>> Login Sostenitori :              | 
header-1
header-152

RSS 2.0
menu-1
L’Italia ha pagato 3.100 miliardi di interessi in 3 decenni (198% del PIL)
Stampa
  Text size
 Abbiamo ricostruito i dati di PIL, Debito Pubblico, Deficit Pubblico, Saldo Primario (differenza tra  entrate ed uscite della PA al netto degli interessi) e Spesa per interessi dal 1980 al 2012.

gpg1 (325) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

Guardando i dati si nota:

IL DEBITO PUBBLICO HA AVUTO UNA FORTE CRESCITA SPECIE DOPO IL 1981, DATA DEL DIVORZIO TRA BANCA D’ITALIA E TESORO, E PASSA DAL 60% AL 120% NEL 1993

gpg1 (326) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

 

LA SPESA PER INTERESSI ESPLODE SUBITO DOPO IL DIVORZIO TESORO-BANKITALIA E PASSA DAL 4% ALL’8% DEL PIL IN MENO DI 4 ANNI (1981-84)

gpg1 (327) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

 

IL DEFICIT ESPLODE CONSEGUENTEMENTE NEGLI ANNI 80 A 2 PRECISI FATTORI:  INCREMENTO INCONTROLLATO SPESA PER INTERESSI (vedi sopra) ED INCREMENTO SPESA PUBBLICA CORRENTE TRA ANNI 70 ED 80.

Dal 1993 al 2012 il saldo cumulato positivo del saldo primario e’ di ben il 47% del PIL

gpg1 (328) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

Attualizzando i dati a valuta corrente (equivalente ad Euro del 2012) si ha:

gpg1 (329) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

L’ITALIA HA PAGATO TRA IL 1980 ED IL 2012 LA BELLEZZA DI 3.101 MILIARDI DI EURO EQUIVALENTI (al 2012) DI INTERESSI, PARI AL 198% DEL PIL, UNA CIFRA DI PROPORZIONI ENORMI.

 

gpg1 (330) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

 

Abbiamo fatto una SIMULAZIONE: tenendo fermi i saldi primari ed i valori di PIL dal 1993 in poi, abbiamo visto l’evoluzione del Debito Pubblico dal 1993 ad oggi se nel 1993 il Debito Pubblico fosse stato del 60%. Oggi sarebbe al 26%

gpg1 (331) - Copy - Copy - Copy - Copy - Copy

 In estrema sintesi, negli ultimi 20 anni IL DEBITO E’ PASSATO DA CIRCA 1.500 A 2.000 MILIARDI DI EURO (valori 2012) RESTANDO SOPRA AL 120% DEL PIL nonostante il fatto che:

- ABBIAMO PAGATO QUASI 2.000 MILIARDI DI INTERESSI (valori attualizzati al 2012)

- ABBIAMO REALIZZATO SALDI  PRIMARI ATTIVI PER 740 MILIARDI   (valori attualizzati al 2012), CIFRA CHE NON HA EGUALI IN EUROPA

In sintesi l’Italia ha comunque fatto enormi sacrifici, con risultati sul fronte del risanamento nulli, e straordinariamente negativi sul fronte della crescita.

Fonte
Scenari Economici

Home  >  Worldwide                                                                Back to top

 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# MarcoS 2013-07-23 18:06
E' tremendo leggere questo articolo INSIEME a quello del direttore sulla politica economica del terzo Reich ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# 9zZ 2013-07-24 08:35
Il problema economico per Hitler era nulla rispetto al dover mantenere per sempre, come è capitato per disgrazia al Nord, un Sud inefficiente e sanguisuga come il nostro, nè la nostra classe politica.
Lui avrebbe eliminato comunque subito i problemi alla radice.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# oronzo 2013-07-24 11:17
Un sentito grazie a tutti i politici e governatori bankitalia che ci hanno venduto all'usura internazionale apolide.

x9zZ: pensa ai fatti italiani e basta con questo nord e sud. Il marcio è soprattutto dalle tue parti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Rafael 2013-07-24 11:26
“In sintesi l’Italia ha comunque fatto enormi sacrifici, con risultati sul fronte del risanamento nulli, e straordinariame nte negativi sul fronte della crescita”

E’ un lavoro diligente e lodevole , l’unico commento critico nell’articolo a questi numeri e’ la frase virgolettata sopracitata.
Manca il : CHI COME PERCHE’ , il tutto e’ stato trattato come un freddo e asettico articolo permutativo di scrittura ragioneristica ( e’ cambiata la faccia del patrimonio , ma non la sostanza).
Dove sono andati a finire tutti i trilioni di euro evidenziati ?
Come dice Bankitalia la ricchezza degli italiani e’ 8 trilioni (6 di immobili e 2 di beni mobiliari)
In fondo nulla si crea e nulla si distrugge tutto si trasforma
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ilSole Zero_Ore 2013-07-24 12:21
chi governa o comanda ha sempre odiato il prioprio popolo noi(a noi italo-pitechi)
... un tantino di più!
questo rimane per me un diabolico enigma...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# DBF 2013-07-24 13:27
Il debito pubblico é servito a decelerare i ritmi naturali del nord per estinguere il maggior numero possibile di esseri umani e sostituirli. In effetti i subumani al nord si sono moltiplicati a dismisura e i servi del sistema pure. Poi sono entrati i nuovi italiani . A questo punto c'é da chiedersi - per chi non lo sa - ai vertici del potere chi c'é?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# spawnman 2013-07-24 14:14
Sono molto contento che i conti che io faccio a mente in modo semplicistico (sono ingegnere sul campo e progetto con pochi mezzi!) qualcuno lo abbia graficato. Basterebbe fare il semplice conto che io chiedo sempre ai miei colleghi in officina: pagando 80 miliardi di soli interessi annui, in 26 anni nella realtà dei fatti pagheremmo ampiamente il nostro debito, mentre nella realtà della scrittura contabile bancaria, se fra 26 anni avremo pagato SOLO gli interessi, il debito sara ancora identico ad oggi...Questo semplicissimo e quasi puerile calcolo, dimostra a mio parere 2 cose in modo diretto: o i politici de noantri sono stupidi, o complici. La mia paura e quasi certezza è che siano entrambi.....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ilSole Zero_Ore 2013-07-24 22:41
non sono stupidi ma complici ....
lo dimostra il mostruoso apparato di "prebende" (uniche al mondo) che questi si sono autoimposti a tutti i livelli ...
..si insomma la solita "Pitecolandia" Badogliana,
il piteco italico si adatta ,migra,si dispera, muore nel feroce disprezzo e derisione assoluta della "statal-neobaronia" italiota
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


Articoli piu' letti del mese nella sezione Worldwide

Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità