>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Ritiro quaresimale per omosex
Stampa
  Text size
«Arriveranno dalla Sicilia alla Valle dAosta, da grandi città e da piccoli centri per conoscersi, raccontarsi e scoprire insieme i segni di speranza che albergano nelle loro vite. Sono le donne e gli uomini credenti ed omosessuali che parteciperanno al II Forum dei Cristiani Omosessuali Italiani (FCOI), che avrà luogo da venerdì 30 marzo al 1 aprile 2012 ad Albano Laziale (Roma).

Diamo un po
le cifre di questo evento biennale, unico in Italia, in cui sono coinvolti 30 volontari, 17 gruppi di credenti omosessuali, il progetto Gionata (www.gionata.org), NoemiForum e cinque gruppi di lavoro tematici.

Tre giorni in cui sono previsti due laboratori interpersonali per uomini e donne (il venerdì), due workshop di discussione tematici (il sabato), momenti di preghiera comunitaria, uno stand librario e lincontro-dibattito con il teologo Vito Mancuso, autore di numerosi saggi tra cui Io e Dio’ (2011, Garzanti) e La vita autentica’ (2009, edizioni Cortina Raffaello).

Ma il Forum 2012 non sarà solo un momento dincontro di storie e cammini di fede ma sopratutto cercherà di far riflettere i partecipanti sul cammino quotidiano, presente e futuro, dei cristiani omosessuali italiani perchéLe cose vecchie sono passate: ecco ne sono nate di nuove’ (2 Corinzi 5, 17)». (Gay e lesbiche cristiani s'incontrano al Forum di Albano - 30 marzo/1 aprile 2012)

Il nome del menzionato teologo, di cui già ci occupammo, credo che possa già rappresentare una garanzia sulle modalità e sui contenuti di tale incontro di formazione. Ora, occorre precisare. L’incontro si terrà presso i Padri Somaschi; anche qui, abbiamo una bolla ecclesiastica.

La cosa in sé potrebbe rappresentare una buona iniziativa, se potesse essere mezzo utile al fine della conversione dalla vecchia alla nuova vita. Purtroppo però, in perfetto Mancuso style, il sito portavoce di tale progetto tradisce il pensiero che anima le sue convinzioni: non rinunciare al peccato, ma confidare nella grazia divina. Questo perché occorre dare, secondo costoro, spazio alla divina Misericordia. Il tutto, ovviamente, condito da citazioni bibliche! Quelli contro il vizio impuro contro natura (chiamiamolo per quel che è!) sono solo una «manciata di passi»! sostengono trionfanti! La vecchia teologia della Chiesa è da rivedere, approdando a più «umane» rassicurazioni spirituali. Come può Dio condannare l’amore fisico anche se verso lo stesso sesso? Queste, le farneticazioni strampalate di disperanti ragionamenti utilitaristici, miranti all’unico fine di giustificare le proprie malefatte.

Che dunque? Non dobbiamo avere misericordia del peccatore? È chiaro! Lo siamo tutti! È necessario usare misericordia e comprensione! Quel che è invece contro la carità è ingannare il peccatore lasciandolo agonizzare nel letto della sua patologica situazione, senza porgergli il rimedio che gli renderebbe la vera pace e la vera salute.

Questo è ancor più vero nel caso di specie, dove le argomentazioni di tali grandi teologi si fondano su asserti non provati. Fondamentalmente la linea apologetica dell’omosessualità libera e cristiana viene giustificati su questi due postulati:

1) omosex si nasce;
2) Dio perdona anche se pecchi.

Che l’omosessualità sia geneticamente determinata è cosa tutta da provare. Ma anche qualora fosse, si tratterebbe comunque di una deviazione patologica (se volete genetica) del percorso della natura. Da cosa ricavo tanta sicumera? Il rapporto omosessuale non è fecondo, non porta alla vita, ma all’estinzione: una cosa del genere non può che essere patologica. Ma sappiamo che nel 99% dei casi, questo non si verifica: omosessuale si diventa, non si nasce.

Il secondo argomento è ancora più sottile. Dio perdona sempre e perdona chiunque e qualunque peccato. Sappiamo, però, che il peccato contro lo Spirito Santo non riceve perdono in eterno. Che tipo di peccato è questo? La casistica teologica identifica una serie di fattispecie. Ci interessa tuttavia ricordare che l’atteggiamento di fondo di ognuno di questi sia la stessa avversione al perdono: pensare di salvarsi senza merito, credere di non aver bisogno di conversione è rendere Dio bugiardo. Lo insegna San Giovanni nell’epistola. Se diciamo di non essere peccatori, assegniamo la menzogna su Dio. Questo ci pone in un atteggiamento di chiusura verso l’effusione della divina Misericordia. In pratica si verifica l’esatto contrario di quanto auspicato dai teologi pro omosex!. Dio perdona, certamente!, ma occorre chiedere il perdono!

Cade, in questo modo, tutto il castello di carta costruito a difesa dell’atto omosessuale cristiano, frutto del migliore e più atletico pensiero modernista, che null’altro è, se non piena coincidenza col lievito dei farisei. La vita sessuale cristianamente vissuta è molto semplice; essa si fonda su pochi presupposti essenziali. Se cadono quelli, tutto il mondo della purezza viene meno e deve ricevere giustificazione ipocrita, scaturente da una dissociazione dislessica della vita dello spirito. Essere cristiano significa amare; l’impurità rende l’uomo incapace di amare.

Invito tutti gli omosex a vivere una Santa Quaresima, convertendosi di cuore a Dio, senza ipocrisie o inutili, dannose debolezze.

Stefano Maria Chiari




L'associazione culturale editoriale EFFEDIEFFE, diffida dal copiare su altri siti, blog, forum e mailing list i suddetti contenuti, in ciò affidandosi alle leggi che tutelano il copyright.   


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# cgdv 2012-03-14 09:35
A me hanno insegnato che Dio perdona se ci si emenda dai propri peccati con il sincero proposito di non peccare più, o se nel momento supremo ci si pente per aver offeso Dio.
Certamente se si considera l'omosessualità non un peccato ma una possibile condizione umana, moltissimi vengono e verranno trascinati nell'errore. Tuttavia, queste sono le aberrazioni che ci vogliono imporre rispetto alla morale di sempre. Infatti per legge simili considerazioni potrebbero essere intese come discriminazioni perseguibili.
In pratica si vogliono statuire presunte libertà, imponendo per contro restrizioni ai principi religiosi comuni. Per questo, si cerca di inculcare oltre che lo stravolgimento del principio anche la prova mediatica che la Chiesa in definitiva è ipocrita gonfiando enormemente i casi nel suo seno.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALANODELLAROCCA 2012-03-14 09:41
Il peccato prolifera nell'uomo perché il peccato trascina al peccato, e la sua ripetizione genera il vizio. I vizi, essendo il contrario delle virtù, sono abitudini perverse che ottenebrano la coscienza e inclinano al male. I vizi sono collegati ai sette vizi capitali, tra cui la lussuria.

Il Catechismo Maggiore di Papa Pio X elenca:
I sei peccati contro lo Spirito Santo:
- Disperazione della salvezza
- Presunzione di salvarsi senza merito
- Impugnare la verità conosciuta
- Invidia della grazia altrui
- Ostinazione nei peccati
- Impenitenza finale
I quattro peccati che gridano vendetta al cospetto di Dio:
- Omicidio volontario
- Peccato impuro contro natura
- Oppressione dei poveri
- Defraudare la giusta mercede a chi lavora

All'adultera (Giovanni 8, 3-11), che non fu condannata nemmeno da Gesù, fu tuttavia chiaramente raccomandato di non peccare più, affinchè, come fu detto anche all'infermo alla piscina di Betzaetà (Giovanni. 5, 1-18), non le accadesse qualcosa di peggio. L'ostinazione nel peccato porta fatalmente a scambiare il bene con ciò che è male e conduce a ciò che è peggio della morte fisica, vale a dire la morte dell'anima, l'inferno e la dannazione eterna.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# AlexFocus012 2012-03-14 11:14
"Ma sappiamo che nel 99% dei casi, questo non si verifica: omosessuale si diventa, non si nasce".

Egregio Chiari, le dispiacerebbe citarmi degli studi approfonditi da cui risulta questa affermazione o dalla quale si può ricavare un concetto corrispondente? Quando si interrogano medici e professori "onesti" (nel senso che non hanno conflitti di interesse, almeno palesi, su tale argomento) sono quasi tutti concordi nell'affermare che, in una percentuale altissima di casi (ovviamente le eccezioni confermano la regola, anche se le organizzazioni LGBT non lo vogliono ammettere, per loro è "ideologicamente " una "libera" scelta), l'omosessualità è dovuta alla presenza di un 47-esimo cromosoma che altera la coppia sessuale (XX per la femmina, XY per il maschio) in una tripla XXY. Inoltre aggiungono che in alcune femmine si è trovata la tripla XXX (sindrome della super-donna, ma non ci si deve far ingannare dal superlativo, comunque tali individui hanno dei problemi).
Ciò detto, è possibile che omosessuali si diventi ma ci deve essere una predisposizione genetica, altrimenti credo sia molto, molto difficile.
Cordiali saluti
AlexFocus
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stefanomariachiari 2012-03-14 14:39
Citazione AlexFocus012:
"Ma sappiamo che nel 99% dei casi, questo non si verifica: omosessuale si diventa, non si nasce".

Egregio Chiari, le dispiacerebbe citarmi degli studi approfonditi da cui risulta questa affermazione o dalla quale si può ricavare un concetto corrispondente? Quando si interrogano medici e professori "onesti" (nel senso che non hanno conflitti di interesse, almeno palesi, su tale argomento) sono quasi tutti concordi nell'affermare che, in una percentuale altissima di casi (ovviamente le eccezioni confermano la regola, anche se le organizzazioni LGBT non lo vogliono ammettere, per loro è "ideologicamente " una "libera" scelta), l'omosessualità è dovuta alla presenza di un 47-esimo cromosoma che altera la coppia sessuale (XX per la femmina, XY per il maschio) in una tripla XXY. Inoltre aggiungono che in alcune femmine si è trovata la tripla XXX (sindrome della super-donna, ma non ci si deve far ingannare dal superlativo, comunque tali individui hanno dei problemi).
Ciò detto, è possibile che omosessuali si diventi ma ci deve essere una predisposizione genetica, altrimenti credo sia molto, molto difficile.
Cordiali saluti
AlexFocus


Rinvio agli studi del dottor Nicolosi Joseph. La predisposizione genetica, se non determina direttamente l'insorgere della malattia, non ne è la causa primaria. Tertium non datur.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Der Freiherr 2012-03-14 16:13
Guardi che lei cita delle sindromi cromosomiche specifiche, (la sindrome di Klinefelter e quella di Turner) che si associano oltre che ad aspetti caratteristici, ad un quasi sempre presente ritardo psicomotorio, oltre che all'infertilità, il che non mi pare sia il caso dei sodomiti e delle lesbiche
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Katto 2012-03-30 21:06
Esatto: quelle sindromi genetiche c'entrano con i comportamenti sessuali tanto quanto c'entra Monti con il bene del Paese.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Rosetta M. 2012-03-14 13:49
Tratto dalle preghiere del sito QMRAN dove si trova molto materiale per la catechesi.
Padre dell'umanità, come figlio mi rivolgo a te con fiducia: aiutami a sentirmi amato da te, dalla tua Chiesa, dalle persone a me care e da tutti coloro che mi circondano. Non mi facciano sentire un verme, un errore della natura, un mostro da nascondere. Donami la forza di accettarmi per come mi hai creato, di non vivere da ipocrita, nascondendo a me e agli altri la mia tendenza sessuale. Aiutami a capire che sono anche io tuo figlio prediletto, che Gesù è morto in croce anche per me. Metti davanti al mio cammino persone sagge che sappiano consigliarmi, che sappiano aiutarmi ad accettarmi.
Molte volte, a causa dei pregiudizi e delle paure, sono tentato di farla finita su questa terra, ma poi sapendo che "tu ami tutte le cose esistenti e nulla disprezzi di quanto hai creato; se avessi odiato qualcosa, non l'avresti neppure creata" (Sap.21) mi riprendo e vado avanti. Dona ai miei genitori la rassegnazione e la serenità che sono sempre loro figlio, anche se non potrò mai dargli la gioia di essere nonni, potrò donargli l'affetto di un figlio che sa amare e vuole essere amato. Aiutami a non fare scelte sbagliate, matrimonio o vocazione di copertura, ma a fare scelte vere e libere. Stammi vicino, fammi sentire la tua infinita misericordia. Ti voglio bene Gesù (inviato da frate Angelo De Padova ofm).

Non commento, dico solo che siamo in piena apostasia! Signore Vieni presto!
Rosetta Masello
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# lucianob 2012-03-14 17:52
Riporto ciò che mi ha detto un medico endocrinologo "l'omosessualità può essere curata e guarita in 30-40 giorni di terapia ormonale". Così come la donna diventa "uomo" prendendo la pillola, analogamente un uomo può divenire, sentirsi donna, in seguito a forte stress emotivo, o con alimentazione particolarmente carica di fito ormoni, di cui oggi i cibi sono pieni (ad esempio soia). Non si nasce omosessuali, ma lo si diventa per un "errore", un "cambio" ormonale che non avviene nel periodo della pubertà, di solito per forte stress emotivo... Questo, mi diceva il dottore, la medicina lo sa da sempre, solo che con la "contestazione" degli anni '60 è stata costretta a non parlarne più, in quanto politicamente scorretto, poichè, si diceva, l'omosessuale è normale, non è un malato! E via crescendo fino all'orgoglio gay... è della settimana scorsa un articolo credo del Corriere Romagnolo,che titolava all'incirca così:
- Divorzi in crescita a causa del partner divenuto gay"...
Luciano B
P.s.; L'endocrinologo è di Milano e posso darne, a richiesta,l'indirizzo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2012-03-14 18:45
"Svolta in Europa. E' famiglia anche quella con genitori omosessuali. La destra è stata battuta in plenaria a Strasburgo sui matrimoni gay. I governi europei secondo il Parlamento UE non devono dare 'definizioni restrittive di famiglia' allo scopo di negare protezione alle coppie gay e ai loro figli"
Da affaritaliani.it 14 marzo 2012 ore 11

Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# astrorosa1 2012-03-14 21:25
Ricordo diversi casi di persone dotate di due sessi maschile e femminile o persone con caratteristiche maschili e sesso femminile.
Un ricco buontempone nel 1700/1800 fece scolpire una statua d'una donna che mostrava il sesso maschile.
Si deduce che vi è una ragione più profonda.
Esperimenti sui comportamenti animali hanno dimostrato che si alterano i comportamenti per esempio con la castrazione.
Ora nei tempi passati la castrazione o la riduzione femminile in schiavitù ha portato a comportamenti devianti tra l'uomo e la donna; si tenga conto dell'abbruttimento peggiore.
Ricordo i casi recenti di padri che hanno schiavizzato figlie.
Il problema esiste va solo instradato verso una castità dei soggetti.
Ricordo che l'animalità sessuale anche per uomini e donne non porta all'amore spirituale della coppia.
L'anormalità non deve imporsi sulla normalità.
L'amore tra due uguali non è solo un amore sterile è anche un amore incompleto per cui sono d'ammirare gli uomini o donne che riescono a vivere una vita in castità nella loro anormalità.
Purtroppo sono molto rari.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milvus 2012-03-15 15:16
@lucianob: Concordo con lei, in fondo si tratta di correggere il rapporto tra i dosaggi ormonali, che spesso dipendono o da pigrizie tiroidee, oppure da piccoli difetti ipofisari. Comunque è un raduno di masochisti incalliti, l'omosessualità è una forma di masochismo, una falsa malattia, che, teoricamente, dovrebbe dare spazio a nuove forme di torture, il passo è breve! Che io sappia, nessuna persona, nessun popolo ha imparato nulla dalla malattia, dalla povertà e dalla sofferenza, sono inservibili. Sarebbe meglio si rendessero utili in altre forme socialmente utili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# aloisius 2012-03-15 15:47
Un sacerdote in USA, esttamente nel Maryland nello Stato di Washington D.C.,
Padre Marcel Guarnizo, è stato sospeso "a divinis" dal vescovo ausiliario Barry Kneston, per aver negato la comunione a una lesbica, oltretutto buddista, in occasione del funerale di sua madre.

http://www.washingtonpost.com/blogs/post_now/post/gaithersburg-catholic-priest-suspended-for-intimidating-behavior/2012/03/11/gIQAF4lk5R_blog.html

Il pretesto però per tale infame ma non sorprendente decisione, visto in quale stato si trova la Chiesa cattolica urbi et orbi, sarebbe da ricercasi in presunti comportamenti intimidatori precedenti nell'ambito parocchiale da parte del coraggioso sacerdote.
Che il vescovo menta, lo si desume anche dal fatto che ha voluto che fosse letta in TUTTE la chiese della arcidiocesi una lettera con le motivazioni di tale osceno provvedimento contro il sacerdote Guarnizo, in quanto molti parocchiani erano dalla sua parte.
La mente, l'azione e il linguaggio di quel vescovo sono evidentemente tutte ispirate dal "padre della menzogna".
Fosse sospeso lui, e i troppi come lui, ma non c'è proprio da illudersi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# MS2550 2012-03-15 15:56
In Veneto si dice: Dio castiga chi che no ghe piase a fi..

... Tanto per sorridere sulle nostre debolezze sessuali...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Robert De Zan 2013-06-18 16:39
Vogliamo aggiungere c...o in c..o non fa figli ma fa conigli, non so se è Veneto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# aloisius 2012-03-15 23:03
Citazione MS2550:
In Veneto si dice: Dio castiga chi che no ghe piase a fi..
... Tanto per sorridere sulle nostre debolezze sessuali...


Ha, ha, ha ha, ha. Questa mandiamola alle varie associazioni dei "castigati".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2012-03-16 12:09
Per ottenere il perdono servono QUATTRO cose:
Primo: Pentirsi sinceramente delle colpe commesse.
Secondo:Confess arsi sacramentalment e ad un ministro legittimo.
Terzo:Serio proponimento a non più peccare.
Quarto: Riparare penitenzialment e in nome della Giustizia, la colpa commessa.

Queste sono le condizioni per poter essere giustificati e tornare in grazia di Dio. Ovviamente se si è cattolici.

Altrimenti ci sono i protestanti e le loro eresie ed apostasie.
O si convertono e rinunciano ad incedere alla loro devianza, la cui origine più o meno indotta e/o scelta e/o innata è inconferente, oppure finiscono fra i dannati.
Cristiani omosessuali... va ancora bene, purchè in castità... se costoro non ripudiano le loro ludibre devianze non hanno speranza di salvarsi.

Ad ogni buon conto siccome la maggior parte di questi invertiti non è cattolico,la problematica tanto sull'abuso che fanno dei loro sfinteri, quanto l'essere eretici perseveranti, tanto nel ludibrio morale che nella eresia formale e sostanziale... ovvero peccato contro lo spirito.

Chi pretende di avere il diritto alla salvezza è imperdonabile se non si converte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Chisciotte 2012-03-29 15:26
Citazione AlexFocus012:
"Ma sappiamo che nel 99% dei casi, questo non si verifica: omosessuale si diventa, non si nasce".

Egregio Chiari, le dispiacerebbe citarmi degli studi approfonditi da cui risulta questa affermazione o dalla quale si può ricavare un concetto corrispondente? Quando si interrogano medici e professori "onesti" (nel senso che non hanno conflitti di interesse, almeno palesi, su tale argomento) sono quasi tutti concordi nell'affermare che, in una percentuale altissima di casi (ovviamente le eccezioni confermano la regola, anche se le organizzazioni LGBT non lo vogliono ammettere, per loro è "ideologicamente " una "libera" scelta), l'omosessualità è dovuta alla presenza di un 47-esimo cromosoma che altera la coppia sessuale (XX per la femmina, XY per il maschio) in una tripla XXY. Inoltre aggiungono che in alcune femmine si è trovata la tripla XXX (sindrome della super-donna, ma non ci si deve far ingannare dal superlativo, comunque tali individui hanno dei problemi).
Ciò detto, è possibile che omosessuali si diventi ma ci deve essere una predisposizione genetica, altrimenti credo sia molto, molto difficile.
Cordiali saluti
AlexFocus


Se mi permette, quanto da lei asserito è assolutamente infondato. Sono un medico immunologo, e le posso assicurare che le mutazioni da lei ricordate (sindrome di Turner e di Klinefelter) sono quasi aneddotiche, rarissime. Lo stesso non può dirsi dell'omosessualità. La stragrande maggioranza dei casi di omosessualità non ha nessun cromosoma in più o in meno.

Se vuole maggiori chiarimenti, gli studi scientifici in medicina li trova tutti, se ha una certa dimestichezza con l'inglese, su www.pubmed.com.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Faso 2012-10-02 08:38
Chissà la notte in albergo che cosa non succederà ... roba da fare impallidire i locali di san francisco (con i loro bagni tutti rigorosamente dotati di glory hole) o gli alberghi dove vanno gli equipaggi degli aerei ... perchè una delle conseguenze più depravanti della frocità è la promiscuità e l'iperattività sessuale... a livelli che noi persone normali non possiamo neanche immaginare
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità