>> Login Sostenitori :              | 
header-1

RSS 2.0
menu-1
veltrobeve.jpg
Sì, è la Casta da abbattere
Stampa
  Text size
In soli due mesi, il costo del debito della Telecom è aumentato del 50%: perché qualcuno compri le sue obbligazioni, il rendimento ha dovuto passare da 4% a 6,7%. E’ un esempio di quello che succede alle entità super-indebitate nell’attuale condizione globale di restrizione del credito, e ovviamente sta già accadendo lo stesso all’indebitatissimo Stato italiano. Saremo noi contribuenti, a crescita zero, a pagare i frutti dei BOT che la nostra classe cosiddetta dirigente ha lasciato salire al 106% del PIL, il più enorme dei Paesi sviluppati.

Perché Telecom si sia ridotta così è noto. Dal momento in cui i politici hanno lasciato che Tronchetti Provera comprasse con  soli 153 miliardi suoi un’azienda che ne valeva 55 mila, ed ha dovuto ricambiare il favore, la «politica» non ha fatto che saccheggiare l’azienda come strumento e vittima di malversazioni e tangenti, mettendoci capi a loro graditi (Colaninno in quota D’Alema) che l’hanno portata alla rovina.

Non solo l’hanno svuotata; le hanno fatto perdere i treni del progresso tecnologico travolgente di internet; il risultato è che siamo il Paese più arretrato anche in questo campo, il meno coperto dalle linee veloci, in mano a un monopolio sgonfio che vivacchia rubacchiando sugli SMS dei giovani cretini, e dei disperati che come il sottoscritto devono usare Alice Mobile: lentissima e costosissima, con spese impreviste ogni mese oltre il rateo, e pubblicità truffaldina che promette «naviga a 7,2 mega», cosa da reato penale.

Ma impunite, perché i giudici sì occupano solo di chi non ha santi in paradiso. La stessa cosa hanno fatto ad Alitalia (1,7 miliardi di euro di debiti). Al punto che ora si deve giudicare un bene se se la prende Air France; almeno uno straniero non risponderà alle richieste clientelari degli avvoltoi e dei sindacati. Alitalia ci ricorda perché l’Italia è stata sempre sotto il dominio straniero: perchè non ci sappiamo governare, perché non esprimiamo che classi parassitarie incapaci (1).

Lo dico come risposta a quei lettori - ce ne sono sempre - che mi obiettano: anche se si riducono gli emolumenti ai parlamentari, non sarà questo risparmio a far quadrare i conti. La Casta ci rovina non solo per i suoi emolumenti scandalosi, ma perché per giunta distrugge l’economia e la società, pretendendo di «governare». Secondo le sue concezioni: concezioni di menti distorte dagli emolumenti che, a quei livelli, sono di per sé corruttori.

Veltroni ha dato un esempio di quella stortura mentale e morale. Quando Fini ha fatto sapere che Veltroni a 52 anni è titolare di pensione di 5.200 euro, costui ha replicato: «Fini ha perso una buona occasione per tacere» e «con quei soldi faccio del bene». Se noi cittadini e contribuenti siamo diventati insensibili a tali frasi, al punto di non  coglierne la patologia che rivelano, allora è finita. Fini doveva «tacere»? E perché mai?

In uno Stato legale, gli emolumenti di tutti coloro che ricevono soldi pubblici devono essere noti pubblicamente, devono essere pubblicati e non segreti. «Con quei soldi faccio del bene» non è una riposta: a parte che dobbiamo creder a Veltroni sulla parola, il problema non è quello che fa coi soldi pubblici. Il problema è che quei soldi non sono suoi.

Glieli stanno pagando i cittadini-contribuenti: il 95% dei quali è infinitamente più povero, né può andare in pensione a 50 anni come i politici (mi correggo: Di Pietro ha già la pensione pubblica a 45 anni). Il problema dunque è di uguaglianza di cittadini di fronte alla legge. Veltroni ha giurato che lui voleva rinunciare a quella pensioncina da benestante, ma «non è possibile».

Ha ragione: i parlamentari come cosca vietano di farlo anche a chi di loro vorrebbe rinunciare. Perchè, dicono, sono «diritti acquisiti». Ma anche i lavoratori avevano dei «diritti acquisiti»: diritto per legge ad una pensione di anzianità pari all’80% della paga dopo 40 anni di contributi. La legge è stata ridotta a nulla, le pensioni si sono striminzite per successive «riforme» e ladrocini della Casta, che portano la firma di Dini e Amato.

I «diritti acquisiti», i cittadini, se li vedono togliere ogni giorno con tutte le scuse: la concorrenza globale, il debito pubblico, la crisi economica… Solo per la Casta queste scuse non valgono. La Casta per cui gli emolumenti sono diventati non un mezzo, ma il fine della politica. Il motivo per cui ci si entra e non se ne esce più.

In uno Stato legale, gli emolumenti dei parlamentari devono essere trattati come rimborsi-spese, ossia voci per definizione non sono «diritti acquisiti». Invece, lorsignori li considerano «stipendi», e li difendono come fossero dei lavoratori sindacalizzati, meglio e più dei metalmeccanici (i meno pagati d’Europa).

Il numero degli «stipendiati della politica» ammonta, secondo Claudio Martelli, a un milione di persone. Sono tutti i parassiti che la Casta riesce a mettere ai posti che contano, dalle ASL alle partecipate, alle municipalizzate - ad esempio le aziende di trasporti delle grandi città - fino a devastare l’economia. E tutti, sicuramente, ricevono più ancora della ricca pensione-baby di Veltroni.

Chiedo ai lettori scettici: dimezzare questa Casta non sarebbe un risparmio capace di incidere sul debito pubblico? Io sono convinto di sì.

Grazie a Libero, sappiamo per certo che Ciampi ha un redito imponibile di 721 mila euro annui: perché cumula almeno tre emolumenti e pensioni, cosa che a noi cittadini è vietata (chi lavora non può avere la pensione).

Basterebbe estendere quel divieto, in nome dell’uguaglianza, a Ciampi e ai suoi pari. Ciampi rimarrebbe un ricco sfondato con 300 mila euro annui; dovrebbe farcela, deve aver pur messo da parte qualcosa come governatore di Bankitalia - anche se in quel posto ha dilapidato 60 mila miliardi dei contribuenti in una «difesa della lira» che è stata idiota oppure criminale. Sarebbe da processare, ma non si chiede tanto, nessuna violenza, nessuna rivoluzione: basta che abbia i diritti degli altri cittadini, non leggi apposta per sè.

Abbiamo appreso da Libero con sicurezza che il Quirinale ci costa quattro volte di più della Corona britannica: questa si contenta di 48 milioni di euro annui, il Colle ne consuma 228 ogni anno. Di denaro nostro. Di noi che, al 90% guadagniamo 1.500 euro mensili, e dobbiamo mantenere questa Casta di ricchi di Stato, fra cui i 2.000 dipendenti strapagati del Quirinale, maggiordomi e servitori di lusso di sua maestà repubblicoide.

Il Napolitano ha reagito alle inchieste di Libero: «Il Parlamento non è fatto di avidi fannulloni», è in pericolo «la dignità delle Camere».  E’ il Napolitano che ha dato sulla voce a Tremonti, facendoci una lezione a favore del liberismo globale e contro il «protezionismo» appresa dagli USA; il Napolitano che approfitta della sua carica per favorire la sua parte contro l’altra, un’illegalità patente che è stata inaugurata da Oscar Luigi Scalfaro (225 mila euro annui: soltanto?) e proseguita dal miliardario Ciampi. E condonata dai giudici, altra cosca. Di quale dignità si parla?

E’ gente di una qualità morale e intellettuale minima, ma strapagata da noi oltre ogni decenza. Un Paese che s’impoverisce non può permettersi un milione di ricchi pubblici, pagati da contribuenti che non arrivano alla fine del mese, che stanno consumando meno, che risparmiano sul gasolio. Questo è odioso, questa è una oligarchia plutocratica oppressiva, da cui bisogna liberarsi.

L’economista Francesco Forte, sempre su Libero, ha indicato i dieci motivi per cui, secondo lui, l’Italia non cresce e noi, cittadini-contribuenti, retrocediamo nel benessere e abbiamo salari insufficienti. Elenca «la marea di regolamentazioni che crescono di continuo» e che mette in ceppi le nostre imprese («la licenza per costruire un capannone richiede 284 giorni»).

La «legislazione ambientale e le procedure bizantine dell’ANAS, che bloccano i lavori pubblici» di strade e autostrade, «volàno di ordinativi»: è noto che ogni microscopico comune, con la sua casta locale di stipendiati della politica, può non solo bloccare i lavori, ma esigere compensazioni miliardarie di cui spesso non sa che fare - fa uno stadio di paese, un giardinetto, un rondò…

«La valutazione d’impatto ambientale impiega dai 1.000 ai 1.500 giorni dall’apertura della pratica alla firma del ministro; la legge obbiettivo che doveva semplificare è stata bloccata».

Altra causa: l’energia, che in Italia, Paese di industrie, costa più che dovunque in Europa (per ecologismo ideologico consumiamo solo gas, il gioiello costoso più costoso dei combustibili).

Altra: il turismo devastato, che in Spagna e Francia è una fonte primaria di ricchezza, e da noi è sepolto dalla monnezza napoletana e dai reati microscopici ma continui, assillanti, a danno di turisti che credono di arrivare in un Paese europeo; l’esempio di Pompei, in mano alla camorra che impedisce l’apertura di grandi alberghi internazionali allo scopo di far vivere i baracchini di bibite e le guide abusive, che le pagano il pizzo, è un chiaro capo d’accusa: alla magistratura, alla polizia,
al «governo».

I sindacati, poi: senza il cui consenso non si può fare nulla. «La  bassa produttività», spiega Forte, «dipende dal fatto che i salari sono contrattati a livello nazionale e non periferico, e non sono commisurati al rendimento». Cari lavoratori, se vi pagano meno di quel meritate, sappiatelo: è per i sindacati. Che non si occupano di voi, ma di non cedere il loro «potere» basato sulle contrattazioni collettive.

Inoltre: l’impiego pubblico. «Dal 2000 al 2006 i dipendenti pubblici hanno avuto aumenti di retribuzioni del 23%, i privati del 13%». E naturalmente i dirigenti ancor più del 23%: sono gli «stipendiati della politica» per eccellenza, messi lì in quota partito.

Gli statali ricevono aumenti senza rapporto non solo alla «produttività» (pari a zero; a Roma un dipendente su tre è ogni giorno assente), ma anche alla ricchezza del Paese - questa diminuisce, gli stipendi pubblici aumentano. E per pagarli, ecco il fisco più violentatore e intrusivo del mondo, devastatore della libertà d’imprendere, strangolatore delle attività economiche. Che ha aumentato la pressione fiscale dal 40,6% di tre anni orsono al 43% di oggi; a cui vanno aggiunti i cosiddetti contributi sociali, passati in dieci anni dal 35% al 45% delle nostre retribuzioni lorde pagate dai datori di lavoro.

Un esempio di Francesco Forte: l’imposta di registro sugli immobili è al 10%. Per forza il mercato immobiliare è bloccato e il patrimonio immobiliare mal gestito. Chi compra o vende un appartamento si vede un aggravio del 10%. Anzi del 20% se è una seconda casa: Visco, titolare di villa abusiva in un’isola sicula, ha inteso così «punire» la tendenza degli italiani a farsi la seconda casa.

E’ questo il problema della Casta: almeno si limitasse a rubare. No, vuole applicare la sua ideologia, che è per principio punitiva, sospettosa della libertà privata. Visco ha inventato l’ultima: l’erario sospende i pagamenti (spesso rimborsi IVA) alle aziende che secondo l’erario stesso sono «inadempiuenti fiscali». Tale inadempienza è falsa in sei casi su dieci, e dipende da calcoli sbagliati degli uffici tributari (in giudizio, l’amministrazione fiscale perde sei cause su dieci).

Ma intanto, alle imprese vengono fatti mancare i fondi essenziali per funzionare. Visco vuol far morire le imprese che sono in «peccato»: una visione clericale e robespierriana della Virtù, da uno con villa abusiva (condonata). Da un’amministrazione che, mentre per legge dovrebbe pagare entro 30 giorni le prestazioni ottenute dai privati, fa aspettare il dovuto in media 138 giorni (la media europea: 68 giorni).

In Lombardia, questi ritardi aggravano le imprese di maggiori costi pari a 148,7 miliardi di euro: la Lombardia gallina delle uova d’oro, nonostante tutto il più efficiente agglomerato industriale italiano. In tutto il Paese, i ritardi pubblici dei pagamenti costano ai privati 935 milioni di euro; ai privati che si arrabattano per competere sui mercati mondiali, non ai fancazzisti statali con aumenti garantiti.

E’ per questo che la Casta è da abbattere: non solo ruba e ci costa, ma pretende pure di «governare» e ci strangola, ci impedisce di agire. Come?

In teoria è facile: applicare le stesse leggi che aggravano i cittadini, a lorsignori. Ma in pratica, chi dovrebbe fare questa «riforma», se  non la Casta? E nessuna Casta ha mai rinunciato ai suoi privilegi indebiti, se non sotto la paura e la violenza.




1) L’appello di Berlusconi ad imprenditori italiani perché rilevino Alitalia o va considerata per pietà una delle freddure di dubbio gusto cui ci ha abituato, oppure rivela la vacuità strategica del Salame di fronte ai problemi italiani.
Come se vivesse nel mondo dei sogni, non ha capito che in Italia non esistono imprenditori
delle dimensioni e capacità tali da inglobare una compagnia aerea.
Esistono solo capitalisti senza capitale (Tronchetti Provera), poco competenti (Marchionne che deve richiamare una macchina per difetti) e banche usurarie, che scremano profitti indebiti colossali
da un Paese in declino a forza di usura (Intesa esibisce un utile di 7,2 miliardi).
Lo stesso Berlusconi, ricchissimo, non è un imprenditore: è un impresario di varietà, che è cosa diversa. Lui dice per per Alitalia «i suoi figli sono disponibili». Ma i figli devono già sposare
le precarie italiane! Vede l’Alitalia come azienda familiare, con precarie alla cloche?


Home  >  Politica interna                                                                                     Back to top


 
Guarda commenti | Nascondi commenti

Commenti  

 
# davide 2008-03-21 19:23
il mal di stomaco aumenta,giorno dopo giorno...e\` ora di andarli a prendere a calci in faccia uno ad uno..io sono contro qualsiasi forma di violenza,ma per lor signori farei un\`eccezzione..per favore..andiamo a spaccargli la faccia!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alessandro 2008-03-21 19:28
PURTROPPO TUTTO QUESTO è VERO, MA DIMOSTRA COME SI DIVENTA CIECHI DIFRONTE HAI SOLDI............DA CUI NASCE TUTTA QUESTA INSENSIBILITà SUI PROBLEMI COMUNI, CHE NON SI CAPISCE PERCHè NESSUNO NE PRENDA ATTO. O MEGLIO MANGIATO LORO HANNO MANGIATO TUTTI..ANCHESE CREDO CHE TUTTO QUESTO UN GIORNO LO VOMITERANNO, SE NON AVRANNO IL CORAGGIO DI GUARDARSI AD UNO SPECCHIO E DI RENDERSI CONTO CHE QUELLO CHE DOVEVANO GUADAGNARE L\`HANNO GUADAGNATO, ANCHE PER IL LORO PRONIPOTI MOLTO PROBABILMENTE. BASTI PENSARE A ENI CON UTILI INCALCOLABILI, MA CHE DEVE AUMENTARE IL COSTO DEI CARBURANTI PERCHè.. NON SI SA PERCHè O ALLE BANCHE CHE AUMENTANO LE SPESE LO S\`ò SPERANZA VANA..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fabiog 2008-03-21 19:34
lo dissi già in un suo articolo di un paio di settimane fa... Sig blondet... ci vogliono proiettili da guerra per sterminare quest esercito di zecche dalla testa vuota che ci sta succhiando il sangue... siamo senza speranze! saluti fabiog
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luca 2008-03-21 19:38
Sono un \"fancazzista statale\", uno che lavora 36 ore la settimana (sabato incluso), che svolge mansioni da diplomato, con annessa responsabilità, ma che è inquadrato con livello retributivo da terza media. Assegni di famiglia e detrazioni inclusi, il mio netto mensile è di 1.095 euro; il mio stipendio negli ultimi 5 anni è aumentato, al netto, del 9% (meno dell\`inflazion e). Non discuto sui Suoi dati, Blondet, ma dovrebbe generalizzare un po\` di meno: io mi alzo tutte le mattine alle 6 e ci sono giorni in cui non riesco neanche ad andare al cesso in ufficio, per l\`eccessivo carico di lavoro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Leonardo 2008-03-21 19:39
Ho letto con interesse il tuo articolo. Anche io sono giunto alla conclusione che la cosiddetta casta non è disposta a rinunciare ai propri scandalosi \"diritti acquisiti\", a meno che abbia paura ! Il problema è come fargli paura, senza dover ricorrere alla violenza. Certo...prenderli a pomodorate per la strada, sarebbe già un bell\` inizio. Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Primavera dei cento fiori 2008-03-21 19:41
1095 euri al mese ? Tra un po\` guadagneranno piu\` gli statali cinesi di quelli italiani.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# michele giosa 2008-03-21 19:52
Proviamo a prendere in considerazione questa opzione: \"L\`astensionism o passivo non fa percentuale di media votanti e riguardo alle elezioni legislative il nostro sistema di attribuzione non prevede nessun quorum di partecipazione, quindi le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza... Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza. E\` infatti facoltà dell\`elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione. E\` possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L\`ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: \"Nessuno degli schieramenti e nessuno dei candidati qui riportati mi rappresenta\"). ------------------------------------ Facciamo un\`ipotesi che ci si rechi alle urne avvalendoci di questa opzione, come segno di protesta. Cosa succederebbe se tanti cittadini manifestassero in questo modo il loro disagio e disapprovazione verso queste classi dirigenti che si alternano ad ogni elezione dimostrando soltanto incapacità di mettersi a disposizione del popolo. Ipotizziamo che questi cittadini siano una percentuale molto significativa a tal punto che le elezioni verrebbero considerate non valide. Ipotizziamo che a questo punto si formi un\`Assemblea Costituente formata da cittadini onesti e senza scopi personali che si impegnino per un periodo di tempo per capire e gettare le basi per farci uscire da questo modo di \`essere\` in cui siamo piombati. http://ilmuraglione.splinder.com/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alessandro 2008-03-21 19:57
MA SAPETE QUAL\`è LA COSA PIù ASSURDA? PREMETTO CHE NON SONO UN\`ESPERTO MA... DOVESSERO DARE UNA REGOLATA A TUTTO, DAI LORO STIPENDI ALLE PENSIONI GLI STATALI GLI AIUTI AL SUD, AIUTI CHE PERALTRO SONO PERENNI E SI SOMMANO A QUELLI GIà EROGATI PERENNI PURE LORO CHE FINISCONO SEMPRE IN UN BUCO NERO AL SUD DOVE COSA STRANA.... SI è SVOLTA IL 90% DELLA CAMPAGNA ELETTORALE, COME SE IL NORD NON CONTASSE O MEGLIO NON è CLIENTELARE E NON VIVE DI SUSSIDI QUINDI I VOTI NON SI COMPRANO E COSI VIA DISCORRENDO ....... VISTO TUTTO QUESTO PROBABILMENTE POTREMMI VIVERE IN UN PAESE QUASI AL PARI DELLA GERMANIA QUINDI SVEGLIAMOCI ITALIANI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Vasco 2008-03-21 19:59
Antonio DiPietro ha una baby-pensione di magistrato e poliziotto per quella che nel 1994 era ancora \`anzianità di lavoro degli statali\`\` Mia cognata infermiera è andata in pensione con 800.000 lire/mese dopo soli venti anni di lavoro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Enrico 2008-03-21 20:01
E nessuno cita le nostre Forze Armate! Sapete quanto prende un maresciallo? Dai 1400 ai 1600 Euro al mese, compensi di guardia esclusi; e un ufficiale? Dai 1600 in su. Carico di lavoro: pari al 20 % della giornata lavorativa, passata a gocare a tetris e a vedere film porno; lo so perchè ho fatto parte della \"casta militare\" e ho visto lo spreco di danaro pubblico nelle così dette \"strutture di supporto\".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sudest 2008-03-21 20:18
Credo che il Direttore sbagli due volte, generalizzando sui dipendenti pubblici: sbaglia perche gli assenteisti ci sono (eccome!), ma la stragrande maggioranza \"manda avanti la baracca\" con onestà e coscienza; sbaglia perchè contribuisce a dividere gli Italiani, mentre ci sarebbe bisogno, dopo sessant`anni di lacerazioni, di rifondare la Nazione. Comunque, leggendo le lettere che vengono pubblicate, noto con piacere che gli \"appelli\" del Direttore per votare Berlusconi non vengono raccolti da moltissimi lettori, i quali, forse, vorrebbero essere Italiani in un modo diverso da quello proposto dai partiti, sia di destra, sia di sinistra (che sostanzialmente propagandano le stesse cose). Forse vorrebbero esprimere (con quei \"no a Berlusconi e no a Veltroni\")una preferenza per uno Stato dove (in un`ottica, nè liberal-capitalista, nè marxista): i servizi pubblici e strategici siano nazionalizzati; sia combattuta e non incentivata la flessibilizzazi one del lavoro; sia difeso il diritto alla proprietà della casa per tutti i Cittadini costretti a vivere in affitto a prezzi esorbitanti; sia promossa e difesa l`identità nazionale; sia rafforzata e sia resa dignitosa la scuola pubblica; sia garantito il diritto alla salute senza oneri a carico del cittadino contribuente; sia garantita la libertà di culto in materia religiosa senza interferenze del Vaticano. E aggiungo: forse moltissimi Italiani pensano che per non legittimare l`oligarchia partitocratica sia giusto non andare a votare e sia opportuno invitare altri Italiani, usando i mezzi tecnologici oggi disponibili (e.mail via Internet, sms, ecc.), a fare altrettanto. Magari con questa modalità: dieci sms inviati a dieci diversi conoscenti notificando i destinatari del messaggio, in modo che chi riceve i messaggi possa rimandarli ad altri diversi dieci destinatari. Con i migliori saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# andrea 2008-03-21 20:19
Posto un link sui dati delle pensioni baby dei poveracci: www.uonna.it/lombardia-pensioni-baby.htm Ho fatto due conti: 89.484 pensioni baby da 8.970
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# ALESSANDRO 2008-03-21 20:29
LA PRIVACY PERCHè IL MIO VOTO NON VADA A NESSUNO DEVO DICHIARALO PUBBLICAMENTE TRA LE VARIE AGIATEZZE ANCHE IL PREMIO DI MAGGIORANZA..SI BECCANO CIò CHE NON ERA PER LORO...PER NOSTRA IGNORANZA E PER LA NOSTRA PAURA DI ESPORCI. IN MERITO AD ALITALIA NON SI LAMENTINO I DIPENDENTI CHE SARANNO LICENZIATI O ROCOLLOCATI PROBLEMA CHE TOCCHERA A MOLTE ALTRE PERSONE IN ALTRE AZIENDE EX STATALIU(ALMENO ADESSO LAVORERENNO DAVVERO), MA CERCHINO CONFORTO DA CHI PER CLIENTELISMO LI AVEVA SISTEMATI IN QUEI POSTI, FORSE UN\`ALTRO POSTICINO LO TROVERANNO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# paolo ruozi 2008-03-21 20:30
mi viene da piangere,se ci va bene finiemo come l\`argentina, ma penso peggio. io annullero\` la scheda ma anche se tutta italia fara\` lo stesso e risultera\` uno 0% riusciranno a parlare di brogli e continueranno a fare i loro porci comodi. bisognerebbe sequestrargli tutto e ridurli sul lastrico compresi parenti ed amici a cui avranno intestato parte dei loro averi. io sono un fornaio ,occhio che scoprono il mio conto in liechtenstein
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mario 2008-03-21 20:32
Nonostante quello che i signori della Casta dicono e fanno, la nostra gente continua a lavorare e a combattere per la sopravvivenza come sempre. Loro non si accorgono di quello che accade ai \"piani inferiori\", si illudono che se nasce qualcosa di positivo è determinato dalle loro leggi. Ogni giorno che passa, però, questo è sempre meno vero e sempre più spesso quello che dicono e fanno è vano. Sono gli inconsci attori di un dramma mal recitato, affetti da una forma di esaltazione visionaria come quella che afflisse Hitler nel bunker della Cancelleria: dava ordini a divisioni di panzer che non esistevano più. Questi signori fanno la stessa cosa: ogni giorno che passa li allontana sempre più dalla realtà perché non vivono la vita della \"gente comune\" ma un delirio visionario. Il nemico che li abbatterà? Loro stessi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Al 2008-03-21 20:38
No non dobbiamo togliergli lo stipendio o fargli i conti in tasca, pensate sia facile per loro andare a letto la sera, magari non stanchi fisicamente, ma con la mente che frulla e la coscienza che li turba pensando a quanti denari hanno tolto a noi contribuenti? La loro vita è un tormento unico... sempre a pensare a quanta gente non ce la fa ad arrivare a fine mese... quanta gente non riesce a fare una spesa dignitosa al supermercato... quanta gente chiede soldi in prestito per pagare l\`affitto... quanta gente riceve gli ufficiali giudiziari che pignorano e pignorano e ancora pignorano.. e quanta gente gira con l\`auto senza assicurazione (che non ha potuto pagare) per andare a lavorare altrimenti non prendono neanche quella miseria per comprare il pane... Ragazzi questi sono pensieri grossi, ti rovinano il fegato e la mente, non è semplice vivere così, se poi devono rinunciare a quei miseri 15 mila euro al mese allora è meglio che vanno a fare qualcos\`altro, che poi i soldi non fanno la felicità lo sanno tutti... infatti loro non sono felici, si vabbèh ogni tanto mangiano mortadella e stappano qualche bottiglia di champagne alla Camera ma poi tornano tristi e quando si arrabbiano si sputano in faccia... ma vi sembra una vita sana quella? Stiamo meglio noi che ci mangiamo un piatto di minestra e stiamo con le nostre famiglie!...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luca Giurleo 2008-03-21 20:40
Il debito pubblico non saremo mai in grado di estinguerlo nonostante tutti gli sforzi dei governi nel farci pagare le tasse e aumentandole. La quantita\` del denaro in circolazione sara\` sempre inferiore al debito e non potra\` far altro che aumentare sappiatelo tutti, siamo in un vicolo cieco. L\`unica soluzione e\` riprendersi la sovranita\` monetaria. In un paese dove lo stato non e\` in grado di ripagare i debiti fatti dalle varie classi dirigenti susseguitesi alla guida del paese negli ultimi anni, l\`unico modo per far cassa e\` svendere tutte le imprese statali a privati liberalizzazion i indiscriminate da parte della nostra classe dirigente di sinista. provate a ricordarerle tutte per prime sono state privatizzate le banche poi le ferrovie le autostrade e vaie aziende controllate dall\`iri quando c\`era Prodi alla guida L\`alfa romeo e ora e\` giunto il momento di alitalia. La soluzione per riprenderci e liberarci di questa classe dirigente esiste ,basta incominciare a farci noi le leggi attraverso le petizioni. Grazie dell\`attenzion e a tutti buona Pascua
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# luca 2008-03-21 21:45
NAPOLITANO.. Napolitano ha definito quindi \"qualunquismo\" l\`atteggiament o di chi definisce il Parlamento \"una corporazione di avidi fannulloni\". E\` una cosa che si legge \"ogni tanto\", ha denunciato il presidente, ed è una cosa che \"inocula nelle menti il distacco dalla politica\".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giuseppe 2008-03-21 21:59
Ridurre i consumi e Riciclare è l\`unica soluzione passiva per ridurre il gettito fiscale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# luca 2008-03-21 22:05
l\`ultima di berlusconi ALITALIA .. RIALZATI....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# il sabba 2008-03-21 22:13
Macerata-provincia e quartiere lontano di Roma. Serbatoio di voti ciellini e comunisti. Uno schifo bloccato da cantieri ,invalidi e nullafacenti. Un tempo pensavo (venendo da pochi km di distanza ,patria dell\`industria calzaturiera che va-paciotti/dellavalle etc-)che fosse un eccezione marcescente in un sistema. Invece è la regola. Quando certa gente arriverà alla fame o finiranno i lustrini,sentir emo fischiare pallottole. -andare all\`estero-
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# silvia 2008-03-21 23:08
In teoria,paradoss almente,l\`unic o che può parlare e dire tutto ciò che gli passa in mente,come un bel romanzo quasi fiabesco,letto ad alta voce,con quel modo educato e milanese di spiegare ai telespettatori la tragedia di questo paese,è solo lui,il cavaliere.In effetti non esiste altro,vogliamo chiamarla sinistra cattolica,pd,ca ttocomunisti,ar cobaleni,ecc,qu ello che c\`è oltre il cavaliere,è il partito degli invidiosi,degli intrallazzatori ,di tutto ciò che serve per neutralizzarlo.Da quando lui esiste in politica,perchè oh!è ricco,ha saputo fare,e non penso che punti del tutto alla pensione miliardaria,non da la sensazione del rumino,di quello che vive parassitando facendo il meno possibile,tutti contro ad arricchirsi,ma a spese nostre.Potrebbe benissimo governare un paese piccolo da solo,con qualche altro politico,a modello svizzero,penso le cose andrebbero benissimo, tutti pagherebbero meno tasse perchè rapportate ai servizi,e a studio di settore,ci sarebbe lavoro per tutte le categorie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Massimiliano 2008-03-21 23:13
Mi tengo le ultime 2 parole dell\`articolo: paura e violenza. Tutti grandi cambi della Storia sono stati fatti sul sangue...se vogliamo veramente virare la barca Italia di 180º la soluzione passa obbligatoriamen te per la violenza
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Aldo Cavalli 2008-03-21 23:14
Mi piacerebbe sapere se è veritiera la storia sulle profezie di Don Bosco, secondo cui egli avrebbe esclamato in visione mistica sui nostri tempi: \"Povera Italia, non v\`è chi sia degno di spezzare il pane per te\". Dobbiamo preoccuparci perché se ciò accade tra i religiosi, è evidente che non abbiamo politici carismatici animati dal desiderio di servire, dunque le cose non vanno affatto bene. Siamo inermi? Abbiamo molte armi: digiuno, preghiera e penitenza, ma anche logica, intelletto, passione per la verità; soprattutto quest\`ultima ci avvisa che le menzogne del novecento stanno saltando, ovvio che ci sia un tentativo di scatenare qualche guerra. Sembra che a Yalta sia passato il principio della divisione: chi aveva le industrie non poteva avere l\`energia, chi aveva l\`energia non doveva avere le industrie, solo così il vertice della piramide delle classi dirigenti poteva lucrare enormi profitti. L\`Italia è stata sommamente sfruttata, quasi condannata a un enorme debito di guerra: in cambio di una ripresa i nostri politici ci hanno venduto l\`anima. E\`stato risarcito a usura Piano Marshall, Sesta Flotta, Basi militari e molto altro ancora, sono stati sacrificati i nostri artisti migliori, i nostri scienziati costretti ad emigrare. Ci sono prove che il problema energetico sia stato creato e protratto artificialmente : bisogna considerare la cosa molto seriamente, perché chi ha in mano l\`energia ha in effetti molto potere. Mandela ha pubblicamente affermato che la povertà non è connaturata alla condizione umana ma è sostenuta deliberatamente da alcuni uomini contro la stragrande maggioranza dell\`umanità, a scopo di dominio anche metafisico. Ricordiamoci che non è il lavoro a rendere liberi, il lavoro è solo il castigo per via del peccato originale e non dobbiamo fare di un castigo un vanto, come ci imputano i teologi islamici. Vorrei, con amore, ammonire il Direttore: se dare troppa importanza a produttività e sviluppo non ha molto senso, legare le remunerazioni a questo fattore è pericoloso, perché scatena una corsa diabolicamente organizzata verso l\`Abisso con noi nella parte dei lemmings. Un Sindacato deve esistere, recuperando la difesa dei più deboli da cattiveria e avidità nell\`ambiente di lavoro: queste cose ci sono eccome. Parliamo di come si aumenta la produttività di un bancario? Lavorerà forse con più accanimento, rifilando derivati ai Comuni italiani o strutturati ai poveri vecchi e derubandone gli eredi legittimi, esattamente come gli viene richiesto? Come si aumenta la produttività di un assicuratore? Spingendo forse le polizze che scommettono sulla morte? Come si aumenta la produttività di un contadino? Forse violentando la natura con tremendi diserbanti e pesticidi e ricorrendo ai semi brevettati? Come si aumenta la produttività di un chimico? Avvelenando Marghera e Priolo? Prendete l\`acqua del Po nel Polesine anziché al Monviso, fatela analizzare e chiedete chi ci ha guadagnato sopra. Questa civiltà dei consumi e della produttività obbligata, della monnezza, malata nel midollo, Vi dico invero che allontana dalla ricerca di Dio, attività per cui necessita il lavoro ma, soprattutto, quiete e silenzio interiore. Siamo diversi dagli animali perché possiamo alzare un consapevole sguardo verso il cielo. Dobbiamo proprio votare chi ci imbambola con la televisione ed il calcio? Quando Bossi odiava il Berlusca e diceva di essere il... \"Guardiano del Baro\", sibilava che: \"...non è vero che pecunia non olet, gronda invece del sangue dei nostri ragazzi che urlano da sottoterra\". Che voleva dire? Oppure voteremo chi opprime il lavoro dipendente con tasse tra le più alte del mondo perché le imprese non vogliono pagare la loro parte di tasse? E\`la Verità che rende liberi e chi la cerca con sincerità, alla fine del cammino trova anche il Cristo. Ardisco augurarVi, indegnamente, Buona Pasqua in Cristo risorto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-03-21 23:47
quant\`era meglio con l\`aristocrazia , almeno uno sapeva per certo, data la nascita, CHI ERA IL NEMICO... tutti che promettono Libertè, ma la libertà è fatta semmai dall\`assenza di leggi, invece tutti a proporre leggi che saranno applicate con bilance truccate... Nessun partito che proponga mai di ABROGARE o quanto meno snellire gli enciclopedici codici tutti che si battono per l\`Egalitè, ma non si scomodino tanto lor signori! non si ambisce all\`uguaglianz a, solo a un po\` meno disuguaglianza... e chi è tanto sciocco da pensare ancora alla Fraternitè senza mettersi a ridere è perchè non ha mai partecipato ad una riunione condominiale, evento questo che mi ricorda ripetutamente il fallimento del socialismo e del bene comune ma tanto... tra chi ci governa c\`è chi giura da massone, chi da mafioso, chi da entrambi; almeno il giuramento al Re, per quanto pagliaccio potesse essere, ancora contava qualcosa...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# michele giosa 2008-03-21 23:55
silvia con tutto il rispetto, ma dove vivi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Jovinelli Giorgio 2008-03-22 02:31
L\`analisi del direttore è pienamente condivisibile. Anche nel nord est ci sono forti segnali di povertà, che qualche anno addietro non si vedevano. Purtroppo questa \"pseudo classe dirigente\", si è replicata a tutti i livelli. vige una sorta di \"principio della incompetenza\". Per avere un incarico dirigenziale ( a livello politico amministrativo, nel parastato ) devi essere assolutamente incompetente. ( L\`incompetente è controllabile ) I risultati si vedono in tutti i settori: scuola, sanità, giustizia, politica energetica,poli tica industriale...... Una cosa è certa, \"la casta\" non si riformerà da sola, non ne avrebbe probabilmente nemmeno le capacità. Una forma di protesta ( non violenta ) potrebbe essere la seguente: se ogni persona politico, banchiere, amministratore..... si vedesse sotto casa sua almeno un centinaio di persone che bussano per sedersi alla sua tavola ( magari a partire dalla III settimana ). Chi percepisce ( indebitamente )queste cifre abnormi, per lo meno dovrebbe allestire una lunga tavolata. Sarebbe il primo passo per far capire il disagio profondo che sente la gente non privilegiata, inizierebbe a sentire il fiatone sul collo. Non credo manchi molto a questo. Saluti e buona Pasqua a tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Al 2008-03-22 03:05
Ieri il direttore della mia banca mi ha detto che la scelta dell\`euro é \"irreversibile\"... Ma se in tavola non c\`é pane si cambia legge no? Se Auriti ha dimostrato che siamo noi che diamo valore alle cose lasciamo gli euri ai politicanti parassiti e diamoci un nuovo conio... Mica dobbiamo uscire dall\`euro, loro ne hanno montagne di euri, stassero dentro loro, noi ci facciamo una valuta a parte... Una valuta del popolo che lavora, produce e opera madonna!... Fucili, pistole, spaccare la faccia... A che serve! Come disse Jan Hus - \"a due cani che litigano toglietegli l\`osso e non avranno di che litigare\" Alla fine di tutto vogliono ancora euri? se li prendano, ma per vivere non serviranno più... Sono le 3 e mezza di notte e non dormo, domani vado a lavorare e purtroppo mi daranno ancora euri come quelli dei politicanti che non valgono un picchio sia gli uni che gli altri...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giuseppe 2008-03-22 03:09
La scelta della data del 13 aprile, per il voto in alternativa a quella del 6 di aprile può apparire casuale ma non lo è affatto: votando il 6 aprile, infatti, i parlamentari alla prima legislatura non rieletti non avrebbero maturato la pensione, votando invece come stabilito dal Consiglio dei Ministri il 13 aprile, ovvero una settimana dopo, acquisiranno la pensione. \`\`E poi parlano di voler fare l\`electyon day per ridurre i costi della politica - ironizza - Ben altri saranno i costi di queste pensioni, non solo in meri termini quantitativi, ma anche per il messaggio dato al Paese, perche questo è il tipico esempio di come fatta la legge viene subito trovato l\`inganno\`\`. MORALE DELLA FAVOLA 300.000.000 (sì avete letto bene: TRECENTOMILIONI , chiaramente di EURO) DI COSTI PER QUESTA GENTAGLIIA CHE DOPO POCHISSIMI MESI SENZA FAR NULLA HANNO GIA LA PENSIONE ED E\` DI PLATINO (ALLA FACCIA DEI PENSIONATI CHE DOPO UNA VITA DI LAVORO PER MANGIARE RACCATTANO LA VERDURA RIMASTA A TERRA NEI MERCATI). FATE GIRARE QUESTE INFORMAZIONI, TUTTI DEVONO SAPERE !!! I tg corrotti E PREZZOLATI NON LO DICONO, I GIORNALI NEMMENO, SOLO INTERNET PERMETTE DI CONOSCERE QUESTA SCHIFEZZA E POI CI CHIEDONO DI ANDARE A VOTARE PER GENTE CHE NON è SCELTA DA NOI!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ivan 2008-03-22 03:21
A parte il fatto che sono perfettamente d\`accordo con l\`articolo e la disgrazia che dobbiamo sorbirci con questa casta, l\`uscita di Fini non mi ha convinto. Veltroni prende una pensione di 5000 euro.Bene. Ma è la legge che gliela concede. E poi, scusate una cosa:ma Fini quanto prende? \"Lavora\" gratis?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sigfried 2008-03-22 08:01
complimenti direttore per l\`articolo la situazione e\` veramente grave e la cricca che ci governa non fa altro che continuare a ballare sul titanic........ e\` probabile che la crisi prossima ventura che colpira\` il paese permettera\` al popolo di svegliarsi ma non si e\` mai visto gente con tanti privilegi rinunciare spontaneamente ;)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# roberto 2008-03-22 08:03
Ma è vero quanto scritto prima da Michele? Sarebbe una figata! \"Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza. E` infatti facoltà dell`elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione. E` possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L`ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: \"Nessuno degli schieramenti e nessuno dei candidati qui riportati mi rappresenta\").\"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Giuliano 2008-03-22 08:04
Caro Blondet, la smetta di sparare sui dipendenti pubblici che mette in ogni sua considerazione sulla economia nazionale diffondendo dati falsi (aumento del 23%! Produttività zero!)e fomentando un odio ingiusto nei loro confronti. Molti di coloro che la leggono sono dipendenti pubblici e soffrono più degli altri nel vedere come è ridotta la Nazione che hanno giurato di servire.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Angelo 2008-03-22 09:02
L\`unica speranza per noi comuni mortali è che venga fuori un\`altro Mussolini che mandi a casa la casta a suon di legnate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# giorgio scotti 2008-03-22 10:09
Egr. Sig. Blondet Sulle assurde spese a cui devono sottostare le agonizzanti imprese italiane dimentica di parlare delle farneticanti norme sulla privacy introdotte purtroppo dal Governo Berlusk - carta - carta e ancora carta da mandare a clienti e fornitori per chiedere autorizzazioni ridicole per trattare i piu\` elementari dati anagrafici e poi l\`obbligo della dichiarazione annuale scadente il 31.3 di ogni anno da riempire di francobolli che poi devono essere chissa\` perchè timbrati dall\`ufficio postale che mi sembra abbia altre cose migliori da fare . e mai nessuno in questi anni che la controlli. Poi le leggi sulla sicurezza che regolamentano le sedie e le porte di entrata piu\` tutta una serie di adempimenti reintrodotti da Visko sulle liste clienti e fornitori su cui indicare oltre alla P.I anche il C.F. - ma non si puo\` unificare il tutto! Tutti fax ed e-mail da inviare che ovviamente ingrassano Telecom e compagne di merende. Su tutto questo pero\` non dimentichiamo che pascolano anche le castine dei profess. e avvocati addetti ai controlli contabili: io pago piu\` per queste consulenze che di tasse anche perchè i costi per la contabiltà aumentano piu\` delle stesse tasse ed anno dopo anno i bilanci sono sempre meno \"grassi\" così alla fine è lo stesso stato a rimetterci Non parliamo poi dei costi bancari e del fatto che le banche ritardano sempre di piu\` gli accrediti. Quanto ad Alitalia temo che nemmeno i francesi siano esenti dalle smanie tangentizie: l\`insistenza con cui i Gianni e Pinotto del governo italiano PR e TPS vogliono concludere con Air France e\` molto sospetta ed anche la strana vicenda della Bruni con Sarko non la vedo chiara: dato che notoriamente a Sarko piace ..u pilu non potrebbe essere lei una tangente in carne ed ossa per non dire del resto per \"oliare\" l\`accordo?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luciano 2008-03-22 10:09
Quando leggo queste cose ripenso al mio idolo, un idolo che non c\`è più, passato a miglior vita. Si chiamava Gianfranco Miglio e predicava la rivolta fiscale. Facciamo crollare questo Stato, costringiamo questi vampiri a stampare nuovi biglietti per soddisfare le loro brame. Ghigliottina a parte, non vedo alternative. Buone feste P.s. : l\`agnello,alme no quello, siete riusciti a rimediarlo ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Isabella 2008-03-22 10:27
Solo un commento al Post del Dipendente Pubblico Luca: Le ricordo che a Torino 1095 euro li prende un operaio che lavora duro 40 ore settimanali e non 36. Poi che ci siano dipendenti pubblici che lavorano per tre è vero. Ma sempre perchè gli altri due non fanno nulla e continuano a percepire lo stipendio. A Torino nella mia circoscrizione, dove a volte mi devo recare per adempiere a questioni burocratiche, il 90% degli \"impiegati\" è semianalfabeta e non si capisce bene chi e perchè lo abbia assunto. Nelle ASL ho conoscenze che alle 14,30 sono fuori e vanno a farsi il loro secondo lavoro (stavolta lavoro vero!), naturalmente in nero. Poi se io non faccio uno scontrino rischio la chiusura dell\`esercizio ! Potrei continuare all\`infinito, facendo esempi con nomi e cognomi, ma a che serve se non torniamo ad avere una coscienza morale e il senso del dovere che avevano i nostri nonni? Senza quello, saranno sempre \"gli altri\" ad avere torto...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Clelelle 2008-03-22 11:16
Molto bello questo pezzo, se si pensa anche all\`8x1000: \"In uno Stato legale, gli emolumenti di tutti coloro che ricevono soldi pubblici devono essere noti pubblicamente, devono essere pubblicati e non segreti. «Con quei soldi faccio del bene» non è una riposta: a parte che dobbiamo creder ... sulla parola, il problema non è quello che fa coi soldi pubblici. Il problema è che quei soldi non sono suoi. Glieli stanno pagando i cittadini-contribuenti: il 95% dei quali è infinitamente più povero\"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# roberto 2008-03-22 11:35
vorrei puntualizzare un fatto, questo degrado della nostra politica è andato di pari passo con la meridionalizzaz ione della nostra società. Il tutto a partire dalla \"testa\", cioè dagli uffici pubblici adibiti al controllo della giustizia e dell\`ordine pubblico. Mio padre, solerte e integerrimo funzionario di PS degli \`60 e \`70 mi ha raccontato dei continui dispetti subiti, delle mancate promozioni, dei trasferimenti punitivi, mentre i suoi colleghi meridionali, questore incluso, ignoranti come nelle barzellette, si gestivano i loro sporchi traffici (quali fossero lo scoprì purtroppo solo 30 anni dopo). Quella meridionale è una mentalità diversa dalla nostra, più simile sotto molti aspetti a quella araba ma senza la durezza delle sanzioni (il taglio della mano e le fustigate) che il Corano impone. Una mentalità che accetta la sottomissione al Boss come ad un Rais, regole analoghe a quelle arabe per quanto riguarda l\`onore e l\`attività sessuale, che considera come \"furbo\" chi riesce a fottere la collettività. La stessa mentalità che ha fatto sì che in meridione venissero voltati personaggi come Bassolino in cambio di 50 euro a voto, per poi ritrovarsi con le strade sommerse dai rifiuti, i campi ricoperti di diossina e le falde inquinate. Ma che importa, Bassolino è il furbo per eccellenza, uno che riesce a ricevere dalla Stato italiano 3 miliardi di euro per pagare degli spazzini a non lavorare, sono convinto che in molti l\`abbiano votato anche senza ricevere i 50 euro, ma giusto perché si immedesimavano. Ora purtroppo questa mentalità si sta estendendo anche qui, grazie anche all\`immigrazio ne e dal diverso tasso di natalità. Basta andare in un supermercato o incrociare questa gente in un marciapiede stretto per rendersi conto della loro maleducazione. Oppure fermarsi cortesemente con la macchina per lasciarli attraversare la strada, cosa che verrà inevitabilmente effettuata a passo molto lento e senza sognarsi di ringraziare..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sudest 2008-03-22 11:52
I Cittadini che frequentano questo sito, avranno capito benissimo che vi è un\`unica arma a disposizione. Non si perdano in sterili polemiche alimentate (in buona fede) anche dal Direttore: non serve e non è giustificato dalla ragione dividere gli Italiani in buoni (gli autonomi e quelli che abitano al Nord) e cattivi (i dipendenti pubblici e quelli che abitano al Sud). Serve un\`unità di intenti dal Nord al Sud che veda insieme Cittadini onesti che lavorano con coscienza e che vogliono un\`Italia pulita, rispettata, coraggiosa, leale, laica e socialmente avanzata. Tantomeno serve votare per il \"meno peggio\" che, a seconda dei casi, significa votare per i partiti di destra (Berlusconi) o di sinistra (Veltroni) che sostanzialmente propongono il perpetrarsi del regime partitocratico. Per ora è necessario dare un segnale inequivocabile, ma occorre riflettere che sarà necessario, dopo le elezioni, formare il Partito degli Italiani partendo dal basso. Blondet non pare omologato con il sistema e può fare molto per veicolare un messaggio di speranza per i buoni Italiani (e organizzare qualcosa). Continuando con le polemiche nord-sud e autonomi-dipendenti pubblici, invece, si fà il gioco dell\`oligarchi a partitocratica. Convincetevi di questo e state tutti attenti a non cadere nella trappola che, alla fine, vi porterà a votare per qualcuno degli oligarchi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Primavera dei cento fiori 2008-03-22 13:02
concordo in pieno con Roberto sulla terronizzazione del Lombardo-Veneto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mimmo 2008-03-22 13:59
condivido il pensiero di Aldo Cavalli e secondo me bisogna unirci e non dividerci cosi facendo un giorno diventeremmo la maggioranza e gli altri(politici, poteri forti banche etc etc) dovranno adeguarsi a noi, per adesso in concreto io ho scelto di praticare la via di grillo dopo si vedra\`
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Mimmo 2008-03-22 16:39
ciao axel rispondo che è giusto informarsi da tutto e tutti io non voglio difendere Grillo ma sai penso che c\`è tanta contro informazione anche in rete e bisogna stare attenti ,penso che al momento per notorieta\`,car isma etc etc solo attraverso lui possiamo unirci questo non preclude che un giorno non possiamo andare avanti con le nostre gambe
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Stefano 2008-03-22 16:45
Dunque vediamo: CASTA= politici, dipendenti pubblici, sindacati, meridionali in genere, baby-pensionati, militari, poliziotti (+ i loro famigliari di tutti questi) = MILIONI di persone!!! Ma chi sarebbero i CITTADINI??? Questo tipo di articoli serve solo per DIVIDERCI su tutto e votare di conseguenza. Hanno ragione da vendere quelli che suggeriscono di andare ad annullare la scheda e NON IMPORTA CHE LAVORO FACCIANO LE PERSONE. Buona Pasqua a tutti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Remo Williams 2008-03-22 17:38
Ottimo articolo! X Roberto e Primavera. Ma perche\` quelli del nord italia ce l\`hanno cosi tanto con il sud? Perche\` quest\`avversio ne verso altri del tuo paese? Perche\` ti rubano il lavoro? Quando ho studiato in italia (non lontano da Modena Roberto)vedevo quest\`odio da parte dagli nativi. Un motivo e\` \"perche\` prendono il lavoro!\"-pero\` ho visto con i miei occhi che nessuno di quella citta\` voleva fare questi lavori. Infatti tanti lavori piu\` umili c\`erano ragazzi del sud, dell\`est europa e nord africa a farli-ma gente nata in quella citta\` nessuno. E quello che mi sorprendeva di piu\` dagli nativi e\` che anche con tutti gli stranieri a prendere loro lavoro odiavano piu\` la gente meridionale che gli stranieri. Tutto questo mi sembra strano ed irrazionale, a volte anche Blondet (di milano) ha questi atteggiamenti e vorrei capire perche\`? Roberto hai detto che siete diversi anche se ho notato nel mio periodo in italia che solo l\`accento degli abitanti cambia (pero\` ho notato la gente del sud e\` piu\` cordiale ed ospitabile quanto nel nord erano molto freddi nei miei confronti forse per l\`accento americano). Ripeto, perche\` quest\`odio del sud (quando al sud non c\`e\` nessun rancore verso il nord)? RW PS Grazie De Vita e la redazione per vostro lavoro aggiunto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# E.V. 2008-03-22 18:06
..per Mimmo e Primavera dei cento fiori.....uscite di casa e coltivate di più i rapporti sociali..almeno vi si apre un pò di più la mente. \"Dividi e Comanda\", è la logica di questa nostra politica. Da Nord a Sud, in tutti i posti di potere, a tutti i livelli. Imparate a riflettere e a \"guardare\" un pò oltre il vostro naso. Auguri di Buona Pasqua alla Redazione, al Direttore e a tutti i lettori!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Corrado 2008-03-22 19:03
Caro Direttore, a malincuore, concordo pienamente con la Sua analisi. Nella mia breve, 3 anni, esperienza da dipendente-militare del Ministero della Difesa o potuto constatare la corrispondenza dei fatti (fancazzismo) alle circostanze da Lei descritte (sprechi). Il punto sa qual\`è?...che tutti questi dipendenti pubblici, tra i quali bisogna ricordare perà la minoranza di coloro i quali lavorano veramente, sono purtroppo voti validi alle elezioni.E chi di loro voterebbe contro quei politici che in realtà si impegnano a mantenere lo status quo!Nessuno, bisognerebbe essere masochisti. C\`è ben poco da fare, come Lei ha giustamente concluso, solo la PAURA o la VIOLENZA può far rinunciare agli indebiti privilegi. Però mi chiedo anche:vuoi vedere che tutti si lamentano, ma alla fine quando si tratta di fare delle scelte, anche politico-elettorali, che rivoluzionano la propria esistenza, non si trova il coraggio di cambiare e ci si lascia infinocchiare dalle parole di quattro pezzenti? Perchè vede, in ultima analisi, se siamo arrivati ad avere questa Casta non c\`è che da guardarsi allo specchio, come veniva espresso nel film V per Vendetta. Nel proprio piccolo la maggioranza di noi si comporterebbe allo stesso modo, c\`è poco da raccontarsela. Io personalmente, invece di stare qui a scriverLe queste righe e a leggere i post nei vari siti che ci dicono quanto e come è brutto il mondo, dovrei alzarmi, uscire e (per fare un esempio tra gli innumerevoli possibili) appostarmi magari vicino a Palazzo Marino e porre fine alla insignificante quanto disturbatrice esistenza dell\`attuale sindaco della mia città, oppure, girando per la linea gialla della metropolitana e ammirando gli inutili e dispendiosi porfidi che ricoprono le stazioni della stessa, andare a trovare il buon vecchio Pillitteri o Tognoli con uno di quei porfidi tra le mani e... nel frattempo pensare che con l\`uso di materiale più economico magari si sarebbe già potuta costruire un\`altra linea della metropolitana, che a Milano sarebbe servita da tanto tempo, e così continunado con Don Verzè, passando per gli autorizzati scempi edilizi...Mi dispiace dirlo, ma è tutta gente da mettere al muro (e cosi replico al secondo commento -Leonardo di Lugano)!E non è vero che senza questa gente, imprenditori, politici fancazzisti e corrotti, leccaculo, clero compreso, non ci sarebbe economia e posti di lavoro; sarebbe un errore intellettuale imperdonabile pensare questo!Il principio dell\`efficienz a esteso a tutti i settori ed a tutti i livelli ha sempre dato buoni frutti!E ciò non vuol significare la realizzazione di una società di stampo comunista, ma una sociatà che funziona, in cui il principio del profitto, dal quale non si può prescindere e che è alla base delle disugualianze di ogni genere, sia etico ovvero non il massimo profitto ad ogni costo. Per fare un esempio: a Milano nel ex area Fiera non mi puoi giustificare la costruzione di tre grattacieli perchè il volume dell\`affare è > di 500 milioni di euro contro i trecento del progetto di Piano perchè ci sono più soldi in ballo, quando la loro costruzione priverà di verde pubblico la città, aumenterà la congestione del traffico e in tutta probabilità deturperà, data l\`elevazione dei grattaceli, l\`architetture urbana che è di diversa epoca. I grattacieli, anche di quattrocento metri di altezza, costruiscili un pò più distanti dai palazzi antichi (potevano farlo alla Bicocca e invece nulla),come hanno fatto a Parigi per il quartiere Latino degli affari. Bisogna essere proprio dementi!! Comunque Buona Pasqua per chi pensa e crede nel suo significato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mimmo 2008-03-22 19:26
E.V. Gondor ciao il tuo commento si commenta da solo senza polemica ecco perchè siamo arrivati a qusto punto la gente che non vuole cambiare alla fine lo fara\` con molta sofferenza
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pier Luigi 2008-03-22 20:06
Secondo me è una questione di proporzioni: a leggere Blondet vien da pensare che \"loro\" siano sparuta minoranza (oligarchia, appunto) e \"noi\" numerosa mandria (in grado di spazzarli via). Invece ho l\`impressione che, proprio per autoalimentarsi , la \"casta\" abbia allargato a dismisura i confini del proprio regno di privilegi, annettendo importanti \"quote\" di popolazione, più o meno \"toccate\" dal beneficio a sbafo. Sarebbe utile avere dei grafici per rendere l\`idea.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# E.V. 2008-03-22 20:18
X Mimmo....ti devo chiedere scusa...ho sbagliato destinatario, la mia critica era rivolta a roberto-modena e non a te! La sua generalizzazion e sui meridionali un pò mi ha infastidito.Con questo ti auguro buona Pasqua. P.S. Secondo me la situazione attuale è stata semplicemente voluta, magari per qualche progetto a lungo termine, ai più sconosciuto, e noi \"popolino\" ci lasciamo volutamente confondere perchè comunque in qualche modo ci fà comodo così comè.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Filippo 2008-03-22 21:36
Ordine dal caos... Alcune persone \`illuminate\` hanno lasciato abbuffarsi questi piccoli uomini ingordi con la vista corta. Questi \`illuminati\` ci diranno: La democrazia costa! Bisogna ridurre i politici! E così elimineranno i pensatori indipendenti che lavorano realmente per la patria ammesso che ancora esistano. Risultato? Il potere si concentrerà di nuovo nelle mani di pochi potenti e sarà impedito a chiunque anche solo di provare a scalare la vetta. La vogliamo chiamare dittatura oligarchica? Ma almeno avremo la possibilità di scegliere democraticament e col voto la nostra dittatura e ci verranno proposti i vari Hitler e Stalin sotto lo stesso governo ombra. Auguri!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# raffi 2008-03-22 21:55
te te laminti ca te laori 36 ore a stimana???? statale d emerda, mi ghe ne faso pì de 70 ogni stimana sensa ferie e sensa contributi e sensa pensiòn statali va fanculo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Filippo 2008-03-22 21:58
Se la redazione me lo permette vorrei segnalare un link esterno su \"Tremonti e la Nuova Bretton Woods\" http://movisol.org/08news062.htm Articolo davvero interessante e che secondo me chiarisce la politica in Italia e in Europa. Ringrazio la redazione se pubblicherà il mio commento. La Fonte è Movisol.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Michele 2008-03-22 23:13
concordo in pieno con Roberto sulla terronizzazione del Nord nel tempo si è provato di tutto: liberismo, fascismo, comunismo, grilli e cicale : niente che funzioni. Uniti si perde
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# aldo 2008-03-22 23:47
Volevo intervenire brevemente sulla questione nord-sud di cui molti hanno parlato. In vita mia ho lavorato con gente di tutte le regioni d\`Italia per cui posso esprimere un parere ragionato. Secondo me aveva ragione Pier Paolo Pasolini: gli italiani soffrono di due grandi malattie, al nord il conformismo, al sud il qualunquismo. Sono d\`accordo anche con Beppe Grillo quando parla di unita d\`Italia come guerra di annessione e conquista coloniale del Piemonte e del nord verso il resto della penisola. E le conseguenze di ciò il sud le sta pagando ancora oggi. Per quanto riguarda le caratteristiche antropologiche, vale l\`opinione di Franca Ciampi: i meridionali sono più buoni e intelligenti ma, aggiungerei, anche tendenzialmente meno rispettosi delle regole e della legalità. I settentrionali invece a volte, e qui parlo per esperienza personale, hanno la testa più dura del marmo di Carrara, anche se bisogna riconoscere che sono mediamente assai laboriosi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Roberto 2008-03-23 02:00
notare che Veltroni ha detto che la pensione, la da \"all\`Africa\". E ai poveri d\`Italia ? Beneficienza a senso unico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# roberto 2008-03-23 10:07
x Remo Williams visto che evidentemente non conosci la situazione italiana e la mentalità meridionale, ti consiglio vivamente di vedere questo filmato (Report di Rai3 del 07.03.08) che parla dell\` \"emergenza\" rifiuti a Napoli e dintorni (ringrazio in anticipo la Redazione se vorrà lasciare il link): http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Report%5E23%5E64834,00.html Premesso che nessuno al nord \"odia\" i meridionali ma anzi, in qualche modo ci sono pure simpatici, avrai modo di capire la loro mentalità che antepone l\`interesse personale a quello collettivo e cosa di essa risulta indigesto a chi desidera vivere in una società civile ed ordinata. Se poi vuoi documentarti ulteriormente ti consiglio di guardare qualche film sulla mafia, che altro non è che la manifestazione più estrema di questa mentalità. Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sudest 2008-03-23 13:26
Agli amici come Stefano di Padova che ha fatto un intervento intelligentemen te ironico consiglio un sito interessante: nonvoto.com. Non troveranno interventi che attribuiscono i mali d\`Italia al fatto che \"i meridionali non cedono il passo sui marciapiedi\", nè Direttori che parlano parlano ma alla fine consigliano di votare Lega, Tremonti e Berlusconi. Insomma.. non perdete tempo per organizzare il non-voto: il 13 aprile si avvicina.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Silvia K.C. 2008-03-23 14:14
@AXEL, ...ora si è completato il puzzle...ora capisco perchè Grillo spende tante parole contro il nucleare civile in Italia! Gli iraniani sono così consapevoli delle loro potenzialità e del loro diritto di essere autonomi energeticamente utilizzando il nucleare CIVILE,che a niente sono servite le minacce di USRAELE...mentre a noi per convincerci sono sufficienti le risate che Grillo ci fa fare... Qualche settimana fa,ad AnnoZero ci hanno propinato un filmato in cui Grillo diceva la sua contro il nucleare civile in Italia,però ad AnnoZero nessuno ha menzionato l\`andirivièni di sottomarini e portaerei stranieri carichi di armamenti nucleari nel Golfo di Napoli!!! A noi italiani fanno credere che il nucleare civile è dannoso,mentre i governi esteri per le loro sporche guerre fanno quel che più li aggrada in casa nostra! Grazie mille Axel,mi hai fornito quel tassello del puzzle che mi mancava!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Axel 2008-03-23 14:15
Mimmo , ciao ancora adesso ho un sacco di file audio di registrazioni di sue serate spetacoli scaricati e visti sono andato a vederlo un paio di volte , ci sono stato persino in casa . parlo di Grillo , ecco dopo aver seguito ed incrociato anche altre informazioni ed altri punti di vista diciamo che il \"mito\" grillo è un po\` crollato potrei definirlo per quanto mi riguardo un falso profeta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Enrico 2008-03-23 16:25
Abbattere la Casta... se per \"abbattere il Fascismo\" è stata necessaria una guerra, cosa bisogna fare per abbattere questi manigoldi? Mi pare che la coscienza collettiva sia troppo intorpidita! I dittatori si sono camuffati bene, da democratici: loro sono il bene. E così nessuno si ribella a situazioni assurde quali le tendopoli alla periferia delle grandi città americane.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# alberto 2008-03-23 18:16
A questo punto considerando l\`articolo del direttore e tutti i vari commenti, sono sempre più convinto che un buon federalismo fatto bene nell\`interesse di tutte le genti italiane (il paese dei mille campanili),poss a giovare a tutti. Buona Pasqua italiani...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# mimmo 2008-03-23 20:52
per e.v scuse accettate anche se la mia non era una risposta a te ma in generale,io sono del sud e lavoro al nord e per me l\`unica via praticabile che ci è rimasta è l\`unione di tutti se vogliamo uscire fuori da questa brutta situazione,il problema è che la gente deve riprendere il proprio potere ed essere fiduciosi nel futuro tutto puo cambiare anche se Axel dice che grillo è un falso profeta io attualmente non vedo in concreto una o piu persone che riescono ad unire molte persone x abbattere questa falsa democrazia che ci ha resi schiavi Buona pasqua a tutti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonino 2008-03-24 03:26
Chi non ha portato il cervello all\`ammasso, quelli che io chiamo \"i lupi solitari\", appunto perchè solitari, non sono un pericolo per questo sistema di merda. Unirli potrebbe essere la soluzione buona per un cambiamento rivoluzionario. Domanda:- Ma chi può fare una cosa del genere? Risposta:- Nessuno. Risultato? Approfittatori (i relativamente pochi) e gli imbecilli-schiavi (i moltissimi), continueranno a prostituirsi reciprocamente. Buona Pasqua a chi ci crede.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# zaratustra 2008-03-24 03:40
Caro Blondet l\`unica possibilità è una seconda piazzale Loreto dove \"far dondolare\" tutti i signori (coi relativi tirapiedi) da lei citati. Lo dico molto serenamente, si all\`eutanasia dei politici, saremmo tutti piu\` felici ed i nuovi sarebbero certamente piu\` cauti e corretti. non crede?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Pantalon 2008-03-24 12:23
L\`unica via d\`uscita. Distruggere questo fantomatico stato che al sud non esiste e che al nord e\` solo capace di rubare senza garantire servizi. Ogni popolo dovrebbe potersi governare da se\`, il popolo italiano non esiste, in 150 anni hanno cercato di convincerci del contrario, ma sempre di piu\` si nota che e\` stato un fallimento. L\`Italia e\` una nazione fondata sul gioco del calcio. Venetia ai Veneti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# silvia masetti 2008-03-24 14:03
Secondo lei egregio direttore ,in Italia siamo ancora in regime di golpe,oppure no? Questa campagna elettorale non mi convince,non vedo chiarezza,non comprendo nemmeno nè a cosa servano,dati i contenuti disonesti,nè perchè si facciano.Ricordo in Argentina,nel 1976,quando iniziò il golpe,i cittadini furono messi al corrente,subito ,e non vi furono elezioni,finchè i generali non annunciarono a Plaza de Mayo,la fine.Dopo vi furono regolari elezioni democratiche,se nza repressioni.Qui,quella dell\`immondizi a di Napoli,è repressione,nel mentre,si fissano date elettorali,mi piacerebbe sapere da lei se il golpe esiste in quanto esiste la casta oligarchica,opp ure?Ho letto l\`art.a fianco sul consiglio della chiesa,ma se siamo in oligarchia,i nostri valori non contano,conta solo non essere di partiti scomodi,pena schedature.Inoltre,c\`è un commentatore che mi pone una domanda.Non dovrebbe attenersi a commentare solo i suoi articoli?Nel rispetto dello spazio che lei gentilmente ci concede.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonio 2008-03-25 02:21
Basta con i preconcetti Nord-Sud. BASTA. Siamo Italiani (?) tutti. Se mai siamo stati un popolo, come comunemente inteso altrove. 1) Le imprese del Nord sapevano a chi davano i rifiuti tossici o no? A quei prezzi (meno di un decimo del corretto e normale smaltimento) e con i camion ed interlocutori Napoletani..potevano mai immaginare che erano camorristi, anche dopo i primi allarmi dati dalla stampa? Invece hanno continuato eccome. 2) Quante ditte sono rimaste delle migliaia di miliardi stanziati dal terremoto? Meno del 5%, vale a dire che il 95% di ditte del Nord hanno preso i soldi, con macchinari obsoleti e marci messi nei capannoni, e subito dopo l\`acchiappanza non ci hanno lasciato neanche quelli ed ora i capannoni sono come baracche nel deserto, dove c\`era un po\` di atura hanno distrutto anche quella. Baby pensioni? Chiedete quanti anni ha lavorato la moglie di Bossi (al Tesoro) e quanto prende al mese. Chiedete cosa fanno il figlio ed il fratello di Bossi al parlamento europeo..e poi parliamo di come fanno quelli del Sud. Parliamo di Bassolino e della moglie etc..pero\` parliamo anche di Berluscaiser e di come ha messo in lista la moglie del fratello, di Fede, LE SUE ESTETISTE..il suo medico, e basta cosi\`. Io a malpensa ci sono stato e...ci ho messo 2 ore per Milano! Basta col nord col sud e compagnia bella. BASTA. Senno\` faremo la fine dei polli di Renzo. Il marcio ed il nemico..sta\` da un\`altra parte. La legalita\`, la giustizia, l\`onesta\`..in paesi normali viene assicurata dagli apparati dello stato e soprattutto, le leggi, le fa\` chi governa. Se funzionasse la giustizia, le forze dell\`ordine, la sanità, i trasporti pensate staremmo qui a pensare di chi e\` la colpa \"scannandoci\" inutilmente? E\` voluto scientemente, noi coi problemi a litigare sul dito...la cosca-casta a fare i porci comodi suoi..sulla luna!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# fabio 2008-03-25 12:34
a leggere i vostri commenti si capisce bene come fa la casta a regnare: DIVIDE ET IMPERA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Imprenditorer 2008-03-25 14:07
Carissimi, è inutile arrabbiarci, è solo un gioco e stiamo giocando e per condividere questo pensiero, utilizzo una metafora ai più conosciuta :La partita di calcio. Sì, stiamo giocando in un campo di calcio dove siamo tutti, polentoni, terroni ed immigrati allenati e pronti a giocare quotidianamente . Il problema sono le regole che la casta decide di scegliere e cambiare quotidianamente :gli arbitri, il tipo di manto erboso, gli avversari, la durata della partita, la lunghezza del campo e la dimensione delle porte. Se uno di noi gioca troppo bene, e per il bene della squadra, lo denunciano per doping, lo eliminano, l\`importante per loro e farci credere che riusciamo sempre a pareggiare e qualche volta ci fan credere di vincere mantenendoci \"forti\" nell\`individua lismo e non sulla forza della squadra. Game Over Game Over Noi siamo sempre in undici, con tanta voglia di fare (una volta) e con buoni propositi (una volta).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sudest 2008-03-25 14:14
..finalmente qualcuno insorge contro la polemica nord-sud e lavoratori autonomi-dipendenti pubblici. Solo che ancora non avete capito che questo è un sito leghista ed è, pertanto, tempo perso. Ho portato argomenti a favore della tesi secondo la quale la polemica nord-sud e autonomi-dipendenti pubblici è strumentale al sistema ma nessuna risposta nel merito è giunta. Anzi, mi correggo..è stato pubblicato l\`intervento del signore che sostiene che i mali dell\`Italia derivano dal fatto che i meridionali non cedono il passo lungo i marciapiedi delle città del nord..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Movimenti dei Lavoratori 2008-03-25 20:57
V O T A R E Per la solita feccia - No Grazie ========================== Popolo italiano, per troppi anni ci hanno preso per il culo Facciamo un patto con i politici, devono depositare il loro programma presso un notaio del popolo, se non mantengono le promesse fatte, se ne vanno in galera con sentenza emanata dal popolo. Facciamo circolare la notizia, se non accettano. N O N V O T A T E Vogliono ancora prenderci per il culo Visitate in modo accurato il ns. sito www.patriaepopolo.org Movimento dei Lavoratori
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Lorenzo 2008-03-25 21:32
Signori non generalizziamo su tutto e uniamoci per cambiare noi cittadini per primi. Politici e informazione sono da cambiare...non ascoltate più le falsità che passano in tv.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ospite 2008-03-25 23:26
Se è per questo si è dimenticato Riccardo Ruggiero, figlio dell\`ex ministro... e il codazzo dei servi e servetti dei quali si circondava in telecom (parenti, testimoni di nozze, e amici di infanzia costituivano praticamente l\`intera prima linea del gruppo) potentissimo, Tronchetti lo odiava ma non poteva fare niente perchè l\`avevano messo li i politici...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# francesco 2008-03-26 16:17
Concordo in pieno con la soluzione finale dell\-articolo, ma anche con il pessimismo di Alberto da Mantova (circa l\-intorpidimento della coscienza collettiva, annientata dalle menzogne e dai modelli dei media). Temo che la prospettata soluzione si potrà profilare solo tra qualche anno, quando la crisi economica ci avrà ridotto sul lastrico ed allora saranno la fame ed il bisogno ad agitare le coscienze (ed i muscoli!), come la storia insegna. Nel frattempo dovremo accontentarci di piccoli anticipi isolati (vedi l\-episodio Soru a Cagliari) e di cercare, ciascuno per quanto nelle sue possibilità (cominciando dall\-astensione elettorale), di aprire gli occhi alla gente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Antonio 2008-03-27 21:51
Il problema è che gli italioti andranno a votare,a mettere la loro crocetta sul meno peggio,ben sapendo che la massa di delinquenti che invade camera e senato sta ancora li,che dopo le elezioni faranno accordi ed inciuci per garantirsi la poltroncina da 30.000.euro al mese,che arriveranno minimo ai 18 mesi di legislatura cosi tanto per far scattare la pensioncina,gli italioti andranno a votare \"tanto non cambia niente,sono tutti uguali\"...appunto pezzo di imbecille e tu gli dai il tuo voto????? Annullare la scheda è l\`unica cosa da fare ANNULLARE LA SCHEDA!!!!!!!!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Ospite 2008-03-28 13:05
Su con la vita! Fra un po\" faremo la fine dell\"Argentina cosi\" dovremo ricominciare da capo. Probabilmente la Casta se ne andra\" con i soldi evasi al F(V)isco che detengono nelle banche straniere e per qualche anno vivremo un po\" meglio. Squattrinati, si. Ma almeno lo saremo tutti. Dopo una laurea, un Master, corsi di specializzazion e vari mi ritrovo dopo anni di esperienza (precaria) a dover dire anche grazie a chi mi \"concede\" 1.000 euro al mese (ma per Water Veltroni sono sufficienti). Il problema e\" che ho anche una moglie a 600 km di distanza ed arrivata a 34 anni si comincia a preoccupare che sara\" sempre piu\" difficile avere figli... Per il momento dovra\" accontentarsi dei ritardi.... Del mio treno...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# maria 2008-03-29 15:59
Salve, io volevo solo aggiungere un commento a Roberto di Modena :non e' che non e' vero purtroppo quello che dici , e non ti dico che naturalmente non siamo tutti cosi' perche' e' normale che non lo siamo , ma vorrei aggiungere un argomento che non ho trovato da nessuna parte :la maggior parte della nostra gente si e' fatta corrompere dalla politica con il sistema non solo dei falsi invalidi ma dei falsi disoccupati agricoli, lo sapete che vuol dire? che dato che in agricoltura non si riesce a lavorare un anno intero i lavoratori percepiscono un' indennita' di disoccupazione a secondo se lavorano 150 o 100 giorni l'anno .Ma quasi nessuno lavora realmente in agricoltura, l'imprenditore assume per finta e prende i contributi dall'unione europea , i lavoratori lavorano in nero da un'altra parte ,quando gli arriva l'indennita' la danno al datore di lavoro che la usa per versargli i contributi , e tutto questo solo x avere a 65 anni una mega pensione di anche 800 euro , invece mia mamma ,commerciante prende una miseria che le conveniva non versare niente all'INPS e tenersi i soldi in tasca, ma no e' obbligatorio , con i contributi degli autonomi devono pagare le malattie e le pensioni degli statali . E' cannibalismo allo stato puro , a chi riesce a truffare x se di piu' che a gli altri , io non voglio dire che che quello che dite non e' vero , anzi , ma non tutti sono forti da resistere e dire no grazie io non ne ho bisogno , faccio da solo .Ecco io delle disoccupazioni agricole false non ne ho mai sentito lontanamente nominare da nessun politico , non c'e' mai nessuna indagine, anzi il centro sinistra nel governo precedente ,non quello di adesso ha fatto pure un condono per i contributi agricoli non versati .saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# gabriele 2008-03-30 13:26
Ora ci mancherebbe anche compatire i dipendenti pubblici!!! strapagati rispetto all'impegno e alle responsabilità, ne privato chi sbaglia paga e ti licenziano nel pubblico no, quindi chi lavora nel privato dovrebbe ricevere un contributo in più anche solo per tale situazione. Per favore dipendenti pubblici ( ne conosco personalemente a decine) abbiate almeno il buon senso di ritenervi fortunati e spesso parte integrante della casta, visto che per entare negli enti pubblici ci vogliono raccomandazioni e amicizie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# sara 2008-04-01 18:33
Mi permetto di precisare che l'acquisto della prima casa grava del 3% più ipot e catast. sulla rendita catastale se l'acquisto è fra privati del 4% iva sul costo dell'immobile e del 10% di iva l'acquisto della seconda casa. Sempre altissime sono se parliamo del carico fiscale su somme elevate come l'acquisto della casa. E' bloccato il mercato del nuovo che va acquistato dall'impresa a regime iva, il consumatore finale paga ancora e ancora e poi pagherà l'impresa dopo 4 anni rimettendoci l'iva se non vende perchè viene trasformata in tassa di registro, quindi non la recupera. Fra privati la tassa di registro che sulla rendita fiscale dell'immobile. La casa viene stratassata: acquisto area edificabile più tassa, già tassata dall'ici, costi di progettazione tassati iva, costi di costruzione più iva, personale tassato, mutui tassati e ritassati per tutte le persone che acquistano, iva sull'acquisto, più tassa di registrazione contratto preliminare, più marche da bollo, più iva per la mediazione, più iva la parcella del notaio, più tasse di intavolazione e poi si riparte con l'ici e se la rivendi alè avanti con la tassazione. Sempre che non ci siano complicazioni, perchè ogni intervento e servizio è più iva del 20% Vi rendete conto che questo governo ha bloccato il mercato immobiliare, purtroppo in un momento già difficile, se si ferma l'immobile, in Italia è tutto bloccato. Non voglio scaricare le colpe solo sul governo, ma mi risulta che qualche anno fa si poteva modificare la costituzione e creare una sorta stato federale. Io sono convintsa che solo un reale federalismo metta in crisi il potere mafioso che è quello che realmente ci soffoca incluso il costo della politica che ci sta letteralmente rovinando!!!! Voterò per chi mi darà maggiori garanzie su questa realizzazione, così come prevista dal prof. Miglio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# Luigi Z. 2008-04-04 11:37
Cito: "L'appello di Berlusconi ad imprenditori italiani perché rilevino Alitalia o va considerata per pietà  una delle freddure di dubbio gusto cui ci ha abituato, oppure rivela la vacuità  strategica del Salame di fronte ai problemi italiani." Ritengo molto probabile che la sera prima il ns. abbia avvertito gli 'amici' di una sua esternazione che avrebbe fatto salire il valore delle azioni dell'Alitalia, cosa che in effetti avvenne 32%. Altri sono i Salami, lui e' solo un gran furbastro, ma metà  degli italiani non l'ha ancora capito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
# salvatore 2008-04-04 18:56
Nella società  è maggiormente rappresentata una mentalità  trasgressiva ad oltranza, ma a senso unico. Esiste un solo peccato: contro il 7° comandamento...e gli altri 9?. La presunta evasione fiscale è in parte tecnicamente impossibile in quanto sui prodotti di consumo iva e imposte varie sono ineludibili. Perchè tassare anche i redditi? Per l'nvidia di Visco e dei suoi? Si parla di tabù quando si vuole distruggere valori, istituzioni naturali (la famiglia) e le stesse persone con manipolazione genetica in primis, droga, ivg (non aborti) etc. Ma veri tabù rimasti inabbattibili sono per esempio l'obiezione fiscale, nel senso che sarebbero quanto meno anticostituzion ali eventuali iniziative popolari...Allora quando mi viene chiesto di essere Re per un giorno e mi trovo nel vicolo cieco delle opzioni parlamentari mi coglie il senso di impotenza ma ricordo anche la disobbedienza civile ghandiana che porto l'India alla libertà .... Sì nel breve, medio magari lungo termine sarà  dura che migliori qualcosa però voglio chiudere con ottimismo nel senso che rivitalizzando la società  attraverso la vita associativa (abolita più di due secoli fa)sarà  possibile avviare un cambiamento del pensiero, del costume, della legge, della società . Un dubbio m'assale forse che la vità  in seno alla Chiesa cattolica potrbbe costituire un paradigma di vita e comportamento sociale?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento


I luminari non contaminano la loro purezza istituzionale col MDB
Facendo una ricerca sulla massima banca dati biomedica www.pubmed.gov sul tema “somatostatin and somatomedin“ (somatomedin o IGF1 è il principale fattore di crescita tumorale direttamente...
Come la cura dei tumori sta funzionando sempre meglio
Il 13 gennaio in una conferenza stampa a Bologna parlamentari e candidati di "Fratelli d’Italia" hanno preso posizione in difesa della libertà di cura e di ricerca scientifica. Ciò per le ...
Libreria Ritorno al Reale

EFFEDIEFFESHOP.com
La libreria on-line di EFFEDIEFFE: una selezione di oltre 1300 testi, molti introvabili, in linea con lo spirito editoriale che ci contraddistingue.

Servizi online EFFEDIEFFE.com

Archivio EFFEDIEFFE : Cerca nell'archivio
EFFEDIEFFE tutti i nostri articoli dal
2004 in poi.

Lettere alla redazione : Scrivi a
EFFEDIEFFE.com

Iscriviti alla Newsletter : Resta
aggiornato con gli eventi e le novita'
editorali EFFEDIEFFE

Chi Siamo : Per conoscere la nostra missione, la fede e gli ideali che animano il nostro lavoro.



Redazione : Conoscete tutti i collaboratori EFFEDIEFFE.com

Contatta EFFEDIEFFE : Come
raggiungerci e come contattarci
per telefono e email.

RSS : Rimani aggiornato con i nostri Web feeds

effedieffe Il sito www.effedieffe.com.non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare e contraddistinto da una testata", come richiede la legge numero 62 del 7 marzo 2001. Gli aggiornamenti vengono effettuati senza alcuna scadenza fissa e/o periodicità