>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
fdffree99

Risposta a Sodalitium
don C. Nitoglia
Benedetto XV: il problema ebraico e sionista
don C. Nitoglia
TREDICESIMA PARTE
La prima Enciclica di Papa Benedetto XV (1° novembre 1914)
don C. Nitoglia
DODICESIMA PARTA
Il Conclave del 1914
don C. Nitoglia
UNDICESIMA PARTE
America tra elezioni, aborto e conflitto religioso
La Redazione
Le elezioni, e la politica tutta, girano intorno alla vita e alla morte, come se il sacrificio dell’innocente fosse qualcosa di fondante per lo Stato moderno. La nomina di Amy Coney Barrett fa risorgere il conflitto ebraico-cattolico, che è la principale linea di frattura nella vita politica americana
L’intelligenza artificiale, la pandemia e il complesso militare-digitale
Roberto Dal Bosco
Il rapporto tra la Silicon Valley e la Difesa americana è sempre stato oscuro, inizialmente basato su costruzioni di sistemi d’arma. Ora il confine di separazione è essenzialmente inesistente: l’industria tecnologica statunitense è totalmente fusa con lo Stato di sicurezza nazionale al fine di avere in mano le sorti dei cittadini di tutto il pianeta
Armenia-Azerbaigian, guerra mondiale
Benedetto Falchi
È una guerra per l’esistenza – ha detto il presidente della Repubblica del Karabakh, Arayik Arutyunian. La Turchia partecipa al conflitto affiancando militarmente l’Azerbaigian e con mercenari transnazionali (i combattenti siriani anti-Assad). L’Italia, come molti altri Paesi occidentali, sarebbe naturaliter filo-armena. Ma le sirene del Gasdotto Trans-Adriatico, e i miliardi che ne derivano, sono irresistibili.
Una campana in cima ad una torre
Edizioni EFFEDIEFFE
La maestria di metodo e il coraggio di Léon de Poncins sono un modello da imitare. Il suo esempio ci aiuti a resistere, dandoci forza, infondendoci determinazione, anche a costo di qualche sacrificio personale.
La religione del dominio mondialista
Marco Toti
È la religione del dominio e della manipolazione senza limiti — un’autentica idolatria che conduce all’attivismo ed al culto di idoli immaginifici officiato in specie grazie alla omnipervasiva penetrazione dei “nuovi media” che generano fenomeni di imitazione, ipnotismo e possessione. Tale nuova religione ha sfaldato dall’interno la tradizione occidentale (con il concorso della “Chiesa” postconciliare).
Pandemia, vaccini e guerra genetica
Benedetto Falchi
L’esperimento è noto con il nome di Corona-thrax (antrace + SARS-CoV-2). La realtà dei documenti da poco desecretati dice che ogni laboratorio di manipolazione genetica dei virus è ipso facto una potenziale centrale bioterrorista. Ricerche folli, finanziate con miliardi di dollari, che inavvertitamente o volontariamente sviluppano virus ancora più più mortali, ancora più incontrollabili, che hanno la propensione a sfuggire dai laboratori...
Il Compendio del Tanquerey in una nuova edizione
Edizioni EFFEDIEFFE
A tutti i cattolici che vogliono progredire seriamente nella vita spirituale e non alla cieca, fondandosi sul Dogma generatore della pietà e non sul sentimentalismo, è suggerita la lettura abituale di questa opera straordinaria.


Chi siamo
La casa editrice EFFEDIEFFE

«Evviva la rinascita della cultura cattolica!»: così conclude una mail di auguri un lettore di Trieste.

Nella breve frase è stato, sinteticamente, colto il senso dell’azione che stiamo sostenendo contro i nemici della nostra civiltà occidentale [che è cattolica, con rilevanti recuperi di cultura greca e romana].

Questo è l’obiettivo dell’Associazione EFFEDIEFFE.

Questo è l’obiettivo per il quale mi impegno dalla fine degli anni sessanta [per la precisione dall’ottobre 1968] quando all’Università Cattolica di Milano giravo con una valigetta di cuoio importunando gli amici per proporre loro libri che ritenevo potessero ostacolare la sovversione montante.

Oltre quarant’anni fa diffondevo in prevalenza quello che oggi definirei «pattume» e cioè testi di Evola, Guenon, testi pagani e scemenze di un inesistente neopaganesimo, testi di esoterismi vari, compresi quelli di «esoterismo cattolico» (un evidente ossimoro), testi buddisti, induisti, islamici, di tradizioni pellerossa, e via dicendo [che Dio mi perdoni se ho, involontariamente, per ignoranza, rovinato anime e quindi esistenze].

L’incontro con persone e la riflessione personale mi riportavano, all’inizio degli anni settanta, alla vera ed unica religione, quella della mia infanzia, la religione cattolica, e da allora, pur in modo dilettantesco, non professionale, negli spazi di tempi sottratti all’attività lavorativa, ho diffuso decine di migliaia di libri che, anche se sono una goccia nel mare dell’aggressione al cattolicesimo, forse hanno concorso a frenare, di qualche centimetro, la scristianizzazione e quindi la desertificazione e la disumanizzazione della società.

E’ una vocazione analoga a quella di don Bosco (che diffuse milioni di libri) e di Pio Brunone Lanteri, anche se il paragone è irriverente e su scala 1 (i miei modesti tentativi) a migliaia di miliardi (don Bosco e Lanteri).

I libri editi e proposti sono frutto di una selezione molto severa; si tratta di libri o letti personalmente, o suggeriti da persone di fiducia; qualcosa è di certo scappato; se individuato viene prontamente eliminato.

L’orientamento è cattolico, senza cedimenti o concessioni alle derive vaticanosecondiste [non dimentichiamo che si è trattato di un Concilio pastorale e non dogmatico]; nell’ampia parte che riguarda il XX secolo ci sono testi fascisti o nazisti, ma si tratta di testi di storia, non c’è niente di dottrinario.

Non perseguiamo un obiettivo economico, tentiamo di formare e di informare; non metteremmo in vendita libri, se dannosi per le anime, anche se si trattasse di best seller destinati a vendere milioni di copie.

Non troverete nella selezione testi di antroposofia o di ufologia, o florilegi del tipo «Liberi pensatori bruciati a Roma», «Anticatechismo», «Storia critica della Chiesa», «Via col vento in Vaticano», «Il pastore tedesco», «Il libro nero del cristianesimo. Duemila anni di crimini», «La Chiesa che mente», etc: questa è Disinformazione!

Negli anni sono invece stati proposti o pubblicati libri straordinari [merito di chi li ha scritti], che hanno formato numerosi cattolici controrivoluzionari; tra i quali per esempio «Iota unum» di Amerio, «La Sacra Bibbia» commentata da Ricciotti (ristampata da EFFEDIEFFE), «Spiegazione del catechismo di San Pio X» di Dragoni, «Fenomenogia dellautodistruttore», «La grande eresia», «Lintelligenza in pericolo di morte», di De Corte (oggi ristampate da EFFEDIEFFE), «Cristianesimo vissuto», di Pollien, «Lanima di ogni apostolato», di Chautard, «Per una teologia della storia», di Calmel, «Come pregare sempre», di Plus, «Leresia del XX secolo», di Madiran, «Il cavallo di Troia nella città di Dio» di von Hildebrand (ristampato da EFFEDIEFFE), «Nichitaroncalli», di Bellegrandi, «Trattato demonologia» di padre Calliari (ristampato da EFFEDIEFFE), «Il suicidio della rivoluzione», di Del Noce, «La controrivoluzione», di Molnar, «Pena di morte e Chiesa cattolica», di Zoffoli, «I protocolli dei savi anziani di Sion» [con buona pace per i fegati di Introvigne e di Sergio Romano], «La tecnocrazia», di Damenie, «Il montaggio», di Volkoff, «Lenin a Zurigo», di Soltgenitsin, «Gli ultimi in grigioverde» (4 volumi), di Pisanò, «I giorni dell’odio», di Giovannini [il libro identico a quello di Pansa, ma scritto 25 anni prima], «Vita di Cristo», di Ricciotti, «Per padre il diavolo» (ristampato da EFFEDIEFFE) e «Nel mare del nulla» di don Curzio Nitoglia, «La teologia di Giovanni Paolo II e lo spirito di Assisi» (4 volumi) di Dormann, l’«Opera omnia», di de Montfort (2 volumi), «Leducazione cristiana», di Delagneau e, per chi fosse interessato all’arte, «Perdita del centro», e «La rivoluzione nellarte moderna», di Sedlmayr.

Giornali e riviste stanno lentamente morendo, soppiantati da internet; ogni investimento in quel settore è denaro sprecato (1); il libro, invece, durerà ancora qualche decennio, anche perché soddisfa tante altre esigenze quali la gestualità, la comodità, il prestigio, etc.

Niente forma meglio di un libro, anche per il radicamento e la durata del contenuto nel nostro animo (cinema e televisione condizionano superficialmente); la diffusione di libri è ancora pertanto importantissima; i giovani che non leggono sono cretini e privi di fantasia e di creatività in quanto l’abuso di immagini a cui sono sottoposti, soprattutto in una età che va dai 3 ai 15 anni [periodo in cui l’essere umano crea l’hardware, su cui poi farà girare i programmi (i software)] impedisce ogni sforzo di riflessione e di ricostruzione, con la fantasia, di quanto è stato letto [pensiamo in questo senso al beneficio prodotto sulle generazioni passate dai romanzi di avventura].

Tuttora il livello dello scontro è essenzialmente culturale – è la battaglia delle idee (2)contro una elitè che certo dispone di mezzi economici illimitati, è collaudata da due millenni di complotti sotterranei che hanno inoculato nella cristianità idee perverse, che si sono trasformate in fatti perversi, beneficia di vastissime complicità fondate sull’ignoranza, sul condizionamento mentale, sulla paura, sull’ambizione, sull’ interesse e sull’avidità.

Osservando superficialmente, l’esito negativo sembrerebbe quindi per noi scontato, per la sproporzione delle forze in campo.

La nostra società è disperatamente ammalata sul piano morale, le famiglie rimangono unite ormai pochi anni, circolano milioni di donne che hanno ammazzato i loro figli, indifesi, con l’aborto, la follia satanica dell’omosessualità e della droga dilagano.

E’ un crollo di civiltà analogo a quello che si è verificato nell’America precolombiana prima dell’arrivo degli spagnoli, come intelligentemente mostra Mel Gibson nel suo film «Apocalypto now» (in più, rispetto a noi, lì venivano praticati sacrifici umani nell’ordine delle decine di migliaia di vittime all’anno); era molto difficile che una società siffatta trovasse la salvezza dall’interno, così come è difficile che la nostra società trovi all’interno la forza di risollevarsi.

Da noi, purtroppo, non compariranno all’orizzonte galeoni spagnoli a salvarci; dobbiamo tentare di salvarci con le nostre forze.

Attorno all’élite sopra descritta, una polarità magnetica, è avviluppata quasi tutta la società umana, in prevalenza quella occidentale, con un livello di coinvolgimento tanto più forte quanto più è la vicinanza al nucleo centrale; possiamo provare, con l’azione culturale, a iniziare a dipanare quel nucleo formando più persone possibile attraverso il ritorno ad una vera cultura cattolica antisovversiva.

Fabio de Fina
(1949 - 2013)



1)
E’ il motivo per il quale abbiamo chiuso la rivista Certamen; fatiche da ernia per vendere 1.000 copie a trimestre. Col giornale online abbiamo centinaia di migliaia di lettori al mese, in ogni parte del mondo (tra i vantaggi di internet c’è l’azzeramento del costo di distribuzione) che hanno a disposizione migliaia di articoli, tutti inediti.
2)
Ploncard d’Assac sosteneva che quando la rivoluzione è in piazza è perché ha già vinto, sta raccogliendo i frutti di una seminagione culturale; l’esempio è l’esplosione della Rivoluzione Francese, preparata per quasi un secolo con migliaia di pubblicazioni e nei salotti.

 

Costume & Società
Dietro alla rivolta
Roberto Dal Bosco
Una città senza più leggi è l’esecuzione dell’ennesimo parricidio: tutto diventa possibile. La morte dello Stato-padre permette le gozzoviglie dei pedofili e quelle del capitalismo più imperialista. L’anarchia è solo un pretesto per distruggere l’ordine morale: una zona senza più...
Colao e il complotto delle Smart Cities
Roberto Dal Bosco
Con la connettività a spettro completo delle smart cities gli uomini potranno operare solo diventando più «robotici», cioè prevedibili e aderenti macchinalmente al sistema. Più controllo, meno libertà: è lo scambio necessario per salvarci e per uscire dalla crisi.
Scienze
Scandalosa pandemia
Alfonso Marzocco
Eugenetica e distruzione della famiglia umana
Roberto Dal Bosco
Vediamo con chiarezza l’idea della tecnologia come mezzo per distruggere la morale: con la piagnucolante foglia di fico borghese del «desiderio di famiglia», che aiuta i moderati e i liberali a digerire overtonianamente tali aberrazioni. In breve, stiamo trattando davvero della riformulazione...
Recensioni
Roma Antica, Giudaismo e Cristianesimo
Lorenzo de Vita
Giosuè, Giudici, Ruth, I-II Re
EFFEDIEFFE.com
I libri storici dell'Antico Testamento sono teologicamente impressionanti e da un punto di vista spirituale molto remunerativi, a dispetto della comune credenza. Con il commento di padre Sales diventano inoltre interessanti ed educativi sotto molteplici aspetti. ...
Politica Interna
Fra sardine, professori ed epistemologi
Klaus Foresti
Sui “sempliciotti” che non si lasciano inscatolare come sardine dovrà cadere la ghiogliottina del disprezzo e della volontà di annientamento in stile giacobino, da parte di una sinistra sempre più guardiana del processo mondialista, sempre più europea, sempre più integrata nelle sue...
L’Italia non è più sola! Purché ubbidisca…
Klaus Foresti
L’Italia è finalmente libera. Come nel ’68, i giovani (anche minorenni) imbarcati nella nuova rivoluzione pseudo-studentesca sul carro della “decrescita felice” e della sharing economy. Crescono a dismisura i Global Strike for Climate e le nuove ondate migratorie favorite dall’umanesimo...
Altre Religioni
Il progressismo occultista è realtà
Roberto Dal Bosco
La massa millennial, sempre più alienata da un cristianesimo che considera repressivo, fuori moda e assolutamente offensivo, ha trovato il linguaggio, l’immaginario e i rituali dell’occultismo moderno per «reincantare» il suo apparente secolarismo.
La duplice sfida dell’invasione islamica

Se da una parte bisogna guardarsi dal cadere nel tranello della tesi neocon dell’Islam quale minaccia per la giudeo-cristianità – quell’insopportabile impasto di revival per una nuova Lepanto – dall’altra la verità teologica, e la conseguente presa di coscienza del problema che ci...
Europa
Morte a Montmartre, guerra vera

Quello di Massimo Insalata è un evento unico: per trovare un’altra morte di agente AISE sui giornali bisogna tornare indietro di 10 anni e volare in Afghanistan. Il giochino della spia morta casualmente lo abbiamo già visto, e il balletto pudìco di tutte le parti interessate – Ambasciate,...
I soliti dietro ad Haftar
Maria Orsola Bruni
Chi può aver spinto Haftar nella sua azione sconsiderata? La prima risposta è politica e, visto che di mezzo c’è la mediazione delle Nazioni Unite, transnazionale. E nei prossimi giorni la situazione può divenire infinitamente più pericolosa e destabilizzante. Non solo per la Libia. Per...
Russia
Ebrei russi della CIA contro ebrei russi del KGB?

La faccenda Deripaska (l’industriale preferito di Putin) esplosa sul New York Times è grande e complessa: è una faglia di una zona di confine dove agiscono valvole di comunicazione tra...
La Russia è innocente, lo dimostra se non altro la sua condotta
La Redazione
Il Governo britannico ha già commesso gravi errori nella sua ricostruzione (fasulla) sul caso Skripal. Le accuse politiche non riescono ad essere sorrette da prove oggettive e scientifiche, ed il...
Medioriente
Beirut, la dottrina Dahiyah: morte e distruzione senza proporzione
Roberto Dal Bosco
La distruzione di un punto nevralgico di una città, l’affondamento di una nave, la morte e il ferimento di migliaia di cittadini colpiti dall’onda d’urto. Si colpisce il cuore di un agglomerato vivente, e addirittura la riserva di energia biologica – il cibo – di un Paese. Sarebbe, di...
La ciberguerra turca contro il mondo...
Benedetto Falchi
La Turchia rappresenta una grave minaccia interna alla NATO, che come membro ha accesso a varie reti militari, comprese quelle che usano la crittografia del governo USA. La Turchia, quindi, rappresenta un vero cavallo cibernetico all’interno dell’Organizzazione Atlantica.
Opinioni
I Misteri di Deutsche Bank: Epstein, servizi segreti, strani suicidi (anche in Italia)
Roberto Dal Bosco
La storia dei festini di Siena e quelli nell’isola di Epstein, in apparenza distantissime, potrebbero avere un fondale finanziario comune: la banca della Merkel e della locomotiva d’Europa.
Ghislaine Maxwell, la vera intoccabile
Roberto Dal Bosco
E ora cosa racconterà l’ereditiera di un miliardario che agiva da valvola tra MI6, KGB e Mossad? Arrestata nell’unico posto da cui doveva scappare – gli USA – sembra un piano preciso, una missione – l’ultima – da portare a termine. Oltre a Trump o ai Clinton, la verità è che...
Ebraismo
Nuovi, strani colori dell’ebraismo
Benedetto Falchi
Sulla futura forza di certe correnti all’interno dell’ebraismo è presto per dire, ma qualcosa bolle in pentola per gli «ebrei ortodossi» — che è risaputo a Brooklyn godono di tribunali semisegreti e di una loro polizia comunitaria. Tuttavia, in questi ultimi mesi, le Comunità ebraiche...
Geopolitica del messia ladro (di mascherine)
Roberto Dal Bosco
Tutta una geopolitica della stupidità. Gli Stati Uniti hanno delocalizzato la produzione di farmaci vitali in Cina, la quale ora ricatta direttamente Trump. L’Italia non è diversa: anche noi dipendiamo dai metodi e dai materiali cinesi (software di controllo telecamere a visione artificiale,...
Economia
Sionismo bancario
M. O. Guerrini
Detenuta dal governo israeliano fino al 1996, il suo direttore, Zvi Recheter, era nel board della famosa BCI, che operava con la Mafia italiana e le Brigate Rosse per conto del Mossad. ...
Occhio al MES
Klaus Foresti
Il Mes senza condizionalità viola uno dei trattati fondamentali dell’UE. I partiti sovranisti si oppongono all’utilizzo di un meccanismo che va ad incidere pesantemente sulla residua...
Asia & Africa
Haftar sta vincendo?
Rolando Spiller
Haftar sta perdendo?
Rolando Spiller
Americhe
Bolivia, solito golpe. Ancora litio.
Roberto Dal Bosco
È chiaro come il Sudamerica sia stato, nel giro di pochi mesi, polarizzato in modo esplosivo. Sono finiti i tempi di Porto Alegre, i documentari di Kusturica con Chavez che grida alla folla panamericana «Que viva el pueblo, que viva Maradona!». La Reconquista yankee del Sudamerica è partita. ...
Cile, fiamme di litio
Roberto dal Bosco
La batteria al litio è stata finalmente accettata dal programma mondialista. Quindi, per la comprensione di quello che sta accadendo in Cile - tra i giacimenti più ricchi del pianeta - si deve passare attraverso il massonico premio Nobel. Con occhi puntati sulla Cina e pure sulla Russia.
Arte
I film dell’ordine mondiale
Benedetto Falchi
Dopo Schindler’s List la narrativa dell’Olocausto non è stata più la stessa, si è compattata sino a divenire inscalfibile. La legge Mancino fu approvata poco dopo che la pellicola aveva riempito le sale di tutto il mondo. I film infatti hanno la forza di farci cambiare idea su argomenti...
Gli horti palatini farnesiorum
Giuseppe Biamonte
Storia
Il peggior uomo della storia moderna
La Redazione
L’utopia che partì da Marx e dai circoli di cui faceva parte provocò la morte di non meno di cento milioni di persone, perpetrata da coloro che ispirò, così come la schiavitù della maggior parte della popolazione della regione eurasiatica. Ciononostante ancora oggi esistono professori,...
L’ora più buia (per noi)
La Redazione
Il sistema finanziario mondiale, controllato dalle medesime persone dell’epoca di Churchill, ancora una volta si vede minacciato da alcuni Paesi che tentano di divincolarsi dalle sue strette. Le ragioni di ieri sono le stesse di oggi, sia in termini di gestione degli eventi sia in termini di...
Sta arrivando un nuovo ordine monetario mondiale
Stefan Gleason
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Internet utilizzato come un’arma
Philip Giraldi
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
La vita all’interno di Matrix è il nostro futuro
Paul Craig Roberts
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Hollywood sta morendo, e alle élites non importa
Brandon Smith
TRADUZIONE EFFEDIEFFE
Rami d’ulivo e Bombe nucleari per Israele
Brian Cloughley
TRADUZIONE EFFEDIEFFE

Suggeriamo :



La Dittatura Terapeutica
L’unica ed estrema forma di difesa da questo imminente, sottovalutato, tragico pericolo particolarmente grave per l’Italia, è la presa di coscienza
Contra factum non datur argomentum
George Orwell con geniale e profetico intuito, previde l’oscuramento delle coscienze, il tramonto della civiltà, l’impostura e apostasia dalla verità che viviamo, quando scrisse “nel tempo...

CATALOGO EFFEDIEFFE:

ULTIMI LIBRI EFFEDIEFFE:

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità