>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
TUTTI |0-9 |A |B |C |D |E |F |G |H |I |J |K |L |M |N |O |P |Q |R |S |T |U |V |W |X |Y |Z

Archivio Articoli FREE

Baldassarri meglio di Tremonti
Stampa
  Text size
Volevo postare qui integralmente il Sesto rapporto sulleconomia italiana preparato dal senatore ed economista Mario Baldassarri. Impossibile: comunque si tenti di ritrovare il testo sul web, viene segnalato un unespected error, e il rapporto resta inaccessibile.

Ognuno giudichi se questa inaccessibilità sia sospetta oppure no; certo è che il Rapporto Baldassarri configura una manovra economica alternativa a quella di Tremonti, e migliore.

Al contrario dei tagli orizzontali, Baldassari suggerisce tagli verticali che colpiscono «quei 3-400 mila italiani che vivono alle spalle della politica e della pubblica amministrazione», e identifica con precisione dove i tagli possono essere operati: i consumi intermedi per acquisti nella pubblica amministrazione, soprattutto quella locale (fonte dello spreco più incontrollato), che vale 137 miliardi; e i «trasferimenti a fondo perduto», che pesano 44 miliardi.

Da qui, per Baldassarri, verrebbero le risorse per unire il «rigore» al rilancio economico: spese per ricerca, infrastrutture, riduzione di imposte punitive delle imprese come l’IRAP.

Naturalmente, questa proposta non ha alcuna possibilità di essere accolta, anche perchè Baldassarri, esasperato dalla sordità di Bunga-Bunga, è passato dal Pdl al gruppo di Gianfranco Fini.

Quanto a Tremonti, non ha mai ascoltato nessuno: nè gli incompetenti che gli chiedono di allargare i cordoni, e ha fatto bene; ma nemmeno i competenti, come Baldassarri, con cui poteva integrare le sue misure.

Ora abbiamo, invece, una finanziaria che è una furberia berlusconiana, in quanto rimanda i tagli al 2014 (accollandoli insomma a un altro governo), e che non contempla alcuna vera riforma fiscale.

A futura memoria, pubblichiamo qui un articolo dello stesso Baldassarri, e una sua intervista. Sufficienti ad illustrare l’essenziale della sua proposta di riforma.



CLICCARE PER INGRANDIRE
 

baldassarri1
CLICCARE PER INGRANDIRE
 


Home  >  Politica interna                                                                      Back to top
 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# Marcel 2011-06-29 09:56
In fondo l'unica cosa che conta è arrivare al collasso dopo che ci siano arrivati altri. E dire: Ah quanto sono stato bravo!!!
Per me è questa l'unica cosa che ha in mente Tremonti.
Salvare la sua carriera e magari fare ulteriori passi in avanti.
Della gente anche a lui nn interessa nulla.
Possiede la carità chi ama la Verità...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# stefano.mc 2011-06-29 18:28
Sono daccordo. Putroppo il Direttore lo troppo spesso elogiato, ma Tremonti non è diverso dagli altri parassiti di Stato, altrimenti evidentemente non sarebbe là dov'è. Non basta dire qualche mezza verità per essere considerato un "buono" se poi nella pratica non si agisce per cambiare le cose.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# asimov 2011-06-29 10:17
Tremonti, nel prevedere l’elenco delle professioni escluse dalla mannaia “liberalizzatri ce”, si preoccupa ad esempio di inserire gli autotrasportato ri (???) e si dimentica, dei... medici.
Il punto allora è capire a che livello di improvvisazione politica e contorsionismi tecnici siamo arrivati. Perché, bozza o non bozza, stiamo pur sempre parlando di un testo reso pubblico in funzione del fatto che deve essere portato in Consiglio dei ministri della repubblica per l’approvazione, non in un’osteria per una chiacchierata informale e un brindisi.
Povera italia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lorenzo 2011-06-29 10:54
Direttore, ho trovato, se le interessa, il pdf del Rapporto sull'economia.
---------------------------------------------------------------
La ringraziamo; lo ha gia inviato a Blondet un altro lettore, tratto da Radio Radicale.
La redazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# milarepa 2011-06-29 11:08
In base alle varie dichiarazioni da lui via via rilasciate sul sistema monetario, Tremonti sembra dare una parvenza di onestà... può realmente lui agire da solo contro il resto del mondo, senza farsi (parecchio) male? Senza la consapevolezza del popolo, a supporto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Silima 2011-06-29 11:38
Ho trovato il testo del sesto rapporto sull'economia.
----------------------------------------------------------
La ringraziamo; lo ha gia inviato a Blondet un altro lettore, tratto da Radio Radicale.
La redazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# srgvsc 2011-06-29 12:07
Infatti, e giustamente, Baldassarri è passato al FLI. Una destra pulita é sempre meglio di quest'ammucchiata Bossi/Berlusconi che ammorba l'Italia.
-------------------------------------------------------
Sarebbe pulito Fini? Il servo dei sionisti, quello che si è tenuto per sè una casa a Montercarlo, donata da una povera vecchia missina al partito? E che ha fatto avere un contratto RAI, di 1,8 milioni di euro, alla madre della sua donna, nota produttrice televisiva ottantenne?
FdF
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# FeBM 2011-06-29 13:10
E' inutile cercare, il più pulito ha la rogna, come diceva mia nonna... (e questo vale per tutti i nostri parlamentari, di qualunque area/partito).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# henri 88 2011-06-29 15:53
Tutta la politica italiana cerca l'amicizia dei "fratelli maggiori".
Almeno, così mi sembra.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# geppino 2011-06-29 12:47
Se Fallisce la Grecia... falliamo anche noi... amici preparatevi la casa in campagna con l'orto per zappare in autosufficienza ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ingcipolla 2011-06-29 13:02
Baldassarri ha dimostrato furbizia politica, mentre Tremonti secondo me non poteva fare di meglio e vi spiego il perchè: Ogni ministro ha i suoi accoliti, "tiene famiglia", e deve accontentare tutti per mantenere la sua posizione. Deve accontentare anche i peones tipo consiglieri regionali o provinciali perchè se non li accontenta quelli diventano peones di qualcun'altro ed il ministro che si citava all'inizio perde il suo posticino (è clientelismo per mantenere la posizione).
Pensiamo alla situazione attuale: credete davvero che un La Russa, una Prestigiacomo o qualcun'altro sia disposto a subire tagli al proprio ministero se gli altri non subiscono altrettanto? Ecco il perchè dei tagli orizzontali. Baldassarri ha fatto una proposta seria ma che può essere fatta e portata avanti solo da chi non "tiene famiglia, o pupe da mantenere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# psanfilippo 2011-06-29 13:25
Citazione ingcipolla:
Baldassarri ha dimostrato furbizia politica, mentre Tremonti secondo me non poteva fare di meglio e vi spiego il perchè: Ogni ministro ha i suoi accoliti, "tiene famiglia", e deve accontentare tutti per mantenere la sua posizione. Deve accontentare anche i peones tipo consiglieri regionali o provinciali perchè se non li accontenta quelli diventano peones di qualcun'altro ed il ministro che si citava all'inizio perde il suo posticino (è clientelismo per mantenere la posizione).
Pensiamo alla situazione attuale: credete davvero che un La Russa, una Prestigiacomo o qualcun'altro sia disposto a subire tagli al proprio ministero se gli altri non subiscono altrettanto? Ecco il perchè dei tagli orizzontali. Baldassarri ha fatto una proposta seria ma che può essere fatta e portata avanti solo da chi non "tiene famiglia, o pupe da mantenere


Tremonti è il ministro del "Questo emendamento è fuori dalla logica di questo governo. O va via l'emendamento o va via il ministro dell'economia".
Che abbia cambiato opinione? Che ci sia Berlusconi che lo minaccia perchè teme (al solito) di vedere diminuire il consenso?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mattix 2011-06-29 13:13
E' Fini che ammorba l'Italia con la sua presenza!!! E' la persona meno pulita della storia della destra (o pseudo tale!). Recitava un vecchio, saggio, adagio "anche se tutti, noi no!". Lui se l'è messo sotto alle scarpe. Insieme al suo onore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Robert De Zan 2011-06-29 13:16
Se non ricordo male, non mi sembra che Baldassarri si fosse distinto per cose egregie o quantomeno, ammirevoli, mi sembra fosse uno dei tanti integrati per benino nella pubblica amministrazione . Oppure è la solita questione che quando non si è i diretti interessati si hanno mille idee valide, ma quando tocca il proprio turno si fa immancabilmente cilecca!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# pelzen 2011-06-29 15:34
Interessante e succinto questo commento, condivido.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pietro G 2011-06-29 13:29
Mmmmmm, una cosa è proporre tagli alla parte di spesa pubblica che sembra, e certamente è, uno spreco del denaro pubblico, un'altra cosa è andare a vedere nel concreto dove vengono impiegati quei soldi e da chi. Baldassarri non lo dice, ma io sono pronto a scommettere che una grande parte di quella spesa che lui definisce acquisti della pubblica amministrazione locale (del valore di 137 miliardi) viene spesa al Sud ed è l'ancora di salvezza per una regione del Paese che di suo non ha attività produttive in grado di finanziare neanche i servizi essenziali. Che ci siano degli sprechi enormi e che gli effettivi siano gonfiati ad arte per soddisfare il clientelismo mafioso, questo è fuor di dubbio. Quindi, in teoria Baldassarri fa bene a proporre di abolire l'assistenzialism o; bisogna vedere se ha calcolato bene le ricadute, specialmente quelle elettorali. Berlusconi e Tremonti lo hanno fatto, ecco perchè fanno tagli lineari e sperano che l'economia riparta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Edmund Kiss 2011-06-29 13:48
Spero in un crollo il piu' rovinoso possibile, invece: intanto per salvarsi il "di dietro" si continua però a rimandare in là al 2014, sperando nello "stellone d'itaglia"... questo succede a continuare a leccare USA e Israele da decine d'anni... quando i rossi avranno in pugno l'Italia e con la patrimoniale vorranno spogliarci dei nostri averi - dopo aver fintato di abbassarsi gli stipendi da politici, come stanno già facendo - salvando il comunista paisà Napolitano sul cadreghino del Quirinale - sarà allora il momento di fare una bella sanguinosa rivoluzione e fare piazza pulita di "finti" neri, bianchi e rossi vari, che sono solo ladri di Stato, e altri "criminali comuni" come i banchieri. E poi mi vengono ancora a dire che "baffino" Adolf non ci aveva visto giusto: leggetevi il suo testamento politico del 30 aprile 1945 e vedete se non ci aveva azzeccato su tutto, soprattutto su come siamo considerati noi oggi dai "poteri forti"... e cioè praticamente "sterco".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Der Freiherr 2011-06-29 16:30
Citazione Edmund Kiss:
Spero in un crollo il più rovinoso possibile, invece: intanto per salvarsi il "di dietro" si continua però a rimandare in là al 2014, sperando nello "stellone d'itaglia"... questo succede a continuare a leccare USA e Israele da decine d'anni... quando i rossi avranno in pugno l'Italia e con la patrimoniale vorranno spogliarci dei nostri averi - dopo aver fintato di abbassarsi gli stipendi da politici, come stanno già facendo - salvando il comunista paisà Napolitano sul cadreghino del Quirinale - sarà allora il momento di fare una bella sanguinosa rivoluzione e fare piazza pulita di "finti" neri, bianchi e rossi vari, che sono solo ladri di Stato, e altri "criminali comuni" come i banchieri. E poi mi vengono ancora a dire che "baffino" Adolf non ci aveva visto giusto: leggetevi il suo testamento politico del 30 aprile 1945 e vedete se non ci aveva azzeccato su tutto, soprattutto su come siamo considerati noi oggi dai "poteri forti"... e cioè praticamente "sterco"

Bene, siamo d' accordo; chi viene? Io sono un po' tanto vecchietto, ma se non mi fate correre, qualcosina posso ancora fare... chi altri? Io vengo se non vengono quelli del Fronte Nazionale! No! Io invece vengo se non c'è Forza Nuova! Io vengo se avete scorte di birra! Io non vengo se ci sono quelli di casa Pound! Io non vengo se ci sono i fascisti! Io non vengo se ci sono quelli di AN! Vengo se c'è Pennacchi, ma ha il mal di schiena! Vengo se c'è Freda, ma è un po' vecchietto anche lui! Non ci vengo se non mi benedice il Papa! No! Non ci vengo se non ci sono i Sedevacantisti! No! Io vado solo con i preti della comunità San Pio X!
Caro camerata, se sei camerata, prima di pensare a far sfracelli, sarebbe il caso di cercare di unirci! Tu lo chiami "Baffino", io lo chiamo l'ultimo difensore d'Europa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2011-06-30 06:41
Parole assolutamente sante. Dietro a particolarismi, distinguo, se-ma-forse-tuttavia non se ne fa mai nulla. Il fatto è che manca la figura carismatica, il Capo. Non c'è in giro neppure uno che gli assomigli...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gnari 2011-06-30 12:46
Concordo; ma temo che, purtroppo, manchi anche chi sia disposto a seguire un capo. Non ci sarà mai una vera rivoluzione, troppi particolarismi e troppa paura di perdere il poco che abbiamo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ROGAR 2011-07-05 19:28
L'ultimo vero capo è finito a piazzale Loreto, così finiscono in Italia gli uomini con tempra, coraggio e carisma... fanno da capro espiatorio per il voltagabannismo insito nel DNA nazionale...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# novembre 2011-11-08 23:31
Non aveva detto se avanzo seguitemi, se indietreggio...
forse non indietreggiava, avendo cambiato il senso di marcia, avanzava.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Edmund Kiss 2011-06-30 15:15
Beh, amico mio, se non hai ancora capito chi è a tenerci divisi, mi dispiace per te, lo dico tranquillamente ... è la stessa storia che c'è in Germania, dove l'NPD è "infiltrato" sino al midollo. Basta vedere che guerra mi è stata fatta da "Roma" - ma anche da "Milano" - dopo la pubblicazione di un mio saggio, dato che nessuno degli "infiltrati" se lo aspettava! E su "baffino" non offenderti troppo, era un modo di dire... saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# raff 2011-06-30 22:29
Fermi tutti! "Baffino" è D'Alema.
Rispettiamo il copyright, please.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# kaiuss 2011-06-29 13:50
Tremonti in questi anni ha parlato tanto, ha partecipato come bravo uditore a tanti simposi, ma alla fine non ha fatto nulla per le piccole imprese. E' solo uno che tiene fisso il timone della nave. Peccato che la stessa stia viaggiando a folle velocità contro un iceberg.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Alfio200 2011-06-29 14:24
Ci raccontano, per l'ennesima volta che in questa manovra è compresa l'abolizione di alcuni ordibni professionali, primo tra tutti quello dei giornalisti. Qualcuno ci crede?

Avete notato che non sono stati tagliati i fondi ai giornalacci (quotidiani) di partito e non? In pratica, salderemo noi i 160 miioni di euro (avete capito bene, quasi un quinto di miliardo di euro!!!) di debiti de L'Unità, tanto per citarne uno. Naturlamente, il tutto verrà fatto passare come spesa per la "cultura", cioà la cultura italiana è L'Unità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# novembre 2011-11-08 23:32
Concordo, chi sbandiera per il liberismo, si siede al tavolo dell'assistenzialism o...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2011-06-29 14:48
Il punto centrale dello studio di Baldassarri è che c'è stata assoluta continuità, dati alla mano, le chiacchere stanno a zero, fra Visco e Giulietto.

A proposito, ma che ci faceva al Bildeberg?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pierpaolo 2011-06-29 14:53
E smetterla con i demenziali interventi in Afghanistan ed in Libia?
Con sperperi inutili quali TAV e Ponte di Messina?
Occorre proprio essere degli economisti per capirlo?
Baldassarri, poi, sarà anche un gran economista, ma non certo un gran politico. Se si è buttato con Fini, cosa si può sperare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Fabio de Fina 2011-06-29 15:00
Ventinove miliardi a fondo perduto, trasformati in credito di imposta darebbero un risparmio di venticinque miliardi.
Dunque le ditte che percepiscono questi contributi pagano quattro miliardi di imposte. Dunque producono utili per circa sei miliardi incassandone ventinove. Quindi producono ogni anno un passivo di 19 miliardi. Cioè sono dei carrozzoni che ci costano quanto 19 parlamenti. Se invece non hanno dipendenti sono 19 miliardi l'anno che lasciano l'Italia, per qualche paradiso fiscale, e non girano più nel sistema economico.
C. M.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Fabio de Fina 2011-06-29 15:02
Baldassarri sbaglia sulla Germania. In questi giorni i leader cinesi sono a Berlino per far aumentare gli scambi commerciali tra i due Paesi, che sono già notevolissimi, fino a 200 milardi annui nei prossimi 4 anni. La Germania quindi punta sulla crescita asiatica e cerca di vendere lì i propri prodotti. Per quanto riguarda l'Europa, non vedo come possa avere interesse ad una crescita asfittica in Italia, visto che un Paese con crescita zero non può comprare niente.

Pietro G.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Fabio de Fina 2011-06-29 15:04
Seee... buonanotte! E' inutile che si scervellino tanto, il default è assicurato. Potevano mettere un'altra pezza varando la manovra, ma visto che è stata sostanzialmente rimandata al 2013 siamo fottuti. Per questo Paese non c'è salvezza, e non per motivi economici, industriali, ecc., ma semplicemente perché sono tutti delinquenti. E' una visione semplicistica ma reale, e l'unica soluzione sarebbero metodi stalinisti. Saluti

Hy
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alby61 2011-06-29 19:50
Mi hai rubato le parole dalla bocca: quoto tutto il commento
Seee... buonanotte! E' inutile che si scervellino tanto, il default è assicurato. Potevano mettere un'altra pezza varando la manovra, ma visto che è stata sostanzialmente rimandata al 2013 siamo fottuti. Per questo Paese non c'è salvezza, e non per motivi economici, industriali, ecc., ma semplicemente perché sono tutti delinquenti. E' una visione semplicistica ma reale, e l'unica soluzione sarebbero metodi stalinisti. Saluti
Hy
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Sergio64 2011-06-29 15:47
I delinquenti e gli incapaci sono andati al potere.
Come possiamo sperare che riformino l'economia a loro proprio danno?
Essi preferiranno morire portandosi dietro il Paese, piuttosto.
Han più paura di perdere il potere che la loro stessa vita, e quella dei loro cari.
Han fatto proprio il motto del clan dei Casalesi: "A Casal di Principe la vita e la morte sono la stessa cosa".
Non serve a nulla nemmeno il voto: a Napoli De Magistris (che lo si ami o lo si odi) è stato votato per punire sia Bassolino che Berlusconi.
Risultato: la camorra ed il governo gli fanno la guerra.
E' una sorta di punizione collettiva per i napoletani onesti che han votato alla disperata per una faccia nuova, pur che fosse.
Cosa pensate succederebbe se Blondet fondasse un partito e venisse eletto col 60% dei voti?
Pensate che lo lascerebbero governare?
Credo che ormai abbiamo superato da un pezzo il punto di non ritorno.
Tra qualche generazione forse (e dico forse) rivedremo la luce, ma solo dopo aver fatto "un giretto" all'inferno.
E ho detto tutto.
Cordialità
------------------------------------------------------------
Chi è il deputato finiano eletto a Casal di Principe?
FdF
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# FuoriTempo 2011-06-29 16:17
E' facile fare manovre meravigliose quando si è all'opposizione e quando non si governa. Se Baldassarri fosse rimasto nel PdL avrebbe potuto dare un contributo più concreto. Se fosse lui il ministro in carica magari avrebbe introdotto la patrimoniale. Con i "se" non si va a nessuna parte. Pensi a fare meno sedute spiritiche l'onorevole saccente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cattolicocritico 2011-06-29 16:59
Rassegnatevi berlusconiani dell'ultima ora, il vostro capo è alla fine della sua carriera politica. Vi, ci lascerà fuggendo nei Caraibi con le sue donnine. Rassegnatevi non è e non è mai stato l'Unto del signore, solo il beliar della politica italiana.
-------------------------------------------------------
Il problema è che le prossime vittime del sinistra-centro non hanno i Caraibi dove riparare.
FdF
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cattolicocritico 2011-06-29 18:55
Citazione cattolicocritic o:
Rassegnatevi berlusconiani dell'ultima ora, il vostro capo è alla fine della sua carriera politica. Vi, ci lascerà fuggendo nei Caraibi con le sue donnine. Rassegnatevi non è e non è mai stato l'Unto del signore, solo il beliar della politica italiana.
-------------------------------------------------------
Il problema è che le prossime vittime del sinistra-centro non hanno i Caraibi dove riparare.
FdF


Se D'Alema fuggisse all'estero sarei il primo a stappare lo champagne. Stapperete voi lo champagne quando il consumatore finale ci lascerà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# novembre 2011-11-08 23:38
Anche il Papa andò in Francia, lo rispedirono e riuscì ad impedire il sorgere di uno Stato italiano.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# asimov 2011-06-29 16:28
Tempi sempre più duri per gli automobilisti italiani. A partire da oggi per far fronte all’emergenza immigrati le accise sulla benzina e sul gasolio aumentano di 4 centesimi al litro. A stabilirlo è stata l’Agenzia delle Dogane tramite la determinazione dirigenziale numero 77579/RU. Le nuove accise aumentano per la benzina a 611,30 euro per mille litri (da 571,30 euro per mille litri) e per il gasolio a 470,30 euro per mille litri (da 430,30 euro per mille litri). Inoltre è risaputo che dal 1° luglio, cioè tra meno di una settimana, diventeranno effettivi anche i nuovi rincari stabiliti dal decreto sul fondo unico dello spettacolo. Dal 1° luglio al 31 dicembre 2011 le accise, infatti, saliranno ancora a 613,20 euro per mille litri per la benzina e 472,20 euro per mille litri per il gasolio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gianfranco56IT 2011-06-29 17:08
Io non credo che Baldassarri sia meglio del "ragioniere" di Sondrio.
Per recuperare soldi (miliardi di €) non è sufficiente incidere sulle voci indicate dall'economista.
Occorre incidere sulle spese maggiori del bilancio statale.
Le spese che incidono di più sono quelle per la sanità, pensioni ed istruzione.
Per chi volesse esercitarsi, il bilancio leggibile è anche online al seguente indirizzo:http: //www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/Servizio-s/Studi-e-do/La-spesa-d/
Io non dico se sia giusto o sbagliato tagliare tali voci.
Per quanto mi riguarda, dopo 35 anni di servizio, vedo sempre di più la pensione allontanarsi.
Ma, detto questo, se si vuole "tagliare" per ridurre il debito di 1.800 miliardi di € occorre tagliare sulle spese maggiori.
Che sono quelle che ho detto.
La sanità, le pensioni e le spese per i 4.500.000 dipendenti pubblici, sono le uniche voci che succhiano il bilancio dello Stato.
Inutile girarci intorno.
Anche le tanto sbandierate spese della casta politica incidono poco nel bilancio.
Diciamocelo: come la Grecia, abbiamo vissuto fin'ora al di sopra delle nostre possibilità.
Abbiamo vissuto contraendo debito per 30 anni, ora si pagano le conseguenze.
Il ragioniere di Sondrio, fa bene a tenere i cordoni della Borsa.
Infatti il debito, negli ultimi anni, invece di diminuire, aumenta sempre.
Occorre sempre tenere in mente che circa la metà di quel debito, ovvero 600 miliardi, sono costituiti dai titoli di Stato in carico ai risparmiatori.
Ai quali, il "ragioniere" deve restituire gli interessi, mensilmente.
Quando i risparmiatori/speculatori, come il sottoscritto, avranno le palle piene e ritireranno i soldi dalle banche investiti in titoli di Stato, a chi li venderà più quei titoli lo Stato?
Alla Cina?
Vogliamo diventare una colonia cinese, anziché americana? come si vocifera in questi giorni?
Io tifo per il "ragioniere", anche se è contro i miei interessi.
Un "caldo" saluto a tutti dal profondo Nord.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2011-06-29 17:44
Il problema della democrazia sono i voti che nessuno vuole perdere. Con questo, banalmente ogni forza politica cerca di accontentare anche solo a livello demagogico i suoi elettori, facendo così il danno di tutti. Tanto, pochi ci capiscono e moltissimi invece si lasciano condizionare. Ma da dove uscirà in Italia, l'uomo capace di interrompere questo giochetto deleterio, che dura da decenni? Ed anche se apparisse, riuscirebbe oggi a reggere le pressioni sovranazionali? L'unica cosa che posso dare per certa, sono i terrificanti sprechi a livello di amministrazioni locali, con intrallazzi annessi e connessi. Questo al Nord, per il resto dell'Italia non saprei che dire. Purtroppo se il centro-destra si destreggia malamente in questo schifo e vi razzola, occorre star certi che l'opposizione non sarà da meno. Per di più, mi piacerebbe conoscere quale governo di sinistra (con gli appoggi all'estrema che dovrà reperire) non cercherà, al di là delle parole, di far pagare lo scotto al cosiddetto ceto medio, con enorme danno per l'economia mentre i veri ricchi non ne subiranno. Per quanto riguarda il tema increscioso dell'evasione fiscale, il sistema secondo me, è così ben radicato ed oliato che finisce con l'autoalimentarsi , spedendo risorse all'estero od alla meno peggio nell'immobiliare.
Quindi Baldassarri o Tremonti? Se il primo è così angelicamente certo della sua ricetta, perché non è rimasto, nell'interesse dell'Italia, a combattere ed eventualmente a correggere, con le forze che lo hanno eletto? Evidentemente però sono un ingenuo. E fra l'altro capisco poco di economia.
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Xenson 2011-06-29 18:19
... e pensare che avevo fiducia in questo Governo proprio perché c'era 3monti... e Baldassarri poteva rimaner dentro al gruppo di governo invece di sfuggirsene via con l'infame bolognese... non so ma mi sento sempre più disfattista... ne sento proprio il desiderio di un Gran Crollo della Penisola Italica (o meglio, dell'Europa intera anche!).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Boleslaus 2011-06-29 20:00
La situazione è sempre più tragica. Siamo in uno di quei frangenti eccezionali che richiederebbero la radicalità degli atti risolutivi: sradicamento di tutta la marmaglia che scalda i posti in parlamento e instaurazione di un governo di salute pubblica che adotti le misure necessarie ad evitare il baratro, secondo sani principi di interesse nazionale, e non prescrivendo semplicemente le ricette dettate dai tetragoni cerberi del capitalismo apolide. Insomma, servirebbe un po' di pulizia, come sta tentando di fare Orban in Ungheria. Peccato che l'Italia sia in questa tragica situazione con al governo una maggioranza di "centrodestra" che in questi tre anni non ha praticamente affrontato nessuno dei problemi che attanagliano il Paese, scegliendo invece di attenersi modestamente al piccolo cabottaggio di una politica senza visione alcuna.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gjovi 2011-06-29 20:32
La realtà è che sia Tremonti e ancor di più Brunetta sono due pagliacci. Tante chiacchere e pochi fatti. Ho molti dubbi sul fatto che questi personaggi abbiano compreso seriamente come funziona da un punto di vista sistemico la finanza. Forse Tremonti lo intuisce da poco, non certo da quando qualche anno fa proponeva la "finanza creativa". Per quanto riguarda la presunta recente manovra, poteva farla certamente meglio Giulio Andreotti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Marcel 2011-06-29 21:09
A proposito di Andreotti.
Rimpiango i tempi in cui era 1° ministro.
------------------------------------------------------------
Non dimentichiamo che è il premier che ha firmato la legge sull'aborto, quando in Parlamento c'era una maggioranza antiabortista, per non accettare i voti del MSI; è costata da allora la vita a 5 milioni di italiani.
FdF
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# medicialberto 2011-06-29 22:56
Citazione Marcel:
A proposito di Andreotti.
Rimpiango i tempi in cui era 1° ministro.
------------------------------------------------------------
Non dimentichiamo che è il premier che ha firmato la legge sull'aborto, quando in Parlamento c'era una maggioranza antiabortista, per non accettare i voti del MSI; è costata da allora la vita a 5 milioni di italiani.
FdF


E qui è DURA non essere d'accordo...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Franco_PD 2011-06-30 06:44
Non solo è dura, ma se si considera che il personaggio è considerato di strettissima obbedienza vaticana, mi chiedo perchè oltre le Mura Leonine nessuno abbia fiatato (non dico prenderlo a calci nel sedere...).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2011-06-30 08:42
La battaglia, secondo me, non si è persa con la legge. Anche quando c'è una legge che tutela i diritti, in questo caso quelli della madre, c'è anche una morale che prescrive i doveri, cioè in questo caso il dovere della madre proteggere la vita del nascituro.
Ma neanche un dovere così fondamentale viene fatto capire a tutti con argomentazioni umanistiche e convincenti.
La battaglia e la guerra su tutti i fronti è stata persa con la scomparsa della morale fatta di pochi principi, come non rubare e non ammazzare, che siano accettabili da tutti ed accettati da quasi tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# freespirit 2011-06-29 21:23
Non mi intendo di economia, di sicuro non si può accettare il taglio di spese indiscriminato senza una strategia che guardi anche allo sviluppo/crescita, poichè così possiamo solo galleggiare... per quanto tempo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2011-06-30 10:42
Quali tagli? Hai letto il rapporto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Cisco85 2011-06-29 23:26
Il problema non è economico ma politico; per risolvere tutto basta ri-convertire il debito pubblico in BOT comprati dalle famiglie con interessi stabiliti dal Tesoro e non da Ficht o da Standard and Poor, ma questo non lo si può fare finchè non avremo la forza militare che ci garantisca dalle aggressioni degli 'alleati' che controllano decine di testate nucleari nel sottosuolo italiano.

Ergo il problema si riduce a questo: o l'Italia si dota di bombe nucleari, missili per trasportarle ed almeno tre sottomarini atomici, o siamo tutti spacciati fin da adesso!
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Der Freiherr 2011-06-30 06:52
Citazione Cisco85:
Il problema non è economico ma politico; per risolvere tutto basta ri-convertire il debito pubblico in BOT comprati dalle famiglie con interessi stabiliti dal Tesoro e non da Ficht o da Standard and Poor, ma questo non lo si può fare finchè non avremo la forza militare che ci garantisca dalle aggressioni degli 'alleati' che controllano decine di testate nucleari nel sottosuolo italiano.

Ergo il problema si riduce a questo: o l'Italia si dota di bombe nucleari, missili per trasportarle ed almeno tre sottomarini atomici, o siamo tutti spacciati fin da adesso!
Saluti

Finalmente un commento sensato: guai agli inermi cari miei, e guai a chi è legato ad una costituzione imposta dai vincitori, ed applicata dai traditori che quei vincitori servirono con oscena impudicizia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# amsicora 2011-06-30 10:42
Bombe atomiche? L'Italia non batte nemmeno moneta, figurati!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Gilles 2011-06-30 07:39
Baldassarri non sarà un politico particolarmente in vista, e almeno non è coinvolto, finora, negli squallidi mercanteggiamen ti per il voto in Parlamento, ma rimane pur sempre il presidente della commissione Finanze e Tesoro del Senato. Quello che dice Baldassarri lo stanno già sperimentando sulla propria pelle le amministrazioni statali, specie quelle autonome, sottoposte a tagli indiscriminati già da un po’. Abbiamo visto che il bilancio dello Stato grosso modo è di 800 miliardi di euro, più o meno stabile negli ultimi anni, anzi addirittura aumentato un po’. Se si dovesse fare il taglio di 40-45 miliardi che l’Europa chiede, tutto in una volta e solo sui tagli, senza peraltro sapere dove e come, si tratterebbe di una percentuale del 5/6%. Questi tagli, e anche di più, già li subiscono, come detto, le amministrazioni dello Stato, alle quali, da una parte viene chiesto di fare una attenta programmazione pluriennale delle spese, per stabilire delle priorità, e dall’altra hanno vincoli di spesa persino sulle risorse che riescono ad acquisire in proprio, e che non derivano quindi da finanziamenti dello Stato. In sostanza anche chi ha i soldi, non può spenderli. Per contro il governo, o il buon Tremonti, vedete voi, ormai lo abbiamo capito, fissa una percentuale di riduzione delle spese in maniera indiscriminata e poi sostanzialmente dice a tutti, vedetevela voi. Dire che è un comportamento schizofrenico è dire poco; certo, se questa è la politica economica del governo, tutta l’intelligenza di Tremonti è sprecata, è sufficiente un buon contabile e il resto del governo fatto da ministri inconsapevoli, come di fatto è adesso. Persino nel marchese del Grillo, il sosia carbonaro del marchese, pur ubriaco, messo al posto del marchese, la prima cosa che ha fatto è stato andare a vedere quanto pagava il carbone l’amministrazio ne dei Grillo; in fondo non è poi così difficile individuare le spese da contenere, se si ha la volontà politica di farlo.
Dice Casini che “i tagli selettivi non li farà mai nessuno perché chi li fa perde le elezioni”, sarà vero, ma è anche vero che alla lunga chi fa i tagli lineari scontenta tutti, almeno in Italia. Forse è proprio questo il punto, scontentare tutti in Italia e accontentare tutti quelli che ci guardano da fuori, i poteri finanziari internazionali, ai quali interessa solamente che l’Italia riesca a tenere sotto controllo i conti e continuare a servire il debito, rifinanziando le spese necessarie a lanciare quelle 4 bombe che tiriamo sulla Libia.
Che dire, qualunque famiglia, anche la più ignorante, alla fine farebbe come Gasperino er carbonaro, andrebbe a vedere e a scegliere le spese che si possono tagliare...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ryu21 2011-06-30 07:52
Ma non eravate voi a sostenere Tremonti?!
Vabbè non è che un uomo da solo possa cambiare il corso degli eventi. Tremonti, per quanto ministro, nulla può più di quello che gli viene concesso. E neppure Baldassarri, con i suoi proclami propagandistici per accapparrarsi la fiducia di gente come NOI; già il fatto che sia passato con Fini dovrebbe essere un indice rivelatore della sua malafede... mi ricorda tanto i "truth seekers" filo sionisti... fate attenzione!!!
----------------------------------------------------------
... "che sia passato con Fini dovrebbe essere un indice rivelatore della sua malafede": nessun dubbio. Oltretutto è stato 2 anni con Berlusconi (dalle elezioni del 2008, con la Casa delle libertà, grazie alla quale è stato eletto, fino all'agosto 2010).
FdF
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# LUMASI 2011-06-30 08:54
Un immenso patromonio economico, è stato sperperato, ci ritroviamo con le pezze al culo, a chiedere ogni mese col cappello in mano, prestiti ai banchieri per pagare stipendi e pensioni, ma non è questo il problema più grande, il vero problema, quello insolubile, è il patrimonio politico che è stato sperperato. Abbiamo una classe politica che ha consumato ogni residuo di credibilità, parla e somministra ricette come un medico sputtanato a cui non crede ormai più nessuno. In questa situazione nessuna cura potrà funzionare, prepariamoci; temo davvero che dovremo bere sino in fondo l'amaro calice.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Annhilus 2011-06-30 10:33
Baldassarri meglio di Tremonti?? Bhoo, forse... Berlusconi meglio di Baldassarri e Tremonti??? O magari Ezio Greggio? Che ne dite di Grillo?? Oppure del Gabibbo???
Potremmo ipotizzare un Fini in combutta con Cacciari??? O l'ape maia coadiuvata da nonna Abelarda?

Vi serve un capo??? Vi serve per forza una identificabilit à del potere che vi consenta di delegare, di sopire il senso critico e la lucida analisi della storia e della metodica democratico-massonica.
La democrazia si basa sulla tirannide dell'opinione dominante (solitamente erronea e comunque sempre orientata al ventre basso e non all'etica superiore).
Volete uno da votare, uno in cui sperare... per poter dire... tocca e lui... deve pensarci lui... e se non va la colpa è sua... o magari un nuovo duce da osannare, salvo poi trucidarlo alla prima occasione... o magari farlo fare a nuove e sempre illegittime Norimberga...???
O magari un nuovo Re massone e vigliacco?
Un nuovo Duca o Barone???
Invece la verità è che bisogna riconoscere che la democrazia è un sistema fallimentare che a lungo andare diventa demagogia definitiva e corruzione sitematica, e la irregimentazion e, che sia fascio-littoria o da soviet... o da corona e blasone di sangue... è comunque immonda.
Alle italiche genti... anzi a tutta l'Europa serve un orientamento morale di fondo e basta... serve la libertà nella verità,... non il capo, la meestà il capataz o il conducator... la costituzione o le altre vaccate tipo
sovranità popolare e similia... che sia... nè parimenti il presidente, il governatore o il banchiere centrale con pieni poteri... e quello che serve ci sarebbe già... serve un unico riferimento personificabile , che è nostro Signore Cristo Gesù nella sua Chiesa Universale Unica Santa Cattolica e Apostolica, guidata per successione dal Santo Padre e Pontefice, ovvero dallo Spirito Santo, e vincolata ovvero illuminata dai dogmi, dalla Rivelazione, dalla Tradizione, dalla verità.
Il resto è solo impostura.
E chiudo con un sunto:
Baldassarri??? Un cialtrone!!!
Tremonti??? Cialtrone!!!
Berlusconi??? Cialtrone!!!
D'Alema??? Cialtrone!!!
Fini??? Cialtrone!!!
Bersani??? Cialtrone!!!
Grillo??? Cialtrone!!!
Di Pietro??? Cialtrone!!!
Etc..., etc..., etc...
l'elenco finitelo voi... ma non toccatemi per favore Calimero.

Saluti a tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fffsas 2011-06-30 15:05
Caro direttore posso chiederLe un'informazione?
Cosa mi può dire sulla maxievasione di 98 miliardi di euro delle slot machines?
Grazie, cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alguer 2011-06-30 20:56
Citazione Pierpaolo:
E smetterla con i demenziali interventi in Afghanistan ed in Libia?
Con sperperi inutili quali TAV e Ponte di Messina?
Occorre proprio essere degli economisti per capirlo?
Baldassarri, poi, sarà anche un gran economista, ma non certo un gran politico. Se si è buttato con Fini, cosa si può sperare?

Pienamente d'accordo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# cgdv 2011-06-30 22:12
Malgrado il presunto controllo via satellite dei conti, io sento dire che i distributori delle slot machines sembra abbiano escogitato un trucco: aumentano ad ogni ricarica o loro controllo, quasi sempre giornalieri, quello che la macchina ha pagato.
Siccome la maggior parte dei pagamenti sono virtuali, in quanto non estratti in denaro ma rigiocati, sarebbe ipotizzabile che possa venir prelevato, su decine di migliaia di slot machines, un bel gruzzolo in nero, spesso d'accordo anche con il gestore. E' possibile?
Giuliano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# raff 2011-07-01 00:38
Tagli verticali o tagli orizzontali? Sempre tagli sono!
Baldassarri meglio di Tremonti? Ma se sono entrambi d'accordo che la priorità è costringere gli italiani a fare sacrifici per pagare debiti e interessi agli usurai, dove è la differenza?

Il costo dello Stato (con tutta la "casta") è di 800 mld di euro, ma il debito pubblico è di 1.890 mld di euro. Negli ultimi 7 anni abbiamo pagato, attraverso tasse, balzelli e tagli ai servizi e all'occupazione, qualcosa come 457 miliardi di euro di soli interessi passivi, che sono andati nelle tasche di una massa sterminata di parassiti italiani e stranieri, banchieri, finanzieri, mafiosi, criminali di ogni risma, fondi pensione americani, ecc., oltre naturalmente a qualche piccolo risparmiatore onesto.
C'è un solo modo per raggiungere il "pareggio di bilancio" come chiede Tremonti e "l'Europa", fare come l'Argentina "rinegoziare" il debito, ma per questo ci vorrebbe un presidente come Kirchner, un presidente con le palle, i nostri presidenti, purtroppo, ne sono privi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Catello 2011-07-01 07:44
In un sistema di moneta - debito,dove lo Stato non può regalare soldi a se stesso, lo Stato italiano, che ha un debito di 1.890 mld, si permette di regalare 29 miliardi l'anno a fondo perduto a qualcuno, che poi non produce nulla, e lo fa taglieggiando, tartassando e rapinando quelli che lavorano e producono, con tasse e contributi anche inventati, che si riferiscono a periodi precedenti, ai quali aggiunge oltre agli interessi more da capogiro.
Ecco creata un'altra categoria di parassiti che certamente presteranno una parte di questi 29 mld ricevuti in regalo dallo Stato allo Stato stesso, facendogli pagare gli interessi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Protesilao 2011-07-01 17:15
Baldassarri? L'amichetto di Fini che finora ha sempre avuto idee strampalate? E' molto facile fare una manovra alternativa, quando sei sicuro che nessuno la approverà, e quando non devi concordarla con nessuno. Certo poteva essere più coraggiosa, molto più coraggiosa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sursumcorda 2011-07-04 08:33
Baldassarre sarà un ottimo economista, ma se pensa di realizzare il suo piano lasciando la maggioranza (e, soprattutto, se pensa di realizzare il suo piano nel partito di Fini), come politico è una mezza calzetta. Un politico le sue idee le fa valere, se ne è capace, non agisce per ripicca. Farà lo stesso anche nel FLI. Uno così meglio perderlo che trovarlo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# primaopoi 2011-07-05 13:32
Direttore, ho il documento in formato PDF, se vuole glielo mando...
------------------------------------------------------------
La ringraziamo; ce lo hanno inviato molti lettori.
La redazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# primaopoi 2011-07-05 20:55
Ma uno che finalmente dica che bisogna farla finita con le banche private (soprattutto quelle Centrali...)?
Non ha nessun senso parlare di alcuna manovra finanziaria in un sistema progettato per il continuo aumento del debito e della massa monetaria, specie in un Paese privo di qualsiasi sovranita su queste materie.
Un discorso da folli che vogliono prosciugare il mare con un secchio. anche se a dire il vero i folli sono le masse che si alzano al mattino e vanno a lavorare per pagare il mutuo... masse di schiavi.
L'oro è la moneta dei re, l'argento la moneta dei signori, il debito quella degli schiavi. Il debito non ripagabile è invece la moneta dei dannati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fra73 2011-07-17 07:37
Caro Direttore, ecco il rapporto completo.
http://www.economiareale.com/uploads/attivita/pdf/ECONOMIA_REALE_DEFINITIVO.pdf
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità