urla, quei gemiti esalati nell'ultimo respiro di vita per ricongiungersi nel seno di nostra madre e di Dio. Ho pianto, ed ho visto la mia piccola bimba e che con il suo amore senza condizioni mi ha abbandonato , che si è rasserenata nel suo ultimo respiro di vita.
Dio l'accolga nel suo immenso amore e la faccia attendere la mia venuta così' come accolga la vita di quei poveri bimbi e di quelle persone mutilate di un futuro così infame.
Perdonate il mio sfogo...e so come i cattolici considerino le bestie (l'esempio della bibbia dovrebbe essere bandito), ma ogni animale, ogni nostro compagno, è un'anima che ci accompagna nel percorso della nostra vita, e a loro va il massimo rispetto sopra ogni cosa per la semplice ragione che mai essi chiedono un conto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# saro 2012-11-25 12:09
Una possibilità di salvezza per l'Iran sarebbe quella di dotarsi di armi di deterrenza anche atomiche con un vastissimo arsenale di missili balistici di precisione.
Non credo che che iron dome possa intercettare tra mille missili lanciati simultaneamente proprio quello che potrebbe contenere una ogiva atomica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-27 01:13
Citazione saro:
Una possibilità di salvezza per l'Iran sarebbe quella di dotarsi di armi di deterrenza anche atomiche con un vastissimo arsenale di missili balistici di precisione.
Non credo che che iron dome possa intercettare tra mille missili lanciati simultaneamente proprio quello che potrebbe contenere una ogiva atomica.

No, la bomba atomica è contro l'umanità tutta, quindi non può essere considerata una linea difensiva...e la guida suprema Ayatollah Khamenei fece già diversi anni addietro una fatwa contro la bomba atomica. Seguendo questa linea, durante un convegno internazionale, Ahmadinejad chiese a tutti i governi che le detengono d'intraprendere la via dello smantellamento, ma la richiesta rimase del tutto inascoltata!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# saro 2012-11-28 01:27
Questi governi non si fanno scrupoli morali, calcolano quali sono i rapporti di forza;
nei decenni scorsi una delle due superpotenze non ha aggredito l'altra perchè c'era uno equilibrio militare che stabiliva la certezza della mutua distruzione in caso di attacco proditorio di una delle parti.
Nel caso dell'iran vale lo stesso discorso:russia ,cina non permetteranno che venga alterato un equilibrio geopolitico vitale per loro.Indirettamente l'iran è protetto finora mediante i missili atomici russi e cinesi.
Però,penso,che esista il legittimo diritto alla difesa autonoma anche sviluppando armi di dissuasione psicologica, in modo che l'avversario sappia che anche esso verrebbe distrutto; il detto latino ci dice "si vis pacem parabellum" che purtroppo è diventato ancora più attuale nei nostri tempi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ettore54 2012-11-25 23:22
Perchè il Papa sta zitto su questi efferati crimini?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ric 2012-11-26 14:22
il breve commento di Saro, nella sua crudezza, mette i brividi; possibile che il mondo intero rimanga inerte contro il paese (ed il loro complice) che può davvero decretare la fine del pianeta?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Non serve il nome 2012-11-27 12:31
Quando vedo queste immagini sono sempre più convinto che non esista un dio e nemmeno un allah. Ma queste immagini sono in loro onore. L'unica cosa che genera davvero la religione (oppio dei popoli) è l'odio. Alla stregua del tifo calcistico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# eLahi 2012-11-28 00:38
Citazione Non serve il nome:
Quando vedo queste immagini sono sempre più convinto che non esista un dio e nemmeno un allah. Ma queste immagini sono in loro onore. L'unica cosa che genera davvero la religione (oppio dei popoli) è l'odio. Alla stregua del tifo calcistico.

No, è il contrario: la distruzione che ha visto è il risultato della miscredenza e dell'odio generati dalla mancanza di religione...ma non si vede solo orrore e disperazione, nel video si vedono anche tanto coraggio, forza di sopportazione, bontà e generosità d'animo nonostante tutto...ecco è tra coloro che esprimono queste qualità che si percepisce la prossimità a Iddio! Quanto orrore c'è in coloro che distruggono e terrorizzano, ma quanta bellezza c'è invece in chi patisce e resiste con l'aiuto d'Iddio!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# saro 2012-11-28 00:56
Non sarebbe poi così una grande tragedia se si finisse questa agonia di una umanità infelice diventata una cosa materiale, nell'assordante assenza di qualsiasi divinità.
Forse il mondo può esistere anche senza l'uomo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gio66 2012-11-30 01:05
Sono d'accordo con Saro.

Oramai, l'umanità, è giunta ad un punto tale di malvagità e disumanità da non meritarsi più il dono della Vita.
Confidiamo in provvedimenti Divini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Hadrian, London 2012-12-20 16:28
I Nazisti utilizzavano 1:10 ( vedi Fosse Ardeatine )
Lo stato ebraico utilizza 1:100 ( vedi articolo del prof. Odifreddi su Repubblica )

Chi è peggio nei crimini contro l' umanità ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Capitano Skorzeny 2013-01-08 20:42
Hadrian...volevo citare io quel rapporto vittime, ma farlo seguire da questo ragionamento: i nazisti utilizzavano tale rappresaglia SOLO quando attaccati e permettevano che si utilizzasse in larga parte condannati a morte, criminali, comunisti o ebrei che è la stessa cosa...ISRAELE usa questo rapporto vittime attaccando PER PRIMO!!! Non confondiamoci, inoltre i nazisti erano in guerra contro 3 superpotenze mentre ISRAELE è in guerra contro i più deboli e disgraziati del mondo...meditate
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità